Natale col boss

Acquista su Ibs.it   Dvd Natale col boss   Blu-Ray Natale col boss  
Un film di Volfango De Biasi. Con Claudio Gregori, Pasquale Petrolo, Francesco Mandelli, Paolo Ruffini, Giulia Bevilacqua.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+13, durata 96 min. - Italia 2015. - Universal Pictures uscita mercoledì 16 dicembre 2015. MYMONETRO Natale col boss * * 1/2 - - valutazione media: 2,87 su 32 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,87/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * - - -
Alex, Dino, Leo, Cosimo e il Boss inciampano l'uno nella vita dell'altro, in una commedia piena di equivoci e colpi di scena.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una commedia ben scritta, ben girata, ben montata e benissimo recitata, con un sorprendente Peppino Di Capri: il futuro del cinepanettone
Paola Casella     * * * 1/2 -
Showtime:
il film è stato trasmesso martedì 6 dicembre 2016 alle ore 4,05 in TV su SKYCINEMA1
Scopri gli altri film in televisione »

Cosimo e Leo sono due poliziotti completamente deficienti (con il "ci" sillabato) mandati a sorvegliare un boss della camorra proprio in virtù della loro manifesta idiozia dal loro capo corrotto. Ciò nonostante riescono a fotografare il boss, che dunque si vede costretto a rifarsi letteralmente la faccia, e si rivolge a due chirurghi plastici, Alex e Dino, che si mettono all'opera per esaudire la sua richiesta (in punta di pistola): assomigliare come una goccia d'acqua a Leonardo DiCaprio. Peccato che i chirurghi, anch'essi piuttosto deficienti, capiscano Peppino Di Capri e rendano il criminale identico al cantante campano.
Il fatto che Natale con il boss esca proprio sotto Natale e che parte del film sia ambientato alla vigilia non basta a ridurre il film al mero ruolo di cinepanettone. Qui siamo di fronte ad una commedia ben scritta (da un team di cinque sceneggiatori, fra cui il duo Lillo e Greg che conta per uno ma fa per quattro: è loro l'idea iniziale dell'equivoco Leonardo-Peppino), ben girata, ben montata (senza tempi morti, con ritmo comico) e benissimo recitata da un cast che, oltre a Lillo e Greg e al duo Mandelli-Ruffini (qui diretti in modo da non sbrodolare e non autocompiacersi), vanta alcuni fra i migliori caratteristi della scuola napoletana come Gianfelice Imparato, Giovanni Esposito e Antonio Pennarella, per citarne solo alcuni. Nota di merito speciale per Francesco Di Leva, l'unico delegato a mantenere una recitazione straight in una parodia del gangster film, Enrico Guarnieri, straordinario commissario di polizia, e Giulia Bevilacqua, moglie di Leo, che tocca tutte le corde del suo personaggio, finalmente un ruolo femminile ben scritto e concepito contro stereotipo in una commedia italiana contemporanea. Del resto che De Biasi & co lavorino contro stereotipo è evidente da mille dettagli, a cominciare dal proliferare di cassonetti per la differenziata nella Napoli della "monnezza".
Ma la vera sorpresa di Natale con il boss è Peppino Di Capri, che riesce ad interpretare il ruolo del boss che tanto gli assomiglia con grande credibilità fisica e vocale e interagisce con il se stesso schivo e bonario che il pubblico conosce. Il suo duetto finale con il rapper Gué Pequeno, su titoli di coda che mescolano il fumetto con il documentario, dà la misura di quanto Di Capri sia un perfomer a tutto tondo capace di reinventarsi per il Ventunesimo secolo.
Natale con il boss possiede la consapevolezza che gli spettatori non sono necessariamente deficienti, e dunque possono divertirsi a seguire una trama che è sì surreale, ma è anche basata su quanto, al cinema, è ormai "patrimonio" acquisito: una memoria storica dei mafia movie (e del cinema di alcuni autori, in primis Matteo Garrone, citato almeno tre volte), una conoscenza dei meccanismi comici che ne consente il ribaltamento e la variazione, una comprensione dei caratteri che dà spazio al rinnovamento partendo proprio dalla loro riconoscibilità. Ogni attore è utilizzato sulla base delle sue specifiche potenzialità e dello spazio che si è conquistato nell'immaginario collettivo. Ogni battuta fa perno sul ricordo di mille altre, e poi trova la spigolatura innovativa, il piccolo twist intelligente. Si ride senza vergognarsene, si segue il ritmo "in levare" di ogni scena e una comicità che è un susseguirsi di situazioni congruenti pur nella loro demenzialità, non una sequela di gag o di episodi malamente appiccicati l'uno all'altro. Questo non è solo il futuro del cinepanettone, ma il futuro della commedia popolare (all')italiana, quella da largo pubblico e da grasse risate.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
NATALE COL BOSS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
Wuaki.tv
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Premi e nomination Natale col boss

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
2
* * * - -

Spassoso, discreto, ma soprattutto riuscito

sabato 19 dicembre 2015 di Nino Pell.

Film che merita senza dubbio di essere visto in occasione del periodo festivo del Natale e di Capodanno. Il primo tempo, in particolare, è davvero spassoso in quanto in esso si evidenziano in maniera convincente alcune situazioni comiche che mi hanno trasmesso del sano buonumore. Merito del duo comico Lillo e Greg e direi anche e soprattutto dell'attore napoletano che interpreta il ruolo del boss grazie ad una serie di espressioni dialettali decise, dirette e molto umoristiche. La trama è ben giostrata continua »

* - - - -

Banale e noioso

domenica 27 dicembre 2015 di Camillo

La storia narra di questo boss napoletano costretto a cambiare faccia per sfuggire alla polizia. Fa rapire due chirurghi e li costringe a fargli la plastica, ma il boss non viene trasformato in Leonardo Di Caprio, bensì in Peppino Di Capri. Inevitabilmente partirà la caccia ai due medici, che tenteranno di salvare la pelle tra mille disavventure. De Biasi crea un film probabilmente molto meno volgare, rispetto ai cinepanettoni di Vanzina e Parenti, ma il problema è lo stesso: continua »

* * * - -

Ridere fa bene

giovedì 24 dicembre 2015 di Mario Nitti

Il boss è stato fotografato e, per sparire, decide di farsi cambiare i connotati da una coppia di chirurghi estetici. Mentre due sconclusionati poliziotti indagano l’operazione chirurgica ha un esito inatteso: l’equivoco nasce perchè le richieste del boss vengono fraintese così invece che uguale a Di Caprio esce dal bisturi con il volto uguale a Di Capri (Peppino). Ogni tanto è salutare andare al cinema e spegnere il cervello. La commedia è assurda, continua »

* * * - -

Si ride e poi un applauso per peppino di capri

mercoledì 30 dicembre 2015 di enzo70

  Il film di Natale 2015 di De Laurentis rappresenta un punto di svolta per i cinepanettoni. Un po’, ma molto poco, poliziesco, molto, ma molto assaje, anche perché ambientato a Napoli, comico, nella tradizione della commedia italiana basata sul gioco degli equivoci. Due chirurghi plastici, Lillo e Greg, vengono rapiti da un boss della camorra perché gli rifacciano i connotati. Lui, visto che si trova, vuole diventare come Leonardo Di Caprio, loro non capiscono bene continua »

LILLO
"... Ho tolto pane e pasta!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Natale col boss

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 6 aprile 2016

Cover Dvd Natale col boss A partire da mercoledì 6 aprile 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Natale col boss di Volfango De Biasi con Claudio Gregori, Pasquale Petrolo, Francesco Mandelli, Paolo Ruffini. Distribuito da FilmAuro. Su internet Natale col boss (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Natale col boss

Si ride tanto col boss Di Capri

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Quante risate. Lillo&Greg funzionano alla grande nei panni degli imbranati chirurghi chiamati a rifare la faccia a un camorrista. Peccato che fraintendano: così invece che in Leonardo Di Caprio lo trasformano in Peppino Di Capri. Dando modo al mitico cantante di riciclarsi come attore anni dopo i lontani musicarelli. E Peppino merita un encomio: davvero spiritoso nel doppio ruolo di se stesso e del boss. Un plauso anche all'altro duo, Mandelli e Biggio e all'intera compagnia. Da Il Giornale, 17 »

Tra Di Capri e Di Caprio c'è di mezzo solo un bisturi

di Francesco Alò Il Messaggero

Ormai inarrestabili Lillo & Greg. Al secondo ex cinepanettone da protagonisti, alzano ancora di più il livello della commedia di Natale targata Filmauro scrivendo (con De Biasi, Bencivenni, Marioni e Martini) un'esilarante farsa degli equivoci dove sono due - meschini chirurghi plastici costretti a cambiare connotati a un boss camorrista. Lui voleva sembrare Di Caprio. Loro, agitati, non capiscono bene e lo fanno identico al nostro Di Capri. Due poliziotti un po' scemi (Mandelli & Ruffini) indagano maldestramente. »

Surrealismo demenziale e comicità da cinepanettone

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Il divertimento è altrettanto puerile del cinepanettone concorrente, quello " più istituzionale" di Neri Parenti condividendone anche il protagonismo essenzialmente maschile. Ma con significative diversità. Intanto Natale col boss (ma di natalizio non c'è nulla, è solo un titolo che marca il territorio) appartiene a una leva più giovane: Lillo e Greg, Francesco Mandelli, più Paolo Ruffini. La comicità frulla il surrealismo demenziale di Mandelli (benché tenuto a freno, nella sua ascendenza astratta di scuola cabarettistico lombarda, rispetto ai Soliti Idioti) con il gusto parodistico di Lillo e Greg, speziati dalla parlata livornese di Ruffini. »

Di gaffe in gaffe, Lillo & Greg sono la vera risata delle Feste

di Fulvia Caprara La Stampa

Precipitati nell'universo violento della camorra a causa di un'operazione andata male (il boss voleva diventare una copia perfetta di Leonardo DiCaprio e invece si è ritrovato identico a Peppino Di Capri), i due chirurghi plastici Alex e Dino guidano la danza rocambolesca di Natale col boss. Sempre in bilico tra la vita e la morte, riescono di gaffe in gaffe a salvare la pelle e a dedicarsi nuovamente, tralasciando qualsiasi imperativo deontologico, alle bislacche pretese dei loro pazienti. Se il cinepanettone made in De Laurentiis ha avviato, da qualche tempo, un lodevole tentativo di trasformazione, lo si deve e a loro, Lillo & Greg, Pasquale Petrolio e Claudio Gregori, insieme fin dal 1991. »

Natale col boss | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | enzo70
  2° | mario nitti
  3° | nino pell.
  4° | aristoteles
  5° | onufrio
  6° | nick16
  7° | flyanto
  8° | camillo
Nastri d'Argento (2)


Articoli & News
Link esterni
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 16 dicembre 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità