Lincoln

Film 2012 | Biografico +13 150 min.

Regia di Steven Spielberg. Un film Da vedere 2012 con Daniel Day-Lewis, Sally Field, David Strathairn, Joseph Gordon-Levitt, James Spader. Cast completo Genere Biografico - USA, India, 2012, durata 150 minuti. Uscita cinema giovedì 24 gennaio 2013 distribuito da 20th Century Fox. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 4,01 su 166 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Lincoln
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Tratto da "Team of Rivals" del drammaturgo Tony Kushner, il film racconta la storia di Lincoln nel periodo dell'abolizione della schiavitù degli afroamericani. Il film ha ottenuto 18 candidature e vinto 2 Premi Oscar, 1 candidatura a David di Donatello, 7 candidature e vinto un premio ai Golden Globes, 12 candidature e vinto un premio ai BAFTA. In Italia al Box Office Lincoln ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 6,4 milioni di euro e 2 milioni di euro nel primo weekend.

Lincoln è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,01/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 3,71
PUBBLICO 3,32
ASSOLUTAMENTE SÌ
Lincoln come Spielberg, narratore di una storia che è lezione di politica e di cinema.
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 21 gennaio 2013
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 21 gennaio 2013

Negli ultimi quattro mesi della sua vita, Abraham Lincoln cambiò la storia dell'umanità ponendo legalmente fine alla schiavitù dei neri d'America. L'ottenimento dell'approvazione del 13° Emendamento in discussione alla Camera dei Rappresentanti richiese una battaglia ardua ed estenuante, condotta contro il tempo e nell'ambito di una devastante guerra civile: una guerra nella guerra che lo coinvolse totalmente, come Presidente, come padre, marito e come uomo.
Al cinema, come nella letteratura, esistono due grandi strade: da un lato ci sono le pellicole che si lasciano impressionare, evitando il più possibile d'intervenire sulla realtà, e dall'altro ci sono le pellicole che impressionano, costruendo una narrazione ad hoc. Che il cinema di Spielberg appartenga a questa seconda categoria non è un mistero, eppure questa volta, più che in precedenza, quest'appartenenza è ribadita apertamente. "Noi siamo balenieri", dice Lincoln, citando uno dei maggiori romanzi americani, quel "Moby-Dick" che narra appunto di una missione che non dà scampo, che non si può abbandonare nemmeno di fronte alle richieste più razionali (qui neppure davanti all'ipotesi della cessione immediata di un conflitto che ha già versato una quantità disumana di sangue). Inoltre, nel caso non fosse abbastanza chiaro, Spielberg fa di Lincoln un racconta storie, ovvero un narratore, qualcuno che, per analizzare la realtà, ha bisogno di passare dal filtro dotato di ordine e di senso del racconto.
Con l'aiuto fondamentale della sceneggiatura di Kushner (già autore del meraviglioso Munich), il regista ci invita dunque dentro un grande romanzo, dove ogni personaggio ha il suo momento ma tutti convergono come falene verso un'unica luce, emanata dal protagonista. L'impresa, tentata e superata, è quella di rendere intima e interiore una questione di giustizia e di politica universale. Man mano che il film si dipana, infatti, appare sempre più evidente come per Lincoln, che all'epoca dei fatti era già un leader molto amato, far passare l'emendamento non fosse un obiettivo accessorio né il frutto di una fortunata coincidenza: ne andava della sua identità storica e privata, dice il film, che sovrappone alla perfezione i piani.
Come un dagherrotipo, che richiede un certo tempo di esposizione, Lincoln abbisogna di tutta la sua durata per restituire un ritratto integro, che, prima che di un uomo, è soprattutto il ritratto di una visione politica. Una visione che combina idealismo e realpolitik, illuminando due fattori fondamentali: da un lato, la statura eccezionale dell'essere umano (che in termini cinematografici si traduce nella scelta di un attore come Daniel Day-Lewis), dall'altro la capacità di guardare al di là delle convenienze (è suo figlio forse diverso dagli altri figli, che sta sacrificando sul campo come mosche?) e di usare quasi ogni mezzo, se il fine è di natura superiore.
Non si può, perciò, pensare che il film di Spielberg non parli, oltre che del passato, anche al presente e al futuro.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
LINCOLN
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 29 gennaio 2013
Antonio Montefalcone

Nel ridimensionare la statura iconica dello statista, dell’uomo alle prese con complicate e difficili relazioni con i componenti della propria famiglia; si fa di lui la sofferta metaforadella necessità di rapportarci con le nostre idee e di agire per il loro concretizzarsi. La fedeltà ad esse non è solo la ferrea linea di condotta di Lincoln e il segreto del suo successo, [...] Vai alla recensione »

martedì 29 gennaio 2013
Antonio Montefalcone

C’è un grande paradosso nell’ultimo magnifico film di Spielberg: l'immagine della Storia è rivelata principalmente da ciò che meno la contraddistingue: il suono, la voce, il verbo umano. E la parola è quella del 16° Presidente americano, Abraham Lincoln. E’ l’efficace allegoria di questa pellicola, una potente e interessante opera che concentrandosi sulla centralità della politica, affidandosi alla [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 giugno 2015
sergio dal maso

“La schiavitù o altra forma di costrizione personale non potranno essere ammesse negli Stati Uniti, o in luogo alcuno soggetto alla loro giurisdizione, se non come punizione di un reato per il quale l’imputato sia stato dichiarato colpevole con la dovuta procedura”  XIII emendamento,31 gennaio 1865   In un’epoca in cui l’attività politica è [...] Vai alla recensione »

sabato 23 febbraio 2013
ANDREA GIOSTRA

Lincoln (2012.)Il 31 gennaio del 1865,con 119 voti a favore e 56 voti contrari,il Presidente degli Stati Uniti d’America,Abrahan Lincoln,firmava,insieme ai presidenti di Camera e Senato,il XIII Emendamento alla Costituzione che abolì ufficialmente e proibì per sempre la schiavitù. Uno straordinario ed estremamente convincente Daniel Day-Lewis interpreta magnificamente l’Uom [...] Vai alla recensione »

mercoledì 7 agosto 2013
Nik Deco

Questo è il nuovo kolossal del miglior regista attualmente in circolazione. Un film che va totalmente oltre l'opulenza e le formalità della società americana del tempo, pur rimanendo, come direbbe la meravigliosa Streep di "The Iron Lady", "in piedi, saldi sui nostri principi". I principi di un uomo che si innalza sopra le barriere della figura di presidente per assumersi un fardello che pochi altri [...] Vai alla recensione »

domenica 20 gennaio 2013
donni romani

Stilisticamente impeccabile, tecnicamente magistrale - luci, scene, costumi e fotografia da Oscar - politicamente corretto e misurato, se fosse un documentario della History Channel il "Linclon" di Spielberg sarebbe un capolavoro, ma la magia del cinema dov'è? Nell'epopea che racconta la ratifica del XIII Emendamento che nel 1865 abolirà la schiavitù dei neri [...] Vai alla recensione »

sabato 23 febbraio 2013
ANDREA GIOSTRA

Lincoln (2012.)Il 31 gennaio del 1865,con 119 voti a favore e 56 voti contrari,il Presidente degli Stati Uniti d’America,Abrahan Lincoln,firmava,insieme ai presidenti di Camera e Senato,il XIII Emendamento alla Costituzione che abolì ufficialmente e proibì per sempre la schiavitù. Uno straordinario ed estremamente convincente Daniel Day-Lewis interpreta magnificamente l’Uomo Lincoln che cambiò le [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 gennaio 2013
joker 91

Il Lincoln di Spielberg è senza ombra di dubbio un film di mestiere. L'uso della macchina da presa,le inquadrature e le musiche di Williams che alla lunga ricordano Ryan ci rimandano perfettamente allo Steven autore. Il film è molto al di dotto dei suoi due capolavori che gli hanno regalato l'oscar,tuttavia va apprezzata la grandissima interpretazione di un genio della recitazione come Day-Lewis,la [...] Vai alla recensione »

martedì 29 gennaio 2013
michela papavassiliou

Essere adatto alla epoca che gli era toccata di vivere.  Questa era una delle domande che Lincoln si poneva sempre. La storia ha decretato che lo fu, sopra ogni altro, adatto al suo tempo. Splendida la ricostruzione biografica di Steven Spielberg in questa pellicola targata Usa India 2012. Un ritratto questo di un uomo carismatico, profondamente introspettivo e dotato di sofisticate abilita' [...] Vai alla recensione »

domenica 27 gennaio 2013
francesca50

Tornata dalla visione di questa opera tengo a precisare che, pur non disprezzandolo, lo ritengo con una sceneggiatura troppo complessa, perlomeno nella prima parte. Cercare di far penetrare allo spettatore le trame politiche del Presidente e del congresso americano richiedeva, a mio parere, qualcosa di diverso. La prima parte mal si comprende e il film risulta noioso.

mercoledì 30 gennaio 2013
ollipop

film di non facile comprensione per l'alta complessità narrativa ma anche per una ricerca quasi spasmodica della perfezione. perfetti i personaggi perfette le inquadrature perfetto l'uso della macchina da presa perfetta la recitazione ma in questo quadro a mio parere manca quel coinvolgimento che non arriva mai ; sei spettatore passivo e non scatta mai quella scintilla interiore che poi è passione [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 gennaio 2013
Mirko77

Lincoln di Spielberg è un film dai dialoghi serrati, ambientato quasi tutto in interni,  incetrato sul dualismo Realpolitik-valori ideali universali. O meglio, il nucleo centrale di senso  da cui si dipana la sceneggiatura, prende forma dalla domanda: è giusto seguire sentieri discutibili per raggiungere il grande sogno? Per Lincoln (Daniel Day-Lewis), sì.

domenica 27 gennaio 2013
Tricky05

Quando si decide di girare un film su Licoln e quindi sull'abolizione della schiavitù subito si pensa ad un colossal, ad un capolavoro, ad un'opera cinematografica di indiscusso valore che merita riconoscimenti e premi, etc. etc. In realtà, per me il lavoro di Spielberg non è riuscito nel suo intento e non è stato all'altezza dell'importanza del tema trattato.

venerdì 25 gennaio 2013
natadiluglio

La prima parte del film parte con toni bassi, per un terzo è quasi "noioso", come pare che venisse ritenuto l'uomo Lincoln, di cui più volte si dice che andava lentamente, che temporeggiava. Poi Spilberg ce lo fa conoscere : toni dimessi, fronte abbassata, sguardo pensoso e lontano. Ma una singolare propensione a raccontare episodi, a riempire i propri discorsi di storielle, [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 gennaio 2013
Zoom e Controzoom

Difficile esprimere un parere motivato che non sia almeno in parte in linea con una delle 9 nomination per l’Oscar. Interessandomi di struttura tecnica che crea i film, ero incuriosita “professionalmente” per capire come una struttura che si avvale di tanto “parlato”, può non essere tanto teatrale da far scappare gli spettatori senza aspettare la fine delle 2 ore [...] Vai alla recensione »

martedì 5 febbraio 2013
84Peppe

Il film è un film. Perfetto come un ingranaggio di un orologio artigianale costruito in Svizzera. Fotografia, Montaggio e Sceneggiatura perfette. La regia? Spielberg è Spielberg, sa come funziona il sistema cinema, pure troppo. Il protagonista, un Daniel Day Lewis somigliantissimo al 16esimo presidente, ci va a nozze in questi ruoli da one man show, sono i suoi film.

domenica 27 gennaio 2013
KillBillvol2

Spielberg punta all' oscar con questo film in costume, stilisticamente perfetto e girato magistralmente come ci saremo aspettati da un regista di questo calibro, che si serve inoltre di un Daniel Day- Lewis  camaleontico, inquietante da quanto è identico al famoso presidente. Ma tutto questo basta? Sì e no. Non c' è molto da dire sul punto di vista tecnico, su quello [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 maggio 2013
Hitman97

Spielberg ci insegna, attraverso un film che narra la frenetica lotta per abolire la schiavitù da parte del 16° presidente degli Stati Uniti d'America, Abramo Lincoln. Ci insegna come cinema e politica possano essere legate tra di loro attraverso un lungometraggio di ben 150 minuti (sufficienti per sostenere l'intera trama e non particolarmente pesanti)che raccontano la fatica di un Grande uomo che [...] Vai alla recensione »

martedì 5 febbraio 2013
pepito1948

Lincoln che, seduto su una cassa, discorre informalmente con due soldati nordisti neri, che si sdraia per terra vicino al figlioletto addormentato, che passeggia in pantofole o avvolto in una modesta sciarpa in una disadorna Casa Bianca, che dialoga con i suoi raccontando apologhi e storielle per fortificare la sua persuasività. Ma anche il gigante che lotta come un Achab contro un pregiudizio [...] Vai alla recensione »

domenica 3 febbraio 2013
ennas

Girare anche un solo stralcio della vita di uno statista come Lincoln,  icona della storia americana e mondiale è un compito difficile. Il regista Spielberg sceglie per questo film la strada di uno stile rigoroso: nella sceneggiatura, nella fotografia, nel colore, nei dialoghi, per mostrarci l’ultimo tratto di questa vita di un “Presidente “ che ha inciso fortemente [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 gennaio 2013
Riccardo T.

  Gennaio 1865. La Guerra di secessione americana prosegue da 4 anni lacerando e dividendo il paese. Il presidente Lincoln appena rieletto, comprende che l’unica soluzione per il termine della guerra sia l’approvazione del tredicesimo emendamento, legge che abolirebbe per sempre la schiavitù.   12 Nomination all’Oscar e favorito d’obbligo della serata dei [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 maggio 2013
Filippo Catani

Abramo Lincoln è passato attraverso la durissima Guerra di Secessione. Una volta eletto per un nuovo mandato decide di voler fare approvare un tredicesimo emendamento alla costituzione; l'abolizione della schiavitù. Per fare questo sarà necessario ottenere una maggioranza di due terzi e il presidente non esiterà a ricorrere a compromessi pur di riuscire nel suo intento. [...] Vai alla recensione »

lunedì 25 febbraio 2013
gpistoia39

Il film è bello perchè tratta in modo verosimile dei fatti accaduti nel 1865. Fatti per noi italiani, lontani due volte. Prima volta perchè il tempo va indietro di 148, neppure mio nonno era ancora nato e se lo era lo era da poco. Secondo perchè non tutti noi conosciamo la stori Americana, se non per grandi linee, studiate a scuola.

martedì 12 febbraio 2013
catcarlo

Era un film a rischio, ‘Lincoln’, così a rischio di scivolare nella retorica da farsi prendere con le molle malgrado il plauso generale. Sia la retorica statunitense in generale – la tendenza a stelle e strisce a lodarsi, e pure imbrodarsi, è conosciuta – sia quella di Spielberg in particolare, regista che ha tra i suoi non molti difetti proprio il calcare la mano [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 gennaio 2013
owlofminerva

Due cose uguali ad un’altra, sono uguali fra di loro, lo diceva Euclide 2000 anni prima che il gigante dell'America con la tuba, Abraham Lincoln invocasse quella massima di correttezza, di giustizia per applicarla al 13° emendamento della costituzione. Il nero è uguale al bianco dinanzi alla legge. Steven Spielberg racconta gli ultimi quattro mesi di vita del presidente [...] Vai alla recensione »

mercoledì 24 gennaio 2018
samanta

La guerra civile americana scoppiò non solo a causa il problema dell'abolizione dellaschiavitù dato che in alcuni stati che combatterono nell'Unione vi era una legislazione schiavista ma anche per motivi di diversa cultura, di diversa economia gli stati del Sud erano esportatori di prodotti agricoli e favorevoli al libero commercio, mentre quelli del Nord industriali erano favorevoli [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 febbraio 2013
Xprince

Andiamo dritti al sodo: Lincoln è un capolavoro! Diffidate da chi vi sconsiglia questo film definendolo "lento", "pesante" o "noioso". E' chiaro che, nonostante la vicenda sia avvenuta durante la guerra di secessione, gli scontri a fuoco e le battaglie cruente fanno solo da cornice alla vicenda centrale, ovvero il tredicesimo emendamento.

mercoledì 30 gennaio 2013
Guitar1955

Perchè Lincoln ha ricevuto questo fiume di critiche entusiastiche ed una valanga di nominations ?  Mi piacerebbe scoprirlo, per ora brancolo bel buio ! Ho amato il cinema da sempre ! Ho cominciato da bambino seguendo i classici in bianco e nero in tv, frequentando assiduamente i cinema d'Essai negli anni '70 ed in seguito cercando di frequentare il "Cinema" in ogni suo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 29 maggio 2013
Zummone

Un film su Abramo Lincoln. Un film di Steven Spielberg. Ma non è un'agiografia, nè una biografia a tutti gli effetti. E, lo diremo subito, è certamente un bel film. La pellicola del Re di Hollywood, ormai uno dei produttori e registi più potenti della Mecca del cinema, si concentra su un pezzo breve e poco conosciuto della vita, del celebre presidente. [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 febbraio 2013
Daniele Frantellizzi

Splendido affresco di un Personaggio storico, di un Presidente, di un Uomo, di una Nazione, di un Popolo, di un’Epoca, di una Battaglia (politica, e non solo), di una Civiltà, di un’Idea...ma soprattutto di una Conquista Storica e Sociale di portata grandiosa. Il Lincoln di Spielberg è tutto questo, e forse anche di più: una pellicola che affascina, incanta, coinvolge, [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 febbraio 2013
Clion

Io sono rimasta positivamente colpita da questo film. Daniel Day-Lewis è magistrale nel mostrarci la storia e le difficoltà di un uomo che ha dovuto affrontare una delle più grandi crisi dell'unità americana. Spielberg ci racconta l'America fangosa e insanguinata della Guerra di Secessione ma nel film non si vedrà molto della battaglia nei campi, ci si concentrer&a [...] Vai alla recensione »

domenica 10 febbraio 2013
eep

Avevo letto sull'"Washington Post" una recensione critica del film,ovvero che Spielberg, alla fine, non si era deciso tra l'epica e il documentario.Ora che l'ho visto dico che non c'è riuscito perchè non intendeva fare nessuno dei due.Lincoln è più di tutto un film potente, disincantato e idealista allo stesso tempo(e già qui sta il genio di Spielberg) che racconta senza orpelli ma non in maniera asettica [...] Vai alla recensione »

sabato 9 febbraio 2013
maria63

Un film di 150 minuti su cotanto personaggio storico può inquietare lo spettatore:niente paura!Raramente i minuti trascorrono più lievemente.Il protagonista attrae subito l'attenzione e lo conduce attraverso una rievocazione che apertamente induce a confrontarsi con il presente.Il regista si tiene fuori da giudizi di parte,questa fu la realtà,questi furono i fatti.

sabato 13 luglio 2013
Nick Simon

Più che un film sul 16° Presidente degli Stati Uniti, l'opera di Steven Spielberg è una risoluta rievocazione di ciò che ha reso Abramo Lincoln una personalità storica virtuosa ed eterna: l'abolizione della schiavitù. La pellicola infatti svela i macchinosi meccanismi politici americani e racconta le faticose trattative che portarono all'approvazione [...] Vai alla recensione »

domenica 27 gennaio 2013
Flyanto

 Film biografico sugli ultimi anni di vita ed attività politica del presidente americano Abraham Lincoln che si batté sino all'ultimo per l'abolizione della schiavitù della popolazione nera negli Stati Uniti e per darle il diritto a voto, appannaggio sino ad allora soltanto della popolazione bianca. Molto ben girato, forse dotato di qualche lungaggine di troppo, questa [...] Vai alla recensione »

lunedì 25 febbraio 2013
giopesa

Spielberg ha trattato questo argomento importante, fondamentale per la storia americana con molta semplicità. Ha inserito i toccanti argomenti di rapporto tra padre e figlio e rapporto tra marito e moglie. Le scene di politica sono estremamente suggestive e sono secondo me la colonna vertebrale del film. Il cast stellare ha certamente contribuito con T.

domenica 27 gennaio 2013
Giulio Vivoli

E'forse il film di Spielberg meno spielberghiano, poca azione, pochi effetti speciali, poca tecnologia; lo spettacolo non è nel movimento ma nella staticità, non è nelle scenografie ma nella recitazione. Perché la seconda guerra di secessione rimane quasi sullo sfondo e lascia quasi totalmente il proscenio alla figura di Abraham Lincoln, presidente degli Stati Uniti e grande stratega politico.

domenica 14 giugno 2015
TearDrop

 La sanguinosa guerra civile americana, segnò la fine di un'epoca opponendo tra il 1861 e il 1865 l’Unione del nord agli stati secessionisti del Sud. Nel settembre del 1862 Lincoln annunciò che dal gennaio 1863 gli schiavi sarebbero stati liberi per sempre. Ma solo il tredicesimo emendamento della Costituzione (punto centrale del film), ratificato nel dicembre 1865, avrebbe [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 febbraio 2013
jaylee

Se mai ci fosse stato un "prodotto"  ingegnerizzato per vincere un oscar, di certo questo è Lincoln... La storia del più popolare presidente degli Stati Uniti di tutti i tempi, diretta dal più popolare regista di tutti i tempi, ed interpretata da quello che probabilmente è il miglior attore vivente... Premesse assolutamente trionfali per l'ultima opera [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 febbraio 2013
LordJoker

Lincoln è il film che riguarda uno dei momenti più importanti della storia americana, il famosissimo XIII emendamento emesso durante il regno del Presidente più amato della storia americana Abramo Lincoln. Il film fatica molto nel carburare con una prima parte veramente troppo lenta, migliora nella seconda parte con il culmine nella discussione dell'approvazione della legge [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 febbraio 2013
lofamo

Il film è l’ambizione di richiamare in vita mediaticamente, da un solo brandello, l’essenza completa di una delle personalità più complesse della storia americana e di costruirvi attorno, con precisa scelta del tempo, la celebrazione della pienezza del riscatto negro e un’aureola mistica di fede e di speranza.   Il regista è incorso però, nell&rsquo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 15 febbraio 2017
mencio

Poco c'è da aggiungere alla bella recensione di Marianna Cappi. Si può soltanto osservare che, verso la fine del film, Lincoln non viene più visto solo sotto la luce della cronaca e della storia, ma anche con uno sguardo particolare: quello del vecchio domestico di colore (che però non è mai stato schiavo) che lo segue con gli occhi, mentre si avvia al suo ultimo [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 aprile 2013
Director's cult

 Steven Spielberg torna a occuparsi della delicata e controversa tematica della schiavitù dopo Amistad, analizzando contemporaneamente come il sistema politico del XIX secolo non sia così differente da quello di oggi, con la sua ultima fatica, Lincoln. Quell'Abraham Lincoln che fu capace di offrire l'emancipazione agli schiavi, seppur utilizzando mezzi al limite del lecito.  [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 febbraio 2013
pensierocivile

Dopo la prima ora del film è facile pensare all'impossibilità di giungere alla fine; la scalata della montagna è davvero ardua e nessuno fa nulla per aiutare il povero spettatore a sopravvivere all'immane verbosità dei dialoghi, al loro tecnicismo riformatore, all'immobilismo di una messa in scena che teatralizza tutta l'ideologia, il senso dell'atto [...] Vai alla recensione »

domenica 24 febbraio 2013
raffaelemarino

Un elogio al bravo daniel day lewis per aver trovato un ritratto ad un personaggio dove le fonti storiche sono poche reperibili visto il periodo storico,si parla del 1856,una voce sottile ma autoritaria una camminata altalenante che risalta la figura e l'originalità di quell'uomo.Particolarmente bravo tommy lee jones che ha trovato delle sfaccettature ad un personaggio che giocava tanto [...] Vai alla recensione »

sabato 9 febbraio 2013
Immanuel

C'è stato chi ha scritto che questo film rappresenta "un vero e proprio incontro ravvicinato di terzo tipo (sic!) con la storia"... Al di là delle frasi fatte roboanti e a effetto, mi sento di dire che Lincoln, semmai, ha aggirato la storia, l'ha perimetrata confinandola a un rilievo minoritario e evitando il più possibile di raccontare (omettendoli) fatti di [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 febbraio 2013
tiamaster

Lincoln è un film molto più difficile da recensire di quanto non sembri. La pellicola è oggettivamente perfetta: la fotografia, la maestosa regia di Spielberg e la sceneggiatura raggiungono picchi altissimi (per non parlare di costumi e scenografie, che rendono il film spettacolare anche a livello visivo), con momenti di sublime poesia e con un cast veramente pauroso: Daniel Day-Lewis ci regala la [...] Vai alla recensione »

domenica 22 marzo 2015
Great Steven

LINCOLN (USA, 2013) diretto da STEVEN SPIELBERG. Interpretato da DANIEL DAY-LEWIS, SALLY FIELD, TOMMY LEE JONES, JOSEPH GORDON-LEVITT, JARED HARRIS, DAVID STRATHAIRN, HAL HOLBROOK, JAMES SPADER, JOHN HAWKES, JACKIE EARLE HALEY, LEE PACE, GLORIA REUBEN, MICHAEL STUHLBARG, STEPHEN SPINELLA, JEREMY STRONG, WALTON GOGGINS, BRUCE MCGILL, TIM BLAKE NELSON, GULLIVER MCGRATH Abraham Lincoln è certamente [...] Vai alla recensione »

martedì 5 marzo 2013
ShiningEyes

Il tocco di Spielberg si riconosce, come sempre: è quell'umanità che circonda i personaggi più importanti, e la bassezza e ridicolaggine con cui traveste gli antagonisti, ed è anche, la furberia e faccia tosta degli aiutanti esterni. L'unica differenza tra "Lincoln" e gli altri film di Spielberg, è, che questo qui è un ripieno di politica [...] Vai alla recensione »

domenica 10 febbraio 2013
Nino Pell.

L'esperienza di Spielberg fa si che "Lincoln" è un film sicuramente perfetto nell'interpretazione e maturo nello stile narrativo con cui si evidenzia un importantissimo momento storico dell'America. Quasi come se si trattasse di un vero e proprio documentario. Il film è però anche caratterizzato da situazioni e momenti decisamente piuttosto prolissi e ciò a discapito di quel certo pathos che ogni grande [...] Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
giovedì 17 gennaio 2013
Marianna Cappi

Quello di Sally Field è forse uno di quei casi in cui il volto è più noto del nome. Due volte premio Oscar, compagna di Burt Reynolds, mamma di Forrest Gump, oggi concorre per la terza possibile statuetta, per il ruolo di Mary Todd Lincoln, nel film di Steven Spielberg su uno dei presidenti americani più amati e ricordati, passato alla storia anche e soprattutto per aver abolito il flagello della schiavitù.

Frasi
"Io sono il presidente degli Stati Uniti d'America investito di un potere immenso! Voi mi procurerete i voti!"
Una frase di Abraham Lincoln (Daniel Day-Lewis)
dal film Lincoln - a cura di joker 01
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Natalia Aspesi
La Repubblica

La guerra di Secessione americana la conosciamo soprattutto attraverso il romanticismo sudista tutto crinoline e dispetti amorosi di Via col vento: in Lincoln, vediamo pochi momenti di una spaventosa carneficina nel fango e una distesa di cadaveri mentre il presidente ci cavalca in mezzo. I bambini non leggono più La capanna dello zio Tom che ci faceva singhiozzare sul dolore degli schiavi neri, ma [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Come un autodidatta venuto dalle campagne del Kentucky cambiò la storia del mondo. E un regista sinonimo di spettacolo dedicò alla sua impresa un film sorprendente, controllatissimo, tutt'altro che facile. Attento a pesi e contrappesi del racconto almeno quanto Lincoln e i suoi successori dovettero esserlo a quelli della democrazia. Nessuno ha mai raccontato la politica quanto il cinema Usa.

Alessandra Levantesi
La Stampa

Seduto di spalle - una figura nera nella notte - ascolta due giovanissimi soldati di colore che gli vanno esponendo le loro condizioni di inferiorità in un esercito dove i bianchi godono di maggiori privilegi. I due ragazzi sono chiaramente intimiditi, ma non dal fatto che quell'uomo, Lincoln, rappresenta il massimo potere del Paese, bensì dal fatto che ne avvertono tutta la grandezza umana e spirituale. [...] Vai alla recensione »

Anthony Lane
The New Yorker

Riprendendo le orme di Henry Fonda, Raymond Massey e altri attori, Daniel Day-Lewis dà vita a un Lincoln brillante, divertito e tormentato, istintivamente preoccupato per gli altri, ma incline a rinchiudersi nel guscio dei suoi pensieri. Il film di Steven Spielberg, scritto da Tony Kushner, si svolge in un campo d'azione inaspettatamente stretto, cioè lo scontro per far passare il tredicesimo emendamento [...] Vai alla recensione »

Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

«Sono passati ormai quasi due anni. Il paese ha avuto il tempo per manifestare un suo eventuale rifiuto. Ma mi hanno rieletto, quindi forse non è una cosa proprio indigesta». Il presidente americano che pronuncia queste parole, quasi riflettendo ad alta voce, non è Barack Obama, ma Abraham Lincoln. E non sta facendo riferimento alla riforma sanitaria, ma al Proclama di Emancipazione con cui, servendosi [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

Non si può negare che qualcosa stia succedendo, negli Stati Uniti d'America. L'inizio del secondo mandato presidenziale di Barack Obama è stato anche un gesto di liberazione, quasi di sollievo. Liberatosi dall'incubo della rielezione - che perseguita ogni presidente Usa nei suoi primi 4 anni di governo - il primo inquilino afro-americano della Casa Bianca ha lanciato un segnale forte al suo paese e [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Allo Jimmy Stewart di «Mr. Smith va a Washington» di Capra bastava concentrarsi davanti alla sua statua per scegliersi un destino. Nessuno meglio di Henry Fonda poteva incarnarlo in trance mitopoietica nel classico fordiano «Alba di gloria». È logico, in effetti, che al presidente Lincoln soltanto una divinità di Hollywood come Spielberg è potuto tornare a rivolgersi e ad affidarne la gloriosa quanto [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
L'Espresso

Dobbiamo prendere le nostre decisioni, e poi sopportarne il peso, dice Abraham Lincoln (Daniel Day Lewis) alla moglie Mary (Sally Field) in "Lincoln" (Usa, 2012, 150'). Il sedicesimo presidente degli Stati Uniti si riferisce alla loro vita privata. Ma lo stesso vale per la sua vita pubblica, e per le scelte che segnano l'inizio del suo secondo mandato.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Gran bel film, ma che esagerazione le dodici nomination. I quindici giorni (gennaio 1865) che cambiarono la storia americana, raccontati con maestosa eleganza da Spielberg. I magnifici dialoghi esaltano i superbi protagonisti, Daniel Day-Lewis e Tommy Lee Jones su tutti, soffocando però l'azione, pressoché dimenticata. Forse, con una moglie petulante come Sally Field, il Presidentissimo si sarebbe [...] Vai alla recensione »

Natalino Bruzzone
Il Secolo XIX

Sorpresa: l'onesto e tormentato Abramo, in maniera subliminale, si dissolve sullo schermo per lasciare che lo spettatore sia colpito dal paragone ideale con Obama. Il "Lincoln" di Steven Spielberg, da giovedì prossimo nelle sale, possiede questa caratura da lettura contemporanea: la lotta del mitico presidente per far approvare al Congresso l'abolizione della schiavitù non può non ricordare l'attuale [...] Vai alla recensione »

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Gli ultimi 4 mesi di vita Abraham Lincoln (Daniel Day-Lewis) li spese per fermare la Guerra Civile e per far approvare il 13° Emendamento che aboliva la schiavitù. Un imperativo morale categorico per Abe, ma anche il ko da assestare alle finanze dei Confederati, dunque, il fine giustificò i mezzi: acchiappa-voti in lista, incarichi governativi e prebende presidenziali a chiunque abbracciasse la causa [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
mercoledì 6 marzo 2013
Rossella Farinotti

È il momento delle first ladies al cinema. Le signore hanno molte possibilità in quel senso. Michelle Obama che premia Argo vincitore dell'Oscar ha stabilito un precedente "pesante". Riproduco il concetto che ha espresso Pino Farinotti nel suo intervento [...]

GALLERY
giovedì 24 gennaio 2013
Luca Volpe

Candidato a ben 12 premi Oscar, Lincoln arriva oggi nei cinema italiani, accompagnato - come spesso capita per film di un certo spessore - da curiosità, dubbi e grandi aspettative. Diretto da Steven Spielberg (che dall'Academy è stato premiato già quattro [...]

NEWS
giovedì 10 gennaio 2013
Robert Bernocchi

Nel 2013, le nomination all'Oscar arrivano con un bell'anticipo rispetto al recente passato (nel 2012 erano state annunciate il 24 gennaio), nell'ulteriore tentativo dell'Academy di non dare troppa visibilità agli altri premi, come i Golden Globes, che [...]

NEWS
giovedì 13 dicembre 2012
Luca Volpe

Spesso accostati agli Oscar, per popolarità, prossimità temporale, ma anche solo per la tradizionale attenzione riservata alle star hollywoodiane, i Golden Globes sono i riconoscimenti assegnati annualmente da una giuria di giornalisti iscritti all'HFPA, [...]

winner
miglior attore
Premio Oscar
2013
winner
miglior scenogr.
Premio Oscar
2013
winner
miglior attore in un film dram.co
Golden Globes
2013
winner
miglior attore
BAFTA
2013
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati