Amori che non sanno stare al mondo

Film 2017 | Drammatico +13 92 min.

Anno2017
GenereDrammatico
ProduzioneItalia
Durata92 minuti
Al cinema7 sale cinematografiche
Regia diFrancesca Comencini
AttoriLucia Mascino, Thomas Trabacchi, Carlotta Natoli, Valentina Bellè, Camilla Semino Favro Filippo Dini, Iaia Forte.
Uscitamercoledì 29 novembre 2017
TagDa vedere 2017
DistribuzioneWarner Bros Italia
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,61 su 17 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Francesca Comencini. Un film Da vedere 2017 con Lucia Mascino, Thomas Trabacchi, Carlotta Natoli, Valentina Bellè, Camilla Semino Favro. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 2017, durata 92 minuti. Uscita cinema mercoledì 29 novembre 2017 distribuito da Warner Bros Italia. Oggi tra i film al cinema in 7 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,61 su 17 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Amori che non sanno stare al mondo
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Claudia è una donna passionale e insicura che rifiuta la fine della sua storia d'amore. Flavio è affascinante e vanitoso, impaurito dal temperamento di lei. Il loro è un grandissimo amore che non sa stare al mondo. In Italia al Box Office Amori che non sanno stare al mondo ha incassato 302 mila euro .

Consigliato assolutamente sì!
3,61/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,71
CONSIGLIATO SÌ
Tra sorriso e riflessione, una commedia che sa guardare oltre la superficie delle sempre più complesse relazioni amorose.
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 7 agosto 2017
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 7 agosto 2017

Claudia e Flavio si sono contrastati come docenti universitari ma anche amati intensamente. Ora la storia è finita anche se Claudia non vorrebbe che fosse così conservando con determinazione la speranza che si possa ricominciare. Intanto lui viene attratto da una donna più giovane e lei prova interesse per una sua ex studentessa.

Francesca Comencini ha trovato in Lucia Mascino l'interprete perfetta per tradurre il suo romanzo in cinema senza che emergesse la benché minima sbavatura di derivazione letteraria.

È senz'altro merito di un adattamento attento ma senza lo sguardo e il corpo giusti il risultato non sarebbe stato raggiunto con altrettanta efficacia. Perché, in questa occasione, la regia si concede di variare toni emozionali e stili di ripresa. Prendersi, ad esempio, il rischio di insertare immagini sgranate del passato affidando loro una sorta di controcanto all'oggi non era una scelta facile ma risulta efficace. Comencini sa poi come leggere nell'animo delle donne senza però affrontare in modo manicheo il mondo maschile.
Thomas Trabacchi riesce così a rendere le incertezze e le domande di un uomo che si sente 'messo' a nudo' (anche in senso letterale) da una femminilità nei confronti della quale crede di aver trovato la giusta forma di adattamento trovandosi poi continuamente smentito. È però Claudia a condurre il gioco ed è Lucia Mascino ad affrontare tutti gli stati d'animo richiesti (e sono davvero tanti) offrendo loro sempre (anche in quelli più esasperati) una fondamentale base di verosimiglianza. Claudia vuole e non vuole allo stesso tempo, affronta il turbamento come un'esperienza da cui fuggire ma poi vi si immerge, pretende attenzione anche quando chi le sta di fronte non gliela vuole concedere. A tratti sembra determinata quasi fosse una manager dei sentimenti per poi precipitare poco dopo nell'ansia da mancato accudimento.
Non saranno poche le donne sue coetanee che si ritroveranno in almeno uno dei suoi stati emotivi o in una delle situazioni che vive. Così come non sono molte le commedie che sappiano guardare oltre la superficie delle sempre più complesse relazioni amorose non dimenticando che sorriso e riflessione possono coesistere in un film così come nella vita.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 3 dicembre 2017
Zarar

Film tanto banale, quanto pretenzioso, attraversato da una corda pazza di isteria condita di sentimentalismo, con tocchi di femminismo invecchiato e intellettualismo di serie B. Si può immaginare una mistura più indigesta? La storia è una delle più vecchie del mondo: una quarantenne o giù di lì, Claudia (un’esagitata Lucia Mascino)  è appena [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 dicembre 2017
Atalante61

Una coppia di mezza età, entrambi professori universitari per niente coinvolti nel loro lavoro e sopratutto nei confronti degli studenti, vive una storia d'amore come tante, anche se a Claudia, una pur bravissima Lucia Mascino, sembra la fine del mondo. Ed in questo c'è la prima grande banalità, perchè le storie d'amore sembrano sempre così a chi [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 dicembre 2017
Flyanto

 Versione cinematografica dell'omonimo romanzo della stessa regista Francesca Comencini, "Amori che non Sanno Stare al Mondo" racconta le paure, le instabilità psicologiche e la brama di affetto che la protagonista, una donna di circa 40 anni , vive nel corso della propria relazione sentimentale col suo compagno. Il suo instabile e, a volte, ossessionante modo di agire e sentire [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 dicembre 2017
Manuela Zarattini

Il film tratteggia una figura di donna che non riesce ad accettare la fine del suo amore. Però le angosce, le sofferenze e i tanti comportamenti esasperati, se pur reali sono forse troppo concentrati in un'unica figura femminile. E così Claudia, se pur impersonata dalla bravissima Lucia Mascino, risulta quasi avere un carattere border line, al limite della follia.

lunedì 4 dicembre 2017
Rino Rigodanzo

Francesca Comencini non ha dubbi sul fatto che gli amori sono malati perchè le donne non sono più quelle degli anni cinquanta. Le donne, ancor di più quelle istruite, sono diventate esigenti, egoiste, aggressive e spesso insopportabili per gli uomini. Come insopportabile e la professoressa Claudia che si scaglia nell'aula universitaria contro il collega professor Claudio, [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 novembre 2017
Criticona

Questo è un film da vedere più volte. La prima si ride a crepapelle per i tempi comici impeccabili, per un'ora e mezza di frasi che si fanno tutte ricordare e che spesso strizzano l'occhio a Woody Allen e danno corpo a una sceneggiatura articolata e accuratamente costruita. La seconda volta si entra nella vita di Claudia, nella sua disperata irruenza, nel suo dolore, in una vita autentica, che tutti [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 novembre 2017
Benedetta Zelig

Cosa succede quando la storia d'amore in cui si è investito tutto giunge a termine? Si aspetta riversi su un letto, con il cellulare tra le mani, e lo sguardo perso nel vuoto, che lui ritorni. inizia così il film di Francesca Comencini, con un'attesa, un eternità presente che divide passato e futuro, che porta dolore, che accentua le nevrosi, che estremizza la fragilità di una donna come Claudia che [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 dicembre 2017
Alberto58

Lui ha 52 anni, Lei 45. Entrambi sanno che sta per passare l'ultimo treno. Lei vuole disperatamente un figlio, lo urla in faccia al suo lui che invece pensa che legandosi troppo a lei perdrebbe qualche altra possibilità che ancora ha. Così va a cercaresi la 25 enne illudendosi che sarà quella la donna con cui sarà bello andare a fare la spesa, passare la sera [...] Vai alla recensione »

sabato 2 dicembre 2017
Valter Chiappa

Chi vorrà leggere una recensione di “Amori che non sanno stare al mondo” è forse meglio che cerchi un altro articolo. Noi parleremo di Claudia. Perché l’abbiamo amata. E parleremo, anzi loderemo senza fine Lucia Mascino. Non è una questione tecnica, qui si parla di sentimento. Tale e talmente palpabile è l’amore viscerale che Lucia ha [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 dicembre 2017
annarè

temi nuovi e vecchi del rapporto di coppia. l'accenno a quando i ruoli erano definiti nelle balere è geniale è in realtà il tema ricorrente del film, insieme a quello dell'importanza ( o meglio convenienza ) di fingere.... tutto un po' esasperato ma sostanzialmente più che verosimile. forse l'università è rappresentata in modo storicamente [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 dicembre 2017
Giggetto

Gran bel film, con degli attori molto bravi e convincenti. Superlativa la prova di Carlotta Natoli. Ad ogni film, Francesca Comencini si supera. A quando, finalmente, un film sul quartiere dell'Esquilino a Roma, dove tra l'altro vive? Potrebbe prendere spunto da un suggestivo racconto di Nicola La Gioia.

lunedì 4 dicembre 2017
mari

HO TROVATO IL FILM MOLTO VERO. LA REALTA' DI UNA COPPIA A VOLTE E' QUESTA . L'ATTRICE NEL RUOLO DELLA DONNA OSSESSIVA E ANCHE UN POCHINO NEVROTICA LA TROVA BRAVISSIMA. IO LE HO DATO COME VOTO 7E MEZZO. 

mercoledì 29 novembre 2017
LaNati78

Un film (un bel film) che parla a tutte le persone che hanno avuto il coraggio di innamorarsi nella vita, che hanno ostinatamente creduto che fosse per sempre anche quando il “per sempre” non c’era più, che hanno avuto il coraggio di perdersi per poi ritrovarsi e scoprire che “in fondo anche i Beatles si sono lasciati”...cosa aspettate ad andare a vederlo?

FOCUS
FOCUS
sabato 2 dicembre 2017
Marco Castelli - Vincitore del Premio Scrivere di Cinema

All'esame di una studentessa-ballerina si parla di Lancillotto e Galeotto, ma più che al ciclo bretone questo film pare ispirato alle vicende ariostesche: "furiosa" è infatti la protagonista, Claudia, che insegue il suo ex-fidanzato mentre questi, Flavio, vuole ricostruirsi una nuova vita stanco della relazione precedente. «Armi e amori» sono d'altronde due termini che ritornano spesso in questa vicenda, tra donne che non sembrano saper lasciare le armi e cavalieri che non sembrano saper impegnarsi ad amare.

In questa trama costruita su un presente che non riesce a staccarsi dal trascorso, che riappare come un fiume carsico, il passato prossimo si confonde con il passato remoto tramite l'innesto di scene in bianco e nero che paiono recuperate dagli archivi.

Sembra che allora si fosse più felici, ma giunge presto anche l'avvertimento: «Non è mai esistita quell'epoca, neanche l'età dell'oro, ma questo non ci impedisce di rimpiangerla». Sta in questo rimpianto la difficoltà dello "stare al mondo", che è essenzialmente l'incapacità di uno "stare nel presente" segnando i termini della fantasia e del ricordo. In aderenza al tema, la struttura narrativa si sviluppa quasi come un flusso di coscienza, frammentato però su vari piani temporali in dialogo tra loro. Se non tutto è lineare nei comportamenti dei personaggi è facile darne la colpa all'irrazionalità nei comportamenti caratteristici dell'umano, più che a difetti della trama.

INCONTRI
giovedì 30 novembre 2017
Enrico Magrelli

Tra Claudia e Flavio l'amore è evaporato, svanito. I due protagonisti del film di Francesca Comencini, Amori che non sanno stare al mondo (guarda la video recensione), in modo diverso, si trovano su un campo di battaglia nel quale tattiche e strategie non hanno più valore. Tra i fumi emotivi delle "macerie" e delle rovine di una catastrofe affettiva, le parole per contenere, decifrare, interpretare il vuoto e il silenzio assordante di un finale di partita amorosa non bastano mai. Le ragioni e i torti sono una partita a scacchi.

Tra sorriso e riflessione, Amori che non sanno stare al mondo è una commedia che sa guardare oltre la superficie delle sempre più complesse relazioni amorose.

Perché l'amore-passione-ossessione del tuo personaggio non riesce a stare al mondo?
La prima scintilla d'amore nasce durante una conferenza universitaria. Sono già destinati ad innamorarsi e non lo sanno. Guerreggiano e si amano fin dal primo istante. L'amore non finisce ma non trova il modo di adeguarsi alle regole del mondo. Nessuno dei due cede: Lui si spaventa e fa la sua scelta. Lei non l'accetta. Forse è più una guerra di ruoli che di sentimenti. Ho letto da qualche parte che questo film è una grandissima lezione di conquista dell'emancipazione ma anche di quanto si possa ridere dell'intelligenza. Credo sia vero.

Il mal d'amore, gli amori imperfetti sono una realtà della vita di ognuno di noi o un fantasma preso in prestito dalla letteratura, dal cinema, dalle nostre fantasie?
Sono una realtà della vita e abitano in tante pagine della letteratura perché fortunatamente qualcuno ha saputo portare quel dolore a qualcosa di universale dove riconoscersi e farsi cullare. 

Ci parli dell'incontro, secondo me prezioso, tra l'attrice Lucia Mascino e Claudia, la protagonista del film?
Sapevo che la sceneggiatura era tratta da un libro ispirato a una storia vera. Questa consapevolezza mi ha subito commossa e mi ha obbligata ad avvicinarmi alla storia in punta di piedi. Con grande rispetto poiché si raccontava, con intelligenza e ironia, del dolore provocato dalla fine di una vicenda, un'esperienza amorosa. Mi sono affiancata al personaggio. Ho cercato di guardare la vicenda, la sofferenza, la presunta impossibilità di un distacco dal punto di vista di Claudia. Ho cercato di identificarmi con il suo sguardo sulla realtà emotiva che sta vivendo, mi sono sforzata di capire le sue frasi non per recitarle ma per usarle come porticine d'ingresso per accedere nello spazio, ampio, dilatato, contraddittorio, dei suoi pensieri, scivolando nei tanti stati d animo che si susseguono nel racconto. 
Sono stata folgorata dalla sceneggiatura perché mi faceva ridere. E, nello stesso tempo, condividevo profondamente quel ragionamento sui sessi e sulle loro relazioni. Un copione che mi ha dato una sensazione di euforia per l'intelligenza con cui venivano raccontate scene reali e scene che lei, Claudia, immagina nel suo fantasticare e peregrinare tra un sentire viscerale e una razionalità messa a disposizione del cuore. 

Frasi
Io dico stavolta è finita. Tu devi dire no, vedrai che torna!
Una frase di Claudia (Lucia Mascino)
dal film Amori che non sanno stare al mondo - a cura di MYmovies.it
Ma fai almeno la valigia, cazzo! È umiliante essere lasciata da un uomo con lo zaino!
Una frase di Claudia (Lucia Mascino)
dal film Amori che non sanno stare al mondo
Lo sai qual'è il tuo problema?
- Sentiamo, qual'è il mio problema?
- Che non deponi mai le armi.
Flavio (Thomas Trabacchi)
dal film Amori che non sanno stare al mondo - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 30 novembre 2017
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Chi non sa stare al mondo è Claudia, affascinante quarantenne, ricercatrice universitaria che durante un convegno insulta il docente di riferimento (Flavio, più anziano di lei) conferenziere allo stesso tavolo con lei, al quale subito dopo dichiara perduto amore. Lui preso ma prudente, lei kamikaze esigente senza tregua. Non può durare in eterno. Rimpiangendosi cercano nuove strade ma solo l'uomo si [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 dicembre 2017
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Il titolo è brutto, ma è meglio del film. Una tragicommedia tanto pretenziosa quanto goffa. È finita la passione tra professori universitari Claudia e Flavio. Poi lui spasima per la trentenne Giorgia, lei per l'allieva Nina, specialista di lap dance. Una storia banale che avanza tra parolacce, mugolii e nudi (con orripilante frontale di Thomas Trabacchi).

NEWS
SPLENDOR
domenica 26 novembre 2017
 

Con Mario Sesti per questa puntata di Splendor troviamo Serena Rossi, Marco Rossetti, Bianca Nappi, Carlotta Natoli e Lucia Mascino e la stylist Betta Capolino. Serena Rossi dai Manetti ai Vanzina interpreta le mille facce di Napoli: "Sono una che ride [...]

VIDEO RECENSIONE
mercoledì 22 novembre 2017
 

Claudia e Flavio si sono contrastati come docenti universitari ma anche amati intensamente. Ora la storia è finita anche se Claudia non vorrebbe che fosse così conservando con determinazione la speranza che si possa ricominciare.

TORINO FILM FESTIVAL
lunedì 23 ottobre 2017
 

Il Torino Film Festival annuncia alcune anticipazioni della 35esima edizione: Cento anni di Davide Ferrario, Riccardo va all'inferno di Roberta Torre, Balon di Pasquale Scimeca, Amori che non sanno stare al mondo di Francesca Comencini.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati