•  
  •  
Apri le opzioni

Donato Carrisi

Donato Carrisi è un regista, scrittore, sceneggiatore, è nato il 25 marzo 1973 a Martina Franca (Italia).
Nel 2018 ha ricevuto il premio come miglior regista esordiente al David di Donatello per il film La ragazza nella nebbia. Donato Carrisi ha oggi 49 anni ed è del segno zodiacale Ariete.

La penna del giallista, l'occhio da regista

A cura di Fabio Secchi Frau

Nei romanzi di Donato Carrisi gli estranei sono le persone che potrebbero salvarvi la vita, mentre chi vi tende una mano potrebbe essere il peggiore dei vostri incubi, sfuggito a un sonno tormentato su un cuscino madido di sudore.
Eventi drammatici, informazioni importanti sepolte da altri o da voi stessi, indagini, ricordi sanguinosi e vividi, omicidi, illusioni di verità e un bisogno disperato di mettere un freno a quel male che continua a dare sofferenza.
Carrisi è tutto questo. Ridefinisce il thriller psicologico, chiedendo all'assassino di fare un passo indietro, verso il buio più profondo dell'animo umano, pur regalandogli una veste bianca, candida e innocente, ma soprattutto ponendolo sul gradino più lindo che si possa ottenere. Avvincente ed entusiasmante giallista italiano, autore di bestseller internazionali, spesso adattati in pellicole da lui stesso, ha venduto oltre 3 milioni di copie in tutto il mondo, balzando in cima alle classifiche dei libri italiani.

Studi
Pugliese, diplomato al Liceo Classico "Tito Livio" del suo paese d'origine, Martina Franca, e laureato in Giurisprudenza con una tesi su Luigi Chiatti, si specializza in criminologia e scienze del comportamento.

Primi lavori
Comincia a lavorare come autore teatrale già a diciannove anni collaborando con Vito Lo Re e scrivendo commedie come "Molly, Morthy e Morgan", cui seguiranno: "Cadaveri si nasce!", "Non tutte le ciambelle vengono per nuocere", "Arturo nella notte...", "Il fumo di Guzman" e i musical "The Siren Bride" e "Dracula".

Sceneggiatore televisivo
Collaboratore presso IL CORRIERE DELLA SERA, si cimenta anche come sceneggiatore di prodotti per la tv (Casa familia, Era mio fratello, Nassiryia - Per non dimenticare, Squadra antimafia - Palermo oggi, Moana, Il 6° Senso - Quello che non ti aspetti dalla mente), supportato dal produttore Achille Manzotti.

La carriera da giallista
La letteratura è l'immediato passo successivo con il suo primo romanzo "Il suggeritore" del 2009, edito dalla Longanesi, che vince il Premio Bancarella e dà il via al ciclo di Mila Vasquez (composto anche da "L'ipotesi del male", "L'uomo del labirinto" e "Il gioco del suggeritore"). Nel 2011, inaugura un nuovo ciclo letterario, quello di Marcus e Sandra con "Il tribunale delle anime", che si comporrà anche di "Il cacciatore del buio" e "Il maestro delle ombre". Terzo ciclo da lui prodotto è invece quello di Pietro Gerber che si compone di due libri: "La casa delle voci" (2019) e "La casa dei ricordi" (2021).
Si aggiungono a questi titoli anche "La donna dei fiori di carta", "La ragazza nella nebbia" e "Io sono l'abisso".

Regie
Nel 2017, adatta per il grande schermo proprio "La ragazza nella nebbia", vincendo un David di Donatello come miglior regista esordiente. Dirigendo Jean Reno, Toni Servillo, Alessio Boni, Galatea Ranzi, Michela Cescon e una incisiva Greta Scacchi, Carrisi infonde al piccolo e nevoso paese di montagna Avechot un alone di mistero, bagnato dalle calde lacrime di chi amava una sedicenne purtroppo misteriosamente scomparsa. Riproponendo lezioni di cinema hitchcockiano, malgrado il prestiogioso premio, Carrisi ha molti difetti nella messa in scena e persino nella scrittura filmica. La vicenda è troppo confusa (e non è una confusione alla Twin Peaks), il materiale narrato è di una quantità insostenibile per lo spettatore e ci sono persino alcuni rimandi vivisi che purtroppo scadono nel ridicolo (perché mai la poliziotta italiana dovrebbe essere vestita come la Marge Gunderson di Fargo e perché ogni hotel di montagna deve essere identico all'Overlook). Sebbene le intenzioni siano lodevoli, il risultato è troppo torbido per essere gustato a pieno e la suspense finisce troppo in fretta su un binario morto.
Purtroppo, con la sua seconda prova alla regia (sempre riadattando un suo romanzo), L'uomo del labirinto, il risultato non sembra essere più soddisfacente e la vicenda della giovane Samantha che è accudita dal Dottor Green diventa un giallo con un finale prevedibile fin dai primi minuti in cui appaiono i protagonisti del film: Valentina Bellè, Dustin Hoffman e Toni Servillo.
Nel 2022, ancora una trasposizine cinematografica di un suo giallo con Io sono l'abisso.

Altri incarichi
Nel 2018, gli viene affidata la cattedra del Corso di Scrittura di genere: thriller, noir, giallo, mystery" nel master Arti del Racconto all'Università IULM.

Prossimi film

Ultimi film

Thriller, (Italia - 2019), 130 min.

Focus

INCONTRI
giovedì 26 ottobre 2017
Paola Casella

Ha solo 31 anni ma una notevole esperienza teatrale e cinematografica, e nel 2012 ha conquistato il prestigioso Premio Ubu. Dopo essere stata la figlia di Fabrizio Gifuni in Noi 4 di Francesco Bruni e Fransiska in Dove cadono le ombre di Valentina Pedicini, oggi Lucrezia Guidone interpreta il ruolo della moglie di Alessio Boni ne La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi. La ragazza nella nebbia è la storia dell'agente speciale Vogel che viene inviato in una cittadina isolata in una sperduta valle montana, per investigare sul caso di una sedicenne scomparsa

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati