Margini

Film 2022 | Commedia, +13 91 min.

Anno2022
GenereCommedia,
ProduzioneItalia
Durata91 minuti
Al cinema28 sale cinematografiche
Regia diNiccolò Falsetti
AttoriFrancesco Turbanti, Emanuele Linfatti, Matteo Creatini, Valentina Carnelutti Nicola Rignanese, Silvia D'Amico, Paolo Cioni.
Uscitagiovedì 8 settembre 2022
TagDa vedere 2022
DistribuzioneFandango
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,78 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Niccolò Falsetti. Un film Da vedere 2022 con Francesco Turbanti, Emanuele Linfatti, Matteo Creatini, Valentina Carnelutti. Cast completo Genere Commedia, - Italia, 2022, durata 91 minuti. Uscita cinema giovedì 8 settembre 2022 distribuito da Fandango. Oggi tra i film al cinema in 28 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,78 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Margini tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 5 settembre 2022

I membri di un gruppo punk decidono di far arrivare una famosa band americana nella loro piccola città. Non tutto però andrà come speravano. In Italia al Box Office Margini ha incassato 100 mila euro .

Consigliato assolutamente sì!
3,78/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 2,90
PUBBLICO 4,44
CONSIGLIATO SÌ
Finalmente una commedia italiana in cui si ride davvero ma che ha il sapore amaro della realtà.
Recensione di Paola Casella
venerdì 2 settembre 2022
Recensione di Paola Casella
venerdì 2 settembre 2022

Grosseto, 2008. Michele, Edoardo e Iacopo, amici da sempre, formano un gruppo street punk hardcore, ma non hanno una lira, un'occupazione, e neppure un luogo in cui suonare. Miracolosamente sono chiamati come opening act della band americana Defense in tournée europea, ma la data del concerto viene poi cancellata. A Michele viene allora in mente di invitare i Defense a Grosseto, e altrettanto miracolosamente la band accetta: peccato che manchino il locale, l'impianto acustico e i soldi per i trasferimenti. Michele ha moglie e figlia, Edoardo un padrino dispotico, e Jacopo l'occasione di suonare per un'orchestra seria. Riusciranno i nostri eroi nella loro delirante impresa?

Margini è (finalmente!) una commedia italiana in cui si ride davvero ma che ha il sapore amaro di una realtà che non sorride ai giovani, in particolare agli artisti.

Deve moltissimo al cinema dei Virzì (Paolo, ma anche il Carlo di I più grandi di tutti) e tuttavia se ne affranca perché riesce a restare ruspante vero, e perché racconta una generazione successiva a quella di Ovosodo.

È soprattutto l'energia che attraversa la narrazione a rendere coinvolgente questa storia di tentato riscatto dove funziona tutto, soprattutto la corrente nervosa e la recitazione di tre ottimi attori che sembrano fisicamente rimandi pop culturali: Edoardo (Emanuele Linfatti) una versione underground di Fedez, Iacopo (Matteo Creatini) un giovane Edoardo Gabbriellini e Valentina Carnelutti (la madre di Edo) la Nicoletta Braschi senza Benigni. Francesco Turbanti (Michele), anche cosceneggiatore, riassume invece in sé l'esistenza ai margini del titolo, di chi è nato contrario e incapace di assimilarsi al resto del mondo.

Silvia D'Amico è teneramente efficace nei panni della moglie di Michele, ma chi ruba costantemente la scena a tutti è Nicola Rignanese nei panni esilaranti del padrino di Edo. In generale (e in scrittura!) nessuno dei personaggi perde umanità, restano evidenti le ragioni di tutti, e (al netto dei consueti problemi di sonoro del cinema italiano, che a volte rendono inintelligibili i dialoghi) le interazioni conservano una genuina componente di verità. Ed è confortante di per sé sapere che c'è ancora chi crede che "le cose si fanno o non si fanno", potente antidoto per i ragazzi del 2022 che gettano la spugna in partenza.

È impossibile non fare il tifo per questo quartetto antistorico e postmoderno in un mondo analogico per scelta, che condivide prossimità fisica e motivazione ideologica, porta in giro gli strumenti col carrello della spesa e presenta il proprio concerto agli enti locali come "un'occasione per il territorio". Anche gli ambienti della provincia maremmana sono perfetti: balere e supermercati, sagre e centri anziani, processioni e circoli Arci, Comuni decorati con teste di cinghiale e butteri "Marlboro men" della provincia.

La regia di Niccolò Falsetti, anche coautore della sceneggiatura con Turbanti e Tommaso Renzoni, è precisa all'interno di quell'energia caotica e scomposta, come lo è il montaggio (di Stefano De Marco e Roberto Di Tanna): a Falsetti, al suo primo lungometraggio, si deve la coesione di tutto il film, che ha il sostegno di icone alternative come i Manetti Bros. e Zerocalcare ma resta fieramente incapace di ruffianate e conformismi, e brucia dall'inizio alla fine senza mai cedere alla tentazione della svolta consolatoria.

Sei d'accordo con Paola Casella?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 16 settembre 2022
plgrulla

Commedia amara italiana carina, in cui si sorride ogni tanto, ma di certo non si ride. Una piacevole serata, però uno di quei film di cui dopo un mese non ricordi più molto.

giovedì 15 settembre 2022
Marco Conti

assolutamente sì ? vogliamo scherzare ! un filmetto di nessun valore tanto povero di idee quanto pieno di urli, merita, ma col diminutivo,  la sintesi critica del piu' citato Villaggio: una cagatina pazzesca !!!

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 23 settembre 2022
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Un film piacevole, "Margini". Meglio: è un film soprattutto divertente. Non è facile oggi riuscire a strappare qualche sorriso al cinema, visto il momento complicato che stiamo vivendo. Men che meno con il cinema italiano, che sembra non saper più divertire sul serio, incrostato com'è di battute abitudinarie, di situazione ormai logore, di dialoghi spesso grevi.

sabato 17 settembre 2022
Enrico Danesi
Giornale di Brescia

Essere punk a Grosseto e sognare un vero palco, come zattera per salvarsi dalla palude della vita di provincia. È un dimenarsi nelle sabbie mobili, quello di Michele, Edoardo e Iacopo, trio street punk al centro del film prodotto dai Manetti Bros, che pulsa onestà intellettuale nel rifiutare ammiccamenti estetici leziosi, ma paradossalmente - vista l'energia che evoca - non decolla in quanto a ritmo [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 settembre 2022
Alice Sforza
Il Giornale

A Grosseto, Edoardo, Michele e Jacopo hanno una band punk. Un giorno potrebbero aprire il concerto, a Bologna, del gruppo hardcore Defense che, però, viene annullato. E loro decidono di «ingaggiare» i cantanti americani portandoli a Grosseto. Però, questa decisione potrebbe compromettere l'amicizia. Pur con buoni propositi, lo schema è prevedibile e la strada scelta più convenzionale che trasgressiva [...] Vai alla recensione »

martedì 6 settembre 2022
Rocco Moccagatta
Film TV

Ai margini d'Italia c'è Grosseto. E tutto un cinema toscano decentrato che da sempre gioca con l'idea delle Fughe da fermo e dei rimpianti strozzati in gola come un Ovosodo. Edoardo, Iacopo e Michele (Linfatti, Creatini e Turbanti, tutti precisi) sono post-nipotini dei vitelloni e dei leoni al sole del cinema che fu, senza neppure più la consolazione dei piaceri della provincia.

sabato 3 settembre 2022
Luigi Abiusi
Il Manifesto

Un singolare gusto per l'inquadratura - l'angolazione, il permeare della luce nell'aria, sulle superfici, gli scorci disertati - all'inizio di Margini di Nicolò Falsetti, film italiano in concorso alla Settimana della Critica prodotto da Fandango: la macchina fissa che, prima di inquadrare i margini appunto - repertorio di rotonde in preda a gramigne, terrapieni, sfrecciare di treni - mostra impassibile [...] Vai alla recensione »

sabato 3 settembre 2022
Tiziana Morganti
Asbury Movies

Quando la cultura punk e, in modo particolare, il punk rock hanno iniziato a dominare la scena giovanile alla fine degli anni settanta in Inghilterra, il fenomeno ha rappresentato una vera e propria rivoluzione del costume. Dal punto di vista musicale, poi, il genere ha contribuito alla nascita di band storiche come i Sex Pistols e i Clash, mentre la moda assisteva allo stile tutto particolare di Vivienne [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 settembre 2022
Lorenzo Ciofani
La Rivista del Cinematografo

Sono trascorsi quattordici anni dagli eventi narrati in Margini, unico film italiano presentato alla Settimana Internazionale della Critica, eppure sembrano molti di più. È una scelta formale, precisa, in cui il punto di vista del regista, l'esordiente Niccolò Falsetti (classe 1987, all'attivo vari doc e corti), si riverbera nelle immagini evocative di Alessandro Veridiani, anche lui debuttante come [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 settembre 2022
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

Non succede (quasi) mai niente a Grosseto. C'è il treno che passa più o meno agli stessi orari, i titoli del Tirreno quando succede qualcosa di clamoroso. E di clamoroso non succede nulla anche "se bruciasse la città" come la canzone di Massimo Ranieri nel finale. Non succede (quasi) mai niente a Grosseto ma ci sono tre sognatori: Edoardo, Jacopo e Michele, membri di una band punk.

venerdì 2 settembre 2022
Francesco Bonfanti
Close-up

All'avanguardia spetta l'assalto glorioso, al corpo dell'esercito la battaglia, quella vera, alla retroguardia l'attacco riparatorio, furioso e disperato. Nell'antichità la retroguardia era composta da uomini esperti, questa retroguardia è invece fanciulla: realisti abbastanza per ammettere che lo scontro è perso, altrettanto sognatori per negarlo e illudersi, e così continuare a combattere.

venerdì 2 settembre 2022
Raffaele Meale
Quinlan

"Un ringraziamento speciale alle band della scena punk italiana che hanno supportato questo progetto: Negazione (Torino HC), Klaxon (Roma Streetpunk), Antiyou (Roma HC), Colonna Infame Skinhead (Roma Oi!), Gli Ultimi (Streetpunk dalla provincia), Rappresaglia (Milano HC), Coloss (Roma HC), La Crisi (Milano HC), Kina (Aosta HC), Nabat (Bologna Oi!), Payback (Roma NYHC), Pegs (Grosseto Streetpunk).

NEWS
NEWS
martedì 6 settembre 2022
 

Una commedia 'punk' che fa davvero ridere: impossibile non fare il tifo per i protagonisti. Dall' 8 settembre al cinema. Prenota il tuo invito »

TRAILER
lunedì 5 settembre 2022
 

Regia di Niccolò Falsetti. Un film con Francesco Turbanti, Emanuele Linfatti, Matteo Creatini, Valentina Carnelutti, Nicola Rignanese. Da giovedì 8 settembre al cinema. Guarda il trailer »

MOSTRA DI VENEZIA
venerdì 2 settembre 2022
Paola Casella

Divertente e amaro, un film che deve moltissimo al cinema dei Virzì. Presentato a Venezia 79 nella Settimana della Critica. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati