Io e te

Acquista su Ibs.it   Dvd Io e te   Blu-Ray Io e te  
Un film di Bernardo Bertolucci. Con Jacopo Olmo Antinori, Tea Falco, Sonia Bergamasco, Pippo Delbono, Veronica Lazar Drammatico, durata 97 min. - Italia 2012. - Medusa uscita giovedì 25 ottobre 2012. MYMONETRO Io e te * * * - - valutazione media: 3,41 su 66 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,41/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Il nuovo film di Bernardo Bertolucci, tratto da un romanzo breve di Niccolò Ammaniti.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Dopo anni di assenza, Bertolucci torna ai suoi temi preferiti con efficacia, restando al livello dei suoi giovani protagonisti
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Il quattordicenne Lorenzo ha palesi difficoltà di rapporto con i coetanei tanto che si avvale dell'aiuto di uno psicologo. Un giorno coglie al volo un'occasione unica: finge di partire per la settimana bianca con la sua classe mentre invece si rifugia nella cantina di casa con una ben organizzata scorta di cibarie e le letture preferite. Non sa che di lì a poco proprio nel suo dorato rifugio irromperà Olivia, la sorellastra venticinquenne che non vede da lungo tempo. Olivia è tossicodipendente e sta tentando di ripulirsi. Nel frattempo soffre di crisi di astinenza e non fa nulla per lasciare tranquillo Lorenzo.
Bernardo Bertolucci torna a fare cinema dopo una lunga assenza causata dalle conseguenze della malattia che lo ha costretto su una sedia a rotelle. Se il suo sguardo non può più avvalersi direttamente della posizione eretta il suo cinema sembra avvantaggiarsene. È come se il suo occhio interiore avesse deciso di mettersi al livello dei giovani soggetti presi in considerazione invece di guardarli dall'alto di una memoria troppo vincolata dalla forma come in The Dreamers.
Grazie a un casting accurato, che gli ha permesso di scegliere due corpi e due volti che si imprimono immediatamente nella memoria dello spettatore, Bertolucci può tornare a uno dei suoi temi preferiti: quello dell'irruzione di un elemento esterno (sia esso storico o individuale) che mette in discussione uno status quo imponendo una revisione totale di ciò che si riteneva acquisito o l'esplosione di ciò che era stato accuratamente ricoperto da ipocrisie o autoconvincimenti. A differenza delle formiche dalla vita sociale rigidamente strutturata Lorenzo e Olivia sono due personalità che hanno cercato, ognuna a suo modo, di sfuggire al vivere comune. Sarà una cantina (luogo delegato alla paura e/o alla morte nel cinema di genere) a riaprirli se non al mondo almeno alla possibilità di prendere in considerazione opzioni diverse. Se Lorenzo, come un armadillo in gabbia, era convinto di salvarsi compiendo un ripetitivo percorso solitario, Olivia aveva cercato di annullarsi nel confondersi con i muri ai quali sovrapponeva la propria immagine fotografica. Una polvere simile alla calce di quegli stessi muri ma dai micidiali effetti aveva invece cominciato a confondersi con lei finendo per confonderla.
Bertolucci, in un prologo in cui accenna a un immaginario rapporto incestuoso madre/figlio, sembra voler prendere le distanze da un certo suo cinema avviluppato su se stesso (vedi La luna) per affermare la necessità di guardare invece alle tante (troppe) solitudini di cui il mondo adulto a volte sembra non cogliere la confusa ma pressante richiesta di aiuto. Se questo è l'inizio di una nuova fase del suo fare cinema non le si può che dare il benvenuto.

Incassi Io e te
Primo Weekend Italia: € 607.000
Incasso Totale* Italia: € 1.602.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 18 novembre 2012
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
72%
No
28%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Io e te

premi
nomination
Nastri d'Argento
1
0
David di Donatello
0
6
* * * * -

Equilibri instabili

domenica 28 ottobre 2012 di Writer58

Ho letto, in un commento al film scritto dalla Aspesi, che Bertolucci è da anni immobilizzato su una carrozzella elettrica. Al di là del dispiacere provato nell'immaginare un gigante del cinema moderno che perde l'uso delle gambe, questa notazione mi è parsa illuminante rispetto ad alcune sequenze del suo ultimo lavoro, "Io e te", tratto da un romanzo di Ammanniti. Ci sono scene, infatti, in cui il regista sembra voler travalicare la sua condizione e riprende le inquadrature da posizioni impossibili, continua »

* * - - -

La cantina che non c'é

martedì 30 ottobre 2012 di Moulinsky

Prendi un libro superficiale di Ammanniti che cannibalizza per l'ennesima presunti adolescenti con presunti problemi psicologici e fanne un film di cassetta ancora più superficiale (più brufoli che paranoie) ma con pretese autoriali (certe riprese tirate via, la canzoncina di Bowie-Mogol, lo psicologo in carrozzina, l'Edipo, il sogno dei genitori). Perciò lascia stare la psiche, la droga al cinema è più facile da sceneggiare, e inverti l'importanza dei due personaggi. Col ragazzino che diventa spalla continua »

* * * * *

Bentornato, bernardo bertolucci!

giovedì 1 novembre 2012 di remo valitutto

In bilico tra l'illusione e la realtà, tra la poesia e il cinema stesso, il ritorno dietro la m.d.p. di Bertolucci scardina ogni volontà di resistenza critica. Lorenzo (Jacomo Olmo Antinori), quattordicenne introverso e solitario, dal volto devastato dai brufoli, compie la sua ennessima fuga dalla vita, trincerandosi in cantina,mentre, racconta ai genitori di essere partito in settimana bianca con la classe. Tutto scorre secondo i piani dell'adolescente fino a quando non irrompe Olivia (Tea continua »

* * * - -

Noi e bertolucci.

venerdì 26 ottobre 2012 di giugy3000

Il grande regista di Parma ritorna dopo anni di silenzio con il suo sedicesimo lungometraggio ispirato al romanzo omonimo di Ammaniti del 2010, trascinando nel suo nuovo progetto due nuovi nomi nel cinema contemporaneo: Jacopo Olmo Antinori e Tea Falco. Bertolucci decide di rendere sul grande schermo un libricino di sole centododici pagine ma densissime di emozioni, cogliendo l'occasione di parlare nuovamente del binomio che lo ha da sempre più interessato nel corso della sua carriera: continua »

Olivia
"Se io e te non avessimo punti di vista saremmo liberi di osservare la realtà come realmente è, senza farci influenzare…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
olivia
Olivia: "Quando ti fai non ti tocca nulla, non senti più niente, nessuno ti può fare del male quando ti fai"
Lorenzo: "Be', non è una figata?!"
Olivia: "No, non è una figata...perchè sei indifferente, e l'indifferenza non è una bella cosa, e poi diventi fredda, cattiva…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Olivia
"Guarda me, che sono tutta un livido…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Io e te

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 20 marzo 2013

Cover Dvd Io e te A partire da mercoledì 20 marzo 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Io e te di Bernardo Bertolucci con Jacopo Olmo Antinori, Tea Falco, Sonia Bergamasco, Pippo Delbono. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Io e te (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 9,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 0,50 €
Aquista on line il dvd del film Io e te

APPROFONDIMENTI | Io e te poemetto di gioventù.

Il cinema rinasce in cantina

domenica 28 ottobre 2012 - Roy Menarini

Il cinema rinasce in cantina Che il cinema per Bertolucci sia una magnifica ossessione non è Io e te a svelarcelo. Ma è Io e te a ribadirlo con una forza a dir poco sorprendente. Uno di quei film che non può essere giudicato e amato senza pensare al contesto, ovvero al regista di Parma confinato sulla sua sedia a rotelle, pensoso e arrabbiato - come lui stesso ha raccontato - e seriamente preoccupato di non fare mai più il regista. E invece, ecco arrivare un testo, quello di Ammaniti, su cui Bertolucci deve aver compreso di poter lavorare a fondo fino a scrollarne di dosso tutti i limiti e le ingenuità e appropriarsene voracemente, finendo con l'approdare a un poemetto al tempo stesso libero e rigoroso, personale e universale.

   

NEWS | Bernardo Bertolucci mette in scena l'ultimo romanzo di Niccolò Ammaniti.

Il romanzo prevale ancora sul film

martedì 30 ottobre 2012 - Rossella Farinotti

Io e te: il romanzo prevale ancora sul film Bernardo Bertolucci e Niccolò Ammaniti. Il maestro del cinema italiano mette in scena l'ultimo romanzo dello scrittore romano con un risultato "alla Bertolucci". Un racconto ben fatto, equilibrato per stile, parole, personaggi, introspettivo, ma anche spettacolare, nelle sue piccole forme. Da Niccolò Ammaniti, che dopo "Io e te" ha pubblicato un altro racconto, "Il momento è delicato", il cinema ha attinto e realizzato, con questo, ben cinque film ( L'ultimo capodanno, Branchie, Io non ho paura e Come dio comanda).

   

VIDEO | Una clip esclusiva del film di Bernardo Bertolucci.

Il primo incontro tra lorenzo e olivia

giovedì 18 ottobre 2012 - Lisa Meacci

Io e te, il primo incontro tra Lorenzo e Olivia Presentato in anteprima all'ultimo Festival di Cannes, Io e te di Bernardo Bertolucci sancisce il ritorno dietro la macchina da presa del grande regista emiliano. Sono passati nove lunghi anni dal discusso The Dreamers e questo è il film che Bertolucci non credeva di poter girare, vista la malattia che lo ha costretto su una sedia a rotelle. Io e te è tratto dal romanzo breve di Niccolò Ammaniti e racconta la convivenza forzata tra due adolescenti alle prese con la fragilità della propria età.

   

BIZ

Gli adolescenti in cantina di Bertolucci

di Valerio Caprara Il Mattino

David Bowie è sempre David Bowie, anche quando canta in italiano «Space Oddity» trasfigurato nel «Ragazzo solo, ragazza sola» del testo di Mogol. Bernardo Bertolucci è sempre Bernardo Bertolucci, sia che voli come un'aquila sui cieli di lacca dell'«Ultimo imperatore» sia che si rinchiuda in cantina con due ragazzi disfunzionali. Un grande, grandissimo regista: forse l'unico che poteva prendere il romanzo breve di Ammaniti «Io e te» e leggerci dentro con una macchina da presa leggera come una piuma e vibrante come la corda di un'arpa. »

Il ritorno di Bertolucci

di Natalia Aspesi La Repubblica

«Essere costretto sulla carrozzella per me è stato un evento molto doloroso, una condizione che mi separava dalla vita, che, pensavo, mi avrebbe impedito per sempre di fare ancora cinema. Ho impiegato anni ad accettare questo limite, a farlo diventare la mia normalità. Il mestiere di regista per me era legato all' idea di muovermi in assoluta libertà, sulle mie gambe. Poi ho capito che si può benissimo girare un film anche in carrozzella elettrica. Basta sapersi organizzare, basta non pretendere da se stessi l' impossibile». »

I ragazzi soli di Bertolucci

di Alberto Crespi L'Unità

Bernardo Bertolucci ci aspetta alla fine di un corridoio dell’hotel Martinez che sembra uscito da una scenografia di David Lynch. Per la cronaca parecchi anni fa Bertolucci, in quanto presidente della giuria, diede a Lynch la Palma.d’oro per Cuore selvaggio. Alla fine di quel corridoio super-kitsch c’è una specie di bar improvvisato, dove Bernardo aspetta i giornalisti per un caffè dopo la proiezione di Io e te, il suo nuovo attesissimo film. È una gioia vederlo, e senza vergogna glielo diciamo. »

Due esseri vampireschi

di Roberto Silvestri Il Manifesto

Se sono molti gli uomini che lavorano attorno alla propria opera, sono pochi quelli intorno ai quali l'opera lavora. Bertolucci è uno di questi e la confessioni di qualche giorno fa su alias («gli analisti hanno psicanalizzato per anni non me, la mia opera») lo confermano. Io e te, il piccolo grande duetto «antropofagico» di Bernardo Bertolucci - che per 9 anni un'ostinata malattia ha tenuto lontano dai set - esce nelle sale italiane dopo la grande accoglienza di Cannes e San Sebastian. Certo il cineasta di Parma, al 16° lungometraggio, non è mai caduto così in basso. »

Io e te | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | remo valitutto
  3° | marylene
  4° | pressa catozzo
  5° | pier70
  6° | tiziana mercurio
  7° | euler23
  8° | tad56
  9° | boccaccio2012
10° | paride86
11° | francesco2
12° | alessandro pascolini
13° | mauridal
14° | giulio vivoli
15° | alessandro di fiore
16° | chiaramodonesi
17° | renato volpone
18° | rdn75
19° | marco zuccaccia
20° | pensierocivile
21° | diomede917
22° | marco zuccaccia
23° | ciccio capozzi
24° | anna v.
25° | gaara
26° | vedonero
27° | spike
28° | foffola40
29° | giugy3000
30° | flyanto
31° | moulinsky
32° | cara93
33° | funambolo
Nastri d'Argento (1)
David di Donatello (6)


Articoli & News
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 25 ottobre 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità