Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
domenica 28 maggio 2017

Steve Coogan

L'erede di Peter Sellers

Nome: Stephen John Coogan
51 anni, 14 Ottobre 1965 (Bilancia), Manchester (Gran Bretagna)
occhiello
Questo è meglio di un cavallo!!!!!!
dal film Una notte al museo 2 - La fuga (2009) Steve Coogan è Ottaviano
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Steve Coogan

The Dinner

* * - - -
(mymonetro: 2,44)
Un film di Oren Moverman. Con Richard Gere, Laura Linney, Steve Coogan, Rebecca Hall, Adepero Oduye.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2017. Uscita 18/05/2017.

L'eccezione alla regola

* * - - -
(mymonetro: 2,00)
Un film di Warren Beatty. Con Haley Bennett, Lily Collins, Matthew Broderick, Alden Ehrenreich, Taissa Farmiga.
continua»

Genere Commedia, - USA 2016. Uscita 27/04/2017.

Minions

* * * - -
(mymonetro: 3,01)
Un film di Pierre Coffin, Kyle Balda. Con Sandra Bullock, Jon Hamm, Michael Keaton, Allison Janney, Steve Coogan.
continua»

Genere Animazione, - USA 2015. Uscita 27/08/2015.

Notte al museo 3 - Il segreto del faraone

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,65)
Un film di Shawn Levy. Con Ben Stiller, Robin Williams, Owen Wilson, Steve Coogan, Ricky Gervais.
continua»

Genere Avventura, - USA, Gran Bretagna 2014. Uscita 28/01/2015.

Quel che sapeva Maisie

* * * - -
(mymonetro: 3,13)
Un film di Scott McGehee, David Siegel (II). Con Julianne Moore, Alexander Skarsgård, Onata Aprile, Joanna Vanderham, Steve Coogan.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2013. Uscita 26/06/2014.
Filmografia di Steve Coogan »

lunedì 15 maggio 2017 - Girare una scena a tavola è una sfida, un'odissea, un inferno. Eppure i registi ne sono da sempre diabolicamente attratti. Come per Oren Moverman con The Dinner, dal 18 maggio al cinema.

Il film è servito! Ecco i migliori titoli ambientati a tavola

Ilaria Ravarino cinemanews

Il film è servito! Ecco i migliori titoli ambientati a tavola Girare una scena a tavola, per un regista, è ciò che nelle scuole di cinema si definirebbe ottimisticamente "una sfida". O in maniera più realistica: un inferno. Perché - come spiegano anche i numerosi manuali in rete - apparecchiare un film significa "cambiare spesso inquadratura, spostare le luci di conseguenza, sgomberare e arredare in continuazione la tavola". Significa controllare "che il contenuto dei piatti si mantenga integro e coerente nei raccordi per il montaggio", significa stare attenti ai tintinnii di vetro e metallo, posate e bicchieri, e a tutta quella vasta gamma di suoni da pasto che potrebbero guastare la presa diretta e i nervi del fonico. Un'odissea. Eppure, per qualche ragione, i registi ne sono da sempre diabolicamente attratti. Tanto da fare, del dinner-movie, quasi un genere. Ultimo in ordine di tempo, in questa bizzarra gastrocategoria, è The Dinner di Oren Moverman, tratto dal romanzo di Herman Koch e interpretato da Richard Gere con Steve Coogan, Laura Linney e Rebecca Hall. La tavola, qui, è un'arena di lusso in cui si consuma la frantumazione morale di due famiglie: un politico in carriera e il fragile fratello insegnante di storia, ciascuno accompagnato dalla propria moglie, decisi a risolvere al ristorante la crisi in cui li ha gettati un atroce delitto commesso dai rispettivi figli. Si mangia poco, si parla tanto, e a scandire il film, diviso in capitoli, ci pensano le portate - antipasti, piatto principale, formaggi, dessert, digestivi - accompagnate al tavolo da quattro camerieri alla volta. Menù da chef-star, la gastronomia come forma d'arte postmoderna, la futilità della gola e l'accidia dello spirito, cibo e violenza come due facce pop della stessa medaglia. Da quel romanzo sono nati altri due film, ambientati ovviamente a tavola, ma in altri ristoranti e con commensali diversamente borghesi. Sono i fratelli avvocato e pediatra de I nostri ragazzi di Ivano de Matteo, il cui confronto si snoda tra le portate di un ristorante di medio lusso e i numerosi flashback, e i ricchi fratelli nordeuropei di The Dinner di Menno Meyjes, che consumano piccole porzioni di piatti dai nomi lunghissimi e guardano feroci in macchina, odiandosi di più a ogni boccone.

giovedì 11 maggio 2017 - Quattro grandi attori per un dramma da camera a sfondo politico e dunque esistenziale nel senso più profondo del termine. Dal 18 maggio al cinema.

Guarda l'inizio di The Dinner. In anteprima i primi 10 minuti del film

a cura della redazione cinemanews

Guarda l'inizio di The Dinner. In anteprima i primi 10 minuti del film Incontrandosi a cena con le rispettive mogli, i fratelli Paul e Stan si trovano a discutere di un grave crimine di cui sono colpevoli i loro figli adolescenti. La serata volge in dramma famigliare quando le due coppie devono decidere come gestire la delicata questione sortendo il male minore. In ballo, infatti, non solo c'è il futuro dei ragazzi ma anche quello di Stan, un famoso politico in carriera e già in campagna elettorale. Diretto dall'israeliano residente newyorkese Oren Moverman, The Dinner è il terzo cine-adattamento dell'omonimo romanzo dell'olandese Herman Koch, in prima edizione nel 2009 e poi di immediato successo mondiale. Dramma da camera a sfondo politico e dunque esistenziale nel senso più profondo del termine, The Dinner - di cui presentiamo in anteprima i primi 10 minuti - sarà al cinema dal prossimo 18 maggio. Il cast può vantare la presenza di 4 grandi nomi del panorama cinematografico internazionale: Laura Linney, Rebecca Hall, Steve Coogan e Richard Gere.

Altre news e collegamenti a Steve Coogan »
The Dinner (2017) L'eccezione alla regola (2016)
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità