Anna

Film 2019 | Azione, Thriller,

Titolo originaleAnna
Anno2019
GenereAzione, Thriller,
ProduzioneUSA
Regia diLuc Besson
AttoriCillian Murphy, Luke Evans, Helen Mirren, Sasha Luss .
Uscitagiovedì 18 giugno 2020
Distribuzione01 Distribution
MYmonetro Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Luc Besson. Un film con Cillian Murphy, Luke Evans, Helen Mirren, Sasha Luss. Titolo originale: Anna. Genere Azione, Thriller, - USA, 2019, Uscita cinema giovedì 18 giugno 2020 distribuito da 01 Distribution. Valutazione: 2,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Anna tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Anna è una bella donna di 24 anni, ma chi è veramente lei e quante donne si nascondono in lei? Al Box Office Usa Anna ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 7,7 milioni di dollari e 3,5 milioni di dollari nel primo weekend.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Un film d'azione esagerato e fracassione che ricorda Nikita e conferma la passione/ossessione di Besson per le girls 'just wanna have gun'.
Recensione di Marzia Gandolfi
martedì 23 luglio 2019
Recensione di Marzia Gandolfi
martedì 23 luglio 2019

Anna, una giovane donna russa condannata a una vita miserabile, viene notata da un agente del KGB che le offre una via d'uscita. Reclutata da Alex Tchenkov e trasformata in una macchina da combattimento, Anna impara a sopravvivere al di là del muro. Le sue missioni, sempre più delicate e pericolose, eliminano gli avversari politici e preoccupano la CIA, che brancola nel buio. A vederci chiaro è Lenny Miller, agente dei servizi segreti americani che scopre le carte di Anna e le propone uno scambio: tradire la sua patria in cambio della libertà. Anna accetta ma le cose non sono così semplice. Col cuore diviso in due, due paesi e due uomini (Alex e Lenny), la spia venuta dalla miseria si guadagnerà la propria indipendenza a colpi di pistola e di baci ardenti.

Falso remake e versione contemporanea del suo film di culto (Nikita), Anna conferma la passione di Luc Besson per le girls just wanna have gun.

Con Nikita, Giovanna d'Arco, Angel-A, Adèle e Lucy, Anna è un altro film muscolare avvinto a un nome. Un nome palindromo che letto nei due sensi resta invariato. A cambiare incessantemente abito, parrucca e identità è la nuova protagonista di Besson, una mannequin russa, bionda e anoressica riconvertita in attrice nella vita e in super-agente nel film.

Eroina forte circondata da tre personaggi (Luke Evans, Helen Mirren, Cillian Murphy) che ne fanno la metafora di una matrioska, una donna-bambola che ne nasconde altre al suo interno, Anna chiarisce i limiti e il feticismo di Besson che costruisce il film su uno sfasamento temporale (flashback/flashforward) e un oggetto del desiderio capace di citare Cechov e infilarti una pallottola nel cuore.

Interpretata da Sasha Luss, volto siderale, sguardo vuoto, fisico perfetto, Anna è un catalogo di fantasmi maschili da qualche parte tra Milla Jovovich e Steven Seagal. Luc Besson fa fronte alla crisi finanziaria della sua casa di produzione realizzando un film d'azione esagerato che funziona a meraviglia, evocando la vecchia ambizione di fare cinema popolare e fracassone (anche) in Francia e ritornando ai fondamenti del suo cinema, al suo archetipo femminile e a un'epoca per lui più spensierata.

Ambientato tra il 1985 e il 1990, Anna ricicla la formula immortale del divertissement, a girl and a gun, che trova in Besson un servitore devoto e appassionato. Per lo spettatore allineato e pronto come lui a ripiombare nell'adolescenza, Anna procura un vero piacere ma sotto le convenzioni del genere, questo racconto di spionaggio coltiva l'ossessione del suo autore per le fanciulle giovani, letali e alla ricerca della libertà.

La sofferenza inflitta alle donne è il marchio della loro redenzione, il prezzo necessario da pagare per Besson per raggiungere l'autonomia. Ad 'aiutare' Anna ci sono neanche a dirlo due uomini, più o meno segretamente innamorati, che certificano as usual l'impronta della mascolinità sul processo di emancipazione. Insomma siamo ancora dalle parti del Pigmalione che a(r)ma una statua e la trasforma in dea.

È sulle tracce di Nikita che avanza Anna, cambiando il nome ma raccontando pressappoco la stessa cosa. Spettacolare nella sua misoginia, il film celebra daccapo l'ideale feticista della donna-bambina, di cui la purezza selvaggia commuove il maschio rude e in debito di innocenza. Certo Besson non è sordo all'aria dei tempi e l'affronta con qualche aggiustamento contraddittorio che gira a vuoto e non porta da nessuna parte.

Affatto preoccupato di misurare il suo film con 'un John le Carré', nonostante cavalchi come Red Sparrow l'onda della Guerra Fredda, il vero interesse del regista risiede nella sua eroina, schiacciata dalla volontà degli uomini che attira nel suo letto per uccidere, validando in maniera completamente anarchica i segnali dell'attualità recente. Besson corteggia MeToo e rimanda il suo thriller a un pubblico post-Weinstein, con una donna guerriera e una 'compagna' di gioco (Helen Mirren) che non ha alcuna ragione di essere se non che "è una donna hai visto"?

C'è indubbiamente qualcosa di affascinante nell'osservare Besson battersi più di Anna per la 'sopravvivenza'. Sulla carta, Anna è un progetto sicuro che dovrebbe ridare respiro all'EuropaCorp, nave ammiraglia di Luc Besson, sullo schermo assomiglia di fatto a un sessantenne che indossa una vecchia t-shirt delle Bangles per andare al party della nipote di Rose McGowan.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 14 ottobre 2019
GUSTIBUS

La mia frase sembra ad una delle nostre poche "perle"di vero cinema.Ricordate "Per un pugno di dollari"?..i rocos da una parte i Baxter dall'all'altra e io nel mezzo.Questo ultimo film di Luc Besson ha questa piccola similitudine.L'ho visto ora in lingua originale e da noi dovra'uscire tra non molto.Cillian Murphy agente CIA,Luke Evans agente Kgb  si parla di [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
mercoledì 18 dicembre 2019
 

Anna è una bella donna di 24 anni: ma chi è veramente e quante donne si nascondono in lei? Vai all'articolo »

BOX OFFICE
lunedì 22 luglio 2019
Andrea Chirichelli

Spider-Man: Far from Home (guarda la video recensione) e Il Re Leone annientano ogni forma di resistenza in tutti i mercati mondiali, così ai film locali tocca quasi nascondersi per riuscire ad emergere, ma alcuni film ce la fanno: è il caso, ad esempio, [...]

TRAILER
martedì 7 maggio 2019
 

Le matrioske sono bambole russe che si incastrano l'una nell'altra. Ogni bambola ne nasconde un'altra. Anna è una bella donna di 24 anni, ma chi è veramente lei e quante donne si nascondono in lei? È una semplice commessa di bambole al mercato di [...]

TRAILER
venerdì 12 aprile 2019
 

Le matrioske sono bambole russe che si incastrano l'una nell'altra. Ogni bambola ne nasconde un'altra. Anna è una bella donna di 24 anni, ma chi è veramente lei e quante donne si nascondono in lei? È una semplice commessa di bambole al mercato di [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati