•  
  •  
Apri le opzioni

Edwige Fenech

Edwige Fenech. Data di nascita 24 dicembre 1948 a Bône (Algeria). Edwige Fenech ha oggi 73 anni ed è del segno zodiacale Capricorno.

La regina della commedia sexy italiana

A cura di Alessandro Regoli

Attrice di origine algerine, si avvicina al mondo dello spettacolo dopo aver partecipato con successo a diversi concorsi di bellezza, tra cui anche il concorso Lady Francia che si svolge durante il festival di Cannes.
Il suo debutto cinematografico risale al 1967 con Alle dame del castello piace molto fare quello, di stampo boccaccesco.
Due anni più tardi debutta nel genere comico con la coppia Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, in Don Franco e Don Ciccio nell'anno della contestazione, un tentativo diretto da Marino Girolami, di metter in scena gli anni della contestazione giovanile con le sue contraddizioni ed i suoi aspetti grotteschi.
Sempre con il duo comico, nel 1970 partecipa a Satiricosissimo di Mariano Laurenti, ispirato al Satyricon di Fellini e facente parte del filone di parodie di film famosi che Franchi e Ingrassia realizzavano puntualmente in quegli anni.
Negli anni successivi Edwige Fenech si afferma come star della commedia sexy all'italiana (un genere caratterizzato da situazioni divertenti anche se spesso volgari ed a sfondo erotico), con Quel gran pezzo dell'Ubalda, tutta nuda e tutta calda (1972), un insolito decamerotico diretto sempre da Laurenti, in cui la vicenda non è suddivisa in episodi ma ruota intorno al personaggio di Pippo Franco che cerca di conquistare la bella Ubalda; a questo film seguirono altri titoli appartenenti allo stesso filone come La bella Antonia, prima monica e poi dimonia (1972); Quando le donne si chiamavano madonne (1972) e Giovannona Coscialunga disonorata con onore (1973), diretto da Sergio Martino, in cui la Fenech interpreta la parte di una prostituta che il commendator Laneve cerca di far passare per sua moglie, in modo da ottenere i favori di un onorevole ed evitare guai per le sue aziende altamente inquinanti.
Negli anni '70 Edwige Fenech si afferma però non soltanto come interprete principe del film a sfondo boccaccesco, che utilizza come spesso accade un'ambientazione di stampo medievale per dar sfogo ad una pretestuosa esibizione di seni nudi, ma diventa l'icona di una serie di sottogeneri in cui, in quegli anni, si suddivise la commedia italiana interpretando ora l'insegnante, ora la dottoressa, ora la poliziotta.
I registi di quegli anni cercarono di metter in scena proprio quelle che sembravano essere le fantasie degli italiani: soddisfare i propri desideri con la più bella della classe o conquistare l'infermiera di turno. Ognuna di queste figure veniva interpretata da un'attrice che, anche fisicamente, veniva considerata adatta a ricoprire il ruolo e se, ad esempio, Gloria Guida era perfetta nella parte di liceale, Edwige Fenech, considerata troppo matura rispetto alla collega, era invece perfetta per il ruolo di insegnante. Ecco così che l'attrice di origini algerine si afferma nel ruolo di insegnante che spesso, con le sue belle forme, arriva in una nuova scuola portando scompiglio tra alunni e professori, che, a turno, cercano di conquistarla prima che ella ceda alle avances dello studente di turno. Di questo filone ricordiamo L'insegnante (1975) di Nando Cicero, in cui la Fenech dà lezioni private a uno studente interessato a tutt'altro; L'insegnante viene a casa (1978) di Michele Massimo Tarantini e L'insegnante va in collegio (1978) di Mariano Laurenti.
Esaurito il filone "pedagogico", la Fenech inaugura il tema della soldatessa, in cui interpreta questo ruolo in una trilogia diretta sempre da Cicero: La dottoressa del distretto militare (1976), La soldatessa alla visita militare (1977), La soldatessa alle grandi manovre (1978) in cui interpreta il ruolo di Eva Marini, la dottoressa sottoposta a continue attenzioni da parte delle reclute del distretto.
Nella sua lunga carriera Edwige è risultata non soltanto una valida interprete di ruoli-icone della commedia italiana, ma anche di film giallo-erotici e thriller, dove la violenza, il sesso e le atmosfere morbose la facevano da padrone. Basti citare alcuni titoli come Lo strano vizio della signora Wardh (1971), in cui interpreta una signora dalle tendenze sado-masochiste che passa da una relazione all'altra finché non si ritrova sull'orlo della follia mentre un serial killer fa strage di belle donne; Perché quelle strane gocce di sangue sul corpo di Jennifer? (1972) di Giuliano Carmineo; Nude per l'assassino (1975), diretto da Andrea Bianchi, specialista di film ad alto contenuto erotico.
La carriera di Edwige subisce una svolta decisa nel 1982, quando le sue apparizioni sul grande schermo iniziano a diradarsi, diventa un personaggio importante del mondo dello spettacolo aprendo due case di produzione (la televisiva Immagine e la cinematografica Cinema S.r.l) e collezionando diverse apparizioni in programmi televisivi, soprattutto accanto alla coppia comica Franco & Ciccio, e nel 1991, arriverà addirittura a presentare Domenica In e il Festival di Sanremo accanto a un altro attore e produttore cinematografico, Andrea Occhipinti.
Legata per lunghissimo tempo all'imprenditore Luca Cordero di Montezemolo, a cavallo fra gli anni Novanta e Duemila si occupa totalmente di produzione televisiva (la fiction di successo Commesse e il suo seguito e i tre film tv con Sabrina Ferilli Angela, Matilda e Lucia) e cinematografica (Il Mercante di Venezia con Al Pacino). Fortemente idolatrata da Quentin Tarantino e dai registi attorno a lui (con una conseguente rivalutazione della critica italiana nei suoi confronti), torna davanti alla cinepresa per un cameo in Hostel: Part II di Eli Roth (amico di Tarantino e suo fan entusiasta).

Ultimi film

Horror, (USA - 2007), 96 min.
Commedia, (Italia - 1999), 108 min.
Commedia, (Italia - 1984), 89 min.

Focus

TELEVISIONE
venerdì 23 ottobre 2009
Alessandra Giannelli

Una fiction attuale Sulla scia dei fasti per gli ascolti delle ultime miniserie, la Rai propone Le segretarie del sesto, una commedia brillante e corale perché ben quattro sono le protagoniste: Claudia Gerini (Agnese), Micaela Ramazzotti (Giovanna), Antonia Liskova (Miranda) e Tosca D'Aquino (Costanza) e, invece, uno il maschietto: Franco Castellano, sempre nei panni di Romeo delle famose, e ormai remote, "commesse"

TELEVISIONE
lunedì 27 aprile 2009
Alessandra Giannelli

Dal Grande Fratello alla Fiction di Canale 5 Dopo il successo de Il Grande Fratello, Alessia Marcuzzi, nei panni della strega Carlotta, è la protagonista di una bella favola, in cui l'amore regna sovrano (quello tra la dolce streghetta e Riccardo Valenti) e che ricalca le belle commedie romantiche americane. Così, è stato presentato Un amore di strega, in onda su Canale 5, in prima serata, il 29 aprile prossimo, con la speranza che diventi una serialità

INCONTRI
lunedì 18 giugno 2007
Tirza Bonifazi Tognazzi

Hostel 2 Se ne parlava già da tempo, di un possibile cameo di Edwige Fenech nel sequel di Hostel, il film che ha fatto in(h)orridire milioni di spettatori in tutto il mondo. Finalmente il conto alla rovescia sta raggiungendo l'ora zero, quando cioè il prossimo venerdì 22 giugno Hostel: Part II arriverà sugli schermi italiani. Tutti si saranno chiesti quale ruolo ha ritagliato Eli Roth alla bella attrice di origini algerine, e possiamo anticiparvi che i suoi ammiratori non rimarranno delusi

News

Disponibile in sole 400 copie, il DVD + Blu-Ray contiene Extra esclusivi, una card autografata dal regista ed i nomi dei...
Torna sugli schermi l'indimenticata professoressa del cinema italiano. L'abbiamo incontrata insieme al regista di Hostel:...
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati