Lontano Lontano

Film 2019 | Commedia +13 90 min.

Regia di Gianni Di Gregorio. Un film Da vedere 2019 con Ennio Fantastichini, Giorgio Colangeli, Gianni Di Gregorio, Daphne Scoccia, Salih Saadin Khalid. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2019, durata 90 minuti. distribuito da Parthénos. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,39 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Lontano Lontano tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Tre uomini decisi a cambiare vita abbandonano tutto per trasferirsi all'estero. Andrà tutto come sognavano?

Consigliato sì!
3,39/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,28
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un cinema di quartiere ancorato ai sampietrini della realtà e alla modestia sempre benvenuta del suo regista.
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 28 novembre 2019
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 28 novembre 2019

Giorgetto e il professore sono amici da sempre. Tra un bicchiere di vino (bianco) e una passeggiata a Trastevere discutono della pensione che non basta mai e che probabilmente dovrebbero spendere altrove, in un paese straniero in cui la vita costi meno e il ritiro sia più dolce. A loro si aggiunge Attilio che una pensione non ce l'ha ma sopravvive restaurando mobili fuori porta. Dopo aver consultato un 'esperto' di pensioni statali all'estero, optano per le Azzorre. Stabilita una cassa comune e presa la prima lezione di portoghese, si preparano scrupolosamente per la partenza ma una variabile maggiore si impone e i nostri non andranno oltre Porta Settimiana.

Quarta volta per Gianni Di Gregorio che riprende il filo del suo cinema di quartiere con una modestia sempre benvenuta.

Niente effetti speciali o scenari ricostruiti ma una storia inscritta nel suo habitat naturale: Trastevere e i suoi caffè, luoghi preferiti dell'ozio romano e viavai di saluti, proposte, offerte, idee, progetti. E la romanità è da sempre l'ingrediente segreto aggiunto all'intrigo principale. A questo giro di vicoli, il soggetto è la 'favolosa pensione' degli italiani all'estero, tra vantaggi fiscali e sole abbagliante.

Ma più dei film precedenti, Lontano Lontano coglie l'essenza della romanità, della sua espressività linguistica che impasta le immagini. Immagini che compongono insieme un vero e proprio saggio di antropologia urbana (trasteverina). Perché Trastevere è un'isola all'interno della città, è una culla della tradizione popolare romana di cui Di Gregorio intercetta i cambiamenti avvenuti nel corso degli anni, stemperandoli in una bonaria e calorosa mimesi del parlato. Una scelta stilistica che è anche chiave interpretativa per proporre una delle possibili letture sociali del tessuto trasteverino, così stratificato, variegato e ricco.

Letteralmente costellato di 'voci', Lontano Lontano ne schiera tre, Ennio Fantastichini, Giorgio Colangeli e naturalmente Gianni Di Gregorio lui même, producendo un coro che moltiplica i punti di vista e riferisce dall'interno cosa significhi oggi abitare nel 'rione' Italia. Mentre il film costruisce il 'senso del luogo', regista e compagni progettano la maniera di 'disattivarlo', emigrando.

A questo punto, dopo la magistrale lezione di Roberto Herlitzka sui vantaggi di una 'seconda vita' lontano dall'Italia e dalla pressione fiscale che riduce le pensioni, Di Gregorio dimostra che il cinema italiano è ancora capace di fare i conti con l'economia, con i suoi processi e con i riflessi che provoca sulla vita delle persone. Con precisione socio-antropologica e un grande senso dell'umorismo, Lontano Lontano metta a fuoco l'identità di coloro che non producono più ricchezza, un gruppo di pensionati a confronto coi meccanismi e le trasformazioni dell'economia.

Cialtroneschi e pasticcioni, progettano il colpo grosso in una spiaggia delle Azzorre, dove la qualità della vita e il potere di acquisto non hanno eguali. La messa in scena dei goffi tentativi, dei gesti maldestri e della confusione emotiva dei personaggi consente all'autore di schiacciare sul pedale del velleitarismo, spremendo dall'evidente inadeguatezza dei suoi antieroi effetti comici di irresistibile ilarità. Ma la costruzione irridente di caratteri dismessi e fallimentari, è bilanciata dalla rappresentazione 'oggettiva' di una moderata produttività.

Mentre i nostri tentano invano di convincersi a lasciare il Belpaese, il piano li obbliga a impegnarsi, per non sfigurare agli occhi degli altri, in un'attività (minima) di produzione (vendita di libri antichi, scarico della frutta). Il ricavato finisce in una cassa comune che finanzierà non il loro futuro ma il presente del prossimo. L'idea ingegnosa è derivare quel gesto di solidarietà dalla flemmaticità esistenziale (e tutta romana) dei protagonisti e non da un movimento filantropico spontaneo. Il risultato, privato di qualsiasi ridondanza, è esilarante e procura effetti (e un affetto) incontenibili, che rinforzano una satira scanzonata del mito del ritiro all'estero.

Lontano Lontano è una presa d'atto dei paradossi dell'economia, in fondo alla quale la coppia 'risata-magnata' sembra la più coerente possibile. Le evasioni fuori porta (Settimiana), principalmente alla ricerca del ristorante migliore, provocano una gradita indolenza, ancorando la storia ai sampietrini della realtà, che il popolo di Trastevere gestisce con orgoglio e spirito. E la dignità che Gianni Di Gregorio gli conferisce è veramente bella da guardare.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Frasi
Questo è il mondo nostro. Ce seno nati. Ce conoscono tutti.
Una frase di Giorgetto (Giorgio Colangeli)
dal film Lontano Lontano - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 3 dicembre 2019
Rocco Moccagatta
Film TV

Dei suoi film Gianni Di Gregorio è autore e protagonista. Per questo piace immaginarseli specchi e spicchi di vita. Il figlio di mezza età di Pranzo di ferragosto ha portato con naturalezza al pensionato con famiglia a carico di Gianni e le donne e al quasi pensionato che vede l'agognata fine lavoro allontanarsi in Buoni a nulla. Ora tocca a un altro pensionato, un ex insegnante di latino spiaggiato [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 novembre 2019
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

Trastevere continua ad essere il centro del mondo di Gianni Di Gregorio. Con il bar San Callisto, il tabaccaio con i gratta e vinci e Porta Settimiana come confine. Ogni spostamento fuori quel perimetro è come un viaggio. Lontano lontano, appunto. Come quello in autobus a Tor Tre Teste. Con un asino vicino alla fermata. Stavolta Gianni è il Professore.

venerdì 29 novembre 2019
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Un viaggio senza navigatori. Ignorando dove, come e quando, semplicemente aspirando a una nuova vita. Possibilmente esentasse. Ma i tre protagonisti non sono certo cervelli in fuga o ambiziosi studenti, al contrario si tratta di pensionati precari romani, Attilio, Giorgetto e Il professore. Garbata, "malincomica" e inconfondibile, arriva Lontano lontano la nuova commedia di Gianni Di Gregorio, da lui [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 novembre 2019
Valerio Sammarco
La Rivista del Cinematografo

Il solito bicchiere di bianco, le sigarette, i vicoli di una Trastevere assolata e non troppo popolata, il bar a S. Calisto, la maestosità di Santa Maria, la Porta Settimiana che separa il Rione dalle "insidie" di Roma. Gianni Di Gregorio stavolta è un ex professore di latino e greco, tra gli ultimi amici di zona rimasti c'è Giorgetto (Colangeli), che tira avanti con una pensione da fame e inizia [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 novembre 2019
Davide Turrini
Il Fatto Quotidiano

L'ultimo sorriso di Ennio Fantastichini. L'attore scomparso il 1 dicembre 2018 lo potrete vedere nella sua ultima interpretazione su grande schermo in questi giorni al Torino Film Festival o dal 5 dicembre al cinema in Lontano Lontano. Il terzo lungometraggio scritto, diretto e interpretato da quel gustoso oggetto cinematografico che è Gianni Di Gregorio.

giovedì 28 novembre 2019
Teresa Marchesi
Huffington Post

Che sollievo uscire contenti e appagati da una commedia nostrana: capita, ormai, molto ma molto di rado. In anteprima al Torino Film Festival e sugli schermi dal 5 dicembre, "Lontano lontano", scritto, diretto e interpretato da Gianni Di Gregorio, riannoda i fili con quel delizioso "Pranzo di Ferragosto" che undici anni fa rastrellò tutti i premi su piazza per l'Opera prima, fatto inaudito per un regista [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 novembre 2019
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Tre pensionati che vogliono alla loro età cambiare aria, scappare da Roma e dall'Italia, per vivere più agiatamente in qualche posto più confortevole, decidono di intraprendere questo "trasloco", ma strada facendo si accorgono che forse è tutto sommato meglio restare "al sicuro" tra le mura amiche. Gianni Di Gregorio (come non ricordare il suo "Pranzo di ferragosto", scoperto dalla Settimana della [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 novembre 2019
Davide Turrini
Il Fatto Quotidiano

L'ultimo sorriso di Ennio Fantastichini. L'attore scomparso il 1 dicembre 2018 lo potrete vedere nella sua ultima interpretazione su grande schermo in questi giorni al Torino Film Festival o dal 5 dicembre al cinema in Lontano Lontano. Il terzo lungometraggio scritto, diretto e interpretato da quel gustoso oggetto cinematografico che è Gianni Di Gregorio.

NEWS
TORINO FILM FESTIVAL
giovedì 28 novembre 2019
Marzia Gandolfi

Il regista riprende il filo della sua filmografia con una modestia sempre benvenuta. Al TFF. Prossimamente al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
mercoledì 13 novembre 2019
 

Regia di Gianni Di Gregorio. Un film con Ennio Fantastichini, Giorgio Colangeli, Gianni Di Gregorio, Daphne Scoccia, Salih Saadin Khalid. Prossimamente al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
martedì 5 novembre 2019
 

Attilio, Giorgetto e il Professore, tre romani sulla settantina, variamente disastrati, un giorno decidono di mollare la vecchia vita di quartiere e andare a vivere all'estero. All'estero dove? È solo la prima di una lunga serie di questioni da risolvere, [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati