Nessuno mi può giudicare

Acquista su Ibs.it   Dvd Nessuno mi può giudicare   Blu-Ray Nessuno mi può giudicare  
Un film di Massimiliano Bruno. Con Paola Cortellesi, Raoul Bova, Rocco Papaleo, Anna Foglietta, Giovanni Bruno.
continua»
Commedia, durata 95 min. - Italia 2011. - 01 Distribution uscita mercoledì 16 marzo 2011. MYMONETRO Nessuno mi può giudicare * * 1/2 - - valutazione media: 2,77 su 86 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,77/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
La vita di Alice cambia quando il marito muore in un incidente. Si trova costretta a fare la escort, almeno finchè non incontra Giulio.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Punteggiata di buone battute, una commedia che induce alla riflessione
Marianna Cappi     * * - - -

Alice, 35 anni e un figlio di 9, vive, superficiale e razzista, in una grande villa a Roma nord. Alla morte improvvisa del marito, imprenditore di sanitari, viene a sapere dall'avvocato di famiglia che il consorte l'ha lasciata sul lastrico e che, se non salderà al più presto il grosso debito, perderà anche la custodia del figlio. Seguendo Aziz, il cameriere che ha insultato fino a pochi minuti prima, Alice lascia il lusso a cui è abituata per trasferirsi su una terrazza malandata del quartiere popolare del Quarticciolo. Per guadagnare tanto e in fretta, poi, ricorre al mestiere più antico del mondo, facendosi dare lezioni da una escort professionista.
Il lieto fine, garantito dal regime di commedia, che fa sì che tutti vivano ricchi felici e contenti, fa anche del film un invito bello e buono a risolvere i problemi nel modo più veloce e discutibile, perché tanto è la buona fede che conta e dunque "nessuno mi può giudicare". Ma, moralismo a parte, la pericolosità del film di Massimiliano Bruno risiede altrove, meno in vista, più in profondità.
Punteggiato di buone battute, girato fra amici e dunque grondante divertimento, l'esordio alla regia dello sceneggiatore di Fausto Brizzi (comunque autore - non si scappa - del soggetto e della revisione del copione) può facilmente apparire più innocuo, onesto e riuscito di altri prodotti medi del genere, meno attento a come meglio posizionare corpi abiti e sorrisi e più critico verso le storture dell'attualità. Invece, spiacenti di dissentire, intravediamo in esso più di un inganno. Paola Cortellesi, brava bravissima come sappiamo che è, si presta, pur senza volgarità, ad un'ostentazione di sé in tutte le salse di cui si fa presto indigestione e la retorica sui quartieri popolari, culla dei sopravvissuti valori in via d'estinzione, dove tutti sono amici, non importa di che colore o di che fede calcistica, fa quasi accapponare la pelle. Per non parlare del personaggio toccato in sorte a Rocco Papaleo, per il quale soffriamo in silenzio.
Lungi dall'affermare che un film come questo dovesse parlare di delitto e castigo, di politica e di sesso, lo si accusa di volersi spacciare esattamente come un veicolo leggero e aggraziato di quei grandi temi, quando non è che uno sketch banalotto ma carino, tirato troppo per le lunghe. Si ride un poco durante, ci si deprime a lungo dopo.

Stampa in PDF

Incassi Nessuno mi può giudicare
Primo Weekend Italia: € 1.880.000
Incasso Totale* Italia: € 7.942.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 24 luglio 2011
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
31%
No
69%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Nessuno mi può giudicare

premi
nomination
Nastri d'Argento
1
5
David di Donatello
1
5
* * * - -

Dalle stelle alle stalle....

lunedì 14 marzo 2011 di preziosa

Non perdetevi questa commedia sentimentale molto divertente che vede l’esordio di Massimiliano Bruno come nuovo regista, già conosciuto come sceneggiatore di molti film e fiction di successo, dal 16 marzo al cinema!!!! ho visto il film ad una conferenza-stampa qualche giorno fa, ed è troppo forte simpatico e vi farà ridere un sacco!!! parola mia!!! Pur partendo da un episodio drammatico(la morte del marito di Alice), la storia si evolve in commedia simpatica e in continua »

* * - - -

Depressione profonda

sabato 19 marzo 2011 di brian77

Tristissimo.  Sembra voler sbeffeggiare l'Italietta televisiva ma poi è calato interamente dentro il suo orizzonte sentimental-populista di trasmissioni pomeridiane o prime-time.  Ma esistono ancora in Italia sceneggiatori e registi capaci di parlare al grande pubblico mantenendo un livello superiore al baratro rai-mediaset?  Molto deprimente, anche perché c'è un cast di attori intelligenti che potrebbero dare qualcosa di più continua »

* * * * -

Una commedia gradevole e rilassante

lunedì 21 marzo 2011 di renato volpone

Davvero una piacevole commedia,  originale il soggetto e ben sviluppata la trama. Bravissima la Cortellesi nei panni di una donna ricca e presuntuosa che si ritrova improvvisamente povera e piena di debiti. Il contrasto tra il mondo dei ricchi e quello di borgata è descritto con maestria e leggerezza. Così come simpatico e delicato è l'approccio che deve fare al mondo delle escort per riuscire a sanare i debiti. Bova finalmente offre un'interpretazione convincente continua »

* * * - -

Ti giudico...bene!

martedì 22 marzo 2011 di Franco Cesario

Questa è una stagione molto buona per la commedia italiana, una commedia che cerca di far ridere ed evadere con un pizzico di buoni sentimenti e di morale che ci risollevano dalle tristezze dei prequel tirati per le orecchie ed irrispettosi e degli infiniti cinepanettoni. La tendenza è confermata anche da "Nessuno mi può giudicare" opera prima del regista-attore Massimiliano Bruno, storia di una donna della Roma bene, travolta dalla morte del marito imprenditore che la lascia piena di debiti, che continua »

Paola Cortellesi al cameriere
Paola Cortellesi: "Tu devi essere veramente orgoglioso di essere africano!"
Il cameriere: "Ma veramente io sono di Catanzaro..!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Rocco Papaleo
"Bianchi e neri siamo tutti uguali? Ma che siamo in in un film di Nanni Moretti? Siamo in un film di Nanni Moretti?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Cortellesi e insegnante del figlio
"Mio figlio era molto seguito nella scuola privata che frequentava prima"
"Invece noi, nella scuola pubblica, li facciamo entrare in classe e andiamo via"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Nessuno mi può giudicare

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 28 settembre 2011

Cover Dvd Nessuno mi può giudicare A partire da mercoledì 28 settembre 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno con Paola Cortellesi, Rocco Papaleo, Raoul Bova, Anna Foglietta. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Nessuno mi può giudicare (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Nessuno mi può giudicare

INTERVISTE | Con Nessuno mi può giudicare, l'attrice affronta con leggerezza un argomento scottante.

Escort per fiction

venerdì 11 marzo 2011 - Ilaria Ravarino

Cortellesi, escort per fiction «Il film l’abbiamo scritto un anno prima che scoppiasse lo scandalo dell’Olgettina»: alla conferenza stampa di Nessuno mi può giudicare, la commedia di Massimiliano Bruno sul mondo del sesso a pagamento al cinema dal 16, il regista mette le mani avanti di fronte a qualsiasi riferimento all’attualità politica. Resta il fatto che il titolo originale della pellicola, "Escort in love", è diverso da quello che oggi campeggia sul cartellone: «Per preparare il film ho parlato con molte escort, che mi hanno raccontato cose che sono emerse dopo – dice Bruno – È inevitabile che al cinema si parli anche di attualità: se in questo momento la nostra classe politica non ci rende orgogliosi, non si può tacere.

NEWS | Differenze di classe e percorsi di vita, Alberto Moretti spiega la scelta dei costumi.

Vestiti da

venerdì 18 marzo 2011 - Alberto Moretti

Vestiti da Nessuno mi può giudicare Leggendo la sceneggiatura del film mi è subito venuto in mente che due erano le cose da sottolineare, da una parte le differenze di classe e di estrazione sociale dei protagonisti e dell’entourage, e dall’altra il percorso del personaggio di Paola Cortellesi che da signorotta arricchita con un gusto un po’ sopra le righe e il desiderio di mostrare attraverso l’abito il suo status, per necessità si trova costretta ad indossare i panni di una escort e parallelamente nella vita privata riscopre la semplicità di una vita “normale”.

BIZ

Quinto potere, errori e stranezze della critica cinematografica.

Nessuno li può giudicare (i mass media)

lunedì 26 settembre 2011 - Robert Bernocchi

Ultimamente, su molti quotidiani sono uscite delle dichiarazioni forti di Massimiliano Bruno, riprese da un’intervista dell’Ansa, in cui il regista commentava il fatto che il suo film Nessuno mi può giudicare fosse uno degli otto a contendersi il ruolo di portabandiera italiano agli Oscar. Per esempio, frasi come "Questa candidatura ha un valore simbolico forte, se ne facciano una ragione i puristi del cinema d'autore". Peccato che questa frase non sia mai stata detta, come ci ha confermato il regista stesso. continua »

   

Tra i candidati italiani, spiccano Moretti e Crialese.

Chi sarà il portabandiera agli Oscar?

martedì 20 settembre 2011 - Robert Bernocchi

Ieri sono stati comunicati gli otto titoli che si giocheranno la possibilità di diventare i candidati italiani per l’Oscar al miglior film straniero. Intanto va specificato che, in questa fase, sono gli stessi produttori a proporre i loro film. Se molti, sapendo di non avere nessuna speranza, non ci provano nemmeno, altri invece lo fanno solo per promozione o per accontentare i registi/le star delle pellicole in questione. Pensiamo al caso di Nessuno mi può giudicare, brillante esordio alla regia di Massimiliano Bruno, che ha ottenuto un buon successo di critica e di pubblico, ma che non ha nessuna chance di farcela. continua »

   

Neopopulista sì, ma con divertimento

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Burina dei quartieri alti perde d’un colpo villona, domestici e marito per ritrovarsi povera e mazzolata al Quarticciolo con bimbo a carico e debiti da paura. Risalirà la china, anzi scoprirà dietro i modi coatti dei suoi nuovi vicini un mondo variopinto e traboccante di valori dimenticati. Amicizia, calore, solidarietà, tolleranza, senso della comunità. E amore, naturalmente. Anche se per avere tutto questo dovrà piegarsi a fare la escort, istruita da un’amica del ramo che la prende con filosofia confortata dal pensiero di Buddha, di Confucio e anche dei Pooh. »

L' Italia tutta finta che va di moda oggi

di Maurizio Porro Il Corriere della Sera

La resistibile ascesa della bella signora borghese decaduta che si trasforma in escort pronta al facile folk erotico. E quando incrocia gli occhi impavidi di Bova ci si incammina sull' happy end. Una commedia nell' Italia tutta finta di moda oggi, col regista Bruno che cita spunti veri (immigrazione e povertà) ma li risolve in fiaba. La Cortellesi tende al grottesco con un plus valore personale di simpatia, Bova fa il trash e Papaleo ha la battuta cult: «Ve lo meritate Nanni Moretti». Voto 6 Da »

Brizzi nocet L'escort del Quarticciolo

di Roberta Ronconi Liberazione

Commediola arcoriana. Lei è una ricca burina con villona, marito designer di cessi e figlio ipercalorico. Un incidente la rende presto vedova e soprattutto indebitata con una fantomatica finanziaria. Per guadagnare si dà al famoso mestiere millenario, oggi detto escortaggio. Senza finezze e qualche furbizia di bassa lega, il soggetto di Fausto Brizzi viene messo in cinema (si fa per dire) dal debuttante alla regia Massimiliano Bruno (già sceneggiatore dell'orrido Ex). Il risultato dovrebbe essere una facile commedia all'italiana, ovvero quella in cui si deridono i difetti nazionali. »

Paola Cortellesi, un giorno da escort

di Alessandra Levantesi La Stampa

Rimasta vedova, Alice scopre che il marito l’ha lasciata carica di debiti e per saldarli decide che l’unica è fare la escort. D’accordo, lo spunto di partenza non è dei più credibili. Non che la cosa non possa accadere, basta leggere le cronache: ma ce la vedete Paola Cortellesi con quella faccetta da ingenua imbranata incarnare un’arricchita arrogante e classista che, caduta dalle stelle alle stalle, diventa seduttrice sado-maso di politici e imprenditori? Eppure è proprio sulla discrepanza fra l’interprete e il suo personaggio che gioca felicemente la commedia sceneggiata (con supervisione di Brizzi) e diretta da Massimiliano Bruno. »

Nessuno mi può giudicare | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (6)
David di Donatello (6)


Articoli & News
Video
1| 2| 3| 4|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 16 marzo 2011
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità