Advertisement
Il cinema che cambia l’identità dello spettatore. Ecco il nuovo programma di Cinema ritrovato

Film “maledetti” e non solo, di cineasti eroi del pensiero indipendente. Disponibili in streaming fino al 18 marzo. ACQUISTA UN ACCREDITO. 
di Roy Menarini

Dita Parlo (Grethe Gerda Kornstadt) 4 settembre 1906, Stettino (Polonia) - 13 Dicembre 1971, Parigi (Francia). Interpreta Juliette nel film di Jean Vigo L'Atalante.
giovedì 18 febbraio 2021 - mymovieslive

Quando il cinema allarga le maglie del pensiero e della legislazione diventa vettore di libertà. Se Rainer Werner Fassbinder affermava che i film liberano la testa, si riferiva alla capacità del cinema di ispirare idee senza pregiudizi e fornire concetti in grado di cambiare l’identità di uno spettatore. Ma a volte i film liberano anche i costumi sociali di un’epoca, come dimostrano alcuni titoli del programma di febbraio e marzo di Il Cinema Ritrovato - Fuori sala.

Un esempio concreto viene proprio da un grande film italiano, un film “maledetto” come Totò che visse due volte di Daniele Ciprì e Franco Maresco, riportato alla sua versione restaurata e integrale dopo un’incredibile vicenda censoria. Il film, per i suoi contenuti estremi, fu accusato di vilipendio alla religione e truffa ai danni dello Stato (per aver ricevuto il finanziamento ministeriale, poi bloccato), quindi sequestrato nel 1998 – cosa che non accadeva da moltissimo tempo. Per fortuna, sappiamo che Totò che visse due volte è stata l’ultima pellicola penalizzata per motivi ideologici, e soprattutto lo ricordiamo per le sue qualità visive e artistiche (peraltro riconosciute anche da alcuni critici cattolici). A difendere i due registi ci fu l’inossidabile Guido Calvi, avvocato già alle prese con i processi per oscenità a Pier Paolo Pasolini.

Come a seguire un fil rouge sulla libertà di pensiero, nel programma di questo mese proprio a Pasolini sono dedicate numerosi contenuti, a cominciare dal documento di Comizi d’amore, con il quale nel 1964 l’autore cercò di indagare costumi, desideri e aspirazioni sentimentali di un’Italia sospesa tra modernizzazione e pesantissime eredità del pensiero tradizionale. Dare voce ai corpi di un Paese già all’epoca deformato dai mass media aveva, nella testa di Pasolini, il valore di una testimonianza antropologica.
 

Censurata spesso fu anche Cecilia Mangini, intellettuale e cineasta, fotografa e studiosa appena scomparsa, che sfidò – spesso insieme a Pasolini – le istituzioni attraverso il racconto dell’Italia più nascosta (e che non si voleva vedere, come quella delle donne e degli esclusi) o della storia nazionale meno tramandabile (come la sostanziale continuità di molti quadri burocratici e politici dal fascismo al post-fascismo). L’omaggio parte dal Salento arcaico del bellissimo Stendalì, prosegue nella periferia romana e pasoliniana di La canta delle marane e Ignoti alla città, per approdare ai tanti ritratti d’un Mezzogiorno lacerato tra povertà e spinte industriali mal gestite. Il documentario, per Mangini, altro non è che l’unico strumento acuminato di svelamento del reale al di fuori della propaganda istituzionale.

Il terzo, grande eroe del cinema libero e dell’indipendenza presente nella proposta de Il Cinema Ritrovato - Fuori sala è Jean Vigo, morto giovanissimo, cometa bruciante del cinema degli anni Trenta, avanguardista e narratore di furori adolescenziali, di uomini non ancora maturi eppure già lucidamente a disagio con l’asfissiante gabbia della morale corrente. Tutti e quattro i film di un regista portato via dalla malattia ad appena ventinove anni raccontano e trasmettono questa sensibilità incontrollabile. Un film lungo, l’indimenticato capolavoro liquido e marittimo L’Atalante, e tre film brevi, Zero in condotta, À propos de Nice, Taris. Nel primo, in particolare, l’approccio sovversivo e tutt’altro che pacifico della rivolta all’interno di un collegio maschile suscitò riprovazione e censura. L’infanzia che si voleva non era quella vera e anarchica lì rappresentata, ma un’altra – inesistente – cara alle istituzioni in odor di totalitarismo incipiente.
 


ACQUISTA UN ACCREDITO CONTINUA A LEGGERE
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati