•  
  •  
Apri le opzioni

Sara D'Amario

Sara D'Amario è un'attrice italiana, è nata il 4 febbraio 1972 a Torino (Italia). Sara D'Amario ha oggi 50 anni ed è del segno zodiacale Acquario.

Un talento visibile a "colpo d'occhio"

A cura di Davide Di Finizio

Il suo bel volto, simile a quello immaginato dagli scultori greci per figurare le Muse, un certo raggio divino che le balenava fra ciglio e ciglio, s'insinuavano ben altrimenti nel cuore, generandovi un affetto ed una maraviglia che si cancellavano difficilmente". Lo scrittore Massimo D'Azeglio dedicava queste parole a Vittoria Colonna, nobildonna vissuta nel Cinquecento e nota, oltre che per la grazia, anche per la cultura e per la produzione poetica. Ma frasi consimili potrebbero rivolgersi a Sara D'Amario, attrice d'una bellezza sofisticata, in cui traspaiono l'intelligenza e il carisma di una personalità insolita. Intensa nelle interpretazioni più disparate, l'ambiziosa Sara affianca alla settima arte la non meno interessante attività di scrittrice, esternando nel complesso un talento immediatamente visibile. Anche a colpo d'occhio.

Gli esordi e il teatro
Diplomata nel 1993 alla scuola di Luca Ronconi e laureata in Lettere Moderne con specializzazione in drammaturgia, Sara D'Amario affronta un periodo di training a New York con Susan Batson, poi comincia a lavorare in teatro prendendo parte, con la direzione dello stesso Ronconi, a rappresentazioni di classici come Shakespeare, Pasolini e Hugo. Si avvicina gradualmente anche alla scrittura, collaborando alla stesura di sceneggiature, grazie all'apporto delle sue solide competenze drammaturgiche, ma le sue attività principali sono legate al piccolo e al grande schermo.

I ruoli per il piccolo schermo
Opera nel mondo della televisione, partecipando a produzioni di successo. Appare in Distretto di polizia (2000) di Renato De Maria, Vento di ponente (2002) di Gianni Lepre e Alberto Manni e Le stagioni del cuore (2004) di Antonello Grimaldi. Comincia ad acquisire una certa popolarità con Vivere, la soap di Canale 5 in cui, dal 2005 all'estate del 2007, veste i panni di Claudia Pisani. Ma è da ricordare anche la sua partecipazione nella fiction storico-romanzesca La contessa di Castiglione (2006) diretta da Josée Dayan, nel cui cast, nel ruolo del letterato Costantino Nigra, figura il poliedrico artista Sergio Rubini, che due anni dopo vorrà Sara nel suo shakespeariano Colpo d'occhio (2008). Dopo altre apparizioni, tra le quali nel giallo televisivo Io ti assolvo (2007) di Monica Vullo e in Scusate il disturbo (2009) di Luca Manfredi, Sara si segnala nel cast dell'altra popolare soap di Canale 5: Centovetrine.

... e quelli per il grande schermo
Una delle sue prime apparizioni cinematografiche è in Jolly Blu (1998), per la regia di Stefano Salvati, in cui un Max Pezzali nel ruolo di se stesso ripercorre le principali tappe della sua carriera di cantautore attraverso una serie di vicende che ruotano intorno ad un locale, il Jolly Blu del titolo. Ma Salvati, regista specializzato nella direzione di videoclip, cerca di trasporre la sua abilità in un prodotto destinato al grande schermo, con esiti non proprio lodevoli. Per questo la prima partecipazione cinematografica degna d'interesse per Sara è quella dell'anno successivo, nel cast di Preferisco il rumore del mare, diretto ed interpretato da Mimmo Calopresti, una storia di amicizia tra due ragazzi completamente diversi, che ricalca sotto certi aspetti Amici per la pelle (1955) di Franco Rossi, ma in un contesto storico e sociologico totalmente mutato. Poi viene scelta da Damiano Damiani per un ruolo nel suo Assassini dei giorni di festa (2002), pellicola di forte connotazione grottesca su un gruppo di teatranti che tenta di impugnare l'eredità di un defunto. Nello stesso anno è sul set di Casomai (2002) di Alessandro D'Alatri, la tortuosa storia d'amore di Stefania e Tommaso (Rocca-Volo), il cui solo pregio è di essere raccontata in medias res, sfuggendo alla piatta linearità della narrazione. Recita poi in Tu devi essere il lupo (2005), diretto da Vittorio Moroni, un'intensa storia familiare pervasa da un ingombrante moralismo. Scritturata da Andrea Molaioli, appare ne La ragazza del lago (2006), un dramma imperniato sulla vicenda d'una donna annegata, che si accosta molto alle tinte del giallo, ma utilizzando il genere solo come pretesto per un'indagine di taglio introspettivo ed esistenziale.

Un anno intenso e "d'autore"
È scelta poi dal regista Luca Lucini per recitare in Solo un padre (2008), la storia di un affermato dermatologo che, dopo la morte della moglie, si trova ad investire il ruolo di "ragazzo padre" nell'occuparsi della figlia Sofia. Ma il 2008 è un anno particolarmente intenso per l'attrice, che viene inserita nel cast di Caos calmo di Antonello Grimaldi (con cui aveva già lavorato ne Le stagioni del cuore), in cui interpreta il ruolo di Francesca, affetta dalla sindrome di Tourette. L'interprete, pur nella limitata estensione del suo ruolo, lavora sul contrasto tra la graziosa fisicità del personaggio e l'irrazionalità delle sue violente pulsioni emotive, realizzandone un ritratto incisivo ed inquietante. Poi si trasforma in Iolanda, la sofisticata direttrice di una rivista di arte contemporanea, in Colpo d'occhio (2008) di Sergio Rubini, un'originale trasposizione della tragedia di Otello nel mondo dell'arte figurativa, con Riccardo Scamarcio e Vittoria Puccini nel ruolo degli amanti divisi e lo stesso Rubini, che giganteggia nella personificazione dell'antagonista, un demiurgo talmente diabolico e mistificatore da far impallidire persino il suo antenato Iago. Il ruolo della giornalista Iolanda, che non trova riscontro in nessuno dei personaggi dell'archetipica tragedia, si caratterizza per la sua solidità, facendo da contraltare e sostegno della tormentata protagonista sino all'inatteso epilogo. Il talento della D'Amario, diretto dal demiurgo Rubini, regala al cinema italiano un'interpretazione davvero efficace e felice.

La banda dei Babbi Natale
Nel 2010 diretta da Paolo Genovese, partecipa ad un film decisamente più disimpegnato: La banda dei Babbi Natale, col trio Aldo, Giovanni e Giacomo. Nel 2012/13 è nel cast de Il pasticciere di Luigi Sardiello e in quello di Un'insolita vendemmia di Daniele Carnacina. Pur nei toni leggeri della commedia comica, l'attrice non abbandona l'entusiasmo e la destrezza dimostrata nei ruoli più rilevanti, confermando ancora una volta la sua indiscutibile abilità interpretativa.

Ultimi film

Commedia, ( - 2013), 100 min.
Drammatico, (Italia - 2012), 97 min.
Commedia, (Italia - 2008), 100 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati