Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 2 marzo 2021

Jason Bateman

Ti presento Jason Bateman

Nome: Jason Kent Bateman
52 anni, 14 Gennaio 1969 (Capricorno), Rye (New York - USA)
occhiello
Sai, Hancock, potresti sforzarti e dire: "Agente, lei ha fatto un ottimo lavoro!" Hancock: E che ca**o sono venuto a fare se ha già fatto un buon lavoro?!?
dal film Hancock (2008) Jason Bateman  Ray Embrey
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jason Bateman
Golden Globes 2021
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Ozark di Andrew Bernstein, Ellen Kuras, Daniel Sackheim, Jason Bateman, Alik Sakharov, Amanda Marsalis, Benjamin Semanoff

SAG Awards 2021
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Ozark di Andrew Bernstein, Ellen Kuras, Daniel Sackheim, Jason Bateman, Alik Sakharov, Amanda Marsalis, Benjamin Semanoff

Critics Choice Award 2021
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Ozark di Andrew Bernstein, Ellen Kuras, Daniel Sackheim, Jason Bateman, Alik Sakharov, Amanda Marsalis, Benjamin Semanoff

Satellite Awards 2021
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Ozark di Andrew Bernstein, Ellen Kuras, Daniel Sackheim, Jason Bateman, Alik Sakharov, Amanda Marsalis, Benjamin Semanoff

Golden Globes 2019
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Ozark di Andrew Bernstein, Ellen Kuras, Daniel Sackheim, Jason Bateman, Alik Sakharov, Amanda Marsalis, Benjamin Semanoff

Critics Choice Award 2019
Nomination miglior attore in un film brillante per il film Game Night - Indovina chi muore stasera? di John Francis Daley, Jonathan Goldstein (2)

SAG Awards 2019
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Ozark di Andrew Bernstein, Ellen Kuras, Daniel Sackheim, Jason Bateman, Alik Sakharov, Amanda Marsalis, Benjamin Semanoff

SAG Awards 2019
Premio miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Ozark di Andrew Bernstein, Ellen Kuras, Daniel Sackheim, Jason Bateman, Alik Sakharov, Amanda Marsalis, Benjamin Semanoff

Emmy Awards 2019
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Ozark di Andrew Bernstein, Ellen Kuras, Daniel Sackheim, Jason Bateman, Alik Sakharov, Amanda Marsalis, Benjamin Semanoff

SAG Awards 2018
Nomination miglior attore in una serie televisiva drammatica per il film Ozark di Andrew Bernstein, Ellen Kuras, Daniel Sackheim, Jason Bateman, Alik Sakharov, Amanda Marsalis, Benjamin Semanoff

SAG Awards 2014
Nomination miglior attore in una serie televisiva brillante per il film Ti presento i miei di Mitchell Hurwitz

Golden Globes 2014
Nomination miglior attore in una serie televisiva brillante per il film Arrested Development di Mitchell Hurwitz

Golden Globes 2005
Nomination miglior attore in una serie televisiva brillante per il film Ti presento i miei di Mitchell Hurwitz

SAG Awards 2005
Nomination miglior attore in una serie televisiva brillante per il film Ti presento i miei di Mitchell Hurwitz

Golden Globes 2005
Premio miglior attore in una serie televisiva brillante per il film Ti presento i miei di Mitchell Hurwitz



Cambio vita e il prolifico filone dei buddy-movies americani.

In due si ride meglio!

martedì 2 agosto 2011 - Adriano Ercolani cinemanews

In due si ride meglio! Il prossimo 5 agosto arriva nelle sale americane The Change-Up, che in Italia uscirà con il titolo Cambio vita; la commedia diretta da David Dobkin propone uno dei temi più sfruttati del genere: come si comporterebbero due amici nel caso finissero per scambiarsi i corpi? È quello che succede tra il playboy farfallone Mitch e l’annoiato padre di famiglia Dave. Le conseguenze saranno tanto devastanti quanto irresistibilmente divertenti.
A dare volto e sorriso ai due personaggi Ryan Reynolds e Jason Bateman, coppia che proverà a riproporre con efficacia gli stilemi più consolidati del cosiddetto buddy-movie, specificamente inteso come quel tipo di commedia in cui le frizioni tra i due protagonisti sono il perno fondamentale sia per la storia che per le situazioni più esilaranti (in senso più ampio, questo termine può in realtà svariare attraverso i generi e i toni).
E chi meglio di Reynolds e Bateman? Tanto il primo si sta infatti affermando nel panorama hollywoodiano come sex-symbol palestrato e un po’ guascone, tanto l’altro ha invece costruito la sua carriera sulla delineazione dell’americano comune. Riuscirà Cambio vita a confermare la funzionalità del binomio? Le premesse ci sono, soprattuto perché proprio Dobkin nel 2005 ci ha regalato con 2 single a nozze il più scatenato e divertente buddy-movie degli ultimi anni, complici Vince Vaughn e Owen Wilson.

Jason Bateman, prossimamente al cinema in Horrible Bosses e Cambio vita.

Il sorriso malinconico di un comico nato

martedì 5 luglio 2011 - Adriano Ercolani cinemanews

Il sorriso malinconico di un comico nato Per il volto naturalmente simpatico e rassicurante di Jason Bateman questa potrebbe essere l’estate della consacrazione definitiva. Con due film in uscita come Horrible Bosses e Cambio vita, commedie probabilmente destinate a ricevere una calorosa accoglienza al ricco botteghino dell’estate americana, l'attore si trova di fronte a un punto di svolta della sua carriera: diventare una star di prima grandezza o rimanere una “spalla” di lusso in produzioni comunque mainstream. In questi due film Bateman continua il suo lavoro di approfondimento sul ritratto dell’uomo qualunque, che deve confrontarsi con problemi e questioni riguardanti la vita di tutti i giorni. Nella prima delle due commedie infatti è un impiegato vessato da un capo psicotico, nell’altra è un frustrato padre di famiglia che vorrebbe una vita più emozionante.
A ben pensarci, è comunque possibile che il quarantuduenne nativo dello stato di New York non stia vivendo l’attesa del responso del botteghino con eccessiva trepidazione. Lui la sua vittoria personale l’ha già ottenuta. Già, perché negli ultimi anni Bateman non soltanto è resuscitato dall’anonimato in cui era caduto dopo essere stato un “enfant prodige” della TV americana, ma ha dimostrato di essere un attore comico tra i più completi ed apprezzati dell’intero panorama americano. La riscossa è partita proprio dal piccolo schermo, dove Bateman si è imposto nella più che godibile serie Arrested Development, in cui interpretava appunto un uomo qualunque alle prese con una famiglia a dir poco problematica. Risultato? Applauso della critica americana e Golden Globe come miglior attore ottenuto nel 2005. Da quel momento Bateman è riuscito con ammirevole lucidità e sensibilità di interprete a costruire personaggi complessi e sfaccettati dietro l’apparenza del middle-man americano.
Pensiamo alla sua soffusa interpretazione di Mark Loring, marito confuso che diventa il miglior amico di Juno nell’omonimo film di Jason Reitman, oppure al deciso ma umanissimo capo di George Clooney in Tra le nuvole, girato sempre con lo stesso regista. Anche in un blockbuster spericolato e votato agli effetti speciali come Hancock Bateman è stato scelto per interpretare con efficacia il marito bonario e "normale" che si trova in mezzo alla contesa tra i semidei Will Smith e Charlize Theron. Risultato? Rimane maggiormente impresso lui rispetto alle due superstar. Il talento di questo caratterista consiste dunque nel riuscire sempre a raccontare il lato più malinconico e solitario dei suoi personaggi, una qualità che a nostro avviso appartiene agli attori dotati di vero talento. L'esempio più calzante della sua innata capacità è arrivato con lo sfortunato Due cuori e una provetta, dove ha calzato con grazia e poesia il ruolo del depresso protagonista Wally Mars.
Se non cercate il solito comico che adoperi il lazzo superficiale e l'istrionismo più abusato per strappare una risata che si rivelerà nella maggior parte dei casi sterile, provate a guardare con attenzione una prova di Jason Bateman, anche di quelle più ridanciane: è abbastanza probabile che scopriate allora un attore dalla sensibilità non comune, capace di strapparvi magari anche soltanto un sorriso, ma di quelli che siamo sicuri ricorderete.

   

Jason Bateman porta un po' d'umorismo nel dramma mediorientale.

Il regno del dualismo con gli occhi di Bateman

mercoledì 28 novembre 2007 - Claudia Resta cinemanews

Il regno del dualismo con gli occhi di Bateman Ronald Fleury (Jamie Foxx), agente speciale dell'FBI, viene mandato in missione speciale in Medio Oriente: insieme a una squadra composta dall'elite dell'agenzia investigativa deve recarsi per una settimana a Riyadh, infiltrarsi tra le fila della jihad e catturare uno dei capi del terrorismo islamico. Tuttavia, la squadra si trova impreparata ad affrontare le reali condizioni sociali e politiche cui deve far fronte ma, con l'aiuto di un capitano della polizia saudita, Fleury e i suoi cercheranno di salvare se stessi e la tranquillità internazionale in una disperata lotta contro il tempo.
Proprio per sdrammatizzare questo terribile quadro Peter Berg ha scelto un attore come Jason Bateman, che affronta sorridente la conferenza stampa.

Game Night - Indovina chi muore stasera?

Game Night - Indovina chi muore stasera?

* * * - -
(mymonetro: 3,13)
Un film di John Francis Daley, Jonathan Goldstein (2). Con Jason Bateman, Rachel McAdams, Kyle Chandler, Billy Magnussen, Sharon Horgan.
continua»

Genere Azione, - USA 2018. Uscita 01/05/2018.
La festa prima delle feste

La festa prima delle feste

* * - - -
(mymonetro: 2,00)
Un film di Josh Gordon, Will Speck. Con Jennifer Aniston, Kate McKinnon, Olivia Munn, Jason Bateman, Jamie Chung.
continua»

Genere Commedia, - USA 2016. Uscita 07/12/2016.
La famiglia Fang

La famiglia Fang

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,77)
Un film di Jason Bateman. Con Nicole Kidman, Jason Bateman, Christopher Walken, Marin Ireland, Jason Butler Harner.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2015. Uscita 01/09/2016.
Una spia e mezzo

Una spia e mezzo

* * * - -
(mymonetro: 3,30)
Un film di Rawson Marshall Thurber. Con Dwayne Johnson, Kevin Hart, Aaron Paul, Amy Ryan, Ryan Hansen.
continua»

Genere Commedia, - USA 2016. Uscita 14/07/2016.
Regali da uno sconosciuto - The Gift

Regali da uno sconosciuto - The Gift

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,98)
Un film di Joel Edgerton. Con Jason Bateman, Rebecca Hall, Joel Edgerton, Beau Knapp, David Denman.
continua»

Genere Drammatico, - USA 2015. Uscita 03/03/2016.
Filmografia di Jason Bateman »

mercoledì 3 febbraio 2021 - Mank e Il processo ai Chicago 7 collezionano cinque nomination. Due nomination per Music di Sia. Doppie candidature per Sacha Baron Cohen e Anya Taylor-Joy.

Golden Globe 2021, nell'anno delle donne è pioggia di nomination per i film Netflix

Andrea Fornasiero cinemanews

Golden Globe 2021, nell'anno delle donne è pioggia di nomination per i film Netflix Sono appena state annunciate, in streaming da Sarah Jessica Parker e Taraji P. Henson, le nomination dei 78esimi Golden Globe. Ricordiamo che i Globe sono attribuiti da una giuria composta dai circa novanta giornalisti che fanno parte della Hollywood Foreign Press Association (HFPA) e che i premi del 2021 saranno assegnati in una cerimonia virtuale, condotta da Tina Fey e Amy Poehler, sabato 28 febbraio a partire dalle 2 di notte italiane.
 
Come molti avevano previsto, non poteva mancare la candidatura al compianto Chadwick Boseman per Ma Rainey's Black Bottom, che è valso la nomination anche a Viola Davis. Nomadland, dopo aver vinto la Mostra di Venezia, ha ottenuto quattro candidature nella categoria drama: miglior film, miglior regia e miglior sceneggiatura a Chloe Zhao e miglior attrice a Frances McDormand. I titoli con più nomination sono però Mank di David Fincher e Il processo ai Chicago 7 che ne hanno totalizzate ben cinque a testa, mentre si è fermato a tre One Night in Miami, superato a sorpresa dalle quattro candidature per Promising Young Woman. 

Del resto per le donne è stato un anno da record: Chloé Zhao, Emerald Fennell con Promising Young Woman, Regina King con One Night in Miami sono le prime tre donne nominate insieme nella categoria miglior regista ai Globe, ed era da sei anni che nemmeno una donna gareggiava in questa categoria – cosa che aveva suscitato critiche e commenti polemici negli anni scorsi. Regina King è inoltre il quinto filmmaker nero nominato e se vincesse farebbe la storia, perché nessuno dei suoi predecessori è mai arrivato al premio. King per altro ha già vinto un Globe – su tre nomination – come miglior attrice non protagonista per Se la strada potesse parlare (guarda la video recensione) di Barry Jenkins

Doppie candidature personali per: Sacha Baron Cohen, miglior protagonista comico nel sequel di Borat e miglior non protagonista per Il processo ai Chicago 7; la coppia di musicisti Trent Reznor e Atticus Ross per le colonne sonore di Mank e Soul; Anya Taylor-Joy miglior attrice comica per Emma e miglior attrice in una miniserie per La regina degli scacchi. E restando al fronte televisivo regna The Crown che è arrivato a sei nomination, concorrendo con due attrici come protagoniste e due come non protagoniste, una sfida in casa quindi tra Olivia Colman ed Emma Corrin da una parte e fra Helena Bonham Carter e Gillian Anderson dall'altra.

Altre news e collegamenti a Jason Bateman »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
lunedì 1 marzo
Framing Britney Spears
domenica 21 febbraio
The Night Manager
giovedì 18 febbraio
The Good Fight
venerdì 15 gennaio
Disincanto - Stagione 3
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità