Fargo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Fargo   Dvd Fargo   Blu-Ray Fargo  
Un film di Joel Coen, Ethan Coen. Con William H. Macy, Steve Buscemi, Frances McDormand, Peter Stormare, Kristin Rudrüd.
continua»
Drammatico, durata 98 min. - USA 1996. MYMONETRO Fargo * * * 1/2 - valutazione media: 3,77 su 72 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,77/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
Jerry Lundegaard gestisce una concessionaria d'auto e ha un impellente bisogno di denaro liquido. Escogita il rapimento della moglie per ottenere un cospicuo riscatto dal suocero ostile.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Jerry Lundegaard gestisce una concessionaria d'auto e ha un impellente bisogno di denaro liquido. Escogita il rapimento della moglie per ottenere un cospicuo riscatto dal suocero ostile. Ingaggia due crudeli quanto incapaci malviventi che riescono a tramutare il dramma in tragedia. Sarà l'intervento di Marge Gunderson, capo della polizia locale, in avanzato stato di gravidanza, a risolvere la situazione. I Coen, come tutti i registi di razza, si divertono a spiazzare. Se Mr. Hula-hoop aveva marcato un netto stacco dalle ricerche linguistiche di un Barton Fink pur conservando un elevato tasso di cinefilia, con Fargo, presentato a Cannes 1996 senza suscitare particolari reazioni, sembrano cambiare registro. Anzi c'è chi, in cerca di sicurezze, è andato citando il loro film d'esordio, quel Blood Simple che in realtà non ha con questo film nient'altro che una superficiale affinità. Entrambi sono dei thriller, ma se il primo si rifaceva alle atmosfere alla James M. Cain, quest'ultimo è un'analisi spietata della profonda stupidità di gran parte della violenza contemporanea. I due criminali, interpretati da Steve Buscemi e Peter Stormare, sono al contempo troppo cinematografici per essere "veri" (fanno spesso venire in mente i due ladri rapitori dei dalmata de La carica dei 101) e troppo tragicamente reali per essere solo frutto della finzione. Su quella distesa di neve senza fine, destinata a macchiarsi di sangue versato senza un briciolo di quella strategia del delitto che faceva grandi gli omicidi hitchockiani, si va a rappresentare la storia di una Twin Peaks in sedicesimo in cui i fatti sono accaduti nella realtà e che è luogo di origine dei due fratelli. Fargo è un film "congelato" come gli spazi e i personaggi che mette in scena. Le loro origini scandinave costituiscono quasi un certificato di garanzia della loro capacità di controllarsi (si veda in proposito la sequenza in cui Marge incontra nel bar il compagno di scuola di origine giapponese) e questa discendenza viene sottolineata, nell'edizione originale, dall'accento richiesto agli interpreti. È quasi come se i Coen, a dispetto del loro cognome, ci volessero parlare della loro infanzia, delle origini, della loro idea di un cinema che, per quanto onnivoro sia, ha in Kubrick e in Hitchcock dei punti di riferimento che paiono ineludibili. È il personaggio di Marge (moglie nella realtà di Joel Coen) che sfida le leggi dell'equilibrio e della gravità, che segna il film. Non è particolarmente intelligente né si avvale di grandi strategie investigative, eppure riesce a risolvere un caso che, proprio per l'ottusità che sembra connaturata all'ambiente, ha già raggiunto e superato il limite della tragedia. Ma tutto si svolge in una routine in cui, alla fine, il detective ne sa meno di noi. Eccoci allora collocati in una prospettiva hitchockiana in cui le reali dimensioni dell'accadimento sono note al nostro sguardo da voyeurs consapevoli che il bambino che si trova in quella pancia sta per entrare in un mondo ancora più tragicamente assurdo di quel che sembra. Oscar a Frances McDormand.

Stampa in PDF

Premi e nomination Fargo

premi
nomination
Premio Oscar
2
5
Golden Globes
0
4
Festival di Cannes
1
0
* * * * *

Maledettamente freddo...

martedì 24 giugno 2008 di Romeo79

Fa freddo a Fargo,nel North Dakota.E fa terribilmente freddo anche a Breinerd,paese di boscaioli,ed a Minneapolis.Queste le città della nostra macabra vicenda.L'inverno è rigido ed una spessa coltre di neve imbianca ogni cosa.Le case,gli alberi,le automobili.E così ogni mattina Jerry deve alzarsi presto,sbrinare faticosamente il parabrezza con un raschia-ghiacchio ed andare al lavoro alla Oldsmobile.Lavoro che odia,schiacciato dall'ingombrante figura del suocero,titolare dell'azienda.Lavoro che continua »

* * * * -

Originale noir raccontato con la maestria dei coen

giovedì 26 luglio 2007 di andre

Strepitoso e preoccupante affresco noir, firmato dal genio di Joel Coen. La storia ricorda da vicino quella de "L'uomo che non c'era", malgrado la denuncia della stupidità umana sia in quest'opera ancora più accentuata. E' infatti il protagonista stesso a firmare la propria caduta, a trasformare una vita tutto sommato felice- bella casa, moglie, figlio, buon lavoro- in un incubo in cui niente va come aveva previsto. I fratelli Coen raccontano senza fronzoli nè abbellimenti estetici la stupidità continua »

* * * * -

Buscemi, un tipo...curioso.

mercoledì 10 agosto 2011 di ultimoboyscout

Film assolutamente ben fatto, seri e divertente al tempo stesso, con due attori alla miglior interpretazione della carriera: Macy è perfetto (in generale anche molto sottovalutato ad Hollywood), sembra che il personaggio sia nato proprio per lui e la McDormand, poliziotta senza talento e qualità investigative che al limite del parto, tra una mangiata e l'altra arriva in fondo, senza comunque evitare la strage. Personaggio grottescamente ala Coen, che le ha fruttato un Oscar, diretta continua »

* * * * *

La stupidità dellla violenza

venerdì 23 luglio 2010 di ivan91

un gran bel film che mette in evidenza la stupidità della violenza contemporanea; al giono d' oggi su uccide per poco e assolutamente ingiustificata queta violenza si uccide "per quattro biglietti di banca " come dice la poliziotta alla fine del film: purtroppo queta eè anche la realtà quotidiana in cui oggi il mondo è dominato alla violenza e il messaggio che i coen vogliono lanciare è chiarissimo. spendido e riflessivo è un gioiello del cinema!! continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Fargo adesso. »
Shop

DVD | Fargo

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 30 aprile 2014

Cover Dvd Fargo A partire da mercoledì 30 aprile 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Fargo di Joel Coen, Ethan Coen con William H. Macy, Steve Buscemi, Frances McDormand, Peter Stormare. Distribuito da 20th Century Fox Home Entertainment. Su internet Fargo (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Fargo

SOUNDTRACK | Fargo

La colonna sonora del film

Disponibile on line da giovedì 1 giugno 2006

Cover CD Fargo A partire da giovedì 1 giugno 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Fargo del regista. Joel Coen, Ethan Coen Distribuita da TVT.

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Cieli lattescenti, sconfinate distese di neve, gelo, nebbie candide, paesaggi piatti immensamente bianchi: il Grande Inverno americano è l'invenzione figurativa bellissima di Fargo di Joel Coen. Altre immagini straordinarie: un gangster che tentando di triturare il cadavere del suo compagno nella macchina per fare la segatura arrossa la neve d'una pioggia di sangue; un capo della polizia che è una donna incinta di almeno sette mesi (la brava Frances McDormand, moglie di Joel Coen, che scherza: “Da dodici anni vado a letto col regista ed è la prima volta che mi dà una bella parte”). »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

Nel gelo d’un orizzonte bianco e piatto, lentamente qualcosa si fa visibile, forse mostro irreale o forse incubo astratto. Poi, dall’indifferenza opaca d’una sterminata distesa di neve, a fatica emerge una forma. Pian piano, si riconosce un’auto che ne traina un’altra. Tuttavia, non svanisce l’emozione visiva che apre Fargo. Al contrario, perdurano l’irrealtà mostruosa e l’indifferenza astratta d’una storia che gli autori amano definire vera, e che ci mostrano puntigliosamente come incubo e ailucinazione. »

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

Questa è una storia di pazzi. I protagonisti hanno nomi scandinavi (Lundegaard, Gunderson, Grimsrud, Gustafson), ma vivono nel Minnesota, nel piatto e immenso Midwest degli Stati Uniti. Una storia realmente accaduta, nel 1987, e ora fedelmente raccontata nel film Fargo dai fratelli Joel ed Ethan Coen (il primo, oltre alla sceneggiatura, firma anche la regia). Il motore della vicenda è Jerry Lundegaard (William Macy), un venditore di automobili convinto che il destino gli riservi una vita ben migliore. »

Fargo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | romeo79
  2° | andre
  3° | ultimoboyscout
  4° | ivan91
  5° | bella earl!
  6° | gino64
  7° | fabal
  8° | teo
  9° | jd
10° | piernelweb
11° | filippo catani
12° | luca scial�
13° | cizeta
14° | jacopo b98
15° | esaminatore
16° | paride86
17° | nick simon
18° | great steven
19° | reservoir dogs
20° | pie9701
21° | biso 93
22° | alexmanfrex
23° | g. romagna
24° | paolo_89
Premio Oscar (8)
Golden Globes (5)
Festival di Cannes (1)


Articoli & News
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità