•  
  •  
Apri le opzioni

Joan Plowright

Joan Plowright (Joan Ann Plowright). Data di nascita 28 ottobre 1929 a Brigg (Gran Bretagna).
Nel 1993 ha ricevuto il premio come miglior attrice non protagonista al Golden Globes per il film Un incantevole aprile. Joan Plowright ha oggi 92 anni ed è del segno zodiacale Scorpione.

Lady Olivier

A cura di Fabio Secchi Frau

The Entertainer" di John Osborne, rappresentato a teatro, fu galeotto perché mai Joan Plowright si sarebbe aspettata di innamorarsi, dietro le quinte, di quella pietra miliare del cinema che fu Laurence Olivier, suo compagno di set e poi di vita. Da quel momento, la settima arte e il mondo intero la omaggia con il titolo di "Lady Olivier", come a segnare quel legame indimenticabile che ha saputo stabilire con il più internazionale degli attori e registi teatrali inglesi. Lontana dall'alone di leggera trasgressione e di estremismo della precedente consorte dell'uomo, la mitica Vivien Leigh, la Plowright è invece il vivace ritratto di una donna apparentemente perfetta, a volte maldestra, a volte comica, ma inguaribilmente bonaria, specialmente con l'arrivo dell'età matura.

L'esordio teatrale
Nata e cresciuta in Inghilterra, figlia di un giornalista e direttore di una rivista, Joan Plowright studia alla Scunthorpe Grammar School, appassionandosi da subito alla recitazione, tanto è vero che poi sceglierà di frequentare i corsi di recitazione della Bristol Old Vic Theatre School. Comincia a lavorare come attrice teatrale dal 1951, debuttando a Londra nel 1954 ed emergendo, fin dall'inizio, per le sue superbe interpretazioni. Dopo due anni, nel 1956, entra nella English Stage Company della Royal Court con il ruolo di Margery Pinchwife in "The Country Wife". Successivamente viene scelta per affiancare George Devine in alcune opere di Eugène Ionesco: "Les Chaises", "Major Barbara" e "Saint Joan". Comincia anche ad apparire in televisione nello spettacolo "BBC Sunday Night Theatre" (1954), un programma televisivo inglese dove si mettevano in scena le principali opere teatrali, da a Plauto a William Shakespeare, e in particolare la Plowright porterà in scena la versione televisiva de La commedia degli errori, per la regia di Lionel Harris.

Il doppio debutto con Moby Dick
Sposata con l'attore Roger Gage, dopo aver partecipato al film tv Moby Dick Rehearsed (1955) per la regia di Orson Welles, accanto allo stesso regista e a Christopher Lee, debutta cinematograficamente nella stessa opera, Moby Dick (1956), ma per la regia di John Huston con Gregory Peck. Poi passerà sotto la direzione di Joseph Losey ne L'alibi dell'ultima ora (1957) con Peter Cushing, tornando a teatro lo stesso anno con la produzione londinese di un'opera di John Osborne "The Entertainer", per la regia di Laurence Olivier - che verrà trasposto sul grande schermo con il titolo Gli Sfasati (1960) e con gli stessi interpreti, facendo guadagnare alla Plowright una nomination ai BAFTA come miglior promessa.

Il matrimonio con Laurence Olivier
Quella con Olivier diventerà poi molto di più di una semplice collaborazione, sfocerà infatti in una relazione che oscurerà persino l'amore che il grande regista e attore inglese aveva per la diva Vivien Leigh. Da principio Olivier e la Plowright saranno solo ottimi compagni di lavoro, poi successivamente, dopo il divorzio della Plowright da Gage nel 1961 e quello di Olivier dalla Leigh, i due convoleranno a nozze, diventando genitori di ben tre figli: il regista e attore Richard Olivier e le attrici Tamsin e Julie Kate Olivier. Il matrimonio fra i due rimarrà uno dei più solidi nel mondo del cinema, infranto disgraziatamente dalla morte dello stesso Olivier l'11 luglio 1989, ma nel frattempo i due continueranno a recitare in: Unlce Vanya (1963), Tre sorelle (1970), Il mercante di Venezia(1974), il film tv Daphne Laureola (1978) e la serie tv Wagner (1983) che si fregerà anche della partecipazione di Richard Burton e Vanessa Redgrave.

L'affermazione nel cinema inglese
Dopo aver vinto un Tony Award come miglior attrice drammatica nel 1961 per "A Taste of Honey" e aver ottenuto il titolo di Comandante dell'Impero Britannico nel 1970, recita ancora con Burton ne Equus (1977), ottenendo la sua seconda nomination ai BAFTA come miglior attrice non protagonista, anche se ben migliori performances le offrirà ne: Britannia Hospital (1982) di Lindsay Anderson, Revolution (1985) con Nastassja Kinski e Al Pacino e Giochi nell'acqua (1988) di Peter Greenaway.

La carriera hollywoodiana
È in questi anni che Hollywood si accorgerà di lei, ma soprattutto per parti comiche come è il caso della suocera di origine russa e velenosa ne Ti amerò... fino ad ammazzarti (1990) con William Hurt, Kevin Kline e il tanto compianto River Phoenix. Nominata agli Emmy Award come miglior attrice non protagonista per la fiction Stalin (1992) e all'Oscar nella stessa categoria per Un incantevole Aprile(1992) - si consolerà per entrambi con un doppio Golden Globe -, recita con Jeanne Moreau nel film tv Clothes in the Wardrobe (1993), poi nella pellicola fantastica Last Action Hero - L'ultimo grande eroe (1993) con Arnold Schwarzenegger, diventando la moglie di Walter Matthau ne Dennis la minaccia (1993).

Il sodalizio artistico con Franco Zeffirelli
Ma è dopo La lettera scarlatta (1995) con Robert Duvall, che la Plowright è pronta per un nuovo importante sodalizio artistico, quello con il regista italiano Franco Zeffirelli che la imporrà in molte delle sue pellicole, fra cui spicca la più bella Jane Eyre (1995) con William Hurt. Diventa un'attrice di classe, ma anche molto popolare. Il suo viso bonario, con l'età le permette di interpretare ruoli materni e carichi di semplicità, dalla nonna di François in Surviving Picasso (1996) di James Ivory con Anthony Hopkins alla tata Nilla ne La carica dei 101 (1996) con una magnifica Glenn Close. Non mancano i film mediocri, purtroppo: Dance with me (1998) con Kris Kristofferson, Global Heresy (2002) con Peter O'Toole e Un ciclone in casa (2003) con Steve Martin, Queen Latifah ed Eugene Levy.

Il Plowright Theatre
Nel 2003, recita ancora a teatro, riemergendo con successo ne "Absolutely!" e diventa Dama dell'Impero Britannico nel 2004, ma nonostante l'età che avanza non smette di recitare e continua a essere una presenza fissa del grande schermo come nel caso di Spiderwick - Le cronache (2008) con Nick Nolte. Membra della Royal Academy of Dramatic Art di Londra, alla Plowright è dedicatp un teatro del suo paese: il Plowright Theatre per l'appunto di Scunthorpe. In questi tempi di chirurgia estetica, scandali e divorzi, la Plowright è una stella rara, un satellite di vecchia data che ruota attorno al mondo del cinema e in particolare di Hollywood.

Ultimi film

Animazione, (USA - 2006), 86 min.
Commedia, (USA - 2003), 105 min.
Drammatico, (Italia - 2002), 111 min.
Animazione, (USA - 2000), 75 min.
Commedia musicale, (USA - 1998), 120 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati