Sangue del mio sangue

Acquista su Ibs.it   Dvd Sangue del mio sangue   Blu-Ray Sangue del mio sangue  
Un film di Marco Bellocchio. Con Roberto Herlitzka, Pier Giorgio Bellocchio, Filippo Timi, Lidiya Liberman, Fausto Russo Alesi.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 107 min. - Italia, Francia, Svizzera 2015. - 01 Distribution uscita mercoledì 9 settembre 2015. MYMONETRO Sangue del mio sangue * * 1/2 - - valutazione media: 2,76 su 33 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,76/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * * -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Bellocchio ha riunito in questo film la sua 'famiglia' cinematografica: da Herlitzka al figlio Pier Giorgio, da Lidiya Liberman alla Rohrwacher.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Enigmatico, svincolato e sfuggente, Sangue del mio sangue è un film che affronta la Storia e (ancora una volta) la biografia del suo autore attraverso una declinazione libera
Marzia Gandolfi     * * * 1/2 -

Bobbio, ieri. Federico, uomo d'arme a cavallo, bussa alla porta di un convento per riabilitare la memoria di Fabrizio, il fratello sacerdote morto suicida. Del gesto estremo è accusata Benedetta, una giovane suora che secondo l'Inquisizione lo avrebbe amato, sedotto e condotto alla follia. Ma la vendetta di Federico volge presto in desiderio. Refrattaria al pentimento e agita dal piacere, Benedetta è condannata alla prigione perpetua e murata viva in una cella del convento. 'Graziata' trent'anni dopo da Federico, diventato cardinale, Benedetta incrocerà di nuovo il suo sguardo, piombandolo a terra. Bobbio, oggi. Federico, sedicente ispettore del Ministero, bussa al medesimo convento. Lo accompagna un miliardario russo che vorrebbe acquistare l'antico complesso. Apparentemente abbandonato ai capricci delle stagioni e all'incuria del comune, il convento è abitato da un enigmatico conte, che ha abbandonato i vivi per i redivivi. Coniuge 'estinto' di una vedova (in)consolabile, il conte lascia la sua cella di notte e attraversa il paese interrogando amici e nemici sullo 'stato delle cose'. Cose che cambiano sotto la spinta del 'nuovo'.
Enigmatico, svincolato e sfuggente, Sangue del mio sangue è un film che affronta la Storia e (ancora una volta) la biografia del suo autore attraverso una declinazione libera, una rielaborazione del materiale narrativo sganciata da qualsiasi aderenza o fedeltà. Traslocato di nuovo il suo cinema a Bobbio, estensione di un corpo individuale, familiare e sociale in procinto di esplodere ieri e di 'risolversi' oggi, Marco Bellocchio non è mai pago di sperimentare e di sperimentarsi, andando contro o rivedendo il sé che era. Sangue del mio sangue porta addosso i segni di questo lavoro paziente e faticoso di messa in discussione, sprigionando un'energia abbagliante, una sintesi di rigore, semplicità, essenzialità, movimento, fisica, chimica, storia, filosofia, mistero.
Per Bellocchio le immagini veramente vive nascono dal passato dimenticato e trasformato dalla nostra fantasia interna, che combina la vicenda di una monaca 'manzoniana', accusata di stregoneria nell'Italia del '600, con un lutto personale già drammatizzato ne Gli occhi, la bocca, un fratello morto per amore accende il desiderio erotico (e di vendetta) del sopravvissuto. Ambientato in una realtà indeterminata, in cui fluttuano situazioni contemporanee e squarci antichi resi anonimi dalla collocazione notturna ma esaltati da una fotografia che emerge i volti dal buio, Sangue del mio sangue è rapito dalla visione di un movimento e sedotto da una presenza femminile (Lidiya Liberman). Un femminile che ha funzione di anima, di chi, con buona pace dei tribunali inquisitori, può condurre alla luce, fuori dal buio delle costrizioni e degli schemi in cui è imprigionato (idealmente) Federico e viene imprigionata (letteralmente) Benedetta.
Come fu per La visione del sabba, Sangue del mio sangue suggerisce la strega come emblema della femminilità irriducibile agli schemi del potere maschile e poi si lascia sopraffare dalla forza delle immagini, magnetiche, ardenti e vere padrone del film. Perché Bellocchio, dentro uno spazio patologico dove la geografia finisce per coincidere con la psicologia sociale, torna al fiume, alla fonte, alle origini della vita, là dove le immagini si sono formate per la prima volta davanti ai suoi occhi. E nello spazio domestico, nel piccolo borgo che delineava nei suoi protagonisti un itinerario ripetitivo e un orizzonte bloccato, il suo Federico si libera del complesso armamentario di intelletto e pregiudizio, per lasciarsi trascinare dalla 'strega', partecipare delle sue visioni, del passato che attraversa indenne. Richiamo affettivo e sessuale irresistibile, Benedetta ha il 'passo' della Gradiva (L'ora di religione), che schianta l'inquisitore e rade al suolo l'orrore, imponendo grazia e bellezza.
Ambientato tra due epoche e 'interrotto' dal progresso (la statale 45) come il Ponte Gobbo, Sangue del mio sangue deflagra nel capitolo contemporaneo il campo di tensioni immanenti alla provincia e al provincialismo italiano. In quel sistema di tensioni familiari e sociali, Bellocchio accomoda figli e fratelli, attori professionisti e non per continuare una diagnosi su quella cellula territoriale imprescindibile, espressione di un modo di vivere e di concepire il rapporto tra il qui e l'altrove. Lungo il fiume, dentro inquadrature che scavano nella memoria e piani che affiorano un'intensità violenta, il cavaliere sonnambulo di Pier Giorgio Bellocchio incarna un'idea di battaglia, piuttosto che la battaglia, secondo un principio di economia radicale che fa eco alla regia paterna alla ricerca incessante di una forma di pace interiore.

Incassi Sangue del mio sangue
Primo Weekend Italia: € 172.000
Incasso Totale* Italia: € 321.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 20 settembre 2015
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
32%
No
68%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Sangue del mio sangue

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
3
* - - - -

Sconclusionato e irritante

venerdì 11 settembre 2015 di 117870658888724287373@googleplus

Ho avuto la fortuna (?!?!) di vedere questo film in sala grande a venezia. E non è educato uscire dalla sala con il cast presente. Quindi ho dovuto vederlo proprio tutto tutto. Si, proprio fino alla fine. La mancana di coerenza tra i racconti (che passano con voli pindarici dal medioevo a oggi al medioevo di punto in bianco) e i dialoghi isolati e sconnessi di questa non-storia infastidisce e lascia 'basito' lo spettatore (reazione comune a tutti i presenti con cui ho avuto modo continua »

* - - - -

La strega e il vampiro: un non-horror sul potere

mercoledì 9 settembre 2015 di Peer Gynt

Considerandosi a 75 anni anarchicamente libero, Marco Bellocchio esprime questa sua libertà e la sua voglia di fare cinema per puro piacere con un film che risulta slegato e rigidamente impostato. I due racconti, quello ambientato nel passato (un 17. secolo inquisitoriale) e quello contemporaneo, sembrano due binari: ognuno per la sua strada. E se lo stile narrativo del racconto in costume, per quanto sicuro, ricorda troppo da vicino l'andamento delle attuali fiction televisive (con personaggi-riempitivo continua »

* - - - -

Boh!

giovedì 10 settembre 2015 di foffola40

sconclusionato è l'aggettivo che mi viene in mente subito dopo la visione di questo film di Bellocchio. La prima parte, quella seicentesca con il Federico a cavallo, come nelle migliori pubblicità, molto statico nelle sue espressioni, non evoca nulla tranne la sensibilità dell'ottima fotografia del paesino di Bobbio il resto è scontato e noioso. La seconda parte molto misteriosa, con i morti vivi oppure no, pare più un'esercitazione della scuola di attori che mi pare esista realmente sempre a Bobbio. continua »

* * * - -

In sintesi tutte le tematiche ed i luoghi cari a b

giovedì 10 settembre 2015 di Flyanto

 Nel corso dell'ancora in corso 72esima Mostra del Cinema a Venezia, compare l'ultimo film di Marco Bellocchio, "Sangue del mio Sangue" , a dispetto dell'abbandono alla regia pronosticato dallo stesso regista tempo fa.  La storia, alquanto scollegata, almeno in apparenza, si divide nettamente in due parti: una ambientata nel 1600 e l'altra ai giorni nostri. Entrambe le vicende sono collocate nel paesino di Bobbio, in Emilia Romagna, e nella prima vi è continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Sangue del mio sangue adesso. »
Shop

DVD | Sangue del mio sangue

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 25 febbraio 2016

Cover Dvd Sangue del mio sangue A partire da giovedì 25 febbraio 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Sangue del mio sangue di Marco Bellocchio con Roberto Herlitzka, Pier Giorgio Bellocchio, Lidiya Liberman, Filippo Timi. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Sangue del mio sangue (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 13,49 €
Prezzo di listino: 17,99 €
Risparmio: 4,50 €
Aquista on line il dvd del film Sangue del mio sangue

APPROFONDIMENTI | L'Italia tragicomica di Marco Bellocchio.

Un vampiro in convento

domenica 13 settembre 2015 - Roy Menarini

Un vampiro in convento Mentre si celebrano i 50 anni di I pugni in tasca, i 75 del regista (che girò il suo formidabile esordio a soli 25 anni), e la versione restaurata e definitiva di quel film, Bellocchio scegli di realizzare un'opera totalmente libera e a suo modo folle, destinata a quasi certa impotenza commerciale, e senza alcun vincolo con la sua prima pellicola. Passato da molto il tempo nel quale il regista piacentino protestava la pigrizia critica di inchiodarlo sempre al confronto col suo (troppo) precoce capolavoro, Bellocchio sta costruendo dagli anni Duemila una nuova filmografia comunque in grado di mantenere legami e radici profonde con le opere del passato e con la sua biografia personale e artistica.

   

VIDEO | Una clip tratta dal film di Bellocchio in concorso alla 72. Mostra del Cinema di Venezia.

Il mistero

martedì 1 settembre 2015 - a cura della redazione

Sangue del mio sangue, il mistero Torna con un nuovo film il regista di Bobbio Marco Bellocchio, accompagnato da una schiera di attori di fiducia che include Pier Giorgio Bellocchio, Roberto Herlitzka, Filippo Timi e Alba Rohrwacher. Sangue del mio sangue, di cui vediamo una clip in esclusiva per MYmovies.it, nasce dalla scoperta casuale delle antiche prigioni di Bobbio e della storia di una monaca murata viva nella prigione convento di Santa Chiara. Partendo dalla storia di un giovane uomo d'armi del diciassettesimo secolo, Federico, che come il suo gemello prete viene sedotto da suor Benedetta (poi condannata a essere murata viva nelle antiche prigioni di Bobbio), Belloccio narra poi le vicende di un altro Federico, sedicente ispettore ministeriale, che secoli dopo torna nello stesso luogo, scoprendo che l'edificio è abitato da un misterioso conte che vive solo di notte.

   

Ritratto di famiglia

di Concita de Gregorio La Repubblica

Anima gemella, sangue del mio sangue. Fratello. Come potrò perdonarmi la tua assenza, vivere in sua presenza. Cos'è il tempo, se non serve e non basta a guarire il vizio dell'infanzia? Se non chiude le ferite e ti mura vivo. Di quanti abissi parla, e quanto in profondità, questo potente imperfetto magnifico film di Marco Bellocchio, maestro di visioni capaci da sole di dire quel che la parola non può. Un piccolo mondo, il paese natale. Otto minuti di applausi e standing ovation per un piccolo film costato l'essenziale e fatto di pezzi di storie girate dagli allievi del suo laboratorio di cinema a Bobbio. »

Bellocchio azzanna il festival

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Ci voleva Marco Bellocchio per farci capire tutto dell'Italia di oggi e di sempre con un dialogo tra un dentista e un suo paziente. Ci voleva l'ex-ragazzo prodigio dei Pugni in tasca, 26 anni allora, 76 oggi, per riuscire in un film folle e coerente come Sangue del mio sangue. Ci voleva un regista che torna da sempre sugli stessi luoghi e gli stessi nodi, cavandone ogni volta suggestioni nuove, per indovinare un film composto da due blocchi distinti che fondono in un discorso vibrante e spesso esilarante cose a prima vista lontane come un processo per stregoneria nel Seicento e le beghe di un paesino di oggi gestito da un potere morbido e invisibile, obliquo e vampiresco, insomma "democristiano" nel senso più atemporale del termine. »

di Emiliano Morreale L'Espresso

Pensato come un piccolo film privato, un esercizio estivo della scuola di cinema di Bobbio da lui diretta, "Sangue del mio sangue" di Marco Bellocchio è una di quelle opere forse minori dei grandi registi, di cui conservano come in un riassunto tutti i temi. La storia è divisa in due parti, entrambe variazioni su temi del gotico: nella prima una strega, a Bobbio, viene sospettata di aver indotto al suicidio un sant'uomo, e al presente un sedicente funzionario regionale si confronta con un vecchio conte vampiro (uno strepitoso Roberto Herlitzka) e con la comunità di notabili. »

di Lee Marshall Condé Nast Traveller

A cinquant'anni da I pugni in tasca Marco Bellocchio non vuole darsi una calmata. In Sangue del mio sangue ad affascinarlo è sempre la bigotta e morbosa società provinciale italiana. Ciò che è nuovo, in questo dittico ambientato a Bobbio, è una vena di commedia. A metà il film cambia registro bruscamente, balzando dalla storia seicentesca di una monaca accusata di essere posseduta a quella contemporanea di un paese di evasori e falsi invalidi tcrrorizzati dall'arrivo di un ispettore del fisco. A legare i due episodi, oltre alle tematiche, è il convento in cui due personaggi divisi da trecento anni di storia sono murati vivi, uno letteralmente, il secondo metaforicamente. »

Sangue del mio sangue | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | 117870658888724287373@googleplus
  2° | peer gynt
  3° | flyanto
  4° | foffola40
  5° | alex2044
  6° | enrico danelli
  7° | lucy2015
  8° | antonh
  9° | mattiabertaina
10° | guglielmo colombero
11° | felipito
12° | rampante
13° | siebenzwerg
14° | catcarlo
15° | toni mais
16° | vanessa zarastro
17° | yeoman
18° | fabiofeli
19° | pepito1948
Nastri d'Argento (3)


Articoli & News
Approfondimenti
un vampiro in convento
Video
il mistero
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 9 settembre 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità