Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 18 novembre 2017

Ivan Franek

Bruciare nel vento del cinema italiano

Data nascita: 1965, Pilsen (Repubblica ceca)
occhiello

dal film () Ivan Franek è
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Ivan Franek

Agadah

* * * - -
(mymonetro: 3,08)
Un film di Alberto Rondalli. Con Nahuel Pérez Biscayart, Pilar López de Ayala, Jordi Mollà, Caterina Murino, Alessandro Haber.
continua»

Genere Avventura, - Italia 2017. Uscita 16/11/2017.

Orecchie

* * * - -
(mymonetro: 3,25)
Un film di Alessandro Aronadio. Con Daniele Parisi, Silvia D'Amico, Pamela Villoresi, Ivan Franek, Rocco Papaleo.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2016. Uscita 18/05/2017.

Il permesso - 48 ore fuori

* * * - -
(mymonetro: 3,05)
Un film di Claudio Amendola. Con Luca Argentero, Claudio Amendola, Giacomo Ferrara, Valentina Bellè, Antonino Iuorio.
continua»

Genere Noir, - Italia 2017. Uscita 30/03/2017.

La leggenda di Bob Wind

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,70)
Un film di Dario Baldi. Con Corrado Fortuna, Lavinia Longhi, Ivan Franek, Paolo Briguglia, Elisabetta De Vito.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2016. Uscita 10/11/2016.

Sangue del mio sangue

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,76)
Un film di Marco Bellocchio. Con Roberto Herlitzka, Pier Giorgio Bellocchio, Filippo Timi, Lidiya Liberman, Fausto Russo Alesi.
continua»

Genere Drammatico, - Italia, Francia, Svizzera 2015. Uscita 09/09/2015.
Filmografia di Ivan Franek »

giovedì 9 novembre 2017 - In anteprima su MYmovies.it i primi 3 character poster del film. Dal 4 gennaio al cinema.

Il ragazzo invisibile - Seconda generazione, ecco Cinetica, Libellula e Morfeo

a cura della redazione cinemanews

Il ragazzo invisibile - Seconda generazione, ecco Cinetica, Libellula e Morfeo Sono là fuori, uguali a noi, eppure diversi. Possono volare, leggere nella mente o sollevare un'auto senza sforzo. Possono controllare il fuoco o muovere gli oggetti con la forza del pensiero. Migliori? Forse. Geneticamente più evoluti rispetto all'Homo Sapiens? Senza dubbio. Come rivela il primo capitolo della saga de Il ragazzo invisibile, gli "Speciali" sono il risultato di un misterioso incidente avvenuto in Russia all'inizio degli anni duemila: a seguito dell'esposizione alle radiazioni, una piccola percentuale di cittadini si ritrova ad avere capacità eccezionali, super-umane. La storia di Michele Silenzi (Ludovico Girardello), il ragazzo invisibile, comincia di fatto tra le grigie mura di un campo di detenzione in cui i suoi futuri genitori si conoscono e si amano. Deportati lì dall'organizzazione paramilitare conosciuta come Divisione, che vuole creare un esercito di supersoldati, Yelena (Ksenia Rappoport) e Andreij (Ivan Franek) non si rassegnano al triste destino che li vede deperire e ammalarsi a seguito dell'uso delle loro capacità e decidono di fuggire insieme.

Ma se nel primo episodio gli Speciali giocavano un ruolo solo marginale nell'origin story di Michele, ne Il ragazzo invisibile - Seconda Generazione avanzano prepotentemente verso la prima linea dell'azione e della narrazione. La storia di Michele Silenzi (Ludovico Girardello), il ragazzo invisibile, comincia di fatto tra le grigie mura di un campo di detenzione in cui i suoi futuri genitori si conoscono e si amano. Deportati lì dall'organizzazione paramilitare conosciuta come Divisione, che vuole creare un esercito di supersoldati, Yelena (Ksenia Rappoport) e Andreij (Ivan Franek) non si rassegnano al triste destino che li vede deperire e ammalarsi a seguito dell'uso delle loro capacità e decidono di fuggire insieme.

Questi "figli dell'atomo" post-soviet, sono una rilettura moderna e tragica degli X-Men di Stan Lee e Jack Kirby, certo, ma rappresentano pure una versione grottesca e disfunzionale della famiglia a fumetti per eccellenza, ovvero i Fantastic Four (creati sempre da Lee e Kirby), primo comic-book a mostrare i supereroi nella loro complessa quotidianità.

L'irruente ingresso in scena degli Speciali segna un passaggio centrale per la saga: da una parte allarga l'affresco narrativo, mostrandoci un presente in cui i metaumani si ribellano alle angherie subite per mano dei "normali" e reclamano la propria leadership sul mondo, mentre dall'altra agisce direttamente sui precari equilibri emotivi di Michele. Cresciuto da una madre adottiva normale, ma figlio naturale di un telepate (il potere di leggere nella mente altrui) e di una donna da cui ha ereditato il suo principale potere, il ragazzo invisibile dovrà suo malgrado scegliere da che parte stare.

Michele e Natasha sono la seconda generazione di Speciali, sono la chiave per un futuro da conquistare a ogni costo. Con la violenza, se necessario. Ma definirli nemici dell'umanità sarebbe riduttivo: nell'universo del Ragazzo Invisibile la distinzione tra hero e villain, tra buono e cattivo, non è mai scontata.

di Diego Malara, coordinatore editoriale Panini Comics

mercoledì 11 ottobre 2017 - Massimo Ranieri e Sonia Bergamasco sono i protagonisti di un musical dark e psichedelico, rivisitazione pop del 'Riccardo III' di Shakespeare. Dal 30 novembre al cinema.

Riccardo va all'inferno, il poster ufficiale del film

a cura della redazione cinemanews

Riccardo va all'inferno, il poster ufficiale del film In un Fantastico Regno alle porte di una città di nome Roma, vive in un decadente Castello la Nobile Famiglia Mancini, stirpe di alto lignaggio che gestisce un florido traffico di droga e di malaffare. Qui, Riccardo Mancini è da sempre in lotta con i fratelli per la supremazia e il comando della famiglia, dominata dagli uomini ma retta nell'ombra dalla potente Regina Madre, grande tessitrice di equilibri perversi. Tornato a casa dopo un lungo ricovero in un ospedale psichiatrico, Riccardo inizia a tramare per assicurarsi attivamente il possesso della corona, assassinando chiunque ostacoli la sua scalata al potere... Diretto da Roberta Torre, Riccardo va all'inferno è un musical dark e psichedelico, rivisitazione pop del "Riccardo III" di Shakespeare. Riccardo va all'inferno - di cui presentiamo in anteprima il poster ufficiale - sarà al cinema dal 30 novembre. Nel cast, tra gli altri, troviamo Massimo Ranieri, Sonia Bergamasco, Silvia Gallerano e Ivan Franek. Le musiche e le canzoni originali sono di Mauro Pagani.

   

Altre news e collegamenti a Ivan Franek »
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | moviecard® | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso |
pubblicità