Edward mani di forbice

Film 1990 | Fantastico +13 105 min.

Titolo originaleEdward Scissorhands
Anno1990
GenereFantastico
ProduzioneUSA
Durata105 minuti
Regia diTim Burton
AttoriJohnny Depp, Winona Ryder, Dianne Wiest, Anthony Michael Hall, Kathy Baker, Robert Oliveri Conchata Ferrell, Caroline Aaron, Dick Anthony Williams, Vincent Price, O-Lan Jones, Alan Arkin, Susan Blommaert, Linda Perri, Biff Yeager, Marti Greenberg, Bryan Larkin, John McMahon, Victoria Price, Alan Fudge, Andrew Clark, Peter Palmer, Brett Rice, John Davidson, Marc Macaulay, Carmen J. Alexander, Stuart Lancaster, Aaron Lustig, Gina Gallagher, Kelli Crofton, Linda Jean Hess, Rosalyn Thomson, Lee Ralls, Eileen Meurer, Bea Albano, Donna Pieroni, Ken DeVaul, Tricia Lloyd, Kathy Dombo, Rex Fox, Sherry Ferguson, Tabetha Thomas, Michael Gaughan, Steven Brill.
Uscitamercoledì 24 aprile 1991
TagDa vedere 1990
Distribuzione20th Century Fox
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,78 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Tim Burton. Un film Da vedere 1990 con Johnny Depp, Winona Ryder, Dianne Wiest, Anthony Michael Hall, Kathy Baker, Robert Oliveri. Cast completo Titolo originale: Edward Scissorhands. Genere Fantastico - USA, 1990, durata 105 minuti. Uscita cinema mercoledì 24 aprile 1991 distribuito da 20th Century Fox. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,78 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Edward mani di forbice tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un ragazzo che, al posto delle mani ha lame affilate, cerca di integrarsi nella comunità. Si innamora di una ragazza ma il suo amore è senza futuro. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar e 1 candidatura a Golden Globes.

Edward mani di forbice è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
3,78/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,17
CONSIGLIATO SÌ

Questo può essere considerato, dopo il "rodaggio" di Beetlejuice e Batman, il film più maturo di Tim Burton. Per quanto ci siano ancora nel suo stile degli aspetti convenzionali, la sua originale visionarietà si sta facendo strada. Non mancano poi le frecciatine alla borghesia provinciale americana. Il film percorre la scia comune a molti film di inizio anni Novanta: la fiaba (vedi ad esempio Pretty Woman e Ghost). Fiabe in forma reale, anche se in questo caso le cose irreali abbondano. Un giorno, una rappresentante va a proporre i propri prodotti cosmetici allo strano inquilino di un maniero in stile gotico. Conosce così Edward, creatura di un inventore (Vincent Price) che dopo la morte di quest'ultimo è rimasta in balia della solitudine. Il ragazzo al posto delle mani ha delle enormi forbici. Quando la donna cercherà di farlo entrare in società, in virtù della sua bravura come "parrucchiere", il baratro che divide la gente normale dalla persona "diversa" renderà tutto difficile. Ottima l'interpretazione del giovane attore Johnny Depp che negli Stati Uniti aveva già lavorato in Cry Baby di John Waters.

Francesco Rufo
venerdì 10 luglio 2009

Edward mani di forbice è una fiaba sulla diversità, sul rapporto tra la massa e l’individuo che da essa si distingue. Edward è il modello degli eroi del cinema di Burton. È introverso, solitario. Agli occhi degli altri, dei normali, è un mostro, un diverso. Nella sua diversità è speciale, dotato di qualità e sensibilità eccezionali. È chiuso nel suo castello, nel suo spazio esclusivo, nel suo mondo, ma sogna di uscirne, di aprirsi all’esterno, di integrarsi nel consesso umano. Così varca la soglia che divide il suo mondo da quello degli altri. Edward rappresenta l’adolescente, o meglio un tipo di adolescente. Come Edward, l’adolescente è un individuo incompiuto, non più bambino, non ancora adulto; ha in sé il seme della diversità, della creatività, della sensibilità, la pulsione naturale a superare regole, apparenze, convenzioni. Edward è il modello dell’adolescenza come età in cui lo sviluppo di un’intensa vita interiore può portare all’isolamento. Nel mondo esterno Edward presenta la sua diversità. È come un bambino, che deve imparare le regole della società. Ma la sua diversità è soprattutto fisica, dovuta alle forbici, segno della sua incompiutezza e simbolo dell’impossibilità di comunicare, di avere contatti umani. Tuttavia questo handicap si rivela per Edward una risorsa, per la sua abilità nell’intagliare. Egli si afferma con la sua creatività, col fare arte. L’incontro con Edward produce negli altri diverse fasi di reazione: prima l’attrazione curiosa; poi lo sfruttamento; infine il rifiuto e l’espulsione. La società giunge a voler cancellare la diversità dacché la vede come pericolosa per i propri equilibri. Così Edward torna a chiudersi nel mondo da cui è venuto. Ma continuerà a tagliare blocchi di ghiaccio, a far scendere la neve sulla città, a mantenere un contatto, sia pure labile, con il mondo esterno.

Sei d'accordo con Francesco Rufo?
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

In una cittadina della Florida, cade la neve. Una bambina chiede alla nonna come nasce la neve, e la nonna racconta una storia accaduta tanti anni prima. Peg Boggs, rappresentante per una casa di cosmetici, scopre in un fatiscente castello situato sulla sommità della rupe che domina l'abitato, Edward, uno strano ragazzo che al posto delle mani mostra lame affilate come forbici. Edward non ha padre né madre: è stato costruito pezzo per pezzo da un vecchio inventore che è morto prima di dotarlo delle mani. Di animo gentile, ha vissuto in completa solitudine nel castello ed ha sviluppato un'incredibile capacità di dar forma alla sua fantasia modellando le cose con le sue mani di forbice. Peg lo conduce in città e lo ospita in casa. Superato l'iniziale sconcerto, il vicinato prende in simpatia il ragazzo e ne ammira il talento artistico che lo rivela giardiniere e parrucchiere geniale. Quando Edward incontra Kim, la figlia di Peg, e se ne innamora, fatalmente contro di lui si accendono i primi malumori: una donna che si sente da lui respinta comincia a calunniarlo, Jim, il ragazzo di Kim, lo coinvolge in una folle rapina, la polizia lo guarda con sospetto. Attorno ad Edward comincia a farsi il vuoto e quando Kim si accorge di amarlo, la situazione precipita. Per lui la felicità è un sogno irrealizzabile: dopo un tragico scontro con Jim, il suo destino è tornare nell'ombra e nel silenzio dell'antico castello. Kim non ha più rivisto Edward, ma sa che lui la ricorda e le schegge di ghiaccio che turbinosamente vorticano dai bastioni del castello fino a trasformarsi in neve sulla città le dicono che lui sta scolpendo l'ennesima statua di ghiaccio, ancora dominato da un amore senza futuro.
Le mani di Edward tagliano e fanno sanguinare anche quando si protendono per una carezza. Le sue braccia non possono abbracciare la donna che ama. Le sue labbra non sanno atteggiarsi al sorriso. La sua giovinezza durerà in eterno, intatta nella sua malinconia... E' facile capire come un personaggio del genere possa coinvolgere e commuovere il pubblico e l'emozione è sincera (non sollecitata da furbeschi sentimentalismi) e sorretta da una sottile vena poetica.Con felice intuizione, il regista esplora i confini entro i quali il comune sentire borghese inquadra e rende possibile la "diversità": accettato fino a quando è "soltanto" un artista (e può gratificarci a nostro uso e consumo), Edward viene respinto quando pretende essere uomo. Il genio esalta ed affascina quando rimane fuori dalla nostra quotidianità; diventa perturbante quando ci si intreccia, con il pericolo di scoprirsi critico ed evidenziare le nostre contraddizioni.Pur scavalcando il fanta-horror e risolvendosi in una pungente favola contro la mentalità borghese, Edward Mani di Forbice ha elementi che lo apparentano al genere. Lo spunto è quello di una storia alla Frankenstein. Il protagonista è una creatura artificiale; il laboratorio nel quale è costruita è una fantastica catena di montaggio capace di produrre i pezzi del suo corpo e biscotti a forma di cuore... E l'inventore, naturalmente, è l'indimenticabile Vincent Price.Nella suggestiva cornice del coloratissimo quartiere cittadino sovrastato dall'impossibile fantasia gotica del castello, Johnny Depp costruisce uno dei ruoli migliori della sua carriera.

EDWARD MANI DI FORBICE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 12 gennaio 2010
c-claudia

Non ci sono molte parole da usare. Le parole, in gran parte, tendono a banalizzare il tutto. Le sensazioni e le emozioni non sono fatte per le parole. Così il senso di inadeguatezza, il non essere compresi, e la solitudine, la tristezza, il dolore. E' così che Edward Mani di Forbice svela la sua immensa e inspiegabile bellezza non a tutti, come un scrigno, che mostra la vera sostanza del suo essere [...] Vai alla recensione »

mercoledì 6 gennaio 2016
elgatoloco

"Edward Scissorhands"è giustamente un cult, anche per la sua polisemia, dove un significato non esclude ma al contrario completa l'altro o meglio gli altri: è una fiaba, volendo una fiaba gotica(certo), per i suoi ritmi narrativi, perché contiene una morale, quella del non dover escludere, anzi includere pienamente, chi è"diverso/a", l'avversione [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 febbraio 2014
_Atlas_

Solo la mente di un personaggio spesso incompreso, fuori luogo e inquieto come Tim Burton può generare una creatura come Edward Mani Di Forbice, così immensa nella sua semplice ingenuità e timidezza. Edward è cresciuto da solo, isolato dal resto del mondo, vivendo in un vecchio castello ai piedi di una collina, con una bontà d’animo incondizionata e libera [...] Vai alla recensione »

martedì 6 ottobre 2015
Portiere Volante

Uno dei migliori prodotti di Burton, che ho sempre ammirato per fantasia e creatività. Il film ci racconta una bellissima favola moderna sulla diversità e sulla complessità dei rapporti che si sviluppano intorno ad essa. Alcuni passaggi sono un poco superficiali e complessivamente il finale ,tra fidanzati demenziali,cittadini ottusi e poliziotti che spariscono,non [...] Vai alla recensione »

mercoledì 26 aprile 2017
Great Steven

  EDWARD MANI DI FORBICE (USA, 1990) diretto da TIM BURTON. Interpretato da JOHNNY DEPP, DIANNE WIEST, WINONA RYDER, ANTHONY MICHAEL HALL, KATHY BAKER, VINCENT PRICE Peggy, rappresentante di cosmetici simpatica e dall’animo gentile, dopo una giornata di lavoro deludente arriva al castello sopra la collina della sua città, e scova casualmente Edward, creatura tecno-umana che [...] Vai alla recensione »

domenica 2 maggio 2010
_mElindo__

Questo non é un semplicemente un film di Tim Burton. Questo è Tim Burton. Penso che sia il film che più lo rappresenta(insieme a "Sweeney Todd"). Il classico tema del razzismo è riproposto in maniera originale e fiabesca dal regista, che riesce a mischiare dramma, fantasy e commedia(viste le situazioni a volte un po' buffe). Edward è la metafora di tutti coloro che, essendo ritenuti pericolosi, sono [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 marzo 2010
andre89LOST

Una favola stupenda, a tratti buffa, a tratti fantasiosa, a tratti commovente. Si piange. Voto: 9

sabato 28 agosto 2010
Manu^^

Uno dei miglior film realizzati nella storia del cinema. Tutti dovrebbero visionarlo almeno una volta nella vita... soprattutto perchè non ci sono parole per descriverlo... A mio avviso, la più grande interpretazione di Jhonny Depp e un Tim Burton da 110 e lode e bacio accademico!

domenica 7 febbraio 2010
tubaz

Ottimo film, una storia molto bella e ambientata in modo geniale da Tim Burton

lunedì 13 luglio 2009
empathy

Edward mani di firbice, è il primo film che vede la collaborazione Burton-Depp. Film riuscitissimo, commovvente, che vede protagonista la diversità, sebbene in un modo estremo, alla Burton. Ambientazione perfetta, ottima interpretazione di Depp. Un film che, come tutti gl ialtri capolavori di Burton, rimarrà nella storia. Quella di Edward è una storia che si potrebbe benissimo raccontare ai bambini, [...] Vai alla recensione »

sabato 20 giugno 2009
Albertone

Un poesia tradotta in parole,immagini,musica.....un assoluto capolavoro!!!!

venerdì 10 settembre 2010
giuliana li vigni

Ho rivisto per la terza volta il film. Edward così lunare, pierrotiano e nel contempo profondo scrutatore degli esseri cosiddetti "normali" tanto da tirare fuori la quintessenza della loro natura, facendo affiorare, in alcuni, sentimenti d'amore che mai avrebbero pensato di provare. E' banale affermare che, al suo confronto, la maggior parte delle persone che lo attorniano appaiono in un tutta la [...] Vai alla recensione »

mercoledì 3 febbraio 2010
Alex41

Il genio di Tim Burton realizza il suo più bel film (secondo me) insieme a Johnny Depp, una coppia che, sì sa, insieme realizza grandi capolavori sempre mitici (La fabbrica di cioccolato; Ed Wood, Sweeney Todd...). In questo film, decisamente da Oscar, mischia diversi generi: il fantasy, il romantico, la commedia, il gotico e un pizzico di dramma, Edward è il "diverso" secondo i pareri di un paesino [...] Vai alla recensione »

domenica 22 maggio 2016
solvsrf

se volevate osservare un filmone mani di forbice è un classico inimitabile, vediamo così la figura del dilemma sbraitante, del farseo reietto dark impellicciato con l'espressione creativa del giardiniere...; è un must imperdibile e inimitabile, la figura dolce nera col trucco pesante sembra cantare l'ode dell'imcapacità a posare i multipanni e gurdarsi per [...] Vai alla recensione »

lunedì 9 dicembre 2013
Alex41

A mio parere "Edward Mani Di Forbice" resta uno dei migliori film di Tim Burton, e comunque il mio preferito in assoluto. Una storia dolce, delicata, tristissima e amara dove troviamo tutto: una denuncia verso l'America e i suoi eccessi, a cominciare dalle bellissime quanto inquietanti case color pastello, in più la storia d'amore più triste, maledetta e bella che potete mai vedere sullo schermo (altro [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 dicembre 2012
cristinel_91

bellissima la tua recensione, complimenti, è quella con cui sono più d'accordo (senza nulla togliere alle altre)... è stupendo come burton riesca a criticare la superficialità e la stupidità della gente, a cui non importa niente della storia di edward, di chi sia in realtà, ma lo sfrutta subito come fenomeno da baraccone per la sua diversità.

venerdì 20 novembre 2009
EDWARD SCISSORHANDS<3

IO PICCOLA QUANDO HO VISTO IL FILM ... IO SN UNA GRANDE FUN DI JOHNNY DEPP E ADORO TIM BURTON PERKE'INVENTA STORIE BELLISSIME IO HO VISTO QUASI TUTTI I SUOI FILM PERKèMI APPASSIONANO MOLTO E DI PIU DI TUTTI EWARD KE ORMAI FA PARTE DI ME. LO SO A MEMORIA IL FILM PER QUANTO L'HO VISTO!! QUANTO MI HAFATTO PIANGERE QUESTO FILM E ANKE RIDERE... INSOMMA DEVO DIRE KE QUESTO FILM E' UN KAPOLAVORO!!! GRZ [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 aprile 2009
depp 4 ever

johnny su edward è dolce e innocente il che secondo me è curioso ma è lui

mercoledì 4 febbraio 2015
MrMassori

Non solamente un Film, ma un'opera d'arte a 360°. E' un Capolavoro Immortale ed una pietra miliare della storia del Cinema. Senza alcun dubbio è tra i miei 15 film preferiti in assoluto.

domenica 18 agosto 2013
Cassiopea

Una fiaba per adulti. Un mondo di colori pastello sconvolta dall'arrivo di un bizzarro personaggio vestito di nero e con lame al posto delle mani. Mi aspettavo tutt'altro da questo film, convinta che questo sarebbe stato l'ennesimo mostro crudele pronto a far razzia di ogni cosa. E invece no! Edward è un personaggio adorabile, e con quell'espressione stranita, curiosa, spaventata e buonissima al tempo [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 giugno 2013
Cinecrazy

Tim Burton dona speranza con questo grande  e sensibile capolavoro. Edward è un ragazzo che ha delle forbici al posto delle mani:trovato da una rappresentante di cosmetici, viene catapultato nella vita di paese dove tutti, incuriositi, lo accolgono a braccia aperte. Ma è solo un'illusione destinata a tramutarsi in tragedia. Edward non è il diverso, è la metafora [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 aprile 2013
RedCash

la bellezza di questo fil è paragonabile ad un pianto per amore.

giovedì 13 ottobre 2011
Bella Earl!

- Non mi ha finito - Edward è un "prodotto da laboratorio" di uno scenziato che però muore prima di ultimarlo e gli lascia le mani formate da delle forbici che però non gli saranno troppo d'impedimento. Tranne quando s'innamora della bella Kim. Tim Burton dirige l'indiscusso capolavoro della sua filmografia, il suo primo film dalle tematiche dure e mature [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 settembre 2011
tiamaster

un semplice,stupendo ed enorme capolavoro del dramma-fantasy,la storia è molto...burtoniana,sì mi pare il termine adatto,la sceneggiatura e curata e studiata nei minmi dettagli,ma soprattuto questo è un film che colpisce dritto al cuore,commovente e meravigliando,un bellissimo film che rimarra impresso nei cuori e nelle menti dello spettatore.

domenica 3 luglio 2011
johnnychris94

è inutile il nostro johnny ci ha sempre stupito però sinceramente questo film è veramente un capolavoro un film pieno di sentimenti e tenerezze lui veramente che fa commuovere  con quel visino triste e dolce poi tutte quelle persone come il fidanzato della ragazza  che abitava dentro la casa dove abitava lo trattava male lui questo ci fa capire il grande tim burton ci [...] Vai alla recensione »

domenica 6 marzo 2011
Lady Libro

A mio parere questo è il capolavoro di Tim Burton: è un film bellissimo, dolce e toccante. Johnny Depp è stato veramente fantastico nel ruolo di Edward (come, del resto, in tutti gli altri ruoli che ha interpretato nella sua carriera) e anche Winona Ryder è bravissima. La scenografia è la cosa che mi è piaciuta meno nel film, perchè non mi [...] Vai alla recensione »

sabato 31 ottobre 2009
joker91

dopo batman che aveva incassato tantissimo per burton toccava una pellicola un po più che rientrava nel suo genere,edward mani di forbice e un capolavoro fiabesco in tutti i sensi,secondo me il miglior tim burton mai visto. grande film

martedì 7 luglio 2009
GGMymovies

Burton riesce nell'impresa di tenere viva l'attenzione su uno dei temi più "sfruttati" nel mondo del cinema: Il tema del diverso, con un grande Depp, che riesce nell'impresa di provocare pietà nello spettatore, ma, al contrario, di "tifare" pr lui. In "Edward mani di forbice". Miglior finale di film di tutta la filmografia di Burton.

lunedì 6 aprile 2009
depp 4 ever

concordo anche noi siamo un po come eddy lui è come noi solo che ha delle forbici al posto delle mani johnny tvb tvb tvb tvb tvb

mercoledì 28 settembre 2016
toty bottalla

Un giovane vive in un castello diroccato, la sua vita è stata creata da un vecchio inventore che muore prima di finirlo così, Edward rimane con delle forbici al posto delle mani...Una fiaba grottesca e palesemente stereotipata che non riesce ad emozionare come vorrebbe, la diversità mediante forbici limita la fantasia possibile al di là di acconciature e neve artificiale, [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 dicembre 2011
peppe97

Un film tutto sommato carino, eccetto la base, un po' fantasticata e giocata in maniera fiabesca; lo sviluppo, invece, non ha nulla da ridire: completo, cronologico e abbastanza piacevole da seguire. oltre alla splendida e solita personalità di Depp, che anche in un ruolo più discreto e meno aperto nel film, si rendo comunque unico e, come Edward, "diverso".

mercoledì 30 maggio 2012
ciccio benzina

non bellissimo ma caruccio .storia banale e molte cose che non mi sono piaciute . per il resto qualcosina di buono c'e. voto : 6

domenica 14 marzo 2010
Paolo-42

Probabilemnte perché quando lo vidi da piccolo mi sembrò molto triste e non riesco a togliermi questa brutta impressione dalla testa.

mercoledì 9 giugno 2010
Francesco2

Il titolo del mio commento, che gioca sul sottotitolo italiano di "Big Fish", si fonda sull'esistenza del protagonista, che VIVE(Per modo di dire!) in un castello lontano dal mondo. L'opposto di un altro anti-eroe, Forrest Gump, che per una serie di circostanze "percorrerà" vari momenti, nella storia e nel tempo.Edward, una volta uscito, si trova in un mondo che tanto all'esterno rasenta la perfezione [...] Vai alla recensione »

Frasi
Edward non è cattivo è solo sbagliato.
Una frase di Peg (Dianne Wiest)
dal film Edward mani di forbice - a cura di francy
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Irene Bignardi
La Repubblica

Le fiabe sono sempre crudeli (pare che facciano bene così): vogliamo per un attimo pensare a quanto è cattivo un classico per l’infanzia come la Sirenetta di Andersen, con i suoi risvolti teratologici e la sua conclusione senza speranza? Le fiabe pensate e nate per gli adulti sono ancor più crudeli, perché nutrite anche dalla consapevolezza che gli adulti hanno della durezza della vita.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati