Advertisement
Si, Chef! - La brigade, il cinema francese ritorna tra i fornelli

Il film con Audrey Lamy è solo l’ultima portata del menu con cui il cinema francese, il più gourmand che c’è, ha sempre mescolato gastronomia e cultura, cucina e politica, stomaco e testa, pancia e cuore. Dal 7 dicembre al cinema.
di Ilaria Ravarino

Audrey Lamy (42 anni) 19 gennaio 1981, Alès (Francia) - Capricorno. Interpreta Cathy Marie nel film di Louis-Julien Petit Si, Chef! - La Brigade.
martedì 29 novembre 2022 - Focus

In sala dal 7 dicembre con I Wonder, Si, Chef! - La Brigade di Louis-Julien Petit - storia di Cathy, chef che riscopre la genuinità della cucina lavorando con un gruppo di minori migranti – è solo l’ultima portata del menu con cui il cinema francese, il più gourmand che c’è, ha sempre amato mescolare gastronomia e cultura, cucina e politica, stomaco e testa, pancia e cuore.  


PRIMI – I DRAMMI
Il grottesco si presta da sempre all’emulsione dei temi, basti pensare al capolavoro franco-italiano La grande abbuffata, film del 1973 di Marco Ferreri, che riunisce intorno alla tavola di una villa nei pressi di Parigi quattro uomini borghesi per un “seminario gastronomico” votato all’autodistruzione.

Critica feroce alla società dei consumi con quattro grandissimi attori, Ugo Tognazzi, Marcello Mastroianni, Philippe Noiret e Michel Piccoli, l'opera di Ferreri precede di quasi vent’anni un altro film nerissimo, Délicatessen del pubblicitario Jean-Pierre Jeunet e del disegnatore Marc Caro, che in una Francia post-apocalittica e affamata aprono allo spettatore le porte di una macelleria in cui si fanno a pezzi disoccupati e candidi avventori. Favola pessimista sulle sorti della convivenza civile, fu record di candidature ai Premi César, diventando immediatamente un cult.

Chi nella cucina del cinema francese non può proprio mancare è Gerard Depardieu, buongustaio e cuoco appassionato nel privato, impeccabile nei panni di François Vatel nell’omonimo Vatel dell’anglo-francese Roland Joffé. La storia è quella – vera - del cuoco e maestro di cerimonie del principe di Condè, incaricato di organizzare un banchetto per il Re Sole, ma morto suicida perché incapace di sopportare il fallimento. Un viaggio sontuoso nelle cucine rinascimentali e un omaggio alla funzione pacificatoria e persino diplomatica del cibo.

Perché una tavola apparecchiata può essere più di quello che sembra, come ci racconta Cous cous di Abdellatif Kechiche, film del 2007 in cui una famiglia di magrebini cerca di avviare il proprio ristorante su una barca da rottamare, nonostante manchino permessi, languano i finanziamenti e la burocrazia – per chi vive ai margini - sia un ostacolo durissimo da superare.


PROSEGUI COI SECONDI
In foto una scena del film Cous cous.

SECONDI - LE COMMEDIE
La commedia è però il genere perfetto per cucinare ingredienti diversi e mescolare i sapori, fin dal 1976 quando L'ala o la coscia? di Claude Zidi, con Louis de Funès e Coluche, conquistò il botteghino francese con una satira dell’industrializzazione del cibo agli albori del fenomeno dei fast food in Europa.

D’impianto e derivazione teatrale è invece Cuisine et Dépendances di Philippe Muyl, con Jean-Pierre Bacri e Laurent Benoît, commedia amara del 1993 ambientata durante una cena borghese in cui gli ospiti non fanno altro che criticarsi, come un Carnage in cucina in cui la prima portata è il risentimento.

Del 2017 è C'est la vie - Prendila come viene (guarda la video recensione) del duo Olivier Nakache e Éric Toledano, ambientato nelle cucine multietniche di un castello durante la preparazione di un buffet di matrimonio: fotografia leggera e scanzonata della Francia “altra”, tra personale ribelle, collaboratori clandestini e scrocconi di vario genere.

È uno scontro tra palati, curriculum, background sociali e grandi attori quello che oppone lo chef stellato in cerca di rilancio Jean Reno al cuoco precario intrepretato da Michaël Youn, nella commedia franco-spagnola – tutta riscatto e buoni sentimenti - Chef di Daniel Cohen, del 2012.

Gioca infine con il dietro le quinte dell’Eliseo, e con l’empowerment di genere, La cuoca del presidente, di Christian Vincent, film dello stesso anno che si concentra sulle prodezze culinarie dell’invidiatissima Hortense Laborie (Catherine Frot), cuoca di François Mitterand e prima donna a cucinare per il Palazzo.


CONCLUDI COL DOLCE
In foto una scena de film La cuoca del presidente.

DOLCI – THILLER E ROMANTICO
Attenzione alle allergie, potrebbero nascondere un problema più grande: è il caso al centro del thriller del 2000 Un affare di gusto di Bernard Rapp, in cui l’affascinante cameriere Nicolas viene assunto come assaggiatore da Frédéric, uomo d'affari perfezionista e maniacale con una forte allergia a pesce e formaggio. Peccato che il rapporto di stima e fiducia tra i due sia destinato a convertirsi in un legame simbiotico, perverso e fatale.

Su toni più dolci si muove invece Delicieux - L’amore è servito, del 2021, di Éric Besnard. Ambientato nella Francia nel XVIII secolo, alla vigilia della Rivoluzione, racconta una storia d’amore tra il cuoco Pierre Manceron (Grégory Gadebois) e la vagabonda Louise (Isabelle Carré), che porterà alla nascita del primo ristorante francese - quando la buona cucina, da esclusiva degli aristocratici, diventa democratica e popolare.


FUORI MENU: VEGAN
In foto una scena del film Delicieux - L’amore è servito.

VEGAN – LA FRANCIA SENZA LA FRANCIA
Non sono francesi, ma nell’immaginario collettivo sono tra i film che rappresentano meglio la Francia, il cinema e il cibo: l’animazione Disney Ratatouille di Brad Bird e Jan Pinkava, con il topolino Rémy, chef sognatore nelle cucine di Parigi, e il grande classico Chocolat dello svedese Lasse Hallström, con Juliette Binoche e Johnny Depp, in cui una “semplice” cioccolateria sconvolge un quieto paesino francese, trasportandolo dalla tradizione alla modernità.


SI, CHEF! - LA BRIGADE: VAI ALLA SCHEDA COMPLETA

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati