Lo Hobbit - La desolazione di Smaug

Film 2013 | Fantastico +13 161 min.

Regia di Peter Jackson. Un film Da vedere 2013 con Ian McKellen, Martin Freeman, Richard Armitage, Benedict Cumberbatch, Orlando Bloom. Cast completo Titolo originale: The Hobbit: The Desolation of Smaug. Genere Fantastico - USA, Nuova Zelanda, 2013, durata 161 minuti. Uscita cinema giovedì 12 dicembre 2013 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,49 su 132 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Lo Hobbit - La desolazione di Smaug tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

In questa seconda avventura, Bilbo Baggins deve vedersela con il malvagio drago Smaug, custode del tesoro accumulato dai nani. Il film ha ottenuto 3 candidature a Premi Oscar e 2 candidature a BAFTA. In Italia al Box Office Lo Hobbit - La desolazione di Smaug ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 12,6 milioni di euro e 3,6 milioni di euro nel primo weekend.

Lo Hobbit - La desolazione di Smaug è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,49/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,50
PUBBLICO 3,45
CONSIGLIATO SÌ
Il secondo capitolo modifica e incupisce molto la storia originale, creando un'atmosfera epica ed emozionante.
Recensione di Gabriele Niola
giovedì 12 dicembre 2013
Recensione di Gabriele Niola
giovedì 12 dicembre 2013

Bilbo, Gandalf e i 12 nani capitanati da Thorin Scudodiquercia procedono il loro viaggio tra ragni giganti, uomini orso e il fondamentale incontro con gli elfi silvani di Legolas. Ad un passo dalla meta però Gandalf è costretto a separarsi dalla compagnia per affrontare prove più importanti da solo, mentre i nani e Bilbo giungono a Pontelagolungo, alle pendici del monte in cui riposa il drago Smaug. Determinato a riprendere quel che è suo Thorin Scudodiquercia non attende Gandalf e decide di procedere da solo inviando come pattuito Bilbo a rubare l'Arkengemma dal drago dormiente.
È una lotta titanica (ma straordinaria per gli spettatori) quella tra Peter Jackson e il testo originario dell'autore che per la seconda volta ha impavidamente scelto di adattare, costruendo da sè una montagna ancor più impervia che in precedenza. Se infatti la trilogia Il signore degli anelli, comprimeva tre libri in tre film, brillando per come la capacità di sintesi non asciugasse i momenti più importanti della loro forza, Lo hobbit dilata un libricino in tre film. Invece che selezionare, comprimere e scartare Jackson aggiunge, crea e arricchisce, in una sfida impossibile per essere allo stesso livello del materiale di partenza. E in questo secondo film, le creazioni del regista sono decisamente più evidenti che nel primo.
L'obiettivo delle aggiunte e delle mille piccole modifiche è rendere effettivamente Lo hobbit un prequel a Il signore degli anelli. Il libro fu scritto prima ma, pur facendo da base per alcuni presupposti e qualche evento, non è effettivamente collegato in ogni sua parte alla trilogia che sarebbe stata pubblicata quasi 20 anni dopo. Cinematograficamente invece Jackson rilegge Lo Hobbit di Tolkien e lo mette in scena con il senno di poi, iniettando premonizioni, epifanie e imbastendo scontri preparatori alla grande guerra dell'anello. In un certo senso quell'integrazione che non è presente nei libri la ricrea nei film, adattando molto anche i toni. Là dove Tolkien usava la matita leggera, Jackson appesantisce il tratto, non solo attraverso la prefigurazione di eventi futuri (che gli spettatori hanno visto nella trilogia precedente) ma anche rappresentando gli elfi già cupi e torvi come durante la guerra dell'anello o rifiutando il favolismo che contraddistingue il libro. Sicuramente ne guadagna in coerenza tutta quella che sarà un'esalogia ma in certi punti si avverte qualche caduta di stile o strumento stonato rispetto al resto (la storia d'amore interraziale decisamente non sembra in linea con l'idea di romanticismo tolkeniana).
Qualsivoglia dubbio o perplessità scompare però quando entra in scena il villain del racconto: Smaug, il drago. Non è solo la potenza della figura, l'acume dei dialoghi che scambia con Bilbo e la perfezione della resa grafica ma proprio la capacità straordinaria che da tempo riconosciamo a Peter Jackson di non fallire l'obiettivo più importante e saper manipolare il cinema per creare un'atmosfera epica ed emozionante, centrando così l'unico obiettivo che conti davvero. Tutto il meglio delle idee e delle trovate di La desolazione di Smaug si trovano assieme al tesoro dei nani, nascoste sotto una montagna sconfinata di monete d'oro con questo carismatico cattivo, le cui dimensioni ci sono suggerite con grandissima intelligenza filmica facendo muovere cumuli d'oro molto lontani tra loro e la cui pancia s'illumina prima di sputare fuoco.
In quell'antro suggestivo, così agognato per un film e mezzo e così stupefacente nella sua immensità, questo secondo film trova se stesso e l'epica migliore, riuscendo a convincere della bontà generale dell'operazione. Come già Un viaggio inaspettato anche questo secondo film arriva in alcuni cinema in HFR (oltre che in 3D), ovvero a 48 fotogrammi al secondo invece dei tradizionali 24, soluzione scelta dal regista per la maggiore qualità dell'immagine. Di contro però l'estrema fluidità di un sovranumero di fotogrammi è inizialmente fastidiosa e fa somigliare l'immagine filmica a quella televisiva, risultando in un'impressione di scarsa qualità. In realtà è il contrario e il senso di fastidio è dovuto all'abitudine che abbiamo per i 24 fotogrammi al secondo, abitudine che comunque già nella seconda metà del film non si avverte più.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
LO HOBBIT - LA DESOLAZIONE DI SMAUG
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 12 dicembre 2013
stefano94

Chi diceva che il primo film della trilogia "Lo Hobbit" era solo un piccolo antefatto per qualcosa di più epico non sbagliava. Chi criticava tutte le differenze dal libro (e bisogna ricordarci che è pur sempre un libro per BAMBINI) si è trovato spiazzato nel vedere il magnifico lavoro di ampliamento fatto dal regista, tutte le storie che si intrecciano (tra cui la fantastica [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 dicembre 2013
Randle Mcmurphy

Già dalla prima scena ambientata nella lugubre e piovosa cittadina di Brea, ho compreso di trovarmi davanti ad un'opera migliore della prima. La desolazione di Smaug ha nella narrazione un evidente filo conduttore- evidentemente voluto dal regista - con la precedente, e migliore, saga dell'anello. Lo spettatore scettico, troppo affezionato al Signore degli anelli, già dai primi fotogrammi percepisce [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 dicembre 2013
TommyF14

 Stavolta Peter Jackson ha decisamente esagerato. Se molti erano rimasti un po’ delusi dal primo capitolo del prequel (“Un viaggio inaspettato”), dai toni molto più fiabeschi rispetto ai tre capitoli de “Il Signore degli anelli”, qui ci si trova subito immersi in un’atmosfera totalmente diversa. Il film è un continuo scontro tra orchi, [...] Vai alla recensione »

sabato 14 dicembre 2013
Iroh10

 Il secondo capitolo della Trilogia inizia da dove eravamo rimasti con la Compagnia dei 13 nani, Bilbo e Gandalf in fuga dagli orchi. Faremo la conoscenza di nuovi personaggi come Beorn( un uomo mutapelle), Bard e l’elfa Tauriel, inoltre rincontreremo Legolas e Thranduil( già incontrato, anche se brevemente, nel primo capitolo).

venerdì 13 dicembre 2013
sebastian13

Quanto sia importante il ruolo che l'esercizio della fantasia, per ogni essere umano, sia salvifico e aiuti a superare i momenti difficili della vita reale, quanto ciò sia importante viene ancora una volta dimostrato da Peter Jackson in questo ultimo suo lavoro. Egli ne è talmente invaso da travalicare le basi del testo originario, e anzi da sfaldarle, romperle e ricomporle per arrivare ad un prodotto [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 dicembre 2013
GiulioCT

L'avventura della compagnia di Thorin Scudodiquercia prosegue per un lungo tratto in questo secondo episodio della saga cinematografica di "Lo Hobbit". Da casa di Beorn, alla tana dei ragni giganti, fino a cospetto di re Thranduil, alla magnificenza di Pontelagolungo e a quella di Erebor. "La desolazione di Smaug" risente di un drastico cambio di rotta rispetto al primo film.

venerdì 13 dicembre 2013
Elothen.

Il film merita davvero la menzione di ottimo film. Sicuramente il punto di forza, già visto nella prima parte e nei film del Signore degli Anelli, è la capacità di Peter Jackson di sorprendere, meravigliare e tenere sempre alta l'attenzione dello spettatore. Una trasposizione cinematografica di un libro come lo Hobbit, fatta trasponendo pagina per pagina il libro nel grande [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 dicembre 2013
no_data

Alcuni di quelli che leggeranno questa "recensione" storceranno il naso per la scelta di avere attribuito cinque stelle a la desolazione di Smag, ma io voglio rischiare per alcune ragioni. 1. Prima di tutto, voglio sottilineare l'importanza dell'interpretazione cinematografica. Il film sta facendo discutere per le sue "inutili" aggiunte rispetto alla versione originaria [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 dicembre 2013
ClaudioFedele93

Dopo aver concluso un primo capitolo non del tutto soddisfacente, ma ad ogni modo gradito dai fan del regista e da chi professa di amare Tolkien e le sue opere, Peter Jackson torna, ad un anno preciso di distanza da Un Viaggio Inaspettato, al cinema portando sul grande schermo il secondo atto di quella che è la nuova trilogia ambientata nella vecchia (e amata)Terra [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 dicembre 2013
Randle Mcmurphy

Già dalla prima scena ambientata nella lugubre e piovosa cittadina di Brea, ho compreso di trovarmi davanti ad un'opera migliore della prima. La desolazione di Smaug ha nella narrazione un evidente filo conduttore- evidentemente voluto dal regista - con la precedente, e migliore, saga dell'anello. Lo spettatore scettico, troppo affezionato al Signore degli anelli, già dai primi fotogrammi percepisce [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 gennaio 2014
Michele Marconi

Il viaggio per liberare Erebor dalle grinfie del drago Smaug continua e Bilbo, forte del potere dell’anello, ritrova un ruolo attivo all’interno della compagnia. Ma i segni che il gruppo incontra nel suo cammino fanno presagire l’avvento di un male molto maggiore. Gandalf, dopo qualche giorno, abbandona il gruppo per investigare sul crescere dell’oscurità nella Terra [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 dicembre 2013
Freddie Lee

Ammetto che dopo aver visto un film del genere, il proprio giudizio possa essere contaminato da un eccessivo entusiasmo che può derivare dall'epicità di alcune scene, e che non si consideri affatto tutto il resto. Elementi fondamentali come la caratterizzazione dei personaggi, la regia, la recitazione e tanto altro. Ci troviamo però di fronte ad un film che ha fatto dell'epicit& [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 dicembre 2013
AleBucio

Premetto che ho visto Lo Hobbit: La Desolazione Di Smaug in HFR3D e devo dire che non ho mai visto nulla del genere in tutta la mia vita. Il 3D è uno dei migliori che si può trovare in circolazione e la differenza tra i 24 e i 48 fotogrammi si vede eccome, soprattutto nelle scene d'azione con una fluidità dei movimenti strabiliante.Riguardo al film non c'è nulla da dire, film bellissimo e perfetto,Jackson [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 dicembre 2013
MiroForti

Continua il viaggio di Bilbo Baggins verso la Montagna Solitaria, agognata meta dei tredici nani, smaniosi di riprendersi ciò che fu loro ingiustamente sottratto; continua anche il percorso di Peter Jackson tra i paragrafi della narrativa tolkeniana, ormai giunto al quinto adattamento, che dopo il primo mezzo passo falso, giunge a questo secondo capitolo con le idee più chiare e con un’e [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 dicembre 2013
Harry Manback

Questo secondo capitolo dedicato alle avventure del nostro Bilbo è palesemente più ritmato e dinamico del primo, che si apprestava, invece, soltanto ad introdurci in una terra di mezzo più fiabesca e gioiosa di quella che avevamo visto ne "Il signore degli anelli". Ne "La desolazione di Smaug", l'atmosfera fiabesca del primo si è piano piano dissolta, [...] Vai alla recensione »

domenica 15 dicembre 2013
Rukahs

Tecnicamente Peter Jackson&Co. si confermano impeccabili più del solito, dalla fotografia alle scenografie, inquadrature eleganti e sublimi, un panorama completamente realistico della Terra di Mezzo. Il problema si presenta nella costruzione e nello svolgimento della storia, che al di là di qualsivoglia noiosissimo commento da un purista tolkeniano amante viscerale del libro (che ritengo di essere), [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 dicembre 2013
petercinefilodoc

Il viaggio di Bilbo Baggins, Gandalf e dei nanetti capeggiati da Thorin Scudodiquercia alla riconquista del regno di Erebor, occupato dal possente e temibile drago Smaug, continua nella seconda parte della nuova trilogia di Peter Jackson sull'universo creato da Tolkien. Dopo un piccolo flashback, la narrazione riprende esattamente da dove si era fermata nel precedente capitolo fino ad arrivare al momento [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 dicembre 2013
Lory08

Il secondo capitolo dello hobbit è più corto, ma certamente più cupo e interesante del primo. Rispetto al libro che era di poco più di 300 pagine, il film tende a caratterizzare in modo approfondito i vari personaggi ,come Bard e il Governatore, e a crearne anche nuovi ,per esempio l'elfa Tauriel. Jackson riesce a rendere lo Hobbit un film tutto da scoprire anche per [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 dicembre 2013
PISA93

Bilbo e la sua "nanica" compagnia continuano il viaggio verso la montagna, ma ancora tante insidie li attendono ed il loro più grande nemico sta aspettando dormiente su una marea di tesori. Peter Jackson attinge a piene mani dall'universo tolkeniano, riscrivendolo e maneggiandolo come se fosse un giocattolo che ha bisogno di una messa a punto. Si perde l'origine del libro e sorge una nuova storia, [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 gennaio 2014
Artamir

Il Signore degli Anelli fu stravolto da Jackson, ma almeno se ne ottenne una trasposizione guardabile, anche se dovendo parecchio storcere il naso. Lo Hobbit è stato invece decisamente annientato. Il primo episodio già lasciava trasparire chiaramente lo spirito con cui l'intero progetto era stato intrapreso, ma questo secondo episodio ha raggiunto veramente il fondo.

sabato 28 dicembre 2013
joshbig

Che dire....un film avvincente sotto ogni aspetto! Sempre fedele al libro, questa volta P.J ha voluto dare un aspetto un po più dark rendendo il film più godibile soprattutto per quelli un po più adulti e aggiungendo alcune scene e personaggi per far si che si collegasse alla prima trilogia di Tolkien (cosa che non mi è dispiaciuta affatto, anzi...).

sabato 21 dicembre 2013
Matteo Mantoani

Devo dire che ho atteso con ansia di vedere questo film e avendo alla fine dei conti apprezzato il primo capitolo mi aspettavo qualcosa di più. Un tolkieniano incallito affezionato alla trama del libro non potrà di certo lasciare la sala senza un po' di amaro in bocca. Il libro di Tolkien sembra ormai essere trattato solo come un canovaccio da cui attingere senza rispetto allo scopo [...] Vai alla recensione »

domenica 15 dicembre 2013
andrea1967

- La desolazione di Smaug - è una notevole esperienza visiva ed una lunghissima, palpitante corsa a perdifiato. Braccata dagli orchi di Azog, la compagnia dei nani con Bilbo e Gandalf trova conforto nei domini di Beorn il mutaforma; si avventura in Bosco Atro per affrontarne la sconosciuta minaccia, cadendo poi nelle mani degli Elfi di re Thranduil, e di insidia in insidia verso la destinazione finale: [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 dicembre 2013
scosco

lo hobbit-la desolazione di smaug, cosa dire,certamente un bel film,fatto bene,grandi effetti speciali,la storia bella che collegerà i 3 film e solo nell'utlimo film capiremo tutto secondo me,il primo mi era piaciuto ma troppo lento per alcuni versi,vedendo questo inizio ha vedere e capire il progetto finale,che dire non ci si puo esprimere moltissimo perchè come detto il 3 caratterizzera [...] Vai alla recensione »

domenica 15 dicembre 2013
Antix90

Giochi di parole a parte, la desolazione di smaug è un buon film, ma privo della stessa carica ed emozione che la trilogia del signore degli anelli ci sparava in endovena. Siamo al secondo capitolo di questa trilogia, e certamente ci si aspetta qualcosa di più, sotto l'aspetto emozionale. Film caratterizzato da belle scene e sequenze, con creature e paesaggi ben strutturati; non fanno [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 dicembre 2013
Mafree

Non ha il respiro grandioso della trilogia dell'anello, ma il secondo capitolo dello Hobbit è un gran bel filmone fantasy, con momenti di grande cinema, come la fuga spettacolo dei nani dal regno degli elfi (spettacolare corsa nelle botti combattendo orchi che combattono elfi) ma sopratutto il drago Smaug: con la sua recitazione suadente e fredda da proprio l'esempio di come potrebbe [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 marzo 2014
parieaa

Credo ci sia un netto miglioramento rispetto al primo capitolo, dove alcune scene rasentavano quasi l'imbarazzante, come la canzoncina dei nani quando lavano i piatti o la scena dei troll, per non parlare delle battute che mettono in bocca al re dei goblin..., ma non siamo ancora ai livelli della trilogia originale, cosa non facile visto che il libro lo hobbit è decisamente [...] Vai alla recensione »

sabato 21 dicembre 2013
Andrewlake

 L'entrata in sala per la visione di 'Lo Hobbit, la desolazione di Smaug' è stata la rottura di un attesa impaziente. Il film non ha deluso le mie aspettative. Buone le aggiunte del regista che hanno contribuito a rendere il tutto più interessante ed avvincente (finalmente un paio di generali orchi da ricordare per le loro peculiarità).

martedì 26 agosto 2014
paolp78

Peter Jackson è sicuramente un cineasta eccezionale ed a mio parere innovativo. I suoi film sono delle opere mastodontiche, in considerazione della durata, dei mezzi utilizzati, degli investimenti profusi. Al timone c'è un capitano, un artista, un imprenditore, un grande narratore, che sa dove vuole arrivare e conosce la strada da percorrere per arrivarci nel modo giusto.

sabato 11 gennaio 2014
byakuran91

Dopo aver rivisto il film una seconda volta posso affermare senza dubbio alcuno che sia un film suberbo, capolavoro del genere fantasy. Avventura allo stato puro come non se ne vedeva da tempo, scenari mozzafiato, effetti speciali favolosi. Per non parlare delle musiche, davvero da non sottovalutare: ascoltatevi la colonna sonora con attenzioni, alcuni brani sono delle perle.

giovedì 9 gennaio 2014
simonk92

Il secondo capitolo della trilogia '' Lo Hobbit '' mostra che, rispetto alla delusione che avevo provato guardando '' Lo Hobbit un viaggio inaspettato '' , sono stati fatti dei passi avanti , o meglio, dei passi indietro nell'accezione positiva del termine , visto che Peter Jackson è riuscito in parte a creare l'atmosfera che c'era nella [...] Vai alla recensione »

domenica 29 dicembre 2013
mati :D

Sinceramente, devo dire che questo film mi ha un po' deluso...sono convinta che Peter Jackson avrebbe potuto fare molto molto di più. Penso sarebbe stato meglio per tutti se si fosse accontentato di girare un unico film, più che sufficiente per un libro come Lo Hobbit. La scena di apertura che vede Thorin assieme a Gandalf nella locanda del puledro impennato sembra aggiunta a causa [...] Vai alla recensione »

domenica 22 dicembre 2013
Mickey97

Il secondo capitolo de " Lo Hobbit "  seppur si svolge nelle stesse modalità del primo riesce a risultare a dir poco fantastico ed epico in occasione del ritorno alla terra di mezzo, Peter Jackson centra perfettamente il bersaglio e realizza un vero e proprio capolavoro visivamente sorprendente. In questo secondo atto di certo non poteva mancare il genere dark, il quale trova [...] Vai alla recensione »

domenica 15 dicembre 2013
jacopo b98

 Bilbo (Freeman) e i nani capitanati da Thorin (Armitage), accompagnati dallo stregone Gandalf (McKellen) procedono nel loro viaggio verso Erebor. Tra orchi, ragni giganteschi, elfi, muta-pelle e fannulloni vari la compagnia giunge finalmente a Pontelagolungo, villaggio portuale in rovina, ai piedi della Montagna Solitaria, oppresso da un egocentrico governatore (Fry).

sabato 10 gennaio 2015
Eleonora Panzeri

Non sono una fan di Tolkien e nemmeno della saga cinematografica del “Signore degli Anelli”, benché il fantasy non mi dispiaccia in generale. Vedere questi film è come giocare un giorno intero a Warcraft, (chi ci ha giocato non può proprio darmi torto, mancano solo i non morti). Al di là di questo sarebbe innegabile non ammettere che la prima saga è [...] Vai alla recensione »

mercoledì 3 settembre 2014
TheMaster

Sono sempre stato un grande amante della saga sia letteraria che cinematografica del Signore degli Anelli,o comunque dell universo creato da Tolkien,e nessuno mi sentirà mai e ripeto MAI dire che un film tratto da questo franchise faccia schifo o sia brutto,poichè sia con la grandiosa prima trilogia,che con il meno riuscito Lo Hobbit Un viaggio Inaspettato,sono ritornato a respirare quell' [...] Vai alla recensione »

martedì 17 giugno 2014
spiz97

Complessivamente non è male. Buon uso degli effetti speciali e del digitale (mi piace un po pochino Smaug), una discreta regia. Avendo letto molti commenti critici nei confronti di PJ non entrerò in polemica nei riguardi dei suoi metodi di adattamento film-libro, anche se spresso, e specialmente in questa tlilogia, li trovo troppo forzati.

venerdì 3 gennaio 2014
Van Cristal Lee

Non è mai facile valutare un'opera cinematografica in quanto tale settima arte è composta da più parti che, se anche compongono un tutto, non si possono che valutare singolarmente. O almeno ciò avviene quando non si raggiunge quell'alchimia tra le parti che erige l'opera a capolavoro facendoti dimenticare il mondo da dove guardi e impedendoti di adottare uno sguardo critico e analitico che disseziona [...] Vai alla recensione »

martedì 14 gennaio 2014
Joel91

 Le vicende di un Hobbit, narrate da Tolkien tempo fa, vengono riassorbite e modificate da Peter Jackson, per la creazione di un fantasy le cui radici paiono trascurate, quindi appassite. Se l'immensa onestà intellettuale di Jackson si palesò nella trilogia del "Signore degli anelli", dimostrando profonda umiltà nell'approccio al racconto epico e riproponendolo [...] Vai alla recensione »

giovedì 26 dicembre 2013
Connor Hawk

Secondo capitolo della nuova trilogia Tolkeniana, questo "Lo Hobbit" risulta essere un film decisamente pesante. Premetto di non aver letto il libro, quindi mi è impossibile fare paragoni con l'opera originaria, ma ho trovato questo film veramente mal costruito fin dalle prime scene.  Innanzitutto c'è da segnalare un eccessivo uso della CGI.

giovedì 19 dicembre 2013
steo89

Grandioso film adatto ai VERI fan di Tolkien e di PJ e non ai finti puristi i quali non penso sappiano che tutte le aggiunte ai film provengono dalle appendici del signore degli anelli, le quali sono delle integrazioni della storia al di fuori si della trama dei libri ma inerenti alla storia di fondo. Quindi tralasciate le inutili critiche e godetevi questo film immenso come Smaug!

sabato 4 gennaio 2014
Lore64

Si tratta di una clamorosa operazione commerciale: completamente disinteressato a riprodurre la fiaba di Tolkien, il regista ci propone un kolossal all’americana (ispirato allo Hobbit solo nella trama generale) ricalcato sul Signore degli anelli (per sfruttarne il successo commerciale) ma completamente privo dello stile e della serietà che caratterizzavano la prima trilogia.

lunedì 30 dicembre 2013
franco svizzero

Sono appena appena uscito dal cinema, e mi dispiace molto di avere tutte queste sensazioni negative che mi ronzano nella testa. Contrariamente a quello che scrivono molti io le ho avute anche dopo la visione della trilogia del Signore degli Anelli, ogni santissima volta che uscivo dal cinema. Evidentemente ho dei problemi con la regia di Peter Jackson (estesa a tutti i suoi lavori) vorrei tanto sapere [...] Vai alla recensione »

domenica 12 gennaio 2014
tom86

Premetto che ho sempre deriso quelli che criticavano le messe in scena cinematografiche dei loro libri preferiti lamentandosi della scarsa fedeltà o focalizzandosi su piccole differenze, ma, dopo aver visto questo film, credo di aver qualcosa da dire in proposito, cogliendo un po' troppo alla lettera le infauste parole "liberamente ispirato a.

sabato 21 dicembre 2013
Conte Orlok

Troppo digitale, poche battaglie, troppe gag nanesche. Un’occasione persa. Questo in sintesi il mio disappunto uscendo dalla sala dopo la prima de "Lo Hobbit - La Desolazione di Smaug". Ma andiamo con ordine: prima di farmi linciare da orde di fan offesi dal lapidario commento, provo a spiegarmi meglio. Punti a favore del film: il nuovo doppiaggio di Gandalf mi dà meno fastidio del solito.

giovedì 19 dicembre 2013
steo89

tralasciando le inutili critiche che i finti "puristi" di Tolkien lasciano, questo film è un capolavoro assoluto sotto tutti i punti di vista e ve lo dice uno che ha letto effettivamente tutti i libri di Tolkien compresi il Silmarillion e i figli di Hurin. Io ho apprezzato moltissimo il lavoro magistrale che PJ ha fatto e soprattutto è riuscito grazie alla sua bravura a trasformare un semplice libro [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 dicembre 2013
steo89

Io non capisco come mai ultimamente noi italiani non riusciamo più ad apprezzare i (bei) film senza scadere in critiche inutili...sappiamo tutti che Lo hobbit è 1 libro di poche centinaia di pagine,sappiamo tutti che la storia è più breve ecc ecc....ma io trovo che questi ultimi 2 film di Peter Jackson siano veramente all'altezza della vecchia trilogia! soprattutto io [...] Vai alla recensione »

domenica 15 dicembre 2013
davidalcor

Lo Hobbit - La desolazione di Smaug è un film tecnicamente perfetto, con alcune sequenze scenograficamente fantastiche, e un 3d in hfr che non ha rivali proprio perché a differenza del normale 3d a 24 fotogrammi al secondo, riproduce le immagini e i movimenti in modo molto più realistico e fluido permettendo un maggiore coinvolgimento visivo. Ma Peter Jackson, ahimè, ha perduto l'ispirazione, manca [...] Vai alla recensione »

domenica 12 gennaio 2014
Nick16

Il  film mi ha veramente deluso. Quando ho visto il primo film mi sono detto: "anche il primo Singnore degli Anelli era meno bello degli altri, speriamo che capiti anche qui."   Invece no, se possibile il secondo è anche più brutto, infatti il primo film aveva una sua storia ed doveva rappresentare, per me, il viaggio fino alla montagna ma invece il viaggio persiste [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 dicembre 2013
steo89

leggendo alcune recensioni sono stupefatto vedendo che a questo film a volte vengono dati 2 pallini...chi ama tolkien ama soprattutto il lavoro che sta facendo PJ perchè è riuscito a far evolvere un bel libro per bambini in qualcosa di più maestoso e tecnicamente impeccabile sotto tutti gli aspetti ( colonna sonora,fotografia,effetti speciali ed evoluzione della trama).

Frasi
"Io sono fuoco. Io sono morte"
Una frase di Smaug (Benedict Cumberbatch)
dal film Lo Hobbit - La desolazione di Smaug - a cura di Elena Pinna
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Smaug ha riaperto gli occhi. Non subito, ovviamente. Lo fa dopo un'ora abbondante, quando i nani e l'hobbit Bilbo arrivano davanti alla porta invisibile della Montagna e riescono a entrare. È ancora il registro immaginifico quello che incanta lo sguardo, a cominciare dalla prima avventura dentro una foresta di cenere, territorio privilegiato di una compagnia bellicosa di ragni giganti, passando per [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Il primo episodio terminava sull'occhio dell'immenso drago Smaug, a guardia del tesoro rubato ai nani e in procinto di risvegliarsi. Il secondo si apre su un breve prologo che rievoca l'incontro fra lo stregone Gandalf e il re nano Thorin. Thorin vuole riprendersi il suo regno distrutto da Smaug, il mago grigio è allarmato perché presagisce che le forze oscure stanno ricompattandosi: in qualche modo [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Torna il fantasy neorealista di Peter Jackson ovvero la Terra di Mezzo di Tolkien con le unghie sporche, i denti marci e un'immagine in 3D a 48 fotogrammi al secondo che ti fa andare fuori di testa per quanto è vivida. Sembra di stare lì. La desolazione di Smaug è il secondo capitolo di quella che sarà una nuova trilogia dal romanzo d'esordio leggermente più frivolo che Tolkien scrisse molti anni prima [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Attenzione a snobbare «Lo Hobbit - La desolazione di Smaug», è un grande film che conferma come Jackson sia il numero uno nel fare deflagrare lo schermo con il fantasy. Il primo capitolo della trilogia ispirata all'omonimo romanzo di Tolkien era apparso, in effetti, sbiadito rispetto agli exploit di «Il signore degli anelli», ma il secondo si basa su uno script più sostanzioso, ne rilancia la scala [...] Vai alla recensione »

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Hobbit, dov'eravamo rimasti? In viaggio, con Bilbo Baggins (Freeman), il mago Gandalf il Grigio (Ian McKellen) e i Nani di Thor in Scudo di quercia (Richard Armitage), alla volta del perduto Regno di Erebor. Cammina, cammina, la Compagnia incrocia Beorn il cambia-pelle, gli Elfi di Bosco Atro (Evangeline Lilly e Orlando Bloom) e, finalmente, giunge alle pendici della Montagna Solitaria: li attende [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati