Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
lunedì 1 giugno 2020

Lucia Mascino

43 anni, 27 Gennaio 1977 (Acquario), Ancona (Italia)
occhiello
Io dico stavolta è finita. Tu devi dire no, vedrai che torna!
dal film Amori che non sanno stare al mondo (2017) Lucia Mascino  Claudia
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Lucia Mascino
Nastri d'Argento 2020
Nomination miglior attrice commedia per il film Odio l'estate di Massimo Venier

Nastri d'Argento 2019
Nomination miglior attrice commedia per il film Favola di Sebastiano Mauri

Nastri d'Argento 2019
Nomination miglior attrice commedia per il film La prima pietra di Rolando Ravello

Nastri d'Argento 2018
Nomination miglior attrice per il film Amori che non sanno stare al mondo di Francesca Comencini



Testimonial del concorso Scrivere di cinema, l'attrice è uno dei talenti di cui grande e piccolo schermo non possono fare più a meno.

Lucia Mascino, la signora della critica

giovedì 20 settembre 2018 - Ilaria Ravarino cinemanews

Lucia Mascino, la signora della critica Tornerà in tv con I Delitti del BarLume, sarà a teatro dal 16 ottobre con "Bella Figura" di Roberto Andò e anche al cinema "arrivano proposte - dice, tradendo un certo entusiasmo dietro alla proverbiale riservatezza - mi rivedrete presto". Testimonial del concorso "Scrivere di cinema - Premio Alberto Farassino", dedicato ai giovani aspiranti critici (di cui domani saranno annunciati i vincitori), Lucia Mascino, con la critica, ha un rapporto costruttivo. Soprattutto da quando, 13 anni fa, ha affiancato alla carriera teatrale quella televisiva (Una mamma imperfetta, Braccialetti Rossi, Suburra) e cinematografica con Habemus Papam, Amori che non sanno stare al mondo (guarda la video recensione), Favola (guarda la video recensione): strappata relativamente "tardi" al teatro, oggi il suo è uno dei volti, e dei talenti, di cui grande e piccolo schermo non possono fare più a meno.

Da testimonial di Scrivere di Cinema: come si riconosce una buona recensione?
In generale penso che chi scrive solo per mettersi in mostra, anche se pensa cose intelligentissime, non faccia un buon servizio alla critica: così finisce per ripiegarsi su se stesso e non comunica col film. Spesso capita con le critiche molto negative, perché la stroncatura ti fa sentire in un certo senso superiore al regista, all'autore. Perciò la prima cosa che guardo, da lettrice, è se il critico riesca o meno ad "aggiungere" qualcosa al film. Se abbia cioè la capacità di entrarci dentro, di analizzarlo dall'interno. Non si tratta di bocciare o promuovere un'opera, quello del critico è proprio tutto un altro compito - diverso ma parallelo al lavoro artistico. Mi piace scoprire nella recensione un approccio alto, non distaccato: quello di chi giudica il film con amore e rispetto per chi ci ha lavorato.

Che rapporto ha con le recensioni? Le legge?
Sì, sempre. Naturalmente, quando si tratta di un film in cui ho recitato, le affronto con un'aspettativa diversa. Però per me le recensioni scritte bene - leggo sempre quelle di Internazionale e di MYmovies.it - sono un punto di riferimento. Mi piace scoprire che cosa abbia visto nel film una persona più competente di me. È come se sullo stesso corpo fossimo in grado di vedere scheletri diversi.

L'attrice racconta la sua esperienza sul set di Amori che non sanno stare al mondo di Francesca Comencini. Ora al cinema.

Lucia Mascino: «Gli amori imperfetti sono una realtà della vita»

giovedì 30 novembre 2017 - Enrico Magrelli cinemanews

Lucia Mascino: «Gli amori imperfetti sono una realtà della vita» Tra Claudia e Flavio l'amore è evaporato, svanito. I due protagonisti del film di Francesca Comencini, Amori che non sanno stare al mondo (guarda la video recensione), in modo diverso, si trovano su un campo di battaglia nel quale tattiche e strategie non hanno più valore. Tra i fumi emotivi delle "macerie" e delle rovine di una catastrofe affettiva, le parole per contenere, decifrare, interpretare il vuoto e il silenzio assordante di un finale di partita amorosa non bastano mai. Le ragioni e i torti sono una partita a scacchi. "Tra sorriso e riflessione, Amori che non sanno stare al mondo è una commedia che sa guardare oltre la superficie delle sempre più complesse relazioni amorose". Dalla recensione di Giancarlo Zappoli, MYmovies.it Perché l'amore-passione-ossessione del tuo personaggio non riesce a stare al mondo?
La prima scintilla d'amore nasce durante una conferenza universitaria. Sono già destinati ad innamorarsi e non lo sanno. Guerreggiano e si amano fin dal primo istante. L'amore non finisce ma non trova il modo di adeguarsi alle regole del mondo. Nessuno dei due cede: lui si spaventa e fa la sua scelta. Lei non l'accetta. Forse è più una guerra di ruoli che di sentimenti. Ho letto da qualche parte che questo film è una grandissima lezione di conquista dell'emancipazione ma anche di quanto si possa ridere dell'intelligenza. Credo sia vero.

Il mal d'amore, gli amori imperfetti sono una realtà della vita di ognuno di noi o un fantasma preso in prestito dalla letteratura, dal cinema, dalle nostre fantasie?
Sono una realtà della vita e abitano in tante pagine della letteratura perché fortunatamente qualcuno ha saputo portare quel dolore a qualcosa di universale dove riconoscersi e farsi cullare. 

L'attrice è la regina di cuore di Fräulein - Una fiaba d'inverno, opera prima di Caterina Carone con un inedito Christian De Sica. Al cinema.

Lucia Mascino, Regina ad alto risparmio emotivo

domenica 29 maggio 2016 - Marzia Gandolfi cinemanews

Lucia Mascino, Regina ad alto risparmio emotivo

Odio l'estate

Odio l'estate

* * * - -
(mymonetro: 3,47)
Un film di Massimo Venier. Con Aldo Baglio, Giovanni Storti, Giacomo Poretti, Lucia Mascino, Carlotta Natoli.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2020. Uscita 30/01/2020.
Effetto Domino

Effetto Domino

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,86)
Un film di Alessandro Rossetto. Con Diego Ribon, Mirko Artuso, Nicoletta Maragno, Maria Roveran, Roberta Da Soller.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 2019. Uscita 03/09/2019.
Genitori quasi perfetti

Genitori quasi perfetti

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,85)
Un film di Laura Chiossone. Con Anna Foglietta, Paolo Calabresi, Lucia Mascino, Marina Rocco, Elena Radonicich.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2019. Uscita 29/08/2019.

Ma cosa ci dice il cervello

* * - - -
(mymonetro: 2,39)
Un film di Riccardo Milani. Con Paola Cortellesi, Stefano Fresi, Tomas Arana, Teco Celio, Remo Girone.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2019. Uscita 18/04/2019.
Mia Martini - Io sono Mia

Mia Martini - Io sono Mia

* * * - -
(mymonetro: 3,18)
Un film di Riccardo Donna. Con Serena Rossi, Maurizio Lastrico, Lucia Mascino, Dajana Roncione, Antonio Gerardi.
continua»

Genere Biografico, - Italia 2019. Uscita 14/01/2019.
Filmografia di Lucia Mascino »

mercoledì 27 maggio 2020 - Annunciate le candidature ai premi di quest’anno che verranno consegnati a fine giugno. 

Nastri d’Argento 2020 - Si dividono il primato Favolacce e Pinocchio

a cura della redazione cinemanews

Nastri d’Argento 2020 - Si dividono il primato Favolacce e Pinocchio Favolacce (guarda la video recensione) con gli applausi e l’Orso d’argento conquistato a Berlino e il Pinocchio (guarda la video recensione) di Matteo Garrone, con un racconto che ancora una volta ha incantato il grande pubblico - testa a testa, con 9 nomination ciascuno - sono i film più candidati ai Nastri d’Argento 2020. A contendersi il Nastro per il miglior film anche Gli anni più belli (guarda la video recensione) di Gabriele Muccino, Hammamet (guarda la video recensione) di Gianni Amelio e La Dea Fortuna (guarda la video recensione) di Ferzan Ozpetek.

Annuncio ufficiale a Roma, rispettando una tradizione, anche se quest’anno in diretta streaming, dal MAXXI - il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo - per le candidature della 74.ma edizione dei Nastri d’Argento con la quale i Giornalisti Cinematografici mai come quest’anno vogliono essere solidali con il cinema senza lavoro: migliaia di operatori del settore, con gli autori e i protagonisti, che ancora non possono tornare al lavoro. Proprio come i film non riescono ancora ad uscire in sala.
Tornando alle candidature: Gli anni più belli (guarda la video recensione), con 8 nomination, è anche tra i film più candidati di quest’anno insieme a La Dea Fortuna (guarda la video recensione), Il Sindaco del Rione Sanità (guarda la video recensione) di Mario Martone e Martin Eden (guarda la video recensione) di Pietro Marcello (questi ultimi, 7 nomination ciascuno). Con cinque candidature li inseguono Hammamet (guarda la video recensione) di Gianni Amelio, Tornare di Cristina Comencini, Tutto il mio folle amore (guarda la video recensione) di Gabriele Salvatores e Il primo Natale (guarda la video recensione) di Ficarra e Picone, in cinquina per la migliore commedia dell’anno con Figli (guarda la video recensione), l’ultimo film scritto da Mattia Torre diretto da Giuseppe Bonito, Lontano lontano di Gianni Di Gregorio, Odio l’estate (guarda la video recensione) di Massimo Venier e Tolo tolo (guarda la video recensione) di Luca Medici.

Sei, quest’anno, gli autori delle opere prime in gara, più difficili da scegliere per la qualità e la varietà di uno scouting tra i più interessanti degli ultimi anni: Stefano Cipani con Mio fratello rincorre i dinosauri (guarda la video recensione), Marco D’Amore con L’Immortale (guarda la video recensione), Roberto De Feo con The Nest, Ginevra Elkann con Magari (guarda la video recensione), Carlo Sironi con Sole (guarda la video recensione) e Igor Tuveri (Igort) con 5 è il numero perfetto

Sono stati già annunciati, li ricordiamo, il Nastro dell’anno per Volevo nascondermi (guarda la video recensione) di Giorgio Diritti, che premia il regista, i produttori (Carlo Degli Esposti e Nicola Serra per Palomar e Paolo Del Brocco per Rai Cinema), lo straordinario protagonista Elio Germano (con un Nastro collettivo per l’intera squadra dei collaboratori tecnici) e il Nastro alla carriera a Toni Servillo. Il Direttivo come sempre, assegnerà intanto anche alcuni riconoscimenti speciali: il Nastro europeo e il Nastro della legalità, il Premio SIAE per la sceneggiatura e il Nuovoimaie destinato dallo scorso anno ai doppiatori professionisti e, infine, i Premi  Biraghi e il  Bonacchi per giovani attrici e attori.

venerdì 8 maggio 2020 - Il racconto firmato Ivan Cotroneo è disponibile sulla piattaforma Rai da oggi, 8 maggio, in occasione della Festa della mamma.

Una mamma imperfetta, la serie torna su RaiPlay in una nuova versione

a cura della redazione cinemanews

Una mamma imperfetta, la serie torna su RaiPlay in una nuova versione Incomplete o imperfette? Persone uniche. A sette anni dal debutto, Una mamma imperfetta torna da oggi su RaiPlay in un nuovo formato rieditato per la piattaforma digitale Rai.

Dieci episodi da trenta minuti per raccontare gli avvenimenti che segnano le giornate di Chiara Guerrieri (Lucia Mascino). Attraverso il suo video diario giornaliero, Chiara racconta cosa vuol dire vivere sempre con l'incombente sensazione di non riuscire a fare tutto quello che si vorrebbe o dovrebbe. Ideata e scritta da Ivan Cotroneo e diretta dallo stesso Cotroneo (episodi 1-5), Stefano Chiantini (episodi 6-10), Una mamma imperfetta ci porta nella vita della protagonista, della sua famiglia e delle sue amiche Marta. (Alessia Barela), Irene (Anna Ferzetti) e Claudia (Vanessa Compagnucci). Perché basta mettersi a letto a fine giornata, ripassando mentalmente tutti gli impegni mancati, vivere gli appuntamenti familiari o lavorativi con una sensazione costante di inadeguatezza, sentirsi più spesso ridicoli che all'altezza della situazione per diventare una “mamma imperfetta”. La Mamma Imperfetta è una categoria dello spirito: ci sono papà che si sentono Mamme Imperfette e ci sono persone che pur non essendo genitori vivono la loro vita da Mamme Imperfette. Perché essere Mamme Imperfette non ha sesso, non ha età e non ha tempo.


"Una mamma imperfetta lascia il formato del diario quotidiano e diventa, in questa versione, il racconto di una settimana nella vita di una famiglia di oggi. Una settimana piena di piccole e grandi avventure, come la settimana di ogni famiglia che conosco. Chiara dà voce alle persone che si sentono in affanno, in comico equilibrio tra quello che ci viene richiesto e quello che invece riusciamo ad essere".
Ivan Cotroneo
Nel cast di Una mamma imperfetta - vincitrice del Premio Bellisario, del Nastro d'argento come “serie web dell'anno” e di un CinéCiak d'oro come “Migliore serie web” - Lucia Mascino, Anna Ferzetti, Alessia Barela, Vanessa Compagnucci, Fausto Maria Sciarappa, Sergio Albelli, Biagio Forestieri, Luciano Scarpa e numerose guest star fra le quali Pierfrancesco Favino, Ilaria D’Amico, Riccardo Scamarcio, Claudia Gerini, Nada.
   

Altre news e collegamenti a Lucia Mascino »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità