Tutta colpa di Freud

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Tutta colpa di Freud   Dvd Tutta colpa di Freud   Blu-Ray Tutta colpa di Freud  
Consigliato sì!
2,79/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
La storia di un analista alle prese con tre casi disperati, quelli delle sue tre adorate figlie.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Con una leggerezza di tocco mai volgare, Paolo Genovese dirige un cast che funziona senza se e senza ma
Paola Casella     * * 1/2 - -

Uno psicologo cinquantenne, Francesco, è stato lasciato solo dalla moglie ad allevare tre figlie e continua a farlo con grande amore e attenzione nonostante l'ultima abbia già compiuto 18 anni e la prima abbia superato i 30. Le tre figlie sono particolarmente sfortunate in amore: Sara, omosessuale, viene regolarmente lasciata dalle fidanzate quando le cose si fanno serie; Marta, libraia, si innamora di scrittori che non la ricambiano; Emma, maturanda, ha avviato una storia con Alessandro, coetaneo di suo padre e per giunta sposato con Claudia. A complicare ulteriormente le cose, Claudia è l'amore segreto di Francesco, che la incontra ogni giorno ma non osa rivolgerle parola, inizialmente ignaro che sia proprio lei la moglie del fedifrago.
Da un soggetto pensato insieme a Leonardo Pieraccioni (del cui Un fantastico via vai è stato a sua volta coautore) e Paola Mammini, Paolo Genovese ha tratto una sceneggiatura che mette insieme il meglio e il peggio del suo cinema: dal lato positivo ci sono la leggerezza di un tocco mai volgare, alcune battute davvero azzeccate, una costruzione narrativa fresca e la capacità di orchestrare un coro di attori che, nelle sue mani, tirano fuori il meglio. Dal lato negativo la narrazione in voice over sostituisce quella filmica (una voce che parla sopra le immagini non è la stessa cosa di un racconto per voce e immagini), la musica a palla fa da grancassa a tutte le scene clou, e la sitcom americana (per non dire lo spot televisivo) informa ogni sequenza: dunque ogni scena viene "chiusa" con una battuta, un abbraccio, un ammiccamento, un pollice sollevato. Genovese è talmente cosciente di questa compulsione da farne una gag all'interno del suo stesso film, senza però riuscire ad affrancarsene.
Quel che funziona, senza se e senza ma, è il cast, in particolare Anna Foglietta nei panni della lesbica che cerca di cambiare orientamento (ma ricorda agli spettatori che "l'identità sessuale è una cosa seria") e la cui recitazione fisica, in America, avrebbe già fatto di lei una star; e Marco Giallini, sempre più duttile e profondo, capace di sottendere di dolorosa verità anche il più leggero dei dialoghi che lo vedono protagonista.
Funzionano anche la cura che Genovese dedica alla costruzione delle inquadrature e l'agilità del montaggio brillante, anche se entrambi evidenziano "la magagna", ovvero l'effetto schizofrenico fra le capacità del regista-sceneggiatore e le brutte abitudini accumulate sui set pubblicitari, e forse incoraggiate dalle produzioni cinematografiche.
Il giorno in cui Genovese si sarà liberato di certi condizionamenti spiccherà il salto verso la commedia d'autore, per la quale è ampiamente qualificato: basti ricordare i suoi esordi. In particolare, dato che Tutta colpa di Freud fa spesso riferimento alla musica, potrà tenere presente che le scene più efficaci finiscono "in levare", e che l'occasionale affondo comico è cosa assai diversa dall'"uscita" televisiva.

Incassi Tutta colpa di Freud
Primo Weekend Italia: € 2.098.000
Incasso Totale* Italia: € 7.891.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 13 luglio 2014
Sei d'accordo con la recensione di Paola Casella?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
60%
No
40%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Tutta colpa di Freud

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
2
David di Donatello
0
2
* - - - -

Furbo tentativo di meravigliare

lunedì 27 gennaio 2014 di lofamo

Il film è giocato sul furbo tentativo provinciale di meravigliare con l’accettazione acritica di libertà spregiudicate, col superamento aprioristico di criticità di tendenze, sulla ricerca esasperata di ammiccanti atmosfere complici della sceneggiatura e della fotografia, non su idee, su presupposti narrativi d’intelligenza. Gli attori si affidano a cliché vuoti, irreali, avulsi a volte sconsolanti come quello abusato di Gassman, l’aria smarrita della continua »

* * * * *

Fantastico !!!!

venerdì 24 gennaio 2014 di santospago

Per una volta sono d'accordo con la recensione di My movie: un film senza se e senza ma. Veramente una bellissima commedia, ricca e ben costruita. Ritmo pazzesco, non si ferma un attimo, tutte le storie belle ed originali, musiche pazzesche... dopo i cinepanettoni deludenti finalmente un bel film italiano. Nota di merito a se agli attori: Giallini divertentissimo Gassman bravissimo Puccini in grande forma Foglietta esilarante Marchioni bravissimo  continua »

* - - - -

Non ci siamo!

venerdì 24 gennaio 2014 di tonict

Commediola da quattro soldi, che nulla dà e nulla toglie a chi la vede. Due (inutili) ore di film per costruire tre storie che potevano benissimo essere inserite in 90 minuti di un teen movie qualsiasi. Unica nota positiva per l'interpretazione di Marchioni del ragazzo sordomuto, emozionante e convincente, purtroppo svilita dal contesto generale della pellicola. Per il resto Giallini, Gassman e la Gerini fanno il loro, prestazioni d'esperienza che non meritano nè applausi nè continua »

* * * * *

Una bellissima commedia corale

venerdì 24 gennaio 2014 di angelo76

Finalmente una bellissima commedia corale. Era parechio che non uscivo sodisfatto dal cinema. La storia è quella di un padre Marco Giallini (bravissimo) alle prese con le sue tre figlie ( foglietta puccini adreani altrettanto brave). Il film è pieno di idee e di trovate , diverte molto e nel finale ci si emoziona molto.  Gassman e gerini in un bel ruolo da coppia quarantenne scoppiata  continua »

vittoria Puccini
"L'amore ha i denti, i denti mordono. Fanno male, lasciano cicatrici. E quelle cicatrici non svaniscono più..."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
vittoria puccini
sono qui per dirti una cosa a proposito di te e di me,le parole dovrebbero unire ma se non è cosi possiamo farne a meno, io posso smettere di parlare o posso imparare la tua lingua ma a prescindere dai suoni, dai silenzi dai rumori , da qualunque forma di comunicazione IO TI VOGLIO
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Anna Foglietta
"Guarda, io vorrei tanto farti salire e dartela subito, ma siccome il mio analista sostiene che voi siete quasi tutti stronzi, allora preferirei aspettare e magari dartela la prossima volta se per te non è un problema."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Tutta colpa di Freud

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 15 maggio 2014

Cover Dvd Tutta colpa di Freud A partire da giovedì 15 maggio 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Tutta colpa di Freud di Paolo Genovese con Marco Giallini, Vittoria Puccini, Anna Foglietta, Vinicio Marchioni. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Tutta colpa di Freud (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 13,20 €
Prezzo di listino: 16,50 €
Risparmio: 3,30 €
Aquista on line il dvd del film Tutta colpa di Freud

SOUNDTRACK | Tutta colpa di Freud

La colonna sonora del film

Disponibile on line da giovedì 20 febbraio 2014

Cover CD Tutta colpa di Freud A partire da giovedì 20 febbraio 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Tutta colpa di Freud del regista. Paolo Genovese Distribuita da Sony Music. Su internet il cd Tutta colpa di Freud è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 14,90 €
Prezzo di listino: 17,70 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film Tutta colpa di Freud

APPROFONDIMENTI | Torna al cinema con 'Tutta colpa di Freud' uno dei rappresentanti del Brizz Pack.

Paolo genovese

mercoledì 22 gennaio 2014 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Paolo Genovese Paolo Genovese, classe 1966, ha fatto il botto con Immaturi, diretto in solitaria nel 2011, quasi 16 milioni di euro d'incasso. Non veniva dal nulla, avendo lavorato in coppia con Luca Miniero per quasi tutto il decennio precedente. Questa politica degli autori è dedicata a lui in occasione dell'uscita in sala di Tutta colpa di Freud, ma potrebbe essere rivolta all'ex sodale semplicemente cambiando nome e titoli, dato che non sapremmo individuare una reciproca "cifra stilistica personale". E allora perché questa riflessione, direte voi? Semplice: Miniero (per intenderci regista dei due blockbuster Benvenuti al Sud e Benvenuti al nord e del recentissimo modestissimo Un boss in salotto) e Genovese fanno parte a pieno titolo del Brizz Pack, il fenomeno "collettivo" e commerciale più interessante del cinema italiano del nuovo millennio.

   

GALLERY | La nuova commedia di Paolo Genovese. Dal 23 gennaio al cinema.

La locandina

venerdì 20 dicembre 2013 - Chiara Renda

Tutta colpa di Freud, la locandina Dopo Immaturi e Una famiglia perfetta, il regista Paolo Genovese punta ancora su una storia corale, interpretata da un cast stellare e nata da un soggetto firmato con Leonardo Pieraccioni e Paola Mammini. È una famiglia il principale protagonista di Tutta colpa di Freud, di cui vediamo la locandina in esclusiva su MYmovies.it. La storia è quella di un analista, Francesco Taramelli (Marco Giallini) alle prese con tre casi disperati, le sue figlie: una libraia (Vittoria Puccini) che si innamora di un ladro di libri; una gay (Anna Foglietta) che decide di diventare etero; e una diciottenne (Laura Adriani) che perde la testa per un cinquantenne (Alessandro Gassman).

   

Freud non basta per andar oltre la tv

di Alessandra Levantesi La Stampa

Al pari di Luca Miniero e Fausto Brizzi, Claudio Genovese è un regista di commedie che il pubblico (come si deduce dall'ottimo botteghino di Un boss in salotto) predilige. In quest'ottica dovrebbe funzionare bene anche Tutta colpa di Freud, dove il barbuto psicoanalista Marco Giallini si trova alle prese con tre figlie adorate e i loro problemi di cuore: Vittoria Puccini che si invaghisce sempre dell'uomo sbagliato, l'omosessuale Anna Foglietta che decide di riciclarsi con i maschi e la diciottenne Laura Adriani innamorata del cinquantenne Alessandro Gassman, marito della bella Claudia Gerini sui cui, guarda caso, Giallini ha messo gli occhi. »

Così si ride alle spalle di Freud

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Spiritosa, intelligente commedia, per di più priva di volgarità. Unico difetto: un po' troppo lunga. L'architetto divorziato Marco Giallini è intenzionato a mettere ordine nella vita sentimentale delle tre figlie. La lesbica (poco convinta) Anna Foglietta, la romantica libraia Vittoria Puccini e la scalpitante diciottenne Laura Adriani, in flirt con l'architetto Alessandro Gassman, coetaneo di papà. Dialoghi brillanti e attori intonati. Che volere di più di questi tempi? Da Il Giornale, 24 genn »

Tre casi limite per uno psicanalista ma il paziente è lui

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Paolo Genovese esce contemporaneamente con romanzo e film, nati evidentemente insieme. Parliamo del film. Le potenzialità della commedia romantico-brillante ci sono tutte . Uno psicanalista cinquantenne romano (ma Marco Giallini rifugge con puntiglio ogni vezzo romanesco) lasciato dalla moglie da molti anni, ha dato tutto se stesso alla crescita di tre figlie: Sara (Anna Foglietta) che non è più sicura di essere lesbica, Marta libraia sognatrice (Vittoria Puccini) e la piccola Emma (Laura Adriani) pericolosamente innamorata di un coetaneo di papà, architetto che ha ripiegato su un lavoro di routine per un grande magazzino (Alessandro Gassmann). »

Giallini psicanalista perduto la commedia profuma di vero

di Francesco Alò Il Messaggero

Un padre, tre figlie, parecchi problemi. Lui (grande Marco Giallini) è un morigerato psicanalista 50enne senza una donna da ben 18 anni. Loro sono: la libraia timidissima Marta (delicata Vittoria Puccini), l'adolescente con fidanzato 50enne Emma (vivace Laura Adriani) e la lesbica che vuol diventare etero Sara (gigantesca Anna Foglietta). In una Roma elegante e soffusa vedremo figlie e papà in cerca d'amore e spesso in preda all'errore. Dopo gli irritanti Immaturi Genovese cresce confezionando una commedia tra Verdone ed Allen con un sottilissimo Giallini dalla barba coltivata che non t'aspetti (di solito gli affidano ruoli più brutali e rock) e una Foglietta irresistibilmente vispa come una giovane Emma Thompson (col capello corto, è identica alla star inglese). »

Tutta colpa di Freud | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | lofamo
  2° | il beppe nazionale
  3° | nino pell.
  4° | metz81vr
  5° | angelo76
  6° | santospago
  7° | daniele frantellizzi
  8° | mickey97
  9° | zia abby
10° | vapor
11° | enzo70
12° | ultimoboyscout
13° | trammina93
14° | cizeta
15° | angelo bottiroli - giornalista
16° | chiccoespillo
17° | lupo67
18° | flyanto
19° | farwell
20° | pascale marie
21° | melvin ii
22° | ggmymovies
23° | tonict
Nastri d'Argento (2)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Facebook
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità