Bad Boys for Life

Film 2020 | Azione, Commedia, Thriller, V.M. 14 113 min.

Regia di Adil El Arbi, Bilall Fallah. Un film con Martin Lawrence, Will Smith, Vanessa Hudgens, Alexander Ludwig, Charles Melton. Cast completo Titolo originale: Bad Boys for Life. Genere Azione, Commedia, Thriller, - USA, 2020, durata 113 minuti. Uscita cinema giovedì 20 febbraio 2020 distribuito da Warner Bros Italia. Oggi tra i film al cinema in 10 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 2,47 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Bad Boys for Life tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Argomenti:  Bad Boys

I Bad Boys Mike Lowrey e Marcus Burnett sono di nuovo insieme per un'ultima corsa. In Italia al Box Office Bad Boys for Life ha incassato 1,4 milioni di euro .

Consigliato nì!
2,47/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,58
PUBBLICO 2,33
CONSIGLIATO NÌ
Un trip nostalgico che sembra uscire da una bolla temporale. Per spettatori affamati d'azione.
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 6 febbraio 2020
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 6 febbraio 2020

Nonostante l'età e i logoranti anni di servizio, Mike va a tutto gas. Marcus invece è diventato nonno e culla col nipote l'idea della pensione. Investigatori da sempre e amici per sempre, sorvegliano Miami e assicurano i cattivi di turno alla giustizia. Ma è da lontano che arriva il pericolo e colpisce in pieno petto Mike. Vittima di un sicario misterioso e di un passato burrascoso, Mike sopravvive grazie ai medici e al voto di Marcus, che ha giurato su Dio di non impugnare più un'arma. Le cose andranno altrimenti, perché Mike è deciso a scoprire chi lo voleva morto e Marcus non potrà fare a meno di aiutarlo. Con buona pace di Dio e brutta fine dei cattivi.

Niente di nuovo sotto il sole della Florida, Will Smith è una testa calda che spinge a fondo sull'acceleratore e Martin Lawrence un pavido che sposta il piede sul freno. Qualche anno dopo li ritroviamo fianco a fianco in una Porsche cangiante che lavora a pieno regime come la macchina dei reboot hollywoodiana.

Con Top Gun: Maverick e Space Jam 2, in uscita a breve, torna un blockbuster degli anni Novanta a cui francamente non avevamo più pensato. Buddy cop movie firmato due volte da Michael Bay (Bad Boys, 1995; Bad Boys II, 2003), Bad Boys for Life è diretto questa volta da Adil El Arbi e Bilall Fallah. Insieme sui banchi e 'sulla strada', il duo fiammingo riprende il volante del kitsch solare che ha preceduto i blockbuster (o)scuri inaugurati da Christopher Nolan.

La terza volta dei bad boys sembra uscire da una bolla temporale. Sotto le ruote di Will Smith scorre la Miami degli anni Novanta, con le sue auto rombanti, i motoscafi scintillanti e i suoi poliziotti in camicia a maniche corte. Ma il tempo ha inciso sugli eroi, i corpi sono appassiti (Mike si tinge il pizzetto, Marcus si è appesantito) e il cinema d'azione pure. L'obsolescenza di questo seguito tardivo si converte naturalmente in una risorsa comica e narrativa. Costruito ieri sull'opposizione tra un padre di famiglia razionale e un seduttore impenitente, lo scambio verbale dei due superpoliziotti riposa oggi sull'invecchiamento, assunto o negato, percepibile o dissimulato. Difficile fare altrimenti, Martin Lawrence è sconfortante come il suo personaggio e i suoi tempi comici, perduti con la forma fisica. Fragile, piagnone, privo di una vita sessuale e praticamente impotente, si lascia maltrattare dal film fino a farsi quasi dimenticare.

La caratterizzazione dei suoi eroi è d'altronde un problema di taglia. Il racconto non risparmia nessun affronto a Martin Lawrence per meglio consacrarsi alla gloria (in discesa) di Will Smith, che attira tutta la simpatia dell'impresa e la problematicità di una teoria. Interpretato con la medesima coolness da Will Smith, Mike si misura con la perdita di efficienza fisica in piena risonanza col suo interprete. Ancora una volta (Gemini Man) Hollywood interroga la presenza fenomenica dell'attore al tempo delle tecnologie mimetiche (performance capture, deepfake). A cosa serve un corpo reale, per giunta fallibile e invecchiato, quando si può 'copiarlo', rifarlo meglio?

Gemini Man e Bad Boys for Life eludono la questione abbracciando il tema convenzionale della filiazione (tra Smith e il suo clone, tra Smith e il suo nemico giurato) e aprendo il racconto a un immaginario 'familiare'. Ma il cinema ostinato non smette di ingaggiarlo per porgli (in)direttamente lo spinoso dilemma del suo 'aggiornamento'.

Lottando con la sua discendenza (un clone o un figlio), lo ritroviamo daccapo nei panni di un padre che deve battere al suo gioco la sua versione più giovane e più potente. Se al cinema il divo segue il protocollo tecnologico del de-aging o la nonchalance analogica dell'esperienza su campo, nella vita impone a più riprese suo figlio, Jaden Smith, come attore. Lo vuole significativamente al suo fianco in After Earth, dove il personaggio gravemente ferito di Will Smith si affida al suo erede per salvarsi e salvare l'umanità.

Il sentimento di Will Smith per il suo doppio ringiovanito la dice lunga sull'inquietudine dell'attore per la prosecuzione della 'specie' e sull'industria hollywoodiana alla ricerca incessante di sangue fresco per perpetuare le sue vecchie saghe e onorare le sue vecchie glorie a un passo dalla pensione. Da par loro i giovanissimi autori, che hanno già ipotecato Un piedipiatti a Beverly Hills 4, non fanno rimpiangere il talento d'artificio di Michael Bay, firmando un capitolo fan service. Un trip nostalgico e un poco passatista che nutrirà gli spettatori affamati d'azione.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Un'ultima corsa per gli scatenati Will Smith e Martin Lawrence.
Overview di Massimiliano Carbonaro
mercoledì 11 settembre 2019

Dopo una lunga gestazione di diversi anni e soprattutto dopo più di 17 anni dal fortunato Bad Boys II che arrivò al cinema nel 2003 tornano per la terza e al momento ultima corsa Will Smith e Martin Lawrence ossia i detective Mike Lowrey and Marcus Burnett con il film Bad Boys for Life. La saga cinematografica ambientata a Miami e con lo sfondo della lotta al narcotraffico è nata nel 1995 e ha visto nei primi due capitoli la regia di Michael Bay connotandosi per l'estrema dinamicità delle scene d'azione. Non deve stupire il lungo lasso di tempo per arrivare a questo terzo film, in fondo tra il primo e il secondo film passarono 8 anni, era infatti il 1995 quando Bad Boys irruppe al cinema rivelandosi un successo e incassando nel mondo oltre 140 milioni di dollari.

Nel terzo film i due personaggi principali, i detective Lowrey e Burnett, i bad boys del film sono arrivati alla soglia della pensione, un refrain che ricorda i dialoghi tra Danny Glover e Mel Gibson in Arma letale, ma decidono di intraprendere un'ultima missione insieme ribadendo "Ride togeter. Die together".

Qualche chilo di troppo per Martin Lawrence e gli anni passati sono tutti strumenti per animare le piccole gag tra i due che non hanno perso assolutamente il loro feeling. Ancora una volta insieme nonostante le differenze caratteriali, perché l'amicizia e la fiducia li unisce, così Lowrey e Burnett, oramai promossi e vicini alla fine della loro carriera, devono affrontare un nuovo trafficante che ha giurato di ucciderli per vendicare il fratello morto per causa dei due detective.

Nel cast ritroviamo Theresa Randle nei panni della moglie di Marcus e soprattutto Joe Pantoliano nel burbero e irascibile capitano Conrad Howard. Rispetto, invece, ai precedenti film è diverso il regista. Non c'è più Michael Bay che comunque ha dato il suo benestare al nuovo sequel sostituito dietro la macchina da presa dalla coppia di origine belga Adil El Arbi e Bilall Fallah.

Conosciuti in particolare per il loro lavoro con la serie Snowfall che racconta dello scoppio dell'epidemia di crack negli anni Ottanta, i due sono riusciti a ricalcare lo stile del loro predecessore costruendo scene d'azione di grande spettacolarità tanto che al momento sembrano le firme più accreditate per realizzare il quarto capitolo di un'altra celebre franchise, quella di Berverly Hills Cop con Eddie Murphy che riprenderebbe il suo ruolo di Axel Foley.

Sei d'accordo con Massimiliano Carbonaro?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 9 luglio 2020
MrPandemonio

Premessa: Il film lo considero il peggiore della serie. Ho atteso tanto per vederlo e sono rimasto profondamente deluso. La trama: Dopo gli eventi accaduti del secondo, si ritorna su Mike e Marcus. Per chi non li conoscesse, sono due personaggi straordinari, colleghi e molto amici della polizia di Miami. Marcus va in pensione e Mike vorrebbe ripescarlo per far sì che sono ancora colleghi. [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 maggio 2020
Felicity

Già nella sequenza introduttiva appare chiara la necessità dei protagonisti di prendere coscienza del non essere più gli agguerriti giustizieri di un tempo, trovandosi invece a confrontarsi con ruoli più umili come quelli dati dalla nascita di figli e nipoti. Premesso ciò Bad Boys For Life non tradisce neanche per un secondo la sua anima spassosa ed eccessiva, ragionata [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 febbraio 2020
Taty23

Bad Boys for Life: Will Smith e Martin Lawrence tornano nel nuovo capitolo della serie Bad Boys. In Bad Boys for Life i “Cattivi ragazzi” tornano sul grande schermo per una nuova avventura insieme. Li ritroviamo anni dopo le vicende di Bad Boys II, Mike Lowrey (Will Smith) sta attraversando una crisi di mezza età, invece il suo collega Marcus Barnett(Martin Lawrence) [...] Vai alla recensione »

sabato 27 giugno 2020
Mr.Rizzus

Il suo scopo è semplicemente quello di regalare al pubblico un paio d'ore di adrenalina a mille e in questo ci riesce benissimo, soprattutto nella sua seconda metà.Bad Boys for Life a distanza di tanti anni dai due precedenti capitoli, riesce a risultare ancora apprezzabile senza bisogno di cambiare troppo della propria formula, sfruttando a dovere la sintonia tra i due protagonisti che bisogna ammettere [...] Vai alla recensione »

FOCUS
SCRIVERE DI CINEMA
mercoledì 26 febbraio 2020
Ramon Guevara, vincitore del Concorso Scrivere di Cinema

A 17 anni dal precedente, esce Bad Boys for Life (guarda la video recensione), l’ultimo capitolo del franchise d’azione che vede i detective Mike Lowrey e Marcus Burnett nel ruolo di protagonisti.

Il tempo trascorso non è irrilevante e appare inevitabile la necessità di farvi i conti: in apertura la Porsche di Mike avanza in una frenetica corsa lungo le assolate strade di Miami, così come accadeva nel primo capitolo della saga, datato 1995. La portata del cambiamento però è ineludibile.
 

In un dialogo tra il proprio passato e il presente, si ha come l’impressione che il film debba assolvere a nuove necessità per poter riportare la storia sul grande schermo.

Il risultato è una costante, quanto apprezzabile, tensione tra la volontà di mettersi in discussione e quella di rimanere fedeli a se stessi.

La saga, ormai matura da poter ragionare sulle stesse dinamiche che l’hanno resa celebre, arriva ad un interessante punto di svolta: si esplorano lati inediti delle vite dei protagonisti e forse per la prima volta vengono indagate in maniera approfondita le backstory dei cattivi. In questo caso la trama si regge poco sugli eventi contingenti, funzionali al solo avanzamento della narrazione, e più sulle motivazioni profonde, legate alla caratterizzazione dei personaggi.

È come se queste novità sottintendessero la consapevolezza di un importante salto generazionale nel pubblico, mediato all’interno del film da una divisione di giovani detective con cui i due protagonisti si troveranno lavorare: vecchio e nuovo, fianco a fianco. 

Molte sono state, negli ultimi anni, le saghe che hanno deciso di reinventarsi, optando però nella maggior parte dei casi per rifacimenti degli originali, più che per veri e propri sequel. Uno dei casi più celebri è Ghostbusters, che nel 2016 vede l’uscita di un reboot dell’omonimo cult del 1984; il reboot però stravolge profondamente l’originale e segna con esso una demarcazione netta. La stessa storia si rivolge a un pubblico completamente diverso, di giovanissimi, e diventa commedia, più che film di fantascienza, dove la categoria di genere fantascientifico abbandona la fascinazione che pervadeva i primi capitoli. Rispetto a questo, Bad Boys for Life si muove da degno epigono dei precedenti, con personaggi che mettono in dubbio le proprie scelte di vita, i loro statuti, ma non escono mai del tutto dai tracciati originari.

Un altro celebre caso è Jurassic World, che rilancia nelle sale il fascino del film di Spielberg: anche qui vi sono cambiamenti profondi, il film appare mosso da altri intenti rispetto agli originali, pur riproponendone la magia. Bad Boys for Life invece cambia veste, si adatta ai tempi, ma cerca di confermare quello che i precedenti rappresentavano per il loro tempo. Il risultato è un film pieno d’azione, capace di smorzare anche i momenti più riflessivi grazie alla forte ironia che contraddistingue la saga.

Frasi
Adesso gli penetro nell'anima usando il mio cuore!
Una frase di Il detective Marcus Burnett (Martin Lawrence)
dal film Bad Boys for Life - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 27 febbraio 2020
Roberto Nepoti
La Repubblica

Per tre settimane al top delle classifiche Usa, Bad Boys for Life se la sta cavando bene anche da noi. Lo hanno diretto i belgi-marocchini Adil El Arbi e Bilall Fallah, che realizzano così il loro sogno hollywoodiano seguendo le regole del poliziesco d' azione. Isabel Aretas, detta la Strega, vedova di un barone della droga, evade dal carcere con l'aiuto del figlio.

lunedì 24 febbraio 2020
Enrico Danesi
Giornale di Brescia

Cambiano le linee di regia, ma il franchise cinematografico dei "cattivi ragazzi" mantiene intatto anche in «Bad Boys for Life» il registro del classico «buddy cop movie» incentrato su amicizia virile, indagini di polizia, battute sdrammatizzanti e (dis)avventure in serie. Se «Bad Boys»(1995) e «Bad Boys II» (2003) furono diretti da Michael Bay con piglio muscolare, il terzo episodio della saga incentrata [...] Vai alla recensione »

sabato 22 febbraio 2020
Paolo Zelati
La Voce di Mantova

Dopo 17 anni di assenza, torna sugli schermi una delle coppie più rappresentative del Genere buddy movie: Mike Lowrey (Will Smith) e Marcus Barnett (Martin Lawrence). Operazione nostalgia ma anche vero e proprio tentativo di riprendere in mano il franchise (i titoli di coda lo confermano), "Bad Boys for Life" vede la coppia di sbirri affrontare una vecchia nemica: Isabel Arates (Kate del Castillo). [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 febbraio 2020
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Certo che rimettersi insieme a ogni decennio a cavallo dei secoli... Sbruffone cop 50enne sulle strade di Miami, stoppato da proiettile cerca il cattivo aiutato dal fedele partner. Combinazione d'azione e commedia senza un colpo d'ala, ricorda le cinque puntate di Willis "duro a morire" questo ritorno (terzo episodio) di Will Smith, bad boy tanto per dire, perché anche la sceneggiatura lo scrive per [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 febbraio 2020
Gabriele Barducci
Nocturno

Il fascino irresistibile della scrittura, la seduzione incomparabile esercitata dai grandi romanzieri, il fuoco creativo che brama di esprimersi nella New York letteraria degli anni '90, dove ancora nulla era dato per scontato e il digitale era un perfetto (quasi) sconosciuto. Da questo, ma anche da una scrittura al femminile (av)vincente, si è fatto attrarre il canadese Philippe Falardeau quando ha [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 febbraio 2020
Francesco Alò
Il Messaggero

Ve li ricordate? Erano praticamente i vice della serie tv di culto Miami Vice (1984) e della tetralogia poliziesca Arma letale (1987-1992): uno bello e uno comico, il primo sexy pazzoide, il secondo buffo responsabile. Due piedipiatti dalla pelle nera, campioni di incasso con Bad Boys (1995) e il sequel del 2003. Arriva un terzo capitolo in cui gli agenti della narcotici Mike e Marcus sono sempre interpreta [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 febbraio 2020
Alessandra Levantesi
La Stampa

A proposito dell'annosa querelle sull'eccesso di sequel sfornati a Hollywood, diamo la buona notizia che Bad Boys for Life è il migliore dei tre capitoli centrati sull'irresistibile coppia di poliziotti di Miami interpretati da Will Smith e Martin Lawrence: i quali, dopo quasi vent'anni, rientrano nei panni dei personaggi con contagioso divertimento e perfetta complicità.

mercoledì 19 febbraio 2020
Sergio Sozzo
Sentieri Selvaggi

Tempi duri per gli amanti dell'action vecchia scuola: la mappa del genere più puro di tutti i generi è dispersa quanto un campo/controcampo a distanze siderali Firenze/Siena/Roma/Hong Kong/Taranto in 6 Underground di Michael Bay - nelle saghe blockbuster come l'MCU e i Fast & Furious ci si picchia sempre meglio e con sempre maggiore attenzione alla resa "marziale", e per i cinefili hipster l'industria [...] Vai alla recensione »

martedì 18 febbraio 2020
Rocco Moccagatta
Film TV

C'è qualcosa di suggestivo dietro la superficie sbrilluccicante del terzo capitolo di Bad Boys, a 17 anni di distanza dal secondo, che a sua volta arrivava otto anni dopo la prima volta della strana coppia di sbirri Will Smith e Martin Lawrence (per inciso, tre epoche diverse della storia del blockbuster hollywoodiano). Chissà se ha a che fare con il suo profumo di anni 90, come se fossimo ancora là, [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 febbraio 2020
Peter Travers
Rolling Stone

Prima di diventare la cinica parodia di se stesso, nel 1995 Michael Bay esordì con un film decisamente riuscito: Bad Boys, un poliziesco fondato sul carisma di Will Smith e Martin Lawrence, alias i due detective di Miami che non hanno mai imparato a rispettare le regole. Quando, nel 2003, uscì il sequel Bad Boys II, Bay era già diventato il regista che ben conosciamo e che insieme detestiamo (ricordate [...] Vai alla recensione »

sabato 15 febbraio 2020
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Trittico dinamitardo, dallo spirito a volte conservatore. Impianto poliziesco dei più classici: orgoglio, famiglia, fedeltà al distintivo, la minaccia che viene dai cartelli messicani della droga. Il nemico è al di là del confine, si trasforma in un invasore, e per stanarlo bisogna calare oltre la frontiera. Come abbiamo visto anche nell'ultimo capitolo della saga del reduce più famoso del cinema: [...] Vai alla recensione »

venerdì 24 gennaio 2020
Justin Chang
The Los Angeles Times

Al di là di quello che se ne può pensare, i primi due film della serie Bad boys si sono distinti per la loro estrema violenza. E i drogati di azione possono stare tranquilli: questo terzo, stilizzato e a tratti divertente epidosio vale il prezzo del biglietto almeno per quanto riguarda gole tagliate e corpi impalati o crivellati di proiettili. Nel 1995, il primo Bad boys lanciò Michael Bay nel firmamento [...] Vai alla recensione »

NEWS
BOX OFFICE
martedì 3 marzo 2020
Andrea Chirichelli

Cinema ancora chiusi e nessuna nuova uscita. Ma domani arriva in sala Volevo nascondermi con Elio Germano. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
venerdì 28 febbraio 2020
Andrea Chirichelli

Sono giorni difficili per il cinema italiano ma le iniziative per tenerlo a galla non mancano. Nexo, ad esempio, ha deciso di tenere in sala tutta la settimana l’episodio del Commissario Montalbano Salvo Amato, Livia Mia, andando quindi oltre i [...]

BOX OFFICE
martedì 25 febbraio 2020
Andrea Chirichelli

Le cifre sono molto simili a quelle di una classica settimana agostana. Scopri la classifica »

BOX OFFICE
venerdì 21 febbraio 2020
Andrea Chirichelli

Dopo la buona performance del documentario Fabrizio de Andrè e PFM - Il concerto ritrovato, capace di incassare 1 milione di euro in tre giorni di programmazione, torna in testa al box office italiano Gli anni più belli (guarda la video [...]

VIDEO RECENSIONE
mercoledì 12 febbraio 2020
A cura della redazione

Nonostante l'età e gli anni di servizio, Mike va a tutto gas. Marcus invece, diventato nonno, culla col nipote l'idea della pensione. Investigatori da sempre e amici per sempre, sorvegliano Miami assicurando i cattivi alla giustizia.

TRAILER
mercoledì 8 gennaio 2020
 

Regia di Adil El Arbi, Bilall Fallah. Un film con Martin Lawrence, Will Smith, Derrick Gilbert, Vanessa Hudgens, Alexander Ludwig. Da giovedì 20 febbraio al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
mercoledì 27 novembre 2019
 

Quindici anni dopo essere sopravvissuti al più temuto narcotrafficante di Miami, Will Smith e Martin Lawrence tornano finalmente ad essere due scatenati agenti della narcotici. L'antagonista è pensato come "un'idra dalle molte teste".

TRAILER
mercoledì 6 novembre 2019
 

Regia di Adil El Arbi, Bilall Fallah. Un film con Martin Lawrence, Will Smith, Derrick Gilbert, Vanessa Hudgens, Alexander Ludwig. Da giovedì 20 febbraio al cinema. Guarda il trailer »

TRAILER
martedì 5 novembre 2019
 

Regia di Adil El Arbi, Bilall Fallah. Un film con Martin Lawrence, Will Smith, Derrick Gilbert, Vanessa Hudgens, Alexander Ludwig. Da giovedì 20 febbraio al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
giovedì 3 ottobre 2019
 

Quindici anni dopo essere sopravvissuti al più temuto narcotrafficante di Miami, Will Smith e Martin Lawrence tornano finalmente ad essere due scatenati agenti della narcotici. L'antagonista è pensato come "un'idra dalle molte teste".

OVERVIEW
mercoledì 11 settembre 2019
Massimiliano Carbonaro

Il terzo film della saga avviata da Michael Bay sarà al cinema dal 23 gennaio 2020. Vai all'articolo »

NEWS
venerdì 6 settembre 2019
 

I Bad Boys Mike Lowrey e Marcus Burnett sono di nuovo insieme per un'ultima corsa. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati