Il divo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il divo   Dvd Il divo  
Consigliato assolutamente sì!
3,61/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
La storia d'Italia attraverso la vita e la carriera di un uomo: Giulio Andreotti.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Sorrentino legge la figura di Andreotti con una cifra di grottesco, finendo per far coincidere reale e surreale
Giancarlo Zappoli     * * * - -

C'è un uomo che soffre di terribili emicranie e arriva anche a contornarsi il volto con l'agopuntura pur di lenire il dolore. È la prima immagine (grottesca) di Giulio Andreotti ne Il divo.
Siamo negli Anni Ottanta e quest'uomo freddo e distaccato, apparentemente privo di qualsiasi reazione emotiva, è a capo di una potente corrente della Democrazia Cristiana ed è pronto per l'ennesima presidenza del Consiglio. L'uccisione di Aldo Moro pesa però su di lui come un macigno impossibile da rimuovere. Passerà attraverso morti misteriose (Pecorelli, Calvi, Sindona, Ambrosoli) in cui lo si riterrà a vario titolo coinvolto, supererà senza esserne scalfito Tangentopoli per finire sotto processo per collusione con la mafia. Processo dal quale verrà assolto.
Paolo Sorrentino torna a fare cinema direttamente politico in Italia (Il caimano essendo un'abile commistione di politico e privato). Compie una scelta difficile pur decidendo di colpire un obiettivo facile: Andreotti. L'uomo di Stato che è stato definito di volta in volta, la Sfinge, il Gobbo, La Volpe, il Papa nero, Belzebù e, giustappunto, il Divo Giulio si prestava sicuramente a divenire simbolo di una riflessione sui mali del nostro Paese. La scelta era comunque difficile perchè Sorrentino aveva alle sue spalle almeno tre nomi ai quali ispirarsi e dai quali stilisticamente distinguersi in questa sua riscoperta del cinema impegnato: Francesco Rosi, Elio Petri, Giuseppe Ferrara. Il primo con il suo rigore nella denuncia, il secondo con una visionarietà graffiante, il terzo con il suo cronachismo drammaturgicamente efficace.
Sorrentino riesce nell'operazione. Dichiara, consapevolmente o meno, i propri debiti nei confronti degli autori citati nella fase iniziale del film che innerva però sin da subito con una cifra di grottesco che diventa la sua personale lettura del personaggio e di coloro che lo hanno circondato e sostenuto. Proprio grazie a questa scelta stilistica può permettersi, nell'ultima parte del film, di proporci le fasi processuali per l'accusa di mafia grazie a una visione in cui surreale e reale finiscono con il coincidere.
L'Andreotti di Sorrentino è un uomo che ha consacrato tutto se stesso al Potere. Un politico che ha saputo vincere anche quando perdeva. Un essere umano profondamente solo che ha trovato nella moglie l'unica persona che ha creduto di poterlo conoscere. La sequenza in cui i due siedono mano nella mano davanti al televisore in cui Renato Zero canta "I migliori anni della nostra vita" entra di diritto nella storia del cinema italiano. È la sintesi perfetta (ancor più degli incubi ritornanti con le parole come pietre scritte a lui e su di lui da Aldo Moro dalla prigione delle BR) di una vita consacrata sull'altare sbagliato.
Una vita in cui, come afferma lo stesso Andreotti (interpretato da un Servillo capace di cancellare qualsiasi remota ipotesi di imitazione per dedicarsi invece a uno scavo dell'interiorità del personaggio), è inimmaginabile per chiunque la quantità di Male che bisogna accettare per ottenere il Bene. That's Life? Forse non necessariamente.

Premi e nomination Il divo MYmovies
il MORANDINI
Il divo recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Il divo
Primo Weekend Italia: € 992.000
Incasso Totale* Italia: € 4.535.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 19 ottobre 2008
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
71%
No
29%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Il divo

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
Nastri d'Argento
6
12
Festival di Cannes
1
0
David di Donatello
6
14
* - - - -

L'unico divo è sorrentino

domenica 8 giugno 2008 di MarCar

E' sorprendente davvero trovarsi davanti a questo oceano di diffusi entusiasmi, che ne hanno un poco per ogni aspetto del film "il Divo". E c'è da chiedersi se il suo regista sia conscio dell'inganno che a mio modo di vedere perpetra (e che pare funzioni benissimo) o se davvero la sua sensibilità si trovi proprio lì tra le righe di ciò che ha scritto. Ma è giusto che una critica sia sostenuta da argomenti. Andreotti, il cui spirito umoristico è fatto noto, diventa qui un uomo capace di parlare continua »

* * * * *

Inchino a sorrentino

lunedì 2 giugno 2008 di Mik

Che dire? una parola forse...Capolavoro. Sorrentino dimostra coraggio e talento innato, vuoi perchè portare Andreotti e quel periodo sul grande schermo è impresa non da poco, vuoi perchè lo fa con umorismo, creatività, intelligenza, la giusta dose di cattiveria, ma anche umanità...vuoi perchè, e scusate se è poco, sublima l'immagine rendendola arte. "il divo" farà storcere il naso a chi vorrà vederci per forza un giudizio politico e storico...ma per carità, almeno per una volta cerchiamo di dare continua »

* * * * -

Fenomenologia di giulio andreotti

giovedì 29 maggio 2008 di fabrizio dividi

La storia di un decennio attraverso la lente distorta del feroce sarcasmo di Sorrentino colpisce nel segno e riporta ai fasti il cinema italiano. Più Petri che Rosi, più grottesco che realista, il regista racconta una figura storica contemporanea più simbolica che reale. Andreotti è l'idea della politica italiana, del potere e degli intrighi degni di un Machiavelli moderno tanto da superare la persona reale. Peraltro la sintesi storica è appropriata e difficilmente contestabile visto che la gran continua »

* * * * *

Quel diavolo di un divo

venerdì 6 giugno 2008 di diomede917@tiscali.it

Il divo ovvero il ritratto dell'uomo politico che ha fatto il bello e il cattivo tempo nell'Italia della Prima Repubblica. La tematica era molto pericolosa, il rischio era quello di scivolare nella parodia alla Bagaglino o in una faziosità di parte invece Sorrentino ha fatto l'unica cosa possibile: Cinema! Con Il Divo Paolo Sorrentino si è laureato in regia con 110 e lode, basta guardare la rappresentazione dei cadaveri eccellenti iniziali per capire quello che dico. Il regista sparge citazioni continua »

Andreotti (Toni Servillo)
I preti votano, Dio no…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Andreotti (Toni Servillo)
Ho la coscienza di essere di statura media, ma se mi giro attorno non vedo giganti…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Andreotti (Toni Servillo)
Il potere logora chi non ce l'ha
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Il divo oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Il divo

Uscita in DVD

Disponibile on line da sabato 14 dicembre 2013

Cover Dvd Il divo A partire da sabato 14 dicembre 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il divo di Paolo Sorrentino con Toni Servillo, Anna Bonaiuto, Giulio Bosetti, Flavio Bucci. Distribuito da Warner Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1. Su internet divo (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Il divo

SOUNDTRACK | Il divo

La colonna sonora del film * * * * *

Disponibile on line da venerdì 6 giugno 2008

Cover CD Il divo A partire da venerdì 6 giugno 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Il divo del regista. Paolo Sorrentino Distribuita da Universal Strategic.

APPROFONDIMENTI | Premiato a Cannes, Il Divo arriva in Italia e fa i conti con il Potere e con colui che lo ha incarnato al massimo grado.

L'amico della famiglia

lunedì 26 maggio 2008 - Marzia Gandolfi

Il Divo: l'amico della Famiglia Nessuno oggi nel cinema italiano sa individuare, scoprire e portare alla luce la maschera tragica, ridicola e solennemente beffarda del nostro paese come Nanni Moretti (Il Caimano) e Paolo Sorrentino. Di fatto, ripensando alla produzione italiana degli ultimi anni, non è facile trovare un'analisi critica della situazione in cui versa il nostro paese. Buona parte dei nostri autori sembra essere spesso, molto spesso e troppo spesso, distante dal cogliere i profondi cambiamenti dell'Italia dell'ultimo decennio.

NEWS | Il Divo e Gomorra si aggiudicano il maggior numero di nomination.

Candidature 2009

giovedì 9 aprile 2009 - Marlen Vazzoler

David di Donatello: candidature 2009 L'edizione 2009 dei David di Donatello è dominata dalle 16 (su 22) nomination ottenute da Il Divo, il film diretto da Paolo Sorrentino e dalle 11 nomination aggiudicate da Gomorra, il film di Matteo Garrone. La candidatura come miglior film vede in gara Ex di Fausto Brizzi, Si può fare di Giulio Manfredonia e Tutta la vita davanti di Paolo Virzì; a contendersi invece il titolo di miglior regista oltre a Garrone e Sorrentino, Brizzi, Manfredonia e Pupi Avati per Il papà di Giovanna. Per la categoria come miglior attrice si scontreranno Donatella Finocchiaro (Galantuomini), Claudia Gerini (Diverso da chi?), Valeria Golino (Giulia non esce la sera), Ilaria Occhini (Mar Nero) e Alba Rohrwacher (Il papà di Giovanna), mentre tra gli uomini la sfida sarà tra Silvio Orlando, vincitore della Coppa Volpi a Venezia per Il papà di Giovanna, Tony Servillo (Il Divo), Valerio Mastandrea (Non Pensarci), Claudio Bisio (Si può fare) e Luca Argentero (Diverso da chi?).

   

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

Piacerebbe a Repubblica se davvero Cannes fosse sotto choc per "Il divo" (l'applauso è stato tiepido, niente a che vedere con lo scroscio alla fine del "Che" di Steven Soderbergh, se non altro per grazia ricevuta delle quattro ore trascorse). Vorrebbe dire che Giuseppe D'Avanzo ha un futuro come consulente alla sceneggiatura. La scena che tra tutte abbiamo preferito vede Eugenio Scalfari di fronte a Giulio Andreotti, mentre da integerrimo giornalista gli elenca tutti i "si dice", chiedendogli ogni volta "è un caso?". »

Il divo. Ritratto del potere visto da paurosamente vicino

di Roberta Ronconi Liberazione

Deve essersi nutrito a lungo di presunzione e coraggio, Paolo Sorrentino, per poter pensare di mettree su schermo un affresco come quello del Divo . Del resto, niente di sbalorditivo: che fosse coraggioso e presuntuoso questo giovane regista napoletano lo aveva già dimostrato nella sua breve filmografia, iniziata alta con L'uomo in più (2001) e andata lentamente degradando con il più ostico Le conseguenze dell'amore e infine con l'impossibile L'amico di famiglia . Succede, però, che per prendere la rincorsa e fare un salto uno debba fare uno scatto e quindi leggermente frenare, fin quasi a fermarsi. »

di Piera Detassis Ciak

Decolla rapidissimo il film, adrenalinico come un'opera rock nerissima, apocalittica versione all'italiana di The Wall. La prima immagine è la testa di Andreotti trafitta dagli spilli dell'agopuntura all'alba, l'ora del lupo, mentre la sua voce sussurrata fuori campo recita il De Profundis per tutti quelli logorati dal potere che non c'è: «È andata sempre così. Mi pronosticavano la fine. Io sopravvivevo. Sono morti loro. In compenso per tutta la vita ho combattuto contro atroci mal di testa. A suo tempo l'Optalidon accese molte speranze. »

Il «Nosferatu» della prima Repubblica

di Valerio Caprara Il Mattino

Del «grande burattinaio» hanno congetturato in molti, tra le firme maggiori e minori del nostro cinema. Secondo Paolo Sorrentino non c'è dubbio alcuno, Nosferatu è stato il manovratore (neanche tanto occulto) della storia d'Italia della Prima Repubblica. Uno strano e complesso film, in effetti, quello che il regista napoletano presenta oggi in concorso e che è stato applaudito ieri sera al termine della proiezione stampa: nel raccontare, con piglio altero e ammiccante allo stesso tempo, lo squarcio di vita politica che va dal '91 al '95, «Il Divo» fa sì che il proprio progetto da oratorio cupo e visionario ora si rafforzi, ora si estenui, ora sfugga, ora chieda aiuto alle didascalie. »

Il divo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (18)
Festival di Cannes (1)
David di Donatello (20)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Sito ufficiale
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità