Giallo/Argento

Acquista su Ibs.it   Dvd Giallo/Argento   Blu-Ray Giallo/Argento  
Un film di Dario Argento. Con Adrien Brody, Emmanuelle Seigner, Elsa Pataky, Lorenzo Pedrotti, Luis Molteni.
continua»
Thriller, durata 92 min. - Italia, USA 2009. - Lumière Group Multimediale uscita venerdì 1 luglio 2011. - VM 14 - MYMONETRO Giallo/Argento * * - - - valutazione media: 2,16 su 33 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato no!
2,16/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * - - -
 critican.d.
 pubblico * * - - -
   
   
   
Una giovane giapponese lascia un'amica in discoteca a divertirsi e prende un taxi per tornare in albergo. Il taxi però va per tutt'altra strada.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Cinema della crudeltà al servizio di un trauma infantile poco credibile
Rudy Salvagnini     * * - - -

Nell'ormai sistematica oscillazione tra i due generi di riferimento della sua filmografia, Dario Argento torna al thriller richiamando sin dal titolo - anche se nel film c'è una spiegazione narrativa - l'appartenenza al filone che più gli ha dato lustro decenni fa e che americani e inglesi chiamano proprio giallo-movies per sottolinearne la nazionalità e specificità.
Torino. Una giovane giapponese lascia un'amica in discoteca a divertirsi e prende un taxi per tornare in albergo. Il taxi però va per tutt'altra strada. La hostess Linda sbarca all'aeroporto per fare una visita alla sorella Celine, modella impegnatissima, a Torino per lavoro. La giapponese, intanto, è prigioniera in uno scantinato, vittima del suo misterioso rapitore, che fotografa lei e anche il cadavere di un'altra donna. Linda va a casa di Celine in attesa che la sorella si liberi dai suoi impegni, ma anche Celine è vittima dello strano tassista e scompare. Non prima però d'aver telefonato alla sorella, dicendole d'aver preso un taxi con un tassista che si comporta stranamente. Celine si ritrova imprigionata nello scantinato. La preoccupata Linda intanto si rivolge alla polizia. L'ispettore Enzo Avolfi - un tipo strano, specializzato in casi difficili - decide di occuparsene.
L'inizio alterna con sapienza immagini apparentemente scollegate tra loro: un uomo con una siringa, due ragazze all'Opera, un'auto che viaggia in una strada cittadina notturna. Poi le cose si chiariscono e il quadro si delinea. Un serial killer è all'opera. La struttura narrativa è classica e alterna le azioni dell'omicida con quelle di chi lo cerca. Con l'andare del tempo, il cinema di Argento ha radicalizzato la rappresentazione insistendo su dettagli violenti e sgradevoli, forse inseguendo il cinema della crudeltà imperante in questi anni o forse seguendo invece un proprio percorso di nichilismo cinico, di spoliazione e deglamourizzazione della violenza, di quotidianizzazione pessimista dell'incubo. Anche la regia segue questa tendenza e rinuncia in parte a quei movimenti di macchina eleganti e spericolati che hanno definito nel tempo lo stile di Argento. Solo in parte, perché in certi momenti - soprattutto nei traumatici flashback - si riscopre il classico e sempre magico Argento-touch. La scarsità di momenti registici flamboyant va intesa come una scelta di sobrietà, di classicità, un tentativo di raccontare in modo diretto ed efficiente una trama che però avrebbe avuto bisogno di fuochi pirotecnici per supplire alle sue carenze narrative. Il problema principale è infatti che la storia collassa dopo una prima metà interessante e tende ad appoggiarsi, per motivazioni e sviluppi, su un classico trauma infantile non eccessivamente credibile. Non emerge il pathos, tutto sembra ridursi alla classica ricerca del serial killer che abbiamo già visto molte volte e manca il colpo d'ala che rivitalizzi una materia risaputa. Talvolta le trame dei film di Argento sono state accusate di incoerenza: la sceneggiatura di Sean Keller e Jim Agnew è sufficientemente coerente, nei parametri del genere, ma è pura routine. La parte finale recupera comunque qualche vivacità e riesce a suscitare una relativa tensione, pur in assenza di sorprese particolari e con qualche incongruenza comportamentale di troppo.
Un classico punto (a volte) debole del cinema argentiano, quello della recitazione e della poca profondità dei personaggi, troverebbe qui un buon antidoto nella presenza di attori di personalità se non fosse che Adrien Brody, nel tratteggiare la figura del detective (e non solo quella), eccede troppo spesso nella caricatura, anche se la sua recitazione bizzarra è se non altro originale e non è priva di interesse. La sua partner Emmanuelle Seigner, moglie di Polanski, il regista con cui Brody ha vinto un premio Oscar (per Il pianista), è abbastanza convincente nel rappresentare lo sgomento e il tormento del suo personaggio. Buona la colonna sonora di Marco Werba, mentre il fascino di Torino, città non nuova all'immaginario argentiano, fornisce uno sfondo misterioso e azzeccato.

Premi e nomination Giallo/Argento MYmovies
Incassi Giallo/Argento
Sei d'accordo con la recensione di Rudy Salvagnini?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
44%
No
56%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

Omiodio!

martedì 24 agosto 2010 di gosnurle

Venghino signori, venghino! il Circo Argento delle assurdita' vi aspetta con un tripudio di effetti speciali (2 a malapena), uno tsunami di efferati omicidi (sempre 2 e nemmeno tanto efferati), personaggi indimenticabili (il detective piu' inetto della storia del cinema, un serial killer che e' l'apoteosi del ridicolo, una coprimaria di un'inutilita' da oscar, una vittima che desidererai veder scannata per la sua stupidita'-grida al killer con mannaia in mano "sei continua »

* - - - -

Un giallo goffo e imbarazzante

martedì 5 aprile 2011 di Alan Rubino

Siamo a Torino. Enzo Avolfi (Adrien Brody), un ispettore dal passato oscuro, è sulle tracce di un serial killer che sequestra, dopo averle fatte salire a bordo del suo taxi, donne giovani e belle, per poi seviziarle e ucciderle. Quando scompare una fotomodella di nome Celine, la sorella di quest'ultima, Linda, si rivolge all'ispettore Avolfi, il quale, sulla base di un indizio, si convince che Celine sia vittima proprio dell'assassino cui sta dando la caccia... Chi sperava in una rinascita continua »

* - - - -

Un altro miserabile fiasco di dario argento

martedì 8 febbraio 2011 di il cinefilo

Il mistero più grande(anche perchè è l'unico)che aleggia sopra la figura di Dario Argento e quello di come sia possibile perdere completamente il proprio talento visionario e l'abilità labirintica delle invenzioni narrative(che caratterizzavano il suo periodo d'oro)a favore di un incapacità pressochè totale di costruire tensione condendola e peggiorandola con un inettitudine di regia rara da emulare. In GIALLO non funziona assolutamente niente:Gli continua »

* * - - -

Un giallo sbiadito

sabato 30 ottobre 2010 di dario carta

Che peccato vedere le ossessioni di Dario Argento scolorire e sbiadirsi nello smalto già opaco che patina i lavori del maestro del brivido italiano da ormai più di un decennio. “Giallo” segue i pallidi titoli delle Madri,proponendosi anch’esso come pellicola senza guizzi e colori,quasi che Argento voglia confermare una genialità assopita. Il linguaggio visivo di un regista che ha segnato a fondo il cinema italiano di genere e ritraeva i volti della morte continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Giallo/Argento adesso. »
Shop

DVD | Giallo/Argento

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 3 novembre 2010

Cover Dvd Giallo/Argento A partire da mercoledì 3 novembre 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Giallo/Argento di Dario Argento con Adrien Brody, Emmanuelle Seigner, Elsa Pataky, Lorenzo Pedrotti. Distribuito da Sony Pictures Home Entertainment. Su internet Giallo è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film Giallo/Argento

APPROFONDIMENTI | Il maestro dell'horror nelle sale dopo due anni di limbo.

Tutti i colori del

venerdì 1 luglio 2011 - Marco Chiani

Tutti i colori del Giallo/Argento Nelle sale dopo due anni di limbo, Giallo/Argento dichiara fin dal titolo un'appartenenza precisa: non un thriller, non un horror, ma precisamente un giallo, formula pregna di regole, stilemi, ossessioni, leggi scritte. Se accanto al nome di questo colore si affianca poi quello che identifica il più glorioso autore italiano del cinema nero, la discussione si fa davvero interessante. Adrien Brody è l'ispettore Enzo Avolfi, accompagnato passo passo nelle sue indagini da una risoluta Emmanuelle Seigner la cui sorella è stata rapita dal pericoloso serial killer di turno.

   

VIDEO | Il film horror con Adrien Brody, Elsa Pataky ed Emmanuelle Seigner.

Nuovo trailer del film di dario argento

lunedì 6 luglio 2009 - Marlen Vazzoler

Giallo: nuovo trailer del film di Dario Argento Uscito un nuovo trailer di Giallo, l'ultimo film del regista italiano Dario Argento. Nel film il premio Oscar Adrien Brody interpreta l'ispettore Enzo Avolfi, un detective della polizia che sta cercando un sadico killer conosciuto con il nome Giallo, che rapisce delle bellissime ragazze nelle strade di Torino. Avolfi dovrà trovare il killer prima che l'ultima ragazza scomparsa diventi la sua ultima vittima. La sceneggiatura del film è stata scritta da Argento con la collaborazione di Jim Agnew e di Sean Keller.

   

VIDEO | Adrien Brody e la Emmanuelle Seigner nell' ultimo film del maestro del brivido.

Il trailer dell'ultimo film di dario argento

mercoledì 12 novembre 2008 - Marlen Vazzoler

Giallo, il trailer dell'ultimo film di Dario Argento È uscito il primo trailer dell'ultimo film di Dario Argento, il maestro del cinema horror italiano che, dopo La terza madre, e gli ultimi film non all'altezza della sua nomea, torna con Giallo, un horror ambientato sulle strade di Milano. Linda, interpretata da Emmanuelle Seigner (Lo scafandro e la farfalla, Frantic, Nirvana), assieme all'ispettore Enzo Lavia, interpretato da Adrien Brody (Il treno per il Darjeeling, King Kong, Il pianista), si uniscono in una corsa contro il tempo per trovare la fotomodella Celine, sorella di Linda, rapita da un serial killer conosciuto con il nome Giallo, che si diverte a sfigurare e uccidere donne bellissime.

   

Bella e impossibile. E così ti uccido

di Filippo Brunamonti Il Manifesto

Allora, prima Adrien Brody, premio Oscar per Il Pianista, si è rivolto alla corte federale della California e ha bloccato l'uscita americana di Giallo, chiedendo un'ingiunzione permanente sulla distribuzione. Poi i produttori hanno perso la causa legale di Brody, obbligati a non diffondere la pellicola negli Usa senza prima versare all'attore i suoi 650 mila dollari. Qualche anno dopo, si è svolta l'unica proiezione per il grande schermo dell'ultimo film di Dario Argento, in concomitanza con il 30° Fantafestival. »

Giallo/Argento | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Rudy Salvagnini

Pubblico (per gradimento)
  1° | gosnurle
  2° | alan rubino
  3° | il cinefilo
  4° | dario carta
  5° | ziggy70
Rassegna stampa
Filippo Brunamonti
Trailer
1 | 2 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 1 luglio 2011
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità