Vatel

Film 2000 | Storico +13 117 min.

Anno2000
GenereStorico
ProduzioneFrancia, Gran Bretagna
Durata117 minuti
Regia diRoland Joffé
AttoriGérard Depardieu, Uma Thurman, Tim Roth, Julian Glover, Julian Sands, Timothy Spall Arielle Dombasle, Richard Griffiths.
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,45 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Roland Joffé. Un film con Gérard Depardieu, Uma Thurman, Tim Roth, Julian Glover, Julian Sands, Timothy Spall. Cast completo Genere Storico - Francia, Gran Bretagna, 2000, durata 117 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,45 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Vatel tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Film colossale con un grande cast e un budget considerevole. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar,

Vatel è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,45/5
MYMOVIES 2,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,18
CONSIGLIATO SÌ

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
L'umiltà e lo spirito ribelle di un maestro di cerimonie impeccabile alla corte del Re Sole, un'opera indecisa tra ricostruzione storica e apologo morale.
Recensione di Emanuele Sacchi
Recensione di Emanuele Sacchi

Luigi XIV si reca a Chantilly, ospite del principe di Condé. I festeggiamenti devono essere i più sfarzosi e memorabili che si possano immaginare e la loro riuscita è affidata a Vatel, maestro di cerimonie di Condé, che dovrà far ricorso a tutta la tua arte per stupire il Re Sole.
Dopo aver compiuto uno dei peggiori misfatti in termini di miscasting, assegnando il ruolo di Hester Prynne a una assai improbabile Demi Moore, ed essersi dedicato a produrre il serial Undressed su MTV, il percorso inconsueto e ricco di compromessi di Roland Joffé lo porta al cinema in costume. Lo sfarzo della Francia seicentesca e del castello di Chantilly, ricostruiti con cura ma senza sorprese, e uno Gérard Depardieu protagonista, nei panni umili ma orgogliosi del maestro di cerimonie Vatel, artista poliedrico - cuoco, pittore, uomo di princìpi in un mondo di prìncipi.
Ribelle nei panni di servo, Vatel rappresenta il punto di vista privilegiato per osservare le storture del potere e la profonda corruzione morale di una classe sociale che abusa dei propri privilegi, rappresentata dalla sopraffazione del Re, dalla perversione del fratello pedofilo e dalla cupidigia del marchese di Lauzun (Tim Roth). A complicare il tutto intervengono i sentimenti, perché il cuore di Vatel batte per la stessa dama bramata da Luigi XIV e da Lauzun. Le ambizioni difficilmente controllabili (musiche wagneriane di Morricone) e il tentativo di seguire la scia della tendenza neo-scespiriana (sceneggiatura affidata a Tom Stoppard di Shakespeare in Love) naufragano in un'opera minore, indecisa tra la ricostruzione storica e l'apologo morale, senza riuscire a scalfire la superficie in nessuno dei due casi.
Servendosi di simbolismi ovvi (l'uccellino in gabbia) e senza sfuggire a nessuno dei cliché tipici delle produzioni in costume più di routine, Joffé non accontenta neanche il target privilegiato del romance, con un accenno incompiuto di mélo che lascia freddi. La Thurman veste nuovamente i panni della cortigiana, dopo il ruolo che la lanciò in Le relazioni pericolose, ma è oltremodo evidente come il suo percorso di attrice l'abbia ormai condotta su lidi lontani dai merletti ornamentali di Vatel.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Re Luigi XIV (1638-1715) annuncia al principe Condé (1621-86) verso la fine di aprile 1671 che gli farà una visita di tre giorni con la corte. Carico di debiti, Condé si affida a François Vatel, maestro di cerimonie e cuoco provetto, perché prepari nel castello un triduo di pranzi raffinati nella cornice di spettacoli teatrali, giochi pirotecnici e fontane zampillanti. Sceneggiato da Jeanne Labrune, riscritto da Tom Stoppard e girato in lingua inglese, è un megafilm Gaumont (200 milioni di franchi francesi) con fotografia di Robert Fraisse, scene di Cecilia Montiel e musiche di E. Morricone. Sebbene la cornice valga più del quadro, il colosso non merita il jeu de massacre che lo accolse a Cannes. Nel suo frenetico dinamismo di cose, persone, sguardi, la scrittura di Joffé "finisce per assomigliare al goffo agitarsi di un servitore che non sa più come accontentare il suo padrone" (C. Chatrian). Nell'impegno professionale di Vatel c'è una grandezza indubbia se confrontata con la futilità, il cinismo, la meschinità dei suoi padroni.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
VATEL
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 26 settembre 2019
Nicolo Scialfa

Francia, 1671. Il maestro di cerimonie François Vatel, al servizio del Principe di Condė, il vincitore di Rocroi, ha il compito di organizzare un fastoso evento di alcuni giorni in onore di Luigi XIV. Il suo Signore deve riappacificarsi col Gran Re ed ottenere il comando dell’esercito nella imminente guerra con l’Olanda. Vatel si innamora, ricambiato, della dama di compagnia [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 gennaio 2011
Nalipa

Con un immenso Depardieu.

mercoledì 14 febbraio 2018
faucau

Vatel resterà nella storia del cinema comefilm poco cinematografico ma molto capolavoro di arte decorativa. Resterà nelle memorie questo fuoco d'artificio della fantasia spettacolistica. E' difficile immaginare che possa essere superato. Trama, morali e storia restano sullo sfondo di questo omaggio agli occhi, persino disturbando.

giovedì 3 agosto 2017
Rikitikitawi

Quasi non importa la vicenda in se : il film scorre  in un  spendore di colori e scenografie quasi surreali e  in ambientazioni uniche. Se anche fosse un film muto sarebbe lo stesso bellissimo . Bravo il regista ed ovviamente tutto il cast . Guardando la pellicola  ad un certo punto  ti sembra  di essere anche tu lì , in un tempo andato , tra uomini burattini [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 ottobre 2016
Nero Wolfe

Non è un capolavoro, ma resta un'opera molto interessante, dalle molte sfaccettature. E questo è forse il problema: la loro decifrazione.

giovedì 29 maggio 2014
Valetag

Re luigi 14esimo programma una visita di tre giorni presso Chantilly, durante i quali dovrà decidere se riprendere sotto la sua ala protettrice la cittadina e il principe di Conde'. Vatel, maestro delle cerimonie, ha quindi tra le mani il destino della Francia: con il suo operato deve influenzare in positivo la scelta del re, per compiacere il suo principe e pagare i debiti che il castello [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Vatel di Roland Joffé racconta la storia appunto di Vatel, sovrintendente alle feste e ai pranzi del principe di Condé, impegnato a rendere meravigliosi i tre giorni del 1671 in cui il re è ospite del suo signore (e la riuscita dei divertimenti può avere conseguenze politico-militari). Un compito così importante che quando un incidente rischia di rovinare l'ultimo banchetto, Vatel, mortificato e umiliato [...] Vai alla recensione »

RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
RASSEGNA STAMPA
PREMI
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati