ACAB - All Cops Are Bastards

Acquista su Ibs.it   Soundtrack ACAB - All Cops Are Bastards   Dvd ACAB - All Cops Are Bastards   Blu-Ray ACAB - All Cops Are Bastards  
Un film di Stefano Sollima. Con Pierfrancesco Favino, Filippo Nigro, Marco Giallini, Andrea Sartoretti, Roberta Spagnuolo.
continua»
Poliziesco, durata 112 min. - Italia 2011. - 01 Distribution uscita venerdì 27 gennaio 2012. MYMONETRO ACAB - All Cops Are Bastards * * * - - valutazione media: 3,27 su 73 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,27/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Celerini e 'fratelli' dentro gli stadi, Cobra, Negro e Mazinga provano a dimenticare il privato dolente nella violenza legalizzata. Dal libro di Carlo Bonini.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Debutto di genere che prova a leggere la realtà sotto la scorza e dietro la visiera
Marzia Gandolfi     * * * 1/2 -

Cobra, Negro e Mazinga sono celerini e 'fratelli' dentro gli stadi, lungo le strade e intorno alle piazze che 'ripuliscono' la domenica dagli ultras e i giorni in avanzo dai clandestini, dagli sfrattati, dai delinquenti e dalle puttane. (Co)stretti tra le logiche dello Stato e l'odio della comunità, i poliziotti del Reparto Mobile assorbono dosi di rabbia e producono violenza legalizzata contro la violenza cieca dei tifosi dei sassi e delle lame. Uomini invisi, mariti congedati, padri inadeguati, Cobra, Negro e Mazinga provano a dimenticare il privato dolente nella cosa pubblica, picchiando duro chi minaccia l'ordine e la nazione. Dentro la divisa e dietro la visiera guardano la miseria del mondo e i miserabili che la abitano senza intenzione se non quella della prepotenza e della sopraffazione. Compromessi dalla 'spedizione genovese' e perduta l'anima nella scuola Diaz, sei anni dopo cercano il riscatto nell'azione e nell'istruzione alla fratellanza di un giovane agente individualista e ribelle. Spina, eccitato dal sangue e iniziato col lacrimogeno, seguirà gli anziani sul confine, decidendo per sé e per la divisa che indossa un domani meno celere. Sulla strada restano i fratelli maggiori. Assediati dal buio, impugnano il manganello e sollevano gli scudi, sfollando le ombre e ricacciando i fantasmi.
Abbattuti sui marciapiedi della Magliana i criminali fascinosamente famelici di De Cataldo, Stefano Sollima 'archivia' la televisione e debutta al cinema con un film che produce uno spiazzamento e mette in circolo altre visioni. Profondamente buio, ubiquo e pervasivo, ACAB attenta il gusto dominante, aprendo uno squarcio, soggettivo, parziale, ideologico, estetizzante e tutto ciò che si vuole, su una realtà altrimenti muta. Diversamente dai poliziotti domestici e addomesticati dei distretti Mediaset o delle squadre Rai, le 'guardie' di Sollima nascono dal popolo e dalle periferie romane, abbandonate alla criminalità straniera che spegne la tolleranza e accende il desiderio di farsi giustizia da soli. Usciti dall'indagine e dalle pagine di Carlo Bonini, giornalista del quotidiano "la Repubblica", i celerini di ACAB sono una massa incandescente di energia umana, un corpo di solitudine incapace di gestire nel pubblico come nel privato un rapporto non autoritario con l'altro.
Sollima non si propone di e si guarda bene dal creare alcun mito, pur avvalendosi, anche inconsapevolmente, di materiali mitologici preesistenti. I celerini di Nigro, Favino e Giallini sono essenzialmente guerrieri, combattenti fedeli a un codice (e a un reparto) e chiusi in una psiche scultorea che non riesce a fugare le ombre di un pensare barbaro e radicale. Cortocircuitando cronaca e cinema di genere il regista prova a leggere la realtà sotto la scorza e dietro la visiera, regalandoci uno spaccato di vita italiana come e meglio di molto realismo conclamato. ACAB interviene aspramente sui problemi sociali, giocando con la pura finzione ma facendo attenzione a non coprire la realtà con la vernice degli stereotipi.
Sollima individua nel libro omonimo di Bonini una struttura forte di partenza, un punto di vista inedito e francamente impensabile nel nostro Paese e nel nostro cinema, segnalando che l'inferno non è mai (solo) là dove vedi fuoco e fiamme, e che il sangue più terribile non è mai (solo) quello che ci fanno vedere. I protagonisti di ACAB, diversamente dai banditi della Magliana secondo Placido, non patiscono il capriccio sacrificale e romantico degli ex bambini poveri da rievocare in flashback. Dentro set e costumi (di ordine pubblico) che non si 'sentono' mai, incoraggiando la visione e la convinzione di quello a cui si assiste, i protagonisti in blu, azzurro e cremisi abitano una società violenta che 'sfratta' il superfluo, il brutto, il debole e chiede loro di esserne gli esecutori tutt'altro che immuni. Perché non tutti i poliziotti sono violenti e dediti alla repressione ma allo stesso modo sono scarsi gli anticorpi capaci di fronteggiare deviazioni sempre possibili in una professione delicata e irascibile come quella dei reparti mobili. La macchina da presa testimonia silenziosa le tensioni e lo stress che gli attori 'agenti' vivono in molte, troppe situazioni, trattenuti da quadri legislativi sempre ambigui in un originario modello di braccio armato del potere e impediti dai governi, nessuno escluso, a infilare la direzione di organo statuale garante dei diritti.
Sollima, senza dimenticare o scontare la mentalità nera di quella struttura operativa, che ha radici sprofondate in una giovane Repubblica costretta a fare i conti con una continuità pressoché integrale della polizia fascista, mette in piazza uomini biasimati e disapprovati, malpagati, male addestrati e nulla equipaggiati, che devono agire immediatamente, privilegiando l'efficacia ai valori democratici. Là fuori il controllo gerarchico si allenta e gli uomini restano soli con la paura di un 'nemico interno' e la libertà d'azione di fare il male, di fare male, di farsi male.

Incassi ACAB - All Cops Are Bastards
Primo Weekend Italia: € 1.104.000
Incasso Totale* Italia: € 2.931.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 11 marzo 2012
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
79%
No
21%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination ACAB - All Cops Are Bastards

premi
nomination
Nastri d'Argento
1
5
David di Donatello
0
6
* * * * -

Il matto, lo zoppo e il cattivo

sabato 28 gennaio 2012 di diomede917

“Prima di chiedersi chi sono gli innocenti e i colpevoli bisogna chiedersi come funziona il lavoro della Celere” Questa frase, detta da Pierfrancesco Favino durante il processo a suo carico per eccesso di violenza nei confronti di un ultrà, racchiude il senso d questo film. Nella cornice degli eventi italiani degli ultimi anni che hanno segnato la cronaca del nostro Paese (sgombri voluti dal comune di Roma, il caso Reggiani fino ad arrivare alla morte di Gabriele Sandri) si dipanano le storie continua »

* * * * -

Acab

mercoledì 8 febbraio 2012 di chaoki21

Film intenso, sublime, autentico. Molto più di un documentario, ACAB è uno spaccato di realtà che getta una luce cruda e violenta su un mondo in cui oppressori ed oppressi si scambiano rapidamente i ruoli e vengono osservati da un punto di vista umano, che esclude pregiudizi e stereotipi, scandagliando in profondità la psiche dei protagonisti e le problematiche di una società orfana di regole e abbandonata all'insicurezza e all'anarchia. L'unico sguardo continua »

* * * * -

Specchio di una realtà!

domenica 29 gennaio 2012 di Montana92

A.C.A.B. è un film sociale, possono dire che sia troppo di destra, troppo crudo, troppo violento ma non è altro che lo specchio della nostra società. Il film abbraccia quasi tutti i tipi di problemi dei nostri giorni, dagli scioperi dei lavoratori, alla politica passando per gli ultrà allo stadio fino agli immigrati, si perchè che i finti buonisti si scandalizzano o meno nei problemi dei nostri giorni gli immigrati ci rientrano e come. La storia non è continua »

* * * * -

Un film forte, che non condanna ne assolve.

domenica 29 gennaio 2012 di Bella Earl!

- Crede che mi piaccia spaccare la testa alla gente? Che mi diverto, a farlo? - Cobra, Negro e Mazinga sono tre celerini della vecchia guardia poliziotti che fanno tutto ciò che è in loro potere (e anche che non lo è) per far rispettare le leggi. Ma hanno una situazione famigliare difficile: Cobra è sotto processo per lesioni aggravate, Negro ha una famiglia composta da una moglie cubana che non lo vuole più vedere e una figlia che tiene a lui ma affidata alla continua »

Cobra
"Ma voi pensate che spaccare la faccia alla gente sia una cosa che mi piace ? Prima di decidere chi sono gli innocenti e i colpevoli, dovrebbe almeno chiedersi come funziona. Il lavoro della celere. Ma in quei momenti hai il cuore che te batte forte, l'adrenalina che sale... a mille, la testa che te rimbomba che sembra che te va a scoppià dentro il casco non senti niente. Hai solo i tuoi fratelli accanto... Solo su i tuoi fratelli puoi contare."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Cobra
"Solo sui tuoi fratelli puoi contare!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Adriano
"E invece te e l'amici tua che siete? Poliziotti? Celerini che, sulla divisa, ce' pisciate sopra, ce' sputate sopra ogni volta che ve parate er culo a voi e a chi ve fa' comodo… no Cobra, voi non siete un cazzo! Volevo un lavoro onesto Cò, e la guardia è un lavoro onesto… ecco perchè sto in polizia!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | ACAB - All Cops Are Bastards

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 4 luglio 2012

Cover Dvd ACAB - All Cops Are Bastards A partire da mercoledì 4 luglio 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd ACAB - All Cops Are Bastards di Stefano Sollima con Pierfrancesco Favino, Filippo Nigro, Marco Giallini, Andrea Sartoretti. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1. Su internet ACAB. All cops are bastards (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film ACAB - All Cops Are Bastards

SOUNDTRACK | ACAB - All Cops Are Bastards

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 14 febbraio 2012

Cover CD ACAB - All Cops Are Bastards A partire da martedì 14 febbraio 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film ACAB - All Cops Are Bastards del regista. Stefano Sollima Distribuita da GDM, il cd è composto da musiche di genere Pop e Rock Internazionale.

APPROFONDIMENTI | A.C.A.B., quando il genere salva il cinema italiano.

Police story

lunedì 30 gennaio 2012 - Roy Menarini

Police Story Sarebbe davvero un peccato se ACAB di Stefano Sollima dovesse essere osservato solamente come oggetto di polemiche e incomprensioni tra industria cinematografica e istituzioni. Bisognerebbe invece salutare con ammirazione il primo film italiano da molti anni a questa parte in grado di farsi corpo contundente nei confronti delle abitudini narrative ed estetiche delle nostre pellicole. Non solo infatti ACAB gestisce una materia da alto grado di politicità con durezza di sguardo e intransigenza morale, ma riesce a sballottare lo spettatore dentro e fuori il punto di vista dei personaggi, senza per questo risultare ambiguo o contraddittorio.

   

APPROFONDIMENTI | Un regista esordiente dallo stile personale e dal futuro promettente.

Stefano sollima

mercoledì 11 gennaio 2012 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Stefano Sollima Direte: una politica degli autori dedicata a Sollima riguarderà cose meravigliose del passato, tipo il Sandokan televisivo con Kabir Bedi, il noir d'azione con Charles Bronson Città violenta oppure il trucido spaghetti western La resa dei conti con Lee Van Cleef. E invece no. Quello è Sergio, il papà. A noi interessa Stefano, il figlio. Il quale ha girato un solo film per il grande schermo, ACAB – All Cops Are Bastards, che neppure è stato distribuito (ma è questione di giorni: dal 27 gennaio è in sala).

   

INCONTRI | Tra polemiche e sorprese, presentato a Roma il thriller di Stefano Sollima.

L'odio in divisa nella roma a mano armata

lunedì 23 gennaio 2012 - Ilaria Ravarino

ACAB, l'odio in divisa nella Roma a mano armata C'è chi lo paragona a L'odio di Mathieu Kassovitz e chi torna a ragionare sui poliziotteschi dell'Italia anni '70, Roma a mano armata di Umberto Lenzi, La polizia incrimina, la legge assolve di Enzo Castellari. Chi se la prende perché con questi film invece non c'entra niente, e pare piuttosto un Romanzo criminale al contrario, fatto di guardie farabutte quanto i criminali che dovrebbero acchiappare. Tratto dall'omonimo libro inchiesta di Carlo Bonini, ACAB - All Cops Are Bastards di Stefano Sollima, al cinema da venerdì, fa discutere in capannelli critici e giornalisti.

   

NEWS | MYmovies.it premia la miglior opera prima italiana.

Al via le votazioni online

martedì 17 luglio 2012 - a cura della redazione

Premio Kinéo Diamanti al cinema, al via le votazioni online Il premio Kinéo Diamanti al cinema giunge alla sua decima edizione e proclama già da ora il vincitore del Premio Speciale Rai Trade al "Miglior film italiano nel mondo", Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani, già vincitore dell’Orso d’oro a Berlino, in trionfo anche ai David di Donatello e ai Nastri d’Argento. Gli altri premi, che saranno assegnati lunedì 3 settembre al Lancia Cafè nell'ambito della cerimonia di premiazione di Kinéo Diamanti al Cinema sono il premio SNCCI Pubblico & Critica e gli altri Premi Speciali Rai Trade al Miglior Film Tv e alla Miglior Animazione (Cartoons on the Bay in Venice) un follow up alla Mostra del Cinema di Cartoons on the Bay, il Festival Internazionale dell’animazione e della cross-medialità organizzato dalla Rai.

   

GALLERY | Sollima indaga su violenza e ideologie in un reparto mobile della Polizia.

Un fratello non si tradisce mai

martedì 10 gennaio 2012 - a cura della redazione

Acab, un fratello non si tradisce mai Tratto dall'omonimo romanzo di Carlo Bonini, e basato su una storia vera, ACAB - All Cops are Bastards riprende uno slogan che, creato dagli skinheads nell'Inghilterra degli anni Settanta, è diventato nel tempo un richiamo universale alla guerriglia nelle città, nelle strade, negli stadi. I protagonisti sono Cobra (Piefrancesco Favino), Negro (Filippo Nigro) e Mazinga (Marco Giallini), tre "celerini bastardi" che hanno imparato sulla loro pelle cosa significhi essere bersaglio della violenza; quella stessa violenza che rispecchia una società esasperata e senza regole, governata dall'odio e dal rancore.

   

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Dal libro di Carlo Bonini, Stefano Sollima (“Romanzo criminale-La serie”) esordisce al cinema con tre celerini duri e impuri, Cobra (Favino), Negro (Nigro), Mazinga (Giallini), e una professione che non è solo mestiere, ma ragione di vita. Cameratismo e fratellanza, disciplina e rigore, il G8 e la scuola Diaz, la morte di Gabriele Sandri e il Piazzale Maresciallo Diaz, con “Diaz” per delitto (Genova) e castigo (Roma): tra vizi pubblici e miserie private, uno sguardo indiscreto sul Reparto mobile, con tanta voglia di genere, deboli echi poliziotteschi e regia criminale. »

Celerini allo stadio, uomini soli nella vita

di Alberto Crespi L'Unità

È uno dei film più attesi dell’anno, Acab – ma per motivi diversi, non tutti gradevoli. È atteso perché è il primo lavoro importante per il cinema di un regista, Stefano Sollima, che è un figlio d’arte (suo padre è il grande Sergio di Sandokan, di Faccia a faccia, di Corriuomocorri) e negli ultimi anni ha sfondato dirigendo la serie tv Romanzo criminale, divenuta ancora più cult del film di Michele Placido.Maè atteso anche perché l’acronimo A.C.A.B., che sta per «all cops are bastards» (tutti i poliziotti sono bastardi), viene dagli ambienti giovanili inglesi e in Italia ha preso piede soprattutto nelle curve degli stadi. »

Tutti bastardi senza gloria

di Cristina Piccino Il Manifesto

Qualcuno uscendo mi dice: è un film da maschi a noi femminucce piace meno. Da ragazzina infatti i film «da maschi» mi piacevano poco, ci si mette un po' a capire che i western sono lo stesso modo di interpretare le sfide tra fanciulle a colpi di perfidia che accendono le commedie sofisticate o che serpeggiano fra le «piccole donne». Non è il caso di Acab, esordio nel lungometraggio dopo alcuni fulminanti corti (Sotto le unghie, Grazie) di Stefano Sollima, figlio di Sergio Sollima, il regista di La resa dei conti, Faccia a faccia, Revolver, Sandokan, dal libro di Carlo Bonini (Einaudi), firma di punta del giornalismo italiano cresciuto in questo giornale, anche se i suoi protagonisti sono tutti uomini - le donne mogli opache sono puri pretesti. »

di Raffaella Giancristofaro Rolling Stone

Celerino, figlio di puttana...”. Cosi canticchia ridendo Cobra (Favino), in servizio alla celere romana, introiettando il senso del titolo: tutti gli sbirri sono bastardi (o every cop is a crirninal, copyright Stones). Sgomberi, servizi d’ordine allo stadio, emergenze adrenaliniche. Per non impazzire si deve mantenere la logica del branco. Cobra lo insegna all’ultimo arrivato Adriano (Diele), che ribalterà tutto. Rievocati Filippo Raciti, Giovanna Reggiani e Gabriele Sandri (alla Diaz solo una battuta), la sceneggiatura “cencelliana» restituisce tutti i punti di vista e gli scomodi paradossi. »

ACAB - All Cops Are Bastards | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | diomede917
  2° | chaoki21
  3° | giacomogabrielli
  4° | august
  5° | chiarialessandro
  6° | bella earl!
  7° | gioinga
  8° | angelo umana
  9° | montana92
10° | tanus78
11° | cenox
12° | aristoteles
13° | floyd80
14° | sverin
15° | noia1
16° | muttley72
17° | rescart
18° | zibaldino
19° | shiningeyes
20° | great steven
21° | diego p.
Rassegna stampa
Raffaella Giancristofaro
Nastri d'Argento (6)
David di Donatello (6)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità