Due giorni, una notte

Acquista su Ibs.it   Dvd Due giorni, una notte   Blu-Ray Due giorni, una notte  
Un film di Luc Dardenne, Jean-Pierre Dardenne. Con Marion Cotillard, Fabrizio Rongione, Pili Groyne, Simon Caudry, Catherine Salée.
continua»
Titolo originale Deux Jours, Une Nuit. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 95 min. - Belgio 2014. - Bim Distribuzione uscita giovedì 13 novembre 2014. MYMONETRO Due giorni, una notte * * * 1/2 - valutazione media: 3,66 su 57 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,66/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * * -
 pubblico * * * - -
Una donna, per non perdere il posto di lavoro, deve convincere i colleghi a rinunciare ai loro bonus.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Riportando al centro del loro cinema il tema del lavoro i Dardenne danno voce a personaggi veri senza far nulla per edulcorare la realtà
Giancarlo Zappoli     * * * 1/2 -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Sandra ha un marito, Manu, due figli e un lavoro presso una piccolo azienda che realizza pannelli solari. Sandra 'aveva' un lavoro perché i colleghi sono stati messi di fronte a una scelta: se votano per il suo licenziamento (è considerata l'anello debole della catena produttiva perché ha sofferto di depressione anche se ora la situazione è migliorata) riceveranno un bonus di 1000 euro. In caso contrario non spetterà loro l'emolumento aggiuntivo. Grazie al sostegno di Manu, Sandra chiede una ripetizione della votazione in cui sia tutelata la segretezza. La ottiene ma ha un tempo limitatissimo per convincere chi le ha votato contro a cambiare parere.
I Dardenne fecero il loro esordio con un lungometraggio di finzione nel panorama cinematografico mondiale nel 1996 con La promesse in cui si trattava il tema del lavoro clandestino. Con il successivo Rosetta tornarono ad affrontare l'argomento occupazione conquistando non solo una Palma d'oro a Cannes ma anche e soprattutto una legge a tutela del lavoro giovanile che prese il nome del film in quanto originata dalle discussioni che in Belgio questo aveva suscitato. Sono solo due esempi dell'attenzione portata all'argomento dai due registi che ora torna al centro del loro cinema. Gli appassionati (cinefili e non) ricorderanno certo lo straordinario esordio di Sidney Lumet dietro la macchina da presa. Si intitolava La parola ai giurati e in esso Henry Fonda doveva convincere una giuria, in gran parte favorevole a una condanna per parricidio, a mutare parere. La condanna che i Dardenne individuano oggi è quella, endemica, della perdita del posto di lavoro. Venute meno le tutele, con l'assenza nelle piccole aziende del nucleo sindacale, le decisioni restano appannaggio dei proprietari. Oppure, come in questo caso, possono essere subdolamente delegate a una guerra tra poveri che spinga ognuno a guardare ai propri bisogni azzerando qualsiasi ideale di solidarietà. Quella solidarietà che i due registi riescono ancora a rinvenire nella famiglia (quella di Sandra con un marito solido al fianco e i bambini che l'aiutano a individuare gli indirizzi dei colleghi da cercare per convincerli a cambiare decisione). Anche se non per tutti è così. Il percorso della protagonista ci pone di fronte alle situazioni più diverse: c'è chi si nega, chi ha paura, chi ricorda un suo gesto di generosità del passato. Le etnie di provenienza sono le più diverse ma il senso di insicurezza profonda accomuna tutti. I Dardenne non hanno mai edulcorato la loro rappresentazione della realtà e non lo fanno neppure in questa occasione. C'è chi cambia idea così come c'è chi si irrigidisce ancora di più. Poi c'è Sandra. Questa giovane madre incline al pianto e alla disistima di se stessa che nella sua ricerca di consensi ritrova progressivamente la forza di reagire senza umiliarsi, di chiedere comprensione per sé conservandola per gli altri. Sono così i personaggi dei Dardenne. Veri perché fragili. Veri perché umani.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
DUE GIORNI, UNA NOTTE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
Wuaki.tv
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Premi e nomination Due giorni, una notte

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
European Film Awards
1
0
Cesar
0
2
BAFTA
0
1
* - - - -

Una vergogna

lunedì 24 novembre 2014 di Lanco

Una vergogna che questo filmetto sia stato recensito con giudizi sufficienti e valutazioni tanto lusinghiere. Basta chiedere a coloro che hanno avuto la sventura di averlo visto. La storia: potrebbe essere originale, ma soltanto se fosse stata ambientata agli inizi del secolo scorso, cioè all'inizio delle lotte sindacali e anche a quel tempo soltanto ove la contrapposizione tra il licenziamento di un lavoratore con un bonus a favore degli altri fosse stata diversamente motivata. Così continua »

* * - - -

Altro che jobs act...

mercoledì 26 novembre 2014 di Writer58

Prima di scrivere queste righe, ho dato un'occhiata in rete alle leggi sul lavoro in Belgio. Sembra che in quel paese il lavoratore non possa essere reintegrato, tranne nel caso di licenziamenti palesementi discriminatori.In tutti gli altri casi si versa un indennizzo proporzionale all'anzianità di servizio. Ciò solleva un primo problema. Nel film dei fratelli Dardenne "Due giorni, una notte", l'indennizzo è proposto, sotto forma di bonus, non a Sandra,l'operaia che l'azienda intende licenziare, continua »

* * * * -

Crisi e denaro lacerano le relazioni umane.

domenica 16 novembre 2014 di ashtray_bliss

Crudo, schietto, ruvido proprio come e' la realta che viviamo sulla nostra pelle, specialmente da quando la catastrofica crisi economica ha bussato alla nostra porta. Mettendo a dura prova noi ma di conseguenza anche le relazioni umane che ne derivano. Un'analisi cristallina e chirurgica di come il potere dei soldi in tempi di crisi, come una bilancia e' in grado di pesare a discapito del valore umano e del suo potenziale ma a favore dei soldi. Questo e' il sunto di questa opera continua »

* * * * -

"ci siamo battuti bene"

sabato 22 novembre 2014 di Veronica C

 Insinuare lo sguardo in uno spioncino per aver l’occasione di osservare dal di fuori la vita che scorre autentica; esserne risucchiati di nuovo all’interno, in un vortice di emozionalità che non nasce dal dramma incalzato, ma da un puro realismo. E’ il breve sunto di ciò che accade allo spettatore di fronte ad uno qualsiasi dei film dei fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne, maestri indiscussi del cinema belga, che del Belgio superano con naturalezza i confini, continua »

marion a fabrizio e viceversa
"Ti importa se non facciamo più l'amore da quattro mesi?"
"Sì, ma so che lo rifaremo."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
marion a fabrizio e viceversa
"Ti importa se non facciamo più l'amore da quattro mesi?"
"Sì, ma so che lo rifaremo."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Due giorni, una notte

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 16 aprile 2015

Cover Dvd Due giorni, una notte A partire da giovedì 16 aprile 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Due giorni, una notte di Luc Dardenne, Jean-Pierre Dardenne con Marion Cotillard, Olivier Gourmet, Catherine Salée, Fabrizio Rongione. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Due giorni, una notte (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Due giorni, una notte

Cotillard, un'eroina nel mondo del lavoro che non la vuole più

di Roberto Nepoti La Repubblica

Ci hanno appena certificato che i "padroni" non esistono più; ed ecco venir fuori i fratelli Dardenne, così disinformati sulla novità da mettere al centro del loro nuovo film proprio un padrone e i suoi operai, in una piccola fabbrica francese con meno di venti impiegati. Il soggetto è lineare; però i cineasti belgi (due Palme d'Oro a Cannes per Rosetta e Le fils) lo svolgono con la tensione di un "suspenser" - tanto che non è nemmeno il caso di raccontarne tutti gli sviluppi - tenendoti in allerta su come andrà a finire quasi si trattasse di un film di Hitchcock. »

Dardenne e Cotillard la crisi senza retorica

di Alessandra Levantesi La Stampa

Per alcuni i fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne sono bravi, ma fanno sempre lo stesso film; per altri, e speriamo di essere i più, i due fratelli belgi sono artisti ispirati che non sbagliano mai il colpo. Trascurato dalla giuria di Cannes, Due giorni, una notte è una pellicola perfettamente calibrata che trova il suo magico centro in una Marion Cotillard di straordinaria sensibilità e naturalezza nei panni di un'operaia rimasta senza posto dopo una lunga assenza causa depressione. E' successo che nel referendum proposto dalla direzione agli operai della piccola fabbrica (sedici in tutto) hanno vinto i voti a favore di un premio di produzione di mille euro contro il licenziamento di lei. »

Marion e l'angoscia dei precari

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Originale, ostinatamente ripetitivo dramma dei fratelli Dardenne, cantori della quotidianità più deprimente. Belgio, venerdì. E angosciata Sandra, un marito e due bambini, licenziata dalla piccola azienda. Lunedì mattina i sedici colleghi voteranno: solo se rinunceranno ai mille euro di bonus, sarà reintegrata. Ha due giorni per convincerne almeno nove. La dolente Marion Cotillard suona a quattordici porte. Per fortuna non era una ditta con cento dipendenti. Da Il Giornale, 13 novembre 2014 »

Due giorni, una notte | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | ashtray_bliss
  3° | veronica c
  4° | maria cristina nascosi sandri
  5° | leonidaxx
  6° | vanessa zarastro
  7° | antonietta dambrosio
  8° | nerone bianchi
  9° | fabiofeli
10° | pepito1948
11° | cesare premi
12° | howlingfantod
13° | no_data
14° | antonietta dambrosio
15° | marcellodangelo1979
16° | filippo catani
17° | amgiad
18° | catcarlo
19° | giulia mazzarelli
20° | andrea kihlgren
21° | andrea kihlgren
22° | andrejuve
23° | luca scial�
24° | stefano capasso
25° | guidobaldo maria riccardelli
26° | flyanto
27° | angelo umana
28° | enrico danelli
29° | gianleo67
30° | dromex
31° | zarar
32° | mafaldita22
33° | romass
34° | eugenio
35° | lanco
Premio Oscar (1)
European Film Awards (1)
Cesar (2)
BAFTA (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 13 novembre 2014
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità