Dolittle

Film 2020 | Commedia, Film per tutti 106 min.

Titolo originaleDolittle
Anno2020
GenereCommedia,
ProduzioneUSA
Durata106 minuti
Al cinema147 sale cinematografiche
Regia diStephen Gaghan
AttoriRobert Downey Jr., Rami Malek, Selena Gomez, Marion Cotillard, Emma Thompson John Cena, Octavia Spencer, Nick A. Fisher, Kumail Nanjiani, Tom Holland, Craig Robinson, Ralph Fiennes, Michael Sheen, Antonio Banderas.
Uscitagiovedì 30 gennaio 2020
DistribuzioneUniversal Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 2,77 su 19 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Stephen Gaghan. Un film con Robert Downey Jr., Rami Malek, Selena Gomez, Marion Cotillard, Emma Thompson. Cast completo Titolo originale: Dolittle. Genere Commedia, - USA, 2020, durata 106 minuti. Uscita cinema giovedì 30 gennaio 2020 distribuito da Universal Pictures. Oggi tra i film al cinema in 147 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 2,77 su 19 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Dolittle tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Basato sul personaggio reso famoso dalla serie di libri per bambini scritti da Hugh Lofting negli Anni Venti. Dolittle è 9° in classifica al Box Office, ieri ha incassato € 40.366,00 e registrato 6.477 presenze.

Consigliato sì!
2,77/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,03
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Una storia di formazione e d'avventura dal ritmo contemporaneo e dall'immaginario piratesco.
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 27 gennaio 2020
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 27 gennaio 2020

John Dolittle, medico prodigioso, capace di parlare con gli animali, viveva insieme a molti di loro e alla sua amatissima moglie Lily nella riserva delle meraviglie che la regina d'Inghilterra gli aveva offerto in dono. Ma un naufragio si è portato via per sempre Lily e da allora Dolittle non ha più voluto incontrare i suoi simili, ha chiuso le porte dell'ospedale e rinunciato a tutto. Ora però è la regina in persona, gravemente malata, a chiedere che torni al lavoro, per portarle quel fiore dell'albero dell'Eden che solo può salvarla.

Mettersi in viaggio sulle tracce dell'albero dell'Eden significa ovviamente, per John Dolittle, ritrovare lo spirito dell'avventura che era stato di Lily e far pace col passato per aprirsi al futuro. Un futuro rappresentato con buona evidenza dal coprotagonista del film, il giovanissimo Stubbins, ragazzino scappato ad uno zio cacciatore, che fa di tutto per farsi assumere come assistente da Dolittle e per imbarcarsi con lui verso un meritato, e per ora rimandato, passaggio di testimone.

Un secolo separa la data in cui i racconti del magico naturalista sono stati scritti, negli anni 20 del Novecento, da quella in cui sono ambientati, vale a dire l'epoca vittoriana, con il suo immaginario steampunk e piratesco, che il film di Stephen Gaghan porta in primissimo piano, assicurando a Dolittle un'ambientazione eccentrica e romantica, di sicuro fascino.

E quasi un secolo separa anche quest'ultimo adattamento dal primo di una lunga e variegata serie, perché il dottore che capisce la lingua degli animali e sa riprodurla è uno dei personaggi più corteggiati dal cinema, Virgilio di un mondo misterioso e pieno di sorprese, dove capita di scoprire orsi polari che hanno sempre freddo, gorilla in deficit di autostima, struzzi bisbetici e saggi pappagalli con la voce di Emma Thompson.

Robert Downey Jr., interprete e produttore, dà al suo Dolittle una scorza dura, un cuore dolente, una gestualità slapstick e una spiritosa genialità (basterebbe il colloquio col polpo dell'acquario reale). Ci sono, in lui e nel film, echi di Jack Sparrow e della sua saga, ma la gigioneria del protagonista è mitigata dalla nobiltà dei suoi scopi. Dolittle vorrebbe tornare "ai vecchi tempi", quelli in cui era utile, attivo e appassionato, e il film di Gaghan pare avere lo stesso obiettivo: tornare a raccontare una storia di una volta, dove a un orfano può capitare di imbattersi nella coetanea dama di compagnia della regina, dove ci sono passaggi segreti, l'insetto stecco vive sulla cornice di un quadro di Turner, ci si nasconde in un baule e si cavalca uno struzzo, perché la carrozza è già occupata da un orso.

Il tutto al ritmo odierno, ibridando il racconto principale col diario di bordo di uno scoiattolo paranoico e con quella comicità sopra le righe per cui il personaggio interpretato da Michael Sheen porta il nome di Blair.

Pare che il film non superasse i test di gradimento del pubblico campione e sia stato per questo più volte rimaneggiato, ma se il risultato è il registro misto di toni e situazioni che salta all'occhio, non ci pare affatto un problema; se mai, anzi, una cifra di originalità, che compensa efficacemente l'elementarità della trama.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Il dottor Dolittle torna sul grande schermo.
Overview di Massimiliano Carbonaro
lunedì 11 novembre 2019

Ancora un dottor Dolittle. Questa volta, dopo Rex Harrison ed Eddie Murphy, a calarsi nel celebre medico veterinario capace di parlare con gli animali è l'istrionico Robert Downey Jr. nel film Dolittle atteso al cinema a gennaio del 2020.

Dolittle rappresenta la svolta leggera del regista e sceneggiatore Stephen Gaghan che fino a questo momento si era distinto per una serie di film aderenti alla stretta realtà. Sue sono infatti le sceneggiature del bellissimo Traffic (che gli valse il premio Oscar nel 2001) e di Syriana, per il quale ha curato anche la regia.

Per raccontare Dolittle bisogna cominciare dal cast che è incredibilmente ricco di star. Nel film possiamo dividere quanti al film regalano solo la loro voce e quanti invece appaiono "corpore praesenti". Oltre ovviamente infatti a Robert Downey Jr, abbiamo insieme Antonio Banderas, Michael Sheen, Jessie Buckeley nei panni della Regina Vittoria e la nostra Kasia Smutniak (anche se di origini polacche oramai l'attrice la possiamo considerare italiana).

Invece hanno prestato solo la voce ai diversi animali Emma Thompson che anima un pappagallo blu e oro, poi c'è Rami Malek che dà voce ad un gorilla, John Cena è un orso polare, Thom Holland (che Iron Man lo conosce bene per essere stato Spider-Man negli ultimi film Marvel) è un cane con gli occhiali, Ralph Fiennes è una ferocissima tigre che vorrebbe mangiarsi il buon dottore, Selena Gomez fa la giraffa mentre Marion Cotillard la volpe Tutu.

La trama del film vede il dottor Dolittle richiamato in servizio dal suo esilio volontario dalla Regina Vittoria. Il celebre medico, infatti, in seguito alla perdita dell'amata moglie conduce una vita da eremita circondato solo dai suoi amati animali. Ma una brutta malattia della sovrana lo spinge a partire per cercare una cura miracolosa. Incomincia così un viaggio pericolosissimo che però lo riporterà a vivere.

L'origine del dottor Dolittle anche se oramai in pochi lo ricordano è letteraria. Infatti il personaggio nasce nei libri per l'infanzia di Hugh Lotfing (il primo uscì nel 1920). Il personaggio ha avuto una prima trasposizione cinematografica nel 1967 con Rex Harrison celebre perché fu una produzione complicatissima per l'impiego di 1200 animali diversi. Quindi anche Eddie Murphy si è calato nei panni del dottore chiacchierone (ma solo con le bestie) in due film (ai quali ne seguirono altri tre con la figlia Maya come protagonista).

Insomma mentre nelle librerie sbiadisce, il Dottor Dolittle continua ad avere successo anche perché nel tempo le sue avventure sono diventate un musical, un programma radiofonico, una serie a cartoni animati oltre a un film pensato direttamente per il mercato dell'home video dal titolo The voyages of young doctor Dolittle con Tim Curry e Jane Seymour.

In fase di produzione il film ha avuto qualche problema che hanno posticipato di tre settimane la fine dei lavori: se da una parte è stato chiamato un altro regista, Jonathan Liebesman (a suo agio con il fantastico e regista della serie The Shannara Chronicles), dall'altra lo sceneggiatore Chris McKay (regista di Lego Batman e animatore e co-regista di The Lego Movie) ha aggiunto delle scene e nuovo materiale. Sembra che l'intervento si sia resto necessario perché le parti più comiche e quelle realizzate in computer grafica non si amalgamavano benissimo.

Sei d'accordo con Massimiliano Carbonaro?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 15 febbraio 2020
Menale Silvia

Per tutte le età, simpatico e coinvolgente, stupenda l'interpretazione  di Robert Downey Jr.

domenica 9 febbraio 2020
Flaw54

Film nel complesso ben riuscito tra film tradizionale e cartone animato. Ottime le immagini con animali che sembrano reali e portano lo spettatore a chiedersi come sia possibile arrivare a questo. Robert Downey jr ben in parte, direi perfino simpatico e accattivante, nonostante che sia un attore che io non amo assolutamente.

Frasi
È normale avere paura...
Una frase di Il dottor Dolittle (Robert Downey Jr.)
dal film Dolittle - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 8 febbraio 2020
Marianna Cappi
La Voce di Mantova

All'inizio fu Mary Poppins. Fu, cioè, il successo del musical Disney sulla tata dei giovani Banks a spingere la 20ThCentury Fox nel 1967 a portare sullo schermo "Il favoloso dottor Dolittle", film per famiglie che narrava le avventure esotiche di un medico in grado di parlare, nella loro lingua, con 500 specie animali. Dopo la versione di Eddie Murphy, ora tocca a Robert Downey Jr, che si è guadagnato [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 febbraio 2020
Roselina Salemi
Tu Style

L'oca con una zampa di legno. L'orso che ha sempre freddo. Il gorilla spaventato. Il pappagallo-governante che ha la voce di Emma Thompson. Nella nuova, tecnologica versione del Meraviglioso dottor Dolittle (ce ne sono state altre, il libro è di un secolo fa) Robert Downey Jr., morto come Iron Man, rinasce nei panni stravaganti del medico che parla con gli animali (divertente il colloquio con il polpo [...] Vai alla recensione »

venerdì 31 gennaio 2020
Alessandra De Luca
Avvenire

John Dolittle, geniale ed eccentrico medico veterinario dell'età vittoriana, ha perso l'amatissima moglie da sette anni e ora vive in solitudine nella sua tenuta, circondato solo da amici animali, gli unici con i quali parla. Ma quando la giovane regina si ammala gravemente, il dottore è costretto a partire verso un'isola remota e misteriosa in cerca dell'unico antidoto in grado di salvarla.

venerdì 31 gennaio 2020
Simona Santoni
Maxim

Dolittle è un'avventura allegra e colorata, per bambini soprattutto, ma anche per adulti, piena di animali (finti) e di dinamicità verbale, cromatica, fattiva. La variopinta fauna al servizio di Robert Downey Jr., creata in digitale dai supervisori agli effetti visivi Nicolas Aithadi e John Dykstra (il premio Oscar del primo Guerre stellari, 1977), non è sempre tecnicamente impeccabile, ma la piacevolezza [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 gennaio 2020
Mario Turco
Sentieri Selvaggi

Negli Stati Uniti, principale mercato per cui questa grande produzione era stata pensata, questo Dolitle di Stephen Gaghan (premio Oscar per la sceneggiatura di Traffic, regista di Syriana e recentemente di Gold) è stato equanimemente stroncato da critica e pubblico. Dunque è facile prevedere come non avrà miglior esito nel resto del mondo. A visione avvenuta, Dolittle è infatti una pellicola in cui [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 gennaio 2020
Martina Toma
Cult Week

Ormai tutti conoscono la storia del dottor Dolittle, che dà il titolo al nuovo film di Stephen Gaghan, un uomo in grado di curare gli animali e parlare con loro! Il dottore riceve pazienti di tutti i tipi, dalle formiche agli elefanti, passando per anatre e giraffe. Un po' meno conosciuta, però, è la storia del suo inventore, Hugh Lofting. Egli era un soldato di trincea che ha combattuto con le Irish [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 gennaio 2020
Claudia Ferrero
La Stampa

Quanto ci piace Robert Downey Jr. con quell'aria sempre svagatamente ironica che era la cifra del suo Sherlock Holmes e che ora riappare nello sguardo del dottor Dolittle mentre disciplina orsi, struzzi e scoiattoli parlanti. Le avventure del famoso veterinario, in questo ulteriore adattamento del classico per l'infanzia uscito nel 1920, sono di nuovo ambientate in epoca Vittoriana.

giovedì 30 gennaio 2020
Francesco Alò
Il Messaggero

Se il momento più basso per Ben Stiller e Robert De Niro è forse quando il primo deve effettuare una puntura sfiammante sull' organo genitale del secondo in Vi presento i nostri (2010), dentro Dolittle potreste incontrare il nadir di Robert Downey Jr nel momento in cui esegue una colonscopia a un drago con lunghissimo peto annesso. Terzo adattamento hollywoodiano da creatura letteraria di Lofting [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 gennaio 2020
Stefano Giani
Il Giornale

Se serve un veterinario per salvare la regina dal veleno somministrato dall'ambizioso lord, il teorema è chiaro e risaputo. Gli animali sono migliori dell'uomo. Già perché il dottor Doolittle che deve guarire la moribonda sovrana ha una schiera di collaboratori tutt'altro che... umani e consci che aiutare gli altri fa bene anche a se stessi. Graziosa favoletta dalla morale scontata solo per chi ha [...] Vai alla recensione »

martedì 28 gennaio 2020
Alice Cucchetti
Film TV

Il favoloso dottor Dolittle, il primo film tratto dalle avventure che Hugh Lofting immaginò per i suoi figli dalle trincee della Grande guerra, fu realizzato dalla Fox, nel 1967, sulla scia del successo musical di Mary Poppins e Tutti insieme appassionatamente: con una lavorazione travagliata, una star bizzosa, un budget lievitato all'inverosimile, il risultato fu un celebre flop.

martedì 28 gennaio 2020
Massimo Lastrucci
Ciak

Inghilterra, epoca suppergiù Vittoriana. Dopo la morte della moglie, compagna e collaboratrice Lily, il Dottor Dolittle, veterinario e naturalista, vive come un eremita nella sua villa immersa nel verde, circondato dai suoi adorati animali, con cui peraltro riesce a comunicare, comprendendone il linguaggio. A interrompere la sua selvatica autoreclusione intervengono due fattori, anzi due persone: Tommy, [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 gennaio 2020
Giulia Lucchini
La Rivista del Cinematografo

Di Dottor Dolittle sul grande schermo ne abbiamo visti tanti. Dal primo (Il favoloso Dr. Dolittle) interpretato da Rex Harrison, una produzione complicatissima con 1200 animali diversi, nel lontano 1967 ai vari remake con Eddie Murphy fino al film pensato per il mercato dell''home video (2011) con Tim Curry e Jane Seymour. Insomma, il famoso medico con il dono di parlare agli animali, protagonista [...] Vai alla recensione »

sabato 1 febbraio 2020
Enrico Danesi
Giornale di Brescia

Dolittle è un medico inglese d'epoca vittoriana che parla più volentieri con gli animali che con gli uomini. Creato dalla penna prolifica di Hugh Lofting - che gli dedicò una dozzina di romanzi, pubblicati tra le due guerre mondiali - il bizzarro dottore è stato poi raccontato in musical, in pellicole farsesche, in cartoon. Torna ora al cinema in un lavoro autonomo nel quale, vedovo e amareggiato (lo [...] Vai alla recensione »

venerdì 31 gennaio 2020
Manohla Dargis
The New York Times

A un certo punto della sua difficoltosa gestazione, il titolo del film era Il viaggio del dottor Dolittle. Poi è diventato semplicemente Dolittle ed è un peccato che anche il resto del film non sia stato segato o drasticamente ridimensionato. Perché le nuove avventure del dottore inventato dall'ingegnere britannico Hugh Lofting nelle lettere che inviava ai suoi figli dal fronte durante la grande guerra [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
venerdì 31 gennaio 2020
A cura della redazione

John Dolittle, medico prodigioso capace di parlare con gli animali, viveva con molti di loro e l'amata moglie Lily nella riserva delle meraviglie che la regina d'Inghilterra gli aveva donato. Ma dopo la morte di Lily ha rinunciato a tutto.

VIDEO
mercoledì 29 gennaio 2020
 

John Dolittle, medico prodigioso, capace di parlare con gli animali, viveva insieme a molti di loro e alla sua amatissima moglie Lily nella riserva delle meraviglie che la regina d'Inghilterra gli aveva offerto in dono.

TRAILER
martedì 7 gennaio 2020
 

Regia di Stephen Gaghan. Un film con Robert Downey Jr., Tom Holland, John Cena, Marion Cotillard, Ralph Fiennes. Da giovedì 30 gennaio al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
mercoledì 11 dicembre 2019
 

Tornano le avventure del dottor Dolittle, l'unico medico al mondo capace di capire e parlare con gli animali.

OVERVIEW
lunedì 11 novembre 2019
Massimiliano Carbonaro

Ad Iron Man il compito di interpretare il celebre veterinario nato dalla penna di Hugh Lofting. Dal 30 gennaio al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
lunedì 14 ottobre 2019
 

Regia di Stephen Gaghan. Un film con Robert Downey Jr., Tom Holland, John Cena, Marion Cotillard, Ralph Fiennes. Da giovedì 30 gennaio al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati