La guerra dei mondi

Film 2005 | Fantascienza +13 116 min.

Titolo originaleWar of the Worlds
Anno2005
GenereFantascienza
ProduzioneUSA
Durata116 minuti
Regia diSteven Spielberg
AttoriTom Cruise, Dakota Fanning, Miranda Otto, Justin Chatwin, Tim Robbins, Rick Gonzalez Yul Vazquez, Lenny Venito, Lisa Ann Walter, Gene Barry, David Alan Basche.
Uscitadomenica 29 maggio 2005
TagDa vedere 2005
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,84 su 232 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Steven Spielberg. Un film Da vedere 2005 con Tom Cruise, Dakota Fanning, Miranda Otto, Justin Chatwin, Tim Robbins, Rick Gonzalez. Cast completo Titolo originale: War of the Worlds. Genere Fantascienza - USA, 2005, durata 116 minuti. Uscita cinema domenica 29 maggio 2005Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,84 su 232 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La guerra dei mondi tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La guerra dei mondi di Steven Spielberg è nelle sue linee essenziali onestamente fedele al racconto di H. G. Wells, che pubblicato nel 1898 è legittimamente attualizzato. Si tratta di un film di impressionante spettacolarità. Il film ha ottenuto 3 candidature a Premi Oscar. In Italia al Box Office La guerra dei mondi ha incassato nelle prime 12 settimane di programmazione 13,2 milioni di euro e 4,6 milioni di euro nel primo weekend.

La guerra dei mondi è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
3,84/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,90
CONSIGLIATO SÌ
Fedele al racconto di H.G. Wells, un film spettacolare e favolistico firmato da Spielberg.
Recensione di Adriano De Carlo
Recensione di Adriano De Carlo

Nelle sue linee essenziali La guerra dei mondi è notevolmente fedele al racconto di H.G. Wells, tenendo anche conto che essendo stato publicato nel 1898, ogni forma di attualizzazione era legittima, se non necessaria.
Che si tratti di uno spettacolone domenicale, privo di messaggi, tanto cari a chiunque non sia in grado di abbandonarsi ad un racconto travolgente, sia pure fine a se stesso, è altrettanto vero. Pertanto il film potrebbe essere liquidato, aggiungendo malignamente una nota sul presunto declino di Steven Spielberg. In realtà, è sufficiente accostare questa versione alle due che lo hanno preceduto, quella di Byron Haskin e la più recente: Independence Day, per comprendere quale forza narrativa sa esprimere Spielberg, semplificando il messaggio, se proprio non se ne può fare a meno, contenuto nel suo impressionante La guerra dei mondi. Siamo una società fragile, con le sue strutture in disfacimento e l'operaio specializzato Tom Cruise è a disagio con il cambiamento repentino di fattori tradizionali, come la famiglia, la società in genere e la sottocultura cui siamo condannati. Ed ecco che l'attacco alieno, assimilabile a quanto accadde il fatidico 11 settembre o a Perl Harbour, ricompatta lo stato famigliare, riconsegna il senso della vita, fino a trovare nel proprio inconscio, ormai depurato, l'antidoto per combattere con successo chiunque attenti all'esistenza e all'orgoglio di un popolo. Semplice, lineare, ma strepitosamente avvincente sul piano narrativo e spettacolare, il film di Spielberg sarà forse meglio compreso quando si sarnno acquietate le falangi di critici professionisti e no, autentiche creature aliene, che stanno ammorbando il cinema, privandoci del piacere di assistere a spettacoli di grande dignità professionale, come è appunto questa versione di La guerra dei mondi.
Interessante notare come non si vedano transitare nel racconto scienziati sentenziosi o giornalisti petulanti. Spielberg si pone dalla parte del pubblico con la sua capacità favolistica, nella quale il divo Cruise è perfettamente a suo agio. Tim Robbins rappresenta appunto le storture di chi deve ad ogni costo interpretare gli avvenimenti attraverso una visione paranoica. La scomparsa del personaggio è un sollievo per gli spettatori. Per quanto sia impressionante ciò che mostra, Spielberg, suo grande merito, evita di trasformare il film in uno dei soliti stupidi horror. L'arrivo degli alieni (tripodi) è strepitoso, la conclusione della vicenda, che qualcuno ha trovato sbrigativa, è degnamente priva di enfasi. Appaiono per alcuni istanti i due canuti protagonisti del film di Byron Haskin, realizzato 52 anni prima: Gene Barry e Ann Robinson, ma è un'apparizione quasi subliminale, per accaniti cinefili. il resto è facile da godere.

Sei d'accordo con Adriano De Carlo?
LA GUERRA DEI MONDI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 3 dicembre 2011
RONGIU

« Alla fine del XIX secolo nessuno avrebbe creduto che le cose della Terra fossero acutamente e attentamente osservate da intelligenze superiori a quelle degli uomini... » HERBERT GEORGE WELLS   L’uomo è in grado di teorizzare, inventare, costruire. Non può creare. La creazione è tutt’altra cosa, non è ancora alla sua portata [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 gennaio 2011
giu/da(g)

In generale molti hanno cassato questo film definendolo banale e sconclusionato, Giorgio Gherarducci su Rolling Stones ha detto semplicemente che "fa cagare". Eppure questo film ha degli spunti interessanti. è raro che in un film di fantascienza manchi il consueto appello del Presidente degli Stati Uniti che invita all'unità, i reporter che trasmettono da tutto il mondo, [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 giugno 2009
il_marco95

E' strano scrivere una recensione semi-penalizzante per il grande Spielberg. Dopo aver sfornato i bellissimi Schindler's list e il crudo ma umano salvate il soldato ryan il regista americano si rimette dietro la macchina da presa di un film sugli alieni che cerca di essere diverso e originale. Il risultato non è però dei migliori. Alcune scene sono mal costruite, come il rovesciamento del traghetto [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 giugno 2011
Filippo Catani

Un padre ormai sulla via dell'autodistruzione si ritrova a dover salvare i propri figli dall'invasione di una terribile truppa aliena. Il film si caratterizza per una serie di insulse banalità e di motivi triti e ritriti. Ma il vero problema è che lo spettatore arriva alla fine del (troppo lungo) film decisamente stordito dagli urli della Fanning.

domenica 10 agosto 2014
TheMaster

Steven Spielberg l'uomo più sopravvalutato al mondo,nel 2015 sforna un film che viene sottovalutato dai più il che mi da da pensare. Perchè quando sono uscite quelle zotte che sono E.T. L'extraterrestre,Salvate il Soldato Ryan e tanti altri tutti a dire "Grande Spielberg" invece quando se ne esce con una pellicola girata benissimo e un messaggio di critica sociale [...] Vai alla recensione »

domenica 11 maggio 2014
kondor17

Spielberg ci regala suspance e tensione dal primo all'ultimo minuto, trasponendo da par suo uno dei primi romanzi di fantascienza, "The war of the worlds", scritto da H.G. Wells - udite udite - nel 1897... proprio 1897! Ray è un operaio portuale separato dalla moglie, che può vedere i figli Rachel e Tom a scadenze stabilite.

lunedì 9 maggio 2011
DarkOmen98

Il cinema cresce e i generi si mischiano dando vita a nuove tipologie cinematografiche che lentamente acquisiscono i consensi di critica e pubblico. Dopo aver reso la fantascienza action nel 2002 col pioneristico "Minority Report", Spielberg nel 2005 ne alimenta l'azione e aggiunge una terribile apocalisse. L'umanità sta venendo spazzata via da una minaccia venuta da sotto [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 aprile 2011
teorbra

Non è che mi abbia entusiasmato l'interpretazione di Tom Cruise, interpretazione abbastanza piatta. Il film crea tensione ma ho visto di meglio.

sabato 27 marzo 2010
Keanu

Colossale opera del magistrale Spielberg. Un forte film di impatto visivo, con Straordinari effetti speciali e con effetti sonori da paura !! BELLISSIMO, da vedere !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

giovedì 25 dicembre 2014
EVILDEAD

il nostro Steven ,ben lontano ormai dalla melassa tipo ET,preconizza un'invasione a scopo "alimentare",programmata millenni fa da una perfida razza aliena; era facile scivolare sul gia' visto ed invece il film riesce a dire qualcosa di nuovo sull'abusatissimo tema delle invasioni et.la regia e' solidissima,priva di cedimenti,gli attori reggono bene il gioco,gli effetti speciali [...] Vai alla recensione »

sabato 4 ottobre 2014
Inesperto

Buon film di fantascienza tratto dal grande H.G.Wells. Ottimi gli effetti speciali: le macchine aliene gigantesche impongono terrore, soprattutto grazie all'inquadratura dal basso. Inoltre, è fatto notare molto bene come l'essere umano, in condizioni di grande stress, perda completamente la testa (come il tizio che ospita il padre e la figlia in casa sua, nella parte finale del film). [...] Vai alla recensione »

venerdì 19 aprile 2013
Renato C.

Steven Spilberg aveva iniziato la sua attività cinematografica con gli alieni buoni ("E.T." - "Incontri ravvicinati del terzo tipo") per poi passare agli alieni cattivi ("Indipendance day" e, appunto, "La guerra dei mondi"). Pur essendo questo film un remake di un classico degli anni '50, colpisce il fatto del dramma delle famiglie separate! Il film [...] Vai alla recensione »

domenica 23 dicembre 2012
KRIS83

Un bel remake, ben riinventato!bellissimi gli effetti speciali,molta suspence!

giovedì 21 giugno 2012
paolomiki

Ho dormito quasi per tutto il film.Mi svegliavo ogni tanto perchè sentivo gridare.Tom cruise forse ha dato il peggio di se pur guadagnando una barca di soldi.Non sono film da vedere questi ,ma da gustare sotto le coperte per conciliare il sonno quando li passano in televisione. Al cinema meglio andare a spendere soldi per l'ultimo samurai per esempio,film dove Tom ha dato il meglio di se.

martedì 25 gennaio 2011
TheMichTemp

martedì 14 settembre 2010
Mr.Duff

Due cose sono poco chiare...anzi assurde! 1)Il ragazzo si salva miracolosamente dopo un'esplosione pazzesca...riesce e tornare dalla madre sano e salvo... bah 2)Questi "esseri" sono super tecnologici...ma possibile che non abbiano la vista sviluppata da vedere i protagonisti che si nascondono dietro alle pareti di legno?? bah Apparte queste 2 gradi misteri il film è da vedere.

venerdì 5 febbraio 2010
Alex41

Questo film di fantascienza è fatto molto bene, presenta molte scene che mozzano il fiato, moltre scene che danno l'ansia e tanta tensione, ma per il resto non mi ha entusiasmato molto, senza nascondere però che si tratta di un film ben fatto, un colossal incredibile di azione con una grandissima Dakota Fanning, ma la storia a me non mi è piaciuta molto, soprattutto il finale [...] Vai alla recensione »

sabato 14 novembre 2009
sartorig

Non voglio infierire su coloro che hanno dato un giudizio negativo dato che le critiche sono personali e sempre legittime. Vorrei soltanto dire che secondo me ha poco senso un giudizio negativo da parte di chi non apprezza il genere. Inoltre molte critiche negative sono alla trama che come sappiamo deriva dall'omonimo romanzo di H.G.Wells pubblicato la prima volta nel 1897 e che rappresenta uno dei [...] Vai alla recensione »

venerdì 8 maggio 2009
taniamarina

A volte il cinema è strano, non c'è che dire. Si crea un'attesa talmente forte su certi film, che popi quando li vedi, tendi a giudicarli male, soprattutto quando si parla di registi così in vista come Spielberg. In verità, a guardarlo meglio, questo film ha delle scene memorabili di esodi, e un'atmosfera che tende al ridicolo solo in alcuni rari momenti.

domenica 24 giugno 2012
break

Più che un film sembra un video game; è computerizzato al massimo, un vero e proprio abuso di effetti speciali. Troppo lungo e lento.  viva la vecchia fantascienza, quella con più sostanza e meno effetti speciali.

sabato 17 settembre 2011
tiamaster

il film è sicuramente buono,coinvolgente,ricco d'azione e spettacolare però spielberg non è piu come negli anni 80,speriamo che tin tin e war horse,risollevino spielberg,perchè è bravo ma e.t e incontri ravvicinati del terzo tipo sono lontani anni luce,film discreto.

venerdì 9 settembre 2011
Andrea Levorato

La guerra dei mondi *** Produzione: USA 2005 Genere: Fantascienza, Horror, Drammatico, Catastrofico Regia: Steven Spielberg Attori principali: Tom Cruise, Dakota Fanning, Justin Chatwin, Tim Robbins Trama: Non sono mai arrivati, sono sempre stati qui. Il mondo è stato attaccato dall’interno da una razza aliena che si avvale di giganteschi macchinari tripodi per disintegrare tutto [...] Vai alla recensione »

domenica 5 settembre 2010
Simone Spitaleri

Il film è fantastico dall'inizio fino alla fine, però, visto che si doveva fare una pellicola cosi ben fatta tecnicamente parlando, si doveva scrivere una storia migliore. Gli alieni invadono il mondo e, dopo aver spopolato mezzo pianeta, muoiono da soli perchè non sono riusciti a proteggersi dai virus dell'atmosfera? Delle macchine così enormi e potenti vengono [...] Vai alla recensione »

martedì 31 maggio 2011
BloodyDreadnought

Mi aspettavo di più da un film di Steven Spielberg...

lunedì 13 aprile 2009
fonzy93

che dire..stupendamente bello come tutti i film di spielberg

mercoledì 4 dicembre 2013
EvilDevin87

Estremamente lento con personaggi piatti, triti e ritriti. Niente, Spielberg ha centrato l'obbiettivo tante volte ma questa volta proprio non ci siamo. Benchè sia più fedele alla trama del romanzo rispetto al film del '53 di Byron Haskin il film non decolla mai, i personaggi sembrano muoversi e fare cose in maniera estremamente casuale.

sabato 28 settembre 2013
giank51

E' sempre difficile fare buoni film di fantascienza, ma in questo caso ci muoviamo tra lo scontato e il ridicolo. Scontati sono i sentimenti filiali che attraversano il film: rapporto contrastato con il figlio, grande trasporto verso la piccola figlia ( un pò di Freud non fa male). Ridicolo tutto l'impianto della vicenda. Mostri che nascono probabilmente dagli incubi del regista, assolutamente invincibili [...] Vai alla recensione »

martedì 10 settembre 2013
stefano bruzzone

superclassico film sull'invasione aliena firmato da spilberg e proprio la regia sempre attenta e gli effetti speciali eccezionali fan si che il film non naufraghi nelle solite battaglie contro gli alieni delle quali ne abbiamo gli zebedei pieni. un cast importante a dare, appunto, importanza ad un prodotto banale e da botteghino. Voto: 6,5

giovedì 17 marzo 2011
Keanu

Eccellente prodotto estremamente spettacolare e ben fatto !!!!!!!!!!!!

giovedì 13 gennaio 2011
Camillo

Di film del genere non se ne fanno spesso,ed è un peccato!Io sono un grande appassionato di guerre tra umani ed alieni e devo dire che dopo Independence Day ho aspettato a lungo un film che potesse offrirmi la stessa suspance e la stessa adrenalina.Qualche anno fa credevo che Independence Day fosse il migliore del suo genere,ma oggi mi devo ricredere.

martedì 7 febbraio 2012
Antarah

Volevo complimentarmi col vostro recensore Adriano de Carlo. Citero' poche righe del suo articolo che mi hanno pervaso di...cito e basta: "Il film di Spielberg sarà forse meglio compreso quando si saranno acquietate le falangi di critici professionisti e no, autentiche creature aliene, che stanno ammorbando il cinema, privandoci del piacere di assistere a spettacoli di grande dignità professionale" [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 febbraio 2012
gianlore

Di film brutti ne ho visti, e questo si piazza in classifica... memorabile è poi il commento finale parlato!!! classico da film USA

giovedì 23 agosto 2012
adware11

è un film molto carino.Appena uscito l'avevo visto al cinema,ma ero troppo piccolo per capire;quindi me lo sono rivisto poco fa....è veramente un capolavoro 

Frasi
Hanno spazzato la più grande potenza del mondo in pochi giorni…e questi sono solo i primi ne arriveranno altri. Questa non è una guerra come non sarebbe una guerra tra uomini e vermi… questo è uno sterminio!
Una frase di Harlan Ogilvy (Tim Robbins)
dal film La guerra dei mondi - a cura di Tyler Durden
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

«Un puro esperimento di terrore». Così, in aprile, mentre il film era ancora in postproduzione e lui supervisionava le sequenze di effetti speciali che gli arrivavano ogni giorno dalla Industrial Light and Magic, Steven Spielberg mi aveva descritto il suo Guerra dei mondi. Ed è a quel livello, allo stesso tempo strettamente teorico e viscerale, che il film funziona: un'equazione di paura tecnologicamente [...] Vai alla recensione »

Enrico Magrelli
Film TV

Un convulso wekeend di terrore alieno. un attacco alla terra da parte di intelligenze più acute, sviluppate e spietate di quella del genere umano. Esseri superiori o che si considerano tali che hanno nascosto nel sottosuolo i loro tripodi prima che l’homo sapiens cominciasse ad abitare e a prendere possesso del pianeta. Esseri più deboli del nostro organismo forgiato da malattie ed epidemie.

Valerio Caprara
Il Mattino

Il dibattito no. Almeno nella sua variante diffusa, quella rete di dotte decostruzioni, sociologismi vari, spiritosaggini «a margine» e strumentalizzazioni politiche che avviluppano e soffocano i film con l'aria di fargli un favore mediatico. «La guerra dei mondi» di Steven Spielberg va preso soprattutto per quello che è, una macchina spettacolare d'intrattenimento che non aspira a sconvolgere i dizionari, [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

M’è parso che fosse arrivato il momento di proporre agli spettatori degli extraterrestri un po' meno simpatici di E.T... Nel clima dell'11 settembre non credo che questo film sia fuori posto»: nell'avventuroso kolossal «La guerra dei mondi», tratto dal romanzo 1898 di Herbert George Wells, il regista Steven Spielberg ha infatti disseminato allusioni politiche contemporanee.

Leonardo Jattarelli
Il Messaggero

I Tripodi de La Guerra dei Mondi si “riproducono” dentro un lampo omicida. Si gonfiano sotto l’asfalto ed esplodono come crateri in eruzione. Incubo, distruzione di massa, terrore anzi terrorismo anzi guerra totale del nuovo millennio. Dov’è finito l’ E.T. della favola bambina con l’incedere da papera e quegli occhi come due mappamondi«contenuti in due cerchi, uniti da linee parallele e curve» come [...] Vai alla recensione »

Alessandra Miccinesi
Il Giornale

Archiviato il panico provocato da invisibili parassiti e lampi di guerra fredda, agli americani vittime degli angoscianti incubi per gli attacchi dell'11 settembre Steven Spielberg dedica la sua ultima fatica: La guerra dei mondi. Ispirato al romanzo originale del 1898 dell'inglese H.G. Wells, e remake della celebre pellicola del '53 diretta da Byron Haskins, l'atteso blockbuster estivo, uscito nelle [...] Vai alla recensione »

Roberto Silvestri
Alias

La guerra dei mondi inizia come un requiem attonito, incupito dagli ottoni di John Williams, sui morti dell'11 settembre. E quei «tremila americani», più qualchesaudita stranamente disperato, restano spettrali presenze, quasi un coro muto, che ci osserverà fino alla fine, da dietro lo schermo. Ma non solo loro, legioni di «spettri di Marx» osservano.

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Torna in gran pompa, e con giusta risonanza, «La guerra dei mondi», il romanzo di uno dei padri della fantascienza in letteratura, H.G. Welles, pubblicato nel 1898. Nel 1938, in anni in cui si aveva paura che i nazisti invadessero l’Europa, fu alla base di un celebre radiodramma di Orson Welles che, ritenuto cronaca dal vero, provocò addirittura dei suicidi.

Franco Montini
La Repubblica

1953, fuga da Los Angeles. Gli abitanti scappano in preda al terrore. La California, infatti, è stata attaccata da alieni provenienti dal pianeta Marte. Marziani dunque che, usando un meteorite a mo’ di cavallo di Troia (in realtà nasconde un disco volante, avanguardia di altre astronavi in arrivo), sono sbarcati sulla Terra per conquistarla. E seminare morte e distruzione.

Serafino Murri
XL

Non è solo un film, ma l’autoscatto dell’America del Ground Zero: motore di una fragile umanità unita dall’incombenza di un Nemico invisibile. Sono lontani i tempi dello scherzo radiofonico di Welles o del film del ’53 che adombrava gli spettri della Guerra Fredda. L’invasione aliena di Spielberg diventa il riflesso dello “scontro tra civiltà” e della psicosi del terrorismo.

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Sono enormi. Sono potentissimi. Sono infinitamente indifferenti, dunque orribilmente crudeli. E sono molto più evoluti di noi. Così evoluti da aver pianificato l’invasione della Terra ancor prima che la specie umana si affacciasse sul pianeta... Steven Spielberg ci riprova. A quasi settant’anni dal celebre programma radiofonico di Orson Welles (30 ottobre 1938, vigilia di Halloween), anche lui gira [...] Vai alla recensione »

Carlo Bizio
Film Tv

Se vi aspettate un kolossal spettacolare e senza esclusione di colpi siete avver1tfi: la guerra dei mondi è en realtà un piccolo film. Parola di Tom Cruise: «È un piccolo film su una famiglia. Su un padre e i suoi figli. Sul tragitto affettivo che vengono costretti a intraprendere». Non importa che sia costato 135 milioni di dollari e che il regista Steven Spielberg ti-corra agli effetti speciali digitali [...] Vai alla recensione »

Francesco Bolzoni
Avvenire

A sdoganarli era stato lui. Qualche presagio negli anni precedenti: Ultimatum alla Terra di Robert Wise, 1951. Ma il merito di avere fatto degli alieni i nostri contemporanei, complice il pacifista Truffaut che compariva come attore in un film ottimistico e magistralmente diretto, Incontri ravvicinati di terzo tipo (1977), spetta a Steven Spielberg.

Roberto Silvestri
Il Manifesto

Un portuale sindacalizzato, lo sposta-container Ray Ferrier (Tom Cruise), divorziato, si gode i figli nel week end, mentre l'ex moglie incinta Ray (Miranda Otto) va a Boston col suo nuovo marito un po'square. L'atmosfera è già da Duel. Il figlio adolescente Robbie, Ipod dipendente, non sopporta quel padre squattrinato, psicotico, pessimo nel baseball, giocherellone e un po' «femmineo» (e sembrerà lo [...] Vai alla recensione »

Francesca Scorcucchi
Il Mattino

Ci risiamo. Steven Spielberg, dopo «Incontri ravvicinati del terzo tipo», «E.T.» e «Intelligenza Artificiale» ritorna al suo genere preferito: la fantascienza. E questa volta i suoi alieni non saranno tutti occhi e buon cuore, ma i nemici dell'umanità, quegli stessi alieni immaginati da Josh Friedman nella «Guerra dei mondi». Il film, secondo rifacimento cinematografico del capolavoro di fantascienza [...] Vai alla recensione »

Simonetta Robiony
La Stampa

L’invasione è fissata per il 29 giugno. Stesso, identico giorno in tutto il mondo, con le uniche eccezioni del Brasile, dove il film esce il 30, e della Francia che ha preferito rimandare l’evento al primo mercoledì di luglio. A partire dalla fine del mese gli extraterrestri descritti da Steven Spielberg nella «Guerra dei mondi» occuperanno gli schermi del globo, solo in Italia le copie distribuite [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Oltreché un'efficace macchina da spettacolo (chi ne dubitava?), il film con cui Steven Spielberg ha invaso l'estate cinematografica mondiale è un saggio su quanto il tempo cambi le cose. Rispetto all'edizione "cult" del romanzo di H. G. Wells diretta nel 1953 da Byron Haskin, è cambiata - ovviamente - la qualità degli effetti speciali, che ora esaltano la verosimiglianza della fantasticheria paranoide [...] Vai alla recensione »

Natalia Aspesi
La Repubblica

«Sono terroristi?» chiede l’antipatica bimba salutista (no a pane e burro di arachidi) Dakota Fanning all’antipatico babbo operaio in giubbotto italiano gran chic Tom Cruise: il quale sconvolto da buio, lampi, tuoni, uragano, scoppi, incendi, case che crollano, asfalto che si frantuma, altro che terremoto, non sa che dire, visto che all’origine dello sconquasso sembrano esserci noni soliti terroristi [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati