I Love Radio Rock

Acquista su Ibs.it   Soundtrack I Love Radio Rock   Dvd I Love Radio Rock   Blu-Ray I Love Radio Rock  
Un film di Richard Curtis. Con Philip Seymour Hoffman, Bill Nighy, Rhys Ifans, Nick Frost, Kenneth Branagh.
continua»
Titolo originale The Boat That Rocked. Commedia, durata 135 min. - Gran Bretagna, Germania 2009. - Universal Pictures uscita venerdì 12 giugno 2009. MYMONETRO I Love Radio Rock * * * 1/2 - valutazione media: 3,51 su 67 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,51/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
La storia di un gruppo di dj segregato sulla nave pirata di Radio Rock nel periodo più florido della storia della musica.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una commedia brillante, esilarante e commovente, ambientata a bordo di una radio pirata inglese
Tirza Bonifazi     * * * * -

A metà anni '60, nella rigida Inghilterra che si stava risvegliando grazie alla Swinging London, i neo denominati teenager trovavano una scappatoia dalla severa realtà ascoltando le radio pirata che, a differenza della BBC, trasmettevano canzoni rock e pop ventiquattro ore al giorno. Spaventato dall'influenza che quella musica ribelle e trasgressiva poteva avere sui giovani e giovanissimi, l'austero ministro Dormandy (Kenneth Branagh) decide di avviare una personalissima battaglia per farle chiudere e affida a Twatt (Jack Davenport) l'onere di trovare un cavillo legale che possa servire al suo scopo. Nel frattempo, al largo del Mare del Nord, gli otto dj "ricercati" capitanati da Quentin (Bill Nighy), accolgono il figlioccio del capo Carl (Tom Sturridge) che è appena stato espulso da scuola. A bordo della nave di Radio Rock Carl scoprirà i valori dell'amicizia e dell'amore e diventerà grande.
La musica è il motore dell'azione di I Love Radio Rock, la brillante e ispirata commedia di Richard Curtis che ripercorre un'epoca di forte contrasto politico-sociale, esaminando da una parte il rigore dei colletti bianchi e dall'altra la voglia di libertà dei giovani. Negli anni in cui la radio rappresentava un momento di raccoglimento collettivo, l'americano Conte (Philip Seymour Hoffman) e il suo rivale inglese Gavin (Rhys Ifans) - "pirati" che vivevano letteralmente per la musica - facevano sognare gli ascoltatori con le loro storie personali e tanto rock'n'roll. Dopo aver invitato a nozze lo scapolo di Hugh Grant in quei Quattro matrimoni e un funerale che lo resero celebre dentro e fuori il grande schermo, averlo fatto innamorare di una star americana a Notting Hill e averlo vestito da ministro in Love Actually, il regista neozelandese si libera del suo attore feticcio per scrivere e dirigere il suo film più personale. Giocando con l'iconografia rock - che tramuta la copertina originale di Electric Ladyland di Jimi Hendrix in una scena "orgiastica" - Curtis manifesta tutto il suo amore per la musica e nella fattispecie per il periodo più straordinario per il pop britannico. La storia dei dj isolati su una nave in nome della libertà - il loro battersi per la causa, la sana follia, gli intrecci, l'amicizia e la rivalità - è commovente quanto esilarante nella messa in scena. Puntuale, come le battute più taglienti del Conte di Philip Seymour Hoffman (eccelso nella sua performance), è la colonna sonora che funge da duplice protagonista. Ora descrive alla perfezione il periodo in cui è ambientato il film, traducendo i sospiri delle giovanissime fan, ora muove i fili della trama sostituendo la narrazione con brani mirati cui testi colgono nel segno e sferrano un colpo dritto al cuore.

Premi e nomination I Love Radio Rock MYmovies
I Love Radio Rock recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi I Love Radio Rock
Primo Weekend Italia: € 105.000
Incasso Totale* Italia: € 951.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 25 ottobre 2009
Primo Weekend Usa: $ 2.869.000
Incasso Totale* Usa: $ 7.994.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 10 gennaio 2010
Sei d'accordo con la recensione di Tirza Bonifazi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
80%
No
20%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Bellissimo film comico-anarchico

mercoledì 24 giugno 2009 di slowfilm.splinder.com

Lo dico subito: Radio Rock rischia di diventare mitologia. Una roba non dico al livello de I Blues Brothers, ma di Animal House sì (per molti versi gli è superiore, ma Belushi fu Belushi). E dagli episodi e le invenzioni migliori di Animal House (e dai personaggi di M.A.S.H.) prende parecchio, questo film per propria vocazione obbligato a tornare agli anni ’60, dove si può cazzeggiare combattendo il governo e i matusa, prima che si ritiri l’onda e si rischi di incontrare l'amara autodistruzione continua »

* * * * -

Un film politicamente molto scorretto

sabato 13 giugno 2009 di Paioco89

Trasgressivo e immorale. I valori che trasmette questa pellicola si possono riassumere in questi due aggettivi, che per forza non debbono rimandare ad una visione totalmente negativa. Infatti l'essere trasgressivo degli 8 deejay è una forte provocazione verso un mondo ancora ottuso e chiuso su se stesso, dove l'idea di aprirsi ad un nuovo modo di vedere le cose, di vivere la sessualità, di concepire la propria felicità è fantascienza. Ciò non vuol dire "è giusto" o "è sbagliato", ma è comunque diritto continua »

* * * * -

Colpo di fulmine a colpi di rock

giovedì 18 giugno 2009 di ceciliacor

Nel 1966 la BBC trasmetteva solo due ore di rock and roll alla settimana. Ma radio ‘pirata’ trasmettevano musica rock e pop da barche al largo della Gran Bretagna, 24 ore al giorno. E 25 milioni di persone – più di metà della popolazione britannica – ascoltavano questi pirati ogni giorno." Così inizia questo film, con questa didascalia, che da uno spunto reale dà vita alla storia di Carl, ragazzo ventenne espulso da scuola, che viene mandato dalla madre (Emma Thompson in uno splendido cameo) continua »

* * * - -

Una buona commedia... ma sopravvalutata

domenica 14 giugno 2009 di JacopoKiller95

è chiaro sin dall'inizio. la prima parte del film scorre troppo velocemente, ed è risaputo che in una sala cinematografica le emozioni e le sensazioni non vengono assaporate troppo bene se c'e' troppo velocità. Gli attori sono molto bravi e i personaggi sono stati studiati molto, per permettere agli spettatori di innamorarsi di essi. Il ruolo di Philip Seymour Hoffman non è indispensabile, tanto meno da Oscar... ma resta sicuramente la migliore interpretazione di tutto il cast. Del messaggio e continua »

Kevin (Tom Brooke) e Carl (Tom Sturridge)
Kev: È un bravo ragazzo… tanto bravo ragazzo… ha tanti amici…ha i capelli lunghi..
Carl: Jimi Hendrix?
Kev: No molto più vecchio… non porta scarpe… ha una veste!
Carl: Oh su non sarà mica Gesù!
Kev: Sì! È Gesù!
Carl: Ma perché non hai detto il figlio di Dio?
Kev: Figlio di chi?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Il conte (Philip Seymour Hoffman)
Un uomo si vede quando ammette di aver avuto torto (da Abraham Lincoln).
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Il Conte (Philip Seymour Hoffman)
Ma in tutto il mondo ragazzi e ragazze avranno sempre i loro sogni… e tradurranno quei sogni in canzoni.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | I Love Radio Rock

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 18 novembre 2009

Cover Dvd I Love Radio Rock A partire da mercoledì 18 novembre 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd I Love Radio Rock di Richard Curtis con Gemma Arterton, January Jones, Philip Seymour Hoffman, Bill Nighy. Distribuito da Universal Pictures. Su internet I Love Radio Rock è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film I Love Radio Rock

SOUNDTRACK | I Love Radio Rock

La colonna sonora del film * * * * *

Disponibile on line da venerdì 5 giugno 2009

Cover CD I Love Radio Rock A partire da venerdì 5 giugno 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film I Love Radio Rock del regista. Richard Curtis Distribuita da Universal, il cd è composto da musiche di genere Pop e Rock Internazionale.

APPROFONDIMENTI | Una brillante commedia sui momenti cruciali nella vita di alcuni amici.

Il film

lunedì 8 giugno 2009 - Pressbook

I Love Radio Rock, il film Nel 1966 – il periodo più straordinario per il pop britannico – la BBC trasmetteva solo due ore di rock and roll alla settimana. Ma radio 'pirata' trasmettevano musica rock e pop da barche al largo della Gran Bretagna, 24 ore al giorno. E 25 milioni di persone – più di metà della popolazione britannica – ascoltavano questi pirati ogni giorno. Dopo essere stato espulso da scuola, Carl (Tom Sturridge) viene spedito da sua madre dal suo padrino Quentin (Bill Nighy) a capire che cosa vuole fare nella vita.

INCONTRI | Richard Curtis e Bill Nighy raccontano la loro esperienza da regista e protagonista dell'esplosiva commedia musicale.

Il capitano e il timoniere

mercoledì 10 giugno 2009 - Tirza Bonifazi Tognazzi

I Love Radio Rock: il capitano e il timoniere Oggi potrà sembrare incredibile e alquanto improbabile, ma a metà degli anni '60, nel paese che ha dato i natali ai Beatles e ai Rolling Stones, la BBC trasmetteva solo due ore di rock alla settimana nonostante ci fosse un pubblico pronto a essere sconsacrato pur di ascoltare la "musica del diavolo". Nacquero così, in un periodo di profondo turbamento giovanile e di altrettanta rigidità politica, le cosiddette radio pirata: emittenti radiofoniche a bordo di navi "fantasma" che davano il pane quotidiano a giovani affamati di suoni trasgressivi.

VIDEO | Il nuovo film di Richard Curtis.

Il trailer

venerdì 24 aprile 2009 - Marlen Vazzoler

I love Radio Rock: il trailer È uscito un nuovo trailer di I love Radio Rock, un film con un cast superlativo formato da Philip Seymour Hoffman, Bill Nighy, Rhys Ifans, Nick Frost e Kenneth Branagh. Alla fine degli anni '60 le stazioni radio americane hanno messo in onda il rock per 24 ore al giorno, ma nella patria dei Beatles e dei Rolling Stones, l'unico modo per 25 milioni di persone di sentire la loro musica è di sintonizzarsi con una barca. Un gruppo di deejays che hanno conquistato il pubblico inglese negli anni '60, mettendo in onda la musica che ha plasmato una generazione e resiste audacemente contro il governo che vuole farli chiudere.

   

"I love Radio Rock": quando la musica ribelle rimane a galla

di Boris Sollazzo Liberazione

Finché la barca va, lasciala andare. Così cantava Orietta Beni, e mai si sarebbe aspettata che il suo ritornello risultasse perfetto per una comunità maschile (a rompere la continuità solo una factotum lesbica) che viveva e lavorava su un'imbarcazione fatiscente, si dedicava a ogni tipo di vizio (sesso, droga e rock'n'roll su tutti, ovvio) e mandava musica leggendaria che ha cambiato il mondo. Fantasia al potere in una storia tutta vera che racchiude in sé un'esperienza breve ma intensa che ha fitto epoca, quella delle radio libere e clandestine che beffavano l'impero britannico e il suo megafono (la Bbc) trasmettendo in altomare e inondando, è il caso di dirlo, le case dei sudditi di Sua Maestà di rock e pop, allora messi al bando e relegati ad appena 45 minuti (!) alla settimana sulle frequenze di stato. »

Sesso droga e R'n'R' in barca

di Dario Zonta L'Unità

I Love Radio Rock è uno dei film più divertenti e intelligenti di questo squarcio di stagione, prima che l'estate arrivi a ottunderci con il suo vuoto pneumatico cinematografico. Dietro questa operazione astuta e pericolosa c'è il gruppo che ha reinventato il cinema inglese di questi anni con film quali Notting Hill, Bridget Jones e Quattro matrimoni e un funerale. Ora tornano mettendo le mani su di una storia tanto vera quanto incredibile: la scanzonata avventura di una radio Libera e privata che ha cambiato il mondo del pop-rock su onde oceaniche e medie. »

Sulle onde delle rocce

di Lietta Tornabuoni L'Espresso

È strana pensare che il rock'n roll, ora tanto usuale da diventare un poco obsoleto, sia stato una musica quasi sovversiva, trasgressiva, avversata dai conservatori specie inglesi per diversi motivi: la sua fisicità, nel rapporto musicista-strumento e musicista ascoltatori; la sua dimensione provocatoria nei confronti del sentimentalismo tradizionale; il suo derivare dalla musica popolare nera; la sua natura sfrenata e generazionale. Il rock aveva cominciato a piacere negli Stati Uniti alla metà degli anni '50, ma veniva ostacolato in Inghilterra ancora dieci anni dopo: la Bbc nonne trasmetteva più di 120 minuti alla settimana. »

Che bella sorpresa la nave a tutto rock

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Che bella sorpresa I Love Radio Rock, originalissima, spiritosa e perfino commovente commedia, che racconta la storia vera di Radio Caroline, un'emittente privata che sfidò leggi incredibilmente repressive. Mare del Nord, 1966. Ha un successo clamoroso in tutta la Gran Bretagna la radio pirata che su una nave molto al largo trasmette rock. Ma un ministro astioso le dichiara guerra. Avrà pane per i suoi denti. Accompagnata dalla magnifica colonna sonora, destinata a far sussultare il pubblico coi capelli grigi, una superba squadra d'attori, da cui alla fine spiace separarsi. »

I Love Radio Rock | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Approfondimenti
il film
Video
il trailer
Trailer
1 | 2 | 3 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità