Il regista di matrimoni

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il regista di matrimoni   Dvd Il regista di matrimoni   Blu-Ray Il regista di matrimoni  
Un film di Marco Bellocchio. Con Sergio Castellitto, Donatella Finocchiaro, Sami Frey, Gianni Cavina, Maurizio Donadoni.
continua»
Drammatico, durata 107 min. - Italia 2006. - 01 Distribution uscita venerdì 21 aprile 2006. MYMONETRO Il regista di matrimoni * * * - - valutazione media: 3,37 su 85 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,37/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * * -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Franco, regista in crisi, fugge in Sicilia dove incontra un uomo che gira filmini di matrimoni e un altro regista, da tutti creduto morto.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
L'opera più lirica di Bellocchio ribadisce la conversione laica del suo cinema
Marzia Gandolfi     * * * * -

Franco Elica è un padre turbato dal matrimonio della figlia con un fervente cattolico ed è un regista in crisi che sta preparando su commissione l'ennesima riduzione dei Promessi Sposi. Uno scandalo scoppiato all'interno della produzione "manzoniana" lo costringe a una fuga a sud, dove incontrerà Enzo, umile regista di matrimoni, e Ferdinando Gravina, illustre principe decaduto di Palagonia. Il nobile siciliano propone a Franco Elica di partecipare alle nozze della figlia Bona e di "cinematografare" l'evento. Elica, invece, se ne innamora, e sostituendosi alla provvidenza, filmerà per lei un diverso finale, di connubio? Di nubilato? Di fuga?
Tre sono gli epiloghi possibili di un film-omnia che procede per scene sospese e sequenze non finite. Tre pure sono i registi dei matrimoni che "non s'hanno da fare": a Franco Elica, alter ego del regista piacentino, in cerca della sua identità sostanziale e profonda, si contrappone nel film l'ossessivo Smamma, che ne cerca al contrario una apparente e ridondante. Smamma, uno strepitoso e 'casteliano' Gianni Cavina, è il "fu Pascal" pirandelliano che si finge morto per vincere un "Davide di Michelangelo" e per essere riconosciuto come uomo e come autore. Il personaggio di Cavina eredita i pugni in tasca di Lou Castel, di cui continua a sperimentare la rabbia aggiornando la sua furia personale. A rielaborare fino a trasformare quella collera è invece il regista dal nome futurista (Elica) interpretato da Sergio Castellitto, personaggio che prosegue idealmente la formazione spirituale e laica di Ernesto Picciafuoco ne L'ora di religione. Il regista di Castellitto mette in atto una fuga attiva in una Sicilia barocca ma diffusa di piacentinità, dove incontra personaggi veri, che rivendicano il primato dell'esistenza contro la recita della vita. Bellocchio ribadisce la conversione laica del suo cinema e il diritto ad esprimere il proprio ateismo, che non è mai una lotta contro la religione perché più di ogni altro questo autore e questo film restituiscono lo sguardo metafisico di Dio: le integrazioni delle immagini in 35mm con quelle meno definite del digitale irrompono ad osservare o a assistere il protagonista. Bellocchio nella sua opera più lirica privilegia la "sovversività" dell'arte, la settima, ancora capace di riferire la bellezza. Per questa ragione al centro del suo cinema c'è ancora una volta un soggetto femminile, una principessa quasi sposa di cui filma la progressione umana, l'enfasi emotiva e la scelta finale di un sentimento (libero per Elica, costretto per lo sposo) che esiste a prescindere da tutto, dalla famiglia, dalla società, dalla religione, e si trasforma in qualcosa di reale come una corsa in treno verso un amore probabilmente edonistico (non riproduttivo), ma maledettamente seducente per l'immaginario collettivo.

Premi e nomination Il regista di matrimoni MYmovies
Il regista di matrimoni recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Il regista di matrimoni
Primo Weekend Italia: € 469.000
Incasso Totale* Italia: € 1.983.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 8 ottobre 2006
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
43%
No
57%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Il regista di matrimoni

premi
nomination
Nastri d'Argento
2
0
* * * * -

Vero come un sogno

venerdì 28 aprile 2006 di Diana Di Francesca

Oppresso da una crisi esistenziale e creativa, Franco Elica sogna una fuga.Che per incanto lo porti,solo,davanti al mare.E quali sogni può sognare un ateo ossessionato dal cattolicesimo, un artista insidiato dal silenzio delle emozioni?Una Lucia che è anche un po’Gertrude,nozze forzate,bagliori di vita dove ogni incontro avviene in una chiesa,un succedersi di sorprese fantasmagoriche e viscerali.E un non-luogo dove tutte queste possibilità,queste ossessioni,possono mescolarsi e prendere vita,il continua »

* * * * -

La vita è songo...

sabato 22 aprile 2006 di Darko

Il nuovo film di Marco Bellocchio (regista eccelso de I PUGNI IN TASCA, suo vero capolavoro) torna sul grande gioco pazzo e abbondantemente sfruttato nel cinema del film "metacinematografico". Trattasi infatti dell' ennesima vicenda di un regista noto, Franco Elica (Castellitto), tutti lo chiamano "Maestro", che a causa d'una serie di delusioni nei confronti della vita (e qui ci si butta in mezzo di tutto: odio nei confronti della Chiesa e del suo potere, del Potere stesso, della politica, insomma continua »

* * * - -

Forse è solo una storia mentale

domenica 7 maggio 2006 di Daniela

"Manzoni il protagonista" è una frase che ho preso dal commento di Costiluch,mi piace!E' vero per molti aspetti...E' molto acuta la sua analisi, vi suggerisco di leggere il suo commento anche per capire meglio il mio... Credo che forse sia qsto discorso manzoniano il filo che tanti di noi cercavano...ma non credo sia l'unico. La cosa che +sconvolge di qsto film è che qndo esci dalla sala cinematografica non hai una parola per commentarlo,perchè,diciamolo,appena ti alzi non ci hai capito niente...Poi continua »

* * * * -

La cornice (una delle tante interpretazioni)

domenica 14 maggio 2006 di Luca

Un film sulla corince: sulla possibilità di uscire fuori dal campo, dalla telecamera, ecco allora tutti questi rimandi meravigliosi e ironici al simbolo più preciso del pregiudizio che un artista ha quando si mette a lavoro, e sceglie di inquadrare qualcosa. Ribellione all'oppressione del contesto (il padre di lei, la sicilia metafisica) che è simmetrica alla all'impossibità di definire le cose senza dovercisi ribellare. Di qui il meraviglioso fodeau della finestra in contro luce sul mare ( mare continua »

smanna
"in italia sono i morti che comandano.."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Franco Elica
...e cominciano a baciarsi. con passione, però senza frenesia: con un desiderio autentico.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Il regista di matrimoni

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 12 marzo 2008

Cover Dvd Il regista di matrimoni A partire da mercoledì 12 marzo 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il regista di matrimoni di Marco Bellocchio con Sergio Castellitto, Donatella Finocchiaro, Sami Frey, Gianni Cavina. Distribuito da 01 Distribution, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1. Su internet Il regista di matrimoni è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 6,50 €
Aquista on line il dvd del film Il regista di matrimoni

SOUNDTRACK | Il regista di matrimoni

La colonna sonora del film * * * - -

Disponibile on line da venerdì 8 settembre 2006

Cover CD Il regista di matrimoni A partire da venerdì 8 settembre 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Il regista di matrimoni del regista. Marco Bellocchio Distribuita da Cam.

Tra fiaba e thriller vince l'ironia

di Natalia Aspesi La Repubblica

A vedere un film di Marco Bellocchio si va ormai con una certa inquietudine: amandolo moltissimo, parteggiando per lui con tutto il cuore di spettatore, si teme di provare, se non una delusione, una specie di incompletezza, il fastidio verso se stessi per non riuscire a capire sino in fondo, di essere insomma in torto verso un autore che da più di quarant'anni, e restando un uomo dall'eterno fascino mite e schivo, ci ha dato opere bellissime e importanti che hanno segnato il cinema italiano e la nostra stessa vita. »

di Aldo Fittante Film TV

Quarant’anni coi pugni in tasca. Bellocchio, tornato giustamente da qualche tempo ad essere uno dei registi più coccolati da critica e pubblico, si avvicina al mezzo secolo del suo folgorante esordio mettendosi ancora una volta al lavoro in un film progetto affascinante, spostandosi presumibilmente dalla fanta-politica-poetica di Buongiorno notte alla riflessione su di sé e sul mondo. Il titolo, è Il regista di matrimoni quasi un paradossale autoritratto per un regista che da sempre grida «Famiglie, vi odio!». »

Diario di una rinascita, generoso ed energico

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Un regista in crisi, anzi in fuga: dal suo lavoro, dalla sua città, forse da se stesso. Un matrimonio "che non s'ha da fare". Un film abbandonato sul nascere, tratto proprio dai Promessi sposi . Un altro regista in Sicilia, più modesto, che campa riprendendo cerimonie di nozze e finisce per offrire al regista in fuga una sponda, un rifugio, un'identità provvisoria (o forse più profonda) con cui proseguire il suo viaggio. E poi l'Italia di oggi, certo, condensata in questa Sicilia astratta, mitologica e un poco mentale: come l'intero film, paesaggio dell'anima prima che paese reale. »

Bellocchio, il sogno di un amore

di Alberto Crespi L'Unità

«Due uomini stavano, l'uno dirimpetto all'altro, al confluente, per dir così, delle due viottole». Sì, è Manzoni, il primo capitolo dei Promessi sposi, la passeggiata dalla quale torna «bel bello» don Abbondio. I due uomini che lo aspettano sono i «bravi» di don Rodrigo quelli che gli ordineranno di non sposare, «né domani né mai», Renzo e Lucia. I due «bravi» li incontra anche Franco Elica, il cineasta protagonista di Il regista di matrimoni, nuovo film di Marco Bellocchio. Solo che, essendo in Sicilia, non sono due «bravi» ma due picciotti, eleganti, azzimati, e ugualmente pericolosi. »

Il regista di matrimoni | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (2)


Articoli & News
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità