Come tu mi vuoi

Un film di Volfango De Biasi. Con Nicolas Vaporidis, Cristiana Capotondi, Giulia Steigerwalt, Elisa Di Eusanio, Paola Carleo.
continua»
Commedia, durata 107 min. - Italia 2007. - Medusa uscita venerdì 9 novembre 2007. MYMONETRO Come tu mi vuoi * * - - - valutazione media: 2,44 su 450 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,44/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * 1/2 - - -
 critica * * - - -
 pubblico * * * 1/2 -
Una ragazza si innamora di un suo coetaneo che ha una vita molto diversa dalla sua. Farà di tutto per diventare come lui la vuole.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Opera prima che conferma la standardizzazione drammaturgica e formale del cinema italiano per (e sui) teenagers
Marzia Gandolfi     * * - - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Giada è una studentessa universitaria intelligente e compassata. Riccardo uno studente universitario svogliato e sfacciato. Lei lavora per mantenersi gli studi, lui è mantenuto agli studi. Lei ha un curriculum da lode, lui raggiunge il "venti" a stento. Lei è sostanza, lui apparenza. Giada è occupata part-time in una trattoria e impartisce lezioni di ripetizione ai colleghi meno brillanti. Riccardo sperpera i soldi di papà, deluso dalle sue bugie e dai suoi fallimenti accademici. Per garantirsi la vacanza a Ibiza risponde all'annuncio di Giada. Le ore passate sui libri li avvicinano fino ad innamorarli. Ma perché l'amore si realizzi sarà necessario "rivedere" la propria immagine e maturare un'identità morale. Se uno storico volesse comprendere qualcosa dell'Italia attraverso la produzione cinematografica degli ultimi anni, si troverebbe di fronte ad una gran quantità di film che condividono, in maniera imbarazzante, un identico patrimonio cromosomico. Una progressione disarmante di storielle tutte uguali, fasulle e falsamente artistiche. Uno stile immediatamente riconoscibile dalla voce off, l'impiego di canzoni vintage e di una compagnia di divi teenagers ritornanti (sempre Vaporidis, la Capotondi interscambiabile con la Crescentini). Una serie di regole enunciate: l'origine letteraria, centralità della sceneggiatura (il regista è sempre autore dello script e del libro da trasporre col titolo omonimo), una formula declinabile praticamente in tutte le varianti del cinema "medio" (dalla commedia ai college-movie, dal noir al dramma borghese). Dopo la trasposizione bis dei cult coatti di Federico Moccia (3MSC e Ho voglia di te), dopo l'operazione commerciale della ditta premiata e arricchita Brizzi/Martani (Notte prima degli esami ieri&oggi + l'immanente serie televisiva), debuttano in libreria e al cinema il libro e il film di Volfango De Biasi. Come tu mi vuoi, neanche a dirlo ma è bene dirlo, conferma una standardizzazione drammaturgica e formale tesa ad agganciare e ad aggredire un pubblico di giovanissimi/e. A questo punto la critica può scegliere di porsi come ultimo anello di una catena di promozione e consenso o come ultimo baluardo (forse romantico e probabilmente snobistico) contro un cinema che parla a se stesso, blandendo e impigrendo. Poco credibile sul piano della denuncia che intenderebbe documentare (la noia e i vizi di una gioventù bruciata, lo squallido rituale della droga chic, la rappresentazione dei luoghi dei neo-ricchi spregiudicati), Come tu mi vuoi rimane una prova sfilacciata di una vicenda che si vorrebbe emblematica di una società opulenta ma viziata. L'opera prima di De Biasi cerca le ragioni della diversità mettendo in scena una ragazza bruttina che baratta la propria anima con una presunta accettazione. Il risultato è alla fine ambiguo e l'integrazione viene convertita in omologazione. Il guardare oltre le apparenze richiede un lungo e faticoso tirocinio a cui nessuno, in questo film, sembra davvero disposto.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
COME TU MI VUOI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Infinity
Premi e nomination Come tu mi vuoi MYmovies
Come tu mi vuoi recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Premi e nomination Come tu mi vuoi

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
1
David di Donatello
0
1
* - - - -

Vuoto

martedì 13 novembre 2007 di Lara

Giada è una giovane studentessa di scienze delle comunicazioni, bruttina, povera, poco "cool" ma molto intelligente e diligente negli studi. Riccardo è anche lui uno studente della stessa facoltà con poca voglia di studiare ma anche un ricco figlio di papà, pieno di donne e re delle notti romane. I due dopo un fugace incontro in facoltà sono destinati a reincontrarsi quando lui è costretto a prendere ripetizioni e a migliorare i suoi voti per non perdere i soldi di papà. Inevitabilmente dopo varie continua »

* * * - -

Storia che rispecchia la realtà????

giovedì 6 dicembre 2007 di Laura

"Come tu mi vuoi" sembra una storia banale e noiosa, ma in realtà se guardi più attentamente noti come tutto quello che viene descritto rispecchia la realtà...purtroppo la nostra società riconosce solo l'IMMAGINE e nient'altro, tutto ciò che possiamo fare è seguire la massa oppure non vieni neppure preso in considerazione neanche per il lavoro più banale come l'assistente di un professore all'università...la nostra società ha creato così l'immagine della DONNA OGGETTO,nonostante abbiamo fatto molto continua »

* - - - -

Un occasione sprecata

giovedì 18 febbraio 2010 di tomcat75

Film per un target molto giovanile, che vorrebbe mostrarci la generazione dei giovani di oggi, che sono vuoti. Ma il film vorrebbe avere delle velleità di analisi sociale. La racchia interpretata dalla Capotondi accusa il mondo femminile che si mercifica senza nessun valore, combattendo il sistema dall’esterno. Lei è una studentessa modella che oltre ad essere brutta si veste male. Da contraltare c’è Vaporidis, giovane, bello, ricco; ma senza alcuna voglia di studiare, continua »

* * - - -

Ecco a voi il cinema italiano...

domenica 11 novembre 2007 di ely

Ieri sera sn andata a vedere cn le mie amike qst film e quell' ora e mezza è passata davvero molto molto lentamente.Un altro clone si aggiunge al cinema sentimental-adolescenziale italiano ke propone figure vicine alla realtà lontane anni luce.Poke cose si salvano in qst sdolcinata commediola.Se si guarda la regia bisogna coprirsi gli okki, essa è sterile e poco precisa.Se si ci aggiunge 1 fotografia ed 1 montaggio ke nn eccelleno si ha l'impressione d'essere d'avanti ad 1 film x la televisione.La continua »

Vaporidis (Riccardo)
L'unica cosa brutta dell'amore è che purtroppo è come un fiore, prima o poi si appassisce fino a morire e puzza…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Cristiana Capotondi e Nicolas Vaporidis
-""Non ti piace guardarci?""-
-""Preferisco esserci..."-
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Cristiana Capotondi e Nicolas Vaporidis
-""Non ti piace guardarci?""-
-""Preferisco esserci..."-
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5

INCONTRI | Cristiana Capotondi diventa brutta nel film di Volfango De Biasi, "remake" italiano della commedia di Robert Iscove.

Come tu mi vuoi sulla scia di Kiss Me

venerdì 2 novembre 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Come tu mi vuoi sulla scia di Kiss Me Giada è una studentessa modello un po' bruttina che passa il suo tempo sui libri senza curarsi del suo aspetto. Riccardo, al contrario, è bello e viziato e rappresenta tutto ciò che Giada detesta: l'apparire a tutti i costi. Quando il padre di Riccardo lo mette alle strette nel tentativo di farlo studiare, il ragazzo si rivolge alla secchiona della scuola per dargli ripetizioni. Nonostante provengano da due mondi agli antipodi, man mano che il tempo passa (e complice una crudele scommessa) tra i due scocca l'amore.

Essere o apparire, il dilemma

di Roberta Bottari Il Messaggero

Giada (Cristiana Capotondi) è brutta. E basterebbe questo a giustificare Come tu mi vuoi di Volfango De Blasi. Perché, ci dice il film, in una società basata sull'apparenza, essere brutta è un peccato mortale. E nella Roma da "sniffare", si può rubare, ma chi indossa una gonna di quel colore, francamente, merita l'ergastolo. Giada è studiosa e profonda, ma suo look è fuori moda. Tutto il resto è noia. Dato che ama il ricco e snob Riccardo (Nicolas Vaporidis), che la ricambia ma si vergogna di lei, si trasformerà in una tipa sexy e fatale. »

"Come tu mi vuoi" I "gggiovani" sotto vuoto

di Boris Sollazzo Liberazione

Che rabbia. L'esordiente Volfango De Biasi a girare è bravo, con un respiro ampio che sa usare location e profondità con stile e talento. Sa guidare bene attori e tecnici. Cristiana Capotondi cresce e una parte da bruttina sfigata le permette di dimostrarlo. Nel cast due ragazze da tenere d'occhio: la glaciale (per la prima volta) Giulia Steigerwalt, perfetta nel ruolo più difficile, e l'esuberante Elisa D'Eusanio, teatrante esordiente al cinema. Come tu mi vuoi , quindi, di spunti e lati positivi ne ha parecchi. »

La Capotondi brutta fa un bel film

di Maurizio Cabona Il Giornale

Come ogni alleanza (alliance è la «vera» in francese), i matrimoni si reggono su comuni interessi. È una verità antica come il mondo quella ribadita da Come tu mi vuoi di Volfango De Biasi, tratto dall'omonimo romanzo edito da Mondadori. Aggiornando la regola dell'unione duratura, che non significa dell'unione amorosa, all'Italietta del primo XXI secolo, De Biasi rappresenta disinvoltamente un lui (Nicolas Vaporidis) bello e ricco, quindi pigro, e una lei (Cristiana Capotondi) brutta e povera, quindi onesta. »

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Ultima ricaduta del "Brizzi-Martani pensiero". Fausto Brizzi e Marco Martani hanno dato vita con Notte prima degli esami all'ultimo vero fenomeno (parallelo a quello del "Moccia pensiero") in stagioni avare di fenomeni forti. (Sul "forte" ci sarebbe da dire, tutta l'attenzione va alla debolezza e alla dispersione giovanili. Ma un'altra volta). Personalmente non c'entrano, Come tu mi vuoi è del debuttante Volfango De Biasi. Ma Cristiana Capotondi e Nicolas Vaporidis sono i testimonial generazionali creati da Notte prima degli esami. »

Come tu mi vuoi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | tomcat75
  2° | laura
  3° | lara
  4° | matilde perriera
  5° | cucciola86
  6° | c
  7° | alex62
  8° | great steven
  9° | tatiana micaela truffa
10° | evildevin87
11° | midnightmoonlight
12° | ely
Nastri d'Argento (1)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Sito Ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 9 novembre 2007
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità