ACAB - All Cops Are Bastards

Acquista su Ibs.it   Soundtrack ACAB - All Cops Are Bastards   Dvd ACAB - All Cops Are Bastards   Blu-Ray ACAB - All Cops Are Bastards  
Un film di Stefano Sollima. Con Pierfrancesco Favino, Filippo Nigro, Marco Giallini, Andrea Sartoretti, Roberta Spagnuolo.
continua»
Poliziesco, durata 112 min. - Italia 2011. - 01 Distribution uscita venerdì 27 gennaio 2012. MYMONETRO ACAB - All Cops Are Bastards * * * - - valutazione media: 3,20 su 76 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
diomede917 sabato 28 gennaio 2012
il matto, lo zoppo e il cattivo Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

“Prima di chiedersi chi sono gli innocenti e i colpevoli bisogna chiedersi come funziona il lavoro della Celere” Questa frase, detta da Pierfrancesco Favino durante il processo a suo carico per eccesso di violenza nei confronti di un ultrà, racchiude il senso d questo film. Nella cornice degli eventi italiani degli ultimi anni che hanno segnato la cronaca del nostro Paese (sgombri voluti dal comune di Roma, il caso Reggiani fino ad arrivare alla morte di Gabriele Sandri) si dipanano le storie di un gruppo di celerini. Fin dalle prime scene il regista Stefano Sollima vuole mettere in risalto prima le vicende personali dei protagonisti quasi a volere mettere le cose in chiaro questi sono uomini arrabbiati dalla vita. [+]

[+] lascia un commento a diomede917 »
d'accordo?
chaoki21 mercoledì 8 febbraio 2012
acab Valutazione 4 stelle su cinque
64%
No
36%

Film intenso, sublime, autentico. Molto più di un documentario, ACAB è uno spaccato di realtà che getta una luce cruda e violenta su un mondo in cui oppressori ed oppressi si scambiano rapidamente i ruoli e vengono osservati da un punto di vista umano, che esclude pregiudizi e stereotipi, scandagliando in profondità la psiche dei protagonisti e le problematiche di una società orfana di regole e abbandonata all'insicurezza e all'anarchia. L'unico sguardo impietoso è riservato ai detentori del potere, i quali, dopo aver sfruttato la rabbia e la frustrazione dei propri "servi", li abbandonano a se stessi nel momento in cui maggiore è la necessità di tutelare i loro diritti. [+]

[+] lascia un commento a chaoki21 »
d'accordo?
giacomogabrielli domenica 12 febbraio 2012
bilanciato. ***1/2 Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Spietato film che non risparmia nulla e nessuno. Prima della sua uscita se ne sono dette di tutti i colori. Si pensava ad un film razzista, di parte, contro i poliziotti, contro gli immigrati o che parlasse male dei tifosi e dei manifestanti di piazza. Niente di tutto ciò. 'Acab' è un film assolutamente neutro, che non risparmia nessuno nel vero senso della parola, ne ha per tutti. Il regista di 'Romanzo Criminale-la serie' confeziona per bene un'opera violenta e sincera concentrata su personaggi che, tra storie e sottostorie, danno vita ad un piacevole svolgimento. La polizia italiana dal punto di vista del cellerino, il poliziotto col manganello, tra personaggi dal carattere all'apparenza forte e duro, ma dai risvolti deboli, e situazioni familiari critiche. [+]

[+] lascia un commento a giacomogabrielli »
d'accordo?
august lunedì 30 luglio 2012
il migior film italiano dell'anno Valutazione 5 stelle su cinque
68%
No
32%

In un panorama di film italiani decisamente mediocri stupisce il film di guerra simile a “Orizzonti di Gloria” di Stefano Sollima che riesce a farci capire una aerazione della nostra realltá coem gli scontri tra tifosi visti dalla parte di alcuni componenti del reparto celere. Bellissima la fotografia di una Roma spettrale anche di giorno di paolo Carnbea coem il montaggio aggressivo e veloce di patrizio Marone è molto avvincente la vicenda anche se ce forse un addossare la colpa agli stranieri che può ance essere irritante. Durissimo e molto bravo Pierfrancecso Favino nel ruolo di Cobra celerino spieno di complessi e di ombre  simile a un Mishima di borgata con un culto dell’onore quasi da samurai e una cultura fuori dal comune. [+]

[+] lascia un commento a august »
d'accordo?
chiarialessandro martedì 21 febbraio 2012
destra? sinistra? gaber? Valutazione 4 stelle su cinque
93%
No
7%

   Secondo alcuni è un film di “destra” e pertanto, come tale, è meglio perderlo che trovarlo. A me, questo tipo di ragionamento, sembra infantile e riduttivo; mi sembra fatto da persone che, se una certa cosa è fatta da qualcuno di sinistra, è una cosa giusta ma se la stessa identica cosa è fatta da uno di destra diventa sbagliata (e viceversa). Forse questa pellicola può non essere stata apprezzata per un motivo che molti rifiutano di esternare ed allora cercano il famoso filo d’erba dietro cui nascondersi: non tutti hanno il coraggio di confrontarsi con la realtà (soprattutto quando è sgradevole) e questa pellicola ti sbatte proprio in faccia una realtà con cui spesso dovremmo fare i conti (volenti o nolenti): razzismo, violenza (più o meno organizzata), sopraffazione, immigrazione (soprattutto irregolare), degrado, povertà …… In questo laido quadro si muove un lavoro scritto, diretto ed interpretato in modo decisamente efficace (soprattutto da Favino, che riesce a dare schegge di lucida e credibile follia al suo personaggio), affondando con profondità inusuale per gli standard cinematografici nella psicologia e nelle motivazioni dei personaggi. [+]

[+] lascia un commento a chiarialessandro »
d'accordo?
bella earl! domenica 29 gennaio 2012
un film forte, che non condanna ne assolve. Valutazione 4 stelle su cinque
54%
No
46%

- Crede che mi piaccia spaccare la testa alla gente? Che mi diverto, a farlo? -
Cobra, Negro e Mazinga sono tre celerini della vecchia guardia poliziotti che fanno tutto ciò che è in loro potere (e anche che non lo è) per far rispettare le leggi. Ma hanno una situazione famigliare difficile: Cobra è sotto processo per lesioni aggravate, Negro ha una famiglia composta da una moglie cubana che non lo vuole più vedere e una figlia che tiene a lui ma affidata alla madre e Mazinga non riesce a recuperare il rapporto col figlio. In mezzo a queste loro vite difficili e anche alla difficoltà di essere un celerino si aggiunge alla loro squadra Spina un giovane che prova gusto nella violenza. [+]

[+] lascia un commento a bella earl! »
d'accordo?
gioinga giovedì 9 febbraio 2012
il disagio sociale Valutazione 2 stelle su cinque
80%
No
20%

E' un film sul disagio sociale, su varie forme di disagio sociale, quello degli immigrati che spacciano per strada, dei ragazzi che vanno allo stadio solo per esercitare violenza contro l'avversario o contro il celerino di turno, e quello di alcuni poliziotti, che si danno alla violenza perché ci credono, secondo la vecchia legge del taglione, occhio per occhio, dente per dente. Mi ha fatto pensare che una dose di violenza deve essere necessariamente alla base della nostra società, a volte i poliziotti per dividere una rissa tra tifosi, sono costretti ad esercitare la violenza; è un aspetto che mi ha turbato parecchio e che il film mostra bene in tutti i suoi aspetti più crudi, con vere e proprie scene di guerriglia per strada. [+]

[+] lascia un commento a gioinga »
d'accordo?
angelo umana venerdì 27 luglio 2012
persone normali alla guerra Valutazione 3 stelle su cinque
73%
No
27%

C’è una categoria sociale che esce molto malconcia dal giudizio del film, è quella dei politici. Nella storia recente a cui si fa riferimento è compresa anche l’elezione di Alemanno a sindaco di Roma, il cui partito giocò molto su fatti di cronaca con autori gli immigrati stranieri. E’ proprio la politica che non dà quasi mai soluzioni e lascia incancrenire tutti i problemi, anche quelli di ordine pubblico, è un politico pago della sua elezione nel Comune di Roma che afferma “solo un coglione può fare il celerino”. Non vengono date soluzioni certamente agli stranieri che o devono abbandonare la loro bidonville oppure gli appartamenti occupati più o meno illegalmente; non ne vengono date agli emarginati della nostra società che si inventano movimenti naziskin per ripulire le nostre “belle” città. [+]

[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
montana92 domenica 29 gennaio 2012
specchio di una realtà! Valutazione 4 stelle su cinque
51%
No
49%

A.C.A.B. è un film sociale, possono dire che sia troppo di destra, troppo crudo, troppo violento ma non è altro che lo specchio della nostra società.
Il film abbraccia quasi tutti i tipi di problemi dei nostri giorni, dagli scioperi dei lavoratori, alla politica passando per gli ultrà allo stadio fino agli immigrati, si perchè che i finti buonisti si scandalizzano o meno nei problemi dei nostri giorni gli immigrati ci rientrano e come.
La storia non è nulla di ecezzionale ma di questo film si deve vedere il contesto. Sollima dopo il grandissimo Romanzo Criminale-la serie, si conferma un buonissimo regista, e di questi tempi in italia è oro nel deserto!

[+] lascia un commento a montana92 »
d'accordo?
aristoteles martedì 13 ottobre 2015
cobra negro e mazinga Valutazione 2 stelle su cinque
75%
No
25%

BAH non molto convincente questa massoneria poliziesca unita dal concetto della fratellanza.
Sembrano ultras violenti di cinquanta anni fa.
Anche le sottotrame che si sviluppano,sono raccontate In maniera abbastanza superficiale,separazioni con ballerine cubane,figli che odiano i padri e sfratti di casa.
Tutte storie che quasi giustificano uno stress privato che bisogna sfogare nel lavoro prendendesola con il rumeno,piuttosto che con il tifoso,che con i sovversivi di turno.
Una legge personale,fatta da uomini di legge, ma sopra la legge.
Una sola cosa è certa e viene rappresentata in maniera adeguata è che il lavoro della celere è veramente duro e complesso, ma non credo la maggior parte dei celerini provi molta soddisfazione a spaccare due teste,piuttosto capisco la paura di chi deve difendersi contro una folla numerosa e magari perde lucidità picchiando alla "cecata". [+]

[+] lascia un commento a aristoteles »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
ACAB - All Cops Are Bastards | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | diomede917
  2° | chaoki21
  3° | giacomogabrielli
  4° | august
  5° | chiarialessandro
  6° | bella earl!
  7° | gioinga
  8° | angelo umana
  9° | montana92
10° | tanus78
11° | cenox
12° | aristoteles
13° | sverin
14° | noia1
15° | zibaldino
16° | rescart
17° | floyd80
18° | great steven
19° | shiningeyes
20° | muttley72
21° | diego p.
Rassegna stampa
Raffaella Giancristofaro
Nastri d'Argento (6)
David di Donatello (6)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità