Ovosodo

Film 1997 | Commedia +16 103 min.

Regia di Paolo Virzì. Un film Da vedere 1997 con Nicoletta Braschi, Edoardo Gabbriellini, Claudia Pandolfi, Regina Orioli, Marco Cocci. Cast completo Genere Commedia - Italia, 1997, durata 103 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,26 su 38 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Ovosodo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Si chiama Piero, lo chiamano Ovosodo perché è nato nell'omonimo quartiere di Livorno. È curioso, bonario, un po' debole. Aderisce alle varie esperienz... Il film ha ottenuto 1 candidatura ai Nastri d'Argento, Il film è stato premiato al Festival di Venezia,

Ovosodo è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,26/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,64
CONSIGLIATO SÌ

Si chiama Piero, lo chiamano Ovosodo perché è nato nell'omonimo quartiere di Livorno. È curioso, bonario, un po' debole. Aderisce alle varie esperienze che gli propongono gli amici. Viene affascinato da un tipo bizzarro che è in realtà figlio di un ricco industriale. Comincia a legare con le donne, si fa una cultura e cerca di interpretare la politica. Il tutto è narrato con voce fuori campo, in idioma toscano: ormai il testo fuori campo è una moda ben precisa, ed è efficace nei diversi profili (da Jane Austen a Pieraccioni). Virzì vorrebbe porsi come il Pieraccioni più intelligente. La qualità delle battute e della "letteratura" generale della sceneggiatura percorrerebbe quella strada. Il film è comunque corretto e si sorride spesso, anche se la sensazione è quella di un progetto forse troppo organizzato e furbesco. Comunque Virzì funziona, e non è poco nel nostro panorama.

OVOSODO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 12 marzo 2013
Beppe Baiocchi

"Ovosodo" opera prima di Virzì narra della formazione di un ragazzo, Piero, nato in un quartiere popolare di Livorno. Un ragazzo sicuramente sfortunato, che ad un certo punto della sua adolescenza incontra Tommaso, un compagno e da lì in avanti la sua vita cambierà, almeno un pochino. La trama è semplicissima, è quella del solito racconto di formazione, [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 maggio 2009
Giuseppe Th. Dreyer

Rimaneggiato il film dopo una visione adolescenziale si capisce qualcosa in più. Se al cinema italiano l'eredità del periodo neorealista pesa tutt'ora e lascia segni vividi nella produzione nazionale questo film, che pur ne fa parte a tutti gli effetti, è una piacevole eccezione. Virzì confeziona un film godibile, non trascendale ma che si presenta come un ora e mezzo di intrattenimento leggero con [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 ottobre 2011
Gianni Lucini

Gran parte degli interpreti utilizzati da Paolo Virzì per dare voce e corpo ai suoi personaggi sono alla prima esperienza davanti alla macchina da presa. Per alcuni di loro, scovati dal regista anche nelle vie e nelle strade che fanno da sfondo alla vicenda filmica, resterà anche l’unica. Per altri, invece, segna l’inizio di una fortunata carriera nel mondo dello spettacolo. [...] Vai alla recensione »

sabato 16 luglio 2016
casomai21

Un racconto gradevole e autentico sulla scoperta della vita di un giovane nato nel quartiere popolare di Livorno detto Ovosodo e che vede un 'ancora di salvezza nella famiglia.Una famiglia allargata per la prematura morte della madre che pur tra difficoltà economiche e condizioni disagiate per la presenza in casa di un disabile psichico ed un padre pregiudicato garantisce la sussistenza [...] Vai alla recensione »

mercoledì 20 novembre 2013
EvilDevin87

Siamo nella Livorno degli anni '80 - inizio '90, e la vediamo attraverso gli occhi di Piero, un ragazzo adolescente alle prese coi vari problemi della vita. La sua esistenza riceverà una violenta scossa quando conoscerà Tommaso. I due diventano grandi amici e, a causa dell'influenza di Tommaso, il brillante studente Piero avrà contatto diretto col mondo della perdizione [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 luglio 2011
Fierror

La storia raccontata è realisctica per questo avvincente,perchè lo spettatore può rispecchiarsi in essa,Piero è un ragazzo con i suoi problemi e le sue esperienze,bello vedere lo svolgersi della sua gioventù.

domenica 6 settembre 2009
Lalli

come lo conosco quell'uovo sodo...che non va nè su nè giù...

mercoledì 19 settembre 2012
KDesigner

Riesce a conciliare la leggerezza di una commedia con la cruda realtà. Il racconto di una vita vera, senza favoritismi, tra gioie e disgrazie ma raccontata con la spensieratezza di un ragazzo.

mercoledì 12 ottobre 2011
Gianni Lucini

La scena nella quale Piero entra nel negozio di alimentari di mamma Luana, la donna dal seno prosperoso interpretata da Daniela Morozzi, è una citazione esplicita di “Amarcord”, il capolavoro di Federico Fellini. La scena citata è quella nella quale Titta, il giovane protagonista della pellicola felliniana resta incollato con lo sguardo alla larga scollatura della tabaccaia [...] Vai alla recensione »

martedì 4 settembre 2018
Fabio

Resta ancora il mio preferito. Dopo più di 20 anni e tanti ottimi film girati, questo è quello che tocca il vertice poetico più alto. Va da se' che lo consiglio a tutti.

giovedì 25 luglio 2013
iacopo1992

Commedia molto leggera ma non per questo vuota o stupida, anzi! Mi ha molto sorpreso come dalla semplicità di Livorno e di attori quasi "inesperti", da una regia apparentemente "amatoriale", spunti fuori un messaggio molto profondo e impegnativo... Mi aspettavo la classica commedia da ridere, e invece mi sono trovato faccia a faccia ocn una realtà nuda e cruda, ingenuamente [...] Vai alla recensione »

sabato 3 marzo 2012
Marco Petrini

Godibile; storia simpatica e divertente immersa in una Livorno garbata; anche troppo: Livorno è un po' più sguaiata (anche in senso buono) di come è dipinta. Bella prova di Nicoletta Braschi, Gabbriellini non è malvagio, anzi!  Tutto sommato un film molto vedibile.

domenica 1 novembre 2009
Arkadico

Una brutta copia di quelli di Pieraccioni. Perché bisogna sempre far vedere il peggio dell'italianità, o meglio della toscanità?

Frasi
Tutte le mattine, prima di portare Giovanna al nido, e poi andare a lavorare in ospedale, Susy mi accompagna al lavoro in macchina. E tutte le mattine, che piova o ci sia il sole, lei mi dice la stessa identica cosa: “sei sempre più bello”. E io vado a lavorare contento. Chi lo sa, forse sono rincorbellito del tutto, o forse sono felice…a parte quella specie di ovo sodo dentro, che non va né in su né in giù, ma che ormai mi fa compagnia come un vecchio amico…
Una frase di Piero (Edoardo Gabbriellini)
dal film Ovosodo
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Ovosodo di Paolo Virzì è caruccio, facile, piacerà (è già piaciuto al Lido: applausi e risate non soltanto di claque sin dalla prima proiezione destinata a giornalisti e critici). Girata senza stile né ricerca, raccontata dalla voce fuori campo del protagonista, interpretata perlopiù da non professionisti, è la storia d'un ragazzo livornese popolano dall'infanzia al matrimonio, con le tappe prevedibili: [...] Vai alla recensione »

winner
premio speciale della giuria
Festival di Venezia
1997
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati