Premonitions

Film 2015 | Thriller +13 101 min.

Titolo originaleSolace
Anno2015
GenereThriller
ProduzioneUSA
Durata101 minuti
Regia diAfonso Poyart
AttoriAnthony Hopkins, Jeffrey Dean Morgan, Abbie Cornish, Colin Farrell, Matt Gerald Jose Pablo Cantillo, Marley Shelton, Xander Berkeley, Kenny Johnson, Josh Close, Sharon Lawrence.
Uscitagiovedì 12 novembre 2015
DistribuzioneLucky Red
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,31 su 26 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Afonso Poyart. Un film con Anthony Hopkins, Jeffrey Dean Morgan, Abbie Cornish, Colin Farrell, Matt Gerald. Cast completo Titolo originale: Solace. Genere Thriller - USA, 2015, durata 101 minuti. Uscita cinema giovedì 12 novembre 2015 distribuito da Lucky Red. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,31 su 26 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Premonitions
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Uno psichiatra, ex consulente dell'FBI, torna a lavoro per catturare un serial killer. In Italia al Box Office Premonitions ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 1,5 milioni di euro e 554 mila euro nel primo weekend.

Premonitions è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,31/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,25
PUBBLICO 2,68
CONSIGLIATO NÌ
Thriller a doppia focale in bilico tra prescienza ed eutanasia dello sguardo.
Recensione di Fabrizio Papitto
martedì 10 novembre 2015
Recensione di Fabrizio Papitto
martedì 10 novembre 2015

L'agente speciale dell'FBI Joe Merriwether non riesce a fare luce su una misteriosa catena di delitti. Ingaggia così un suo ex collaboratore in pensione, il medico psicanalista John Clancy, allo scopo di risolvere il caso. Dotato di particolari capacità sensitive, John si mostra intenzionato a rifiutare l'offerta fin quando capisce che ad essere in pericolo è la giovane Katherine, collega di Joe nella quale egli rivede la figura della figlia, prematuramente scomparsa. Messosi sulle tracce del serial killer, scoprirà ben presto che a leggere il futuro sono entrambi.
Stupisce, in un progetto nato dalla volontà di una coppia di sceneggiatori che rispondono ai nomi di Sean Bailey e Ted Griffin - l'ultimo dei quali vanta nel palmarès lavori scritti in punta di penna come Ocean's Eleven e Il genio della truffa - che il primo anello ad andare fuori giri in questa produzione sia proprio un copione spesso in affanno. Ai numerosi cliché, tra i quali non mancano gli spiegoni saccenti, la retorica ad effetto boomerang di certe sentenze, l'umorismo perfettamente integrato, si aggiungono tessere gratuite (il bullismo, l'HIV) che non alterano un approfondimento psicologico intonato alla fiction più che al grande schermo, a calarsi nel quale il più in equilibrio risulta non a caso Jeffrey Dean Morgan.
Se Colin Farrell, reduce dal pur ottimo The Lobster, veste i panni dell'eminenza grigia con un'interpretazione in pendant, Anthony Hopkins, col suo sguardo artico e l'eredità di Lecter ancora da smaltire, conferma di essere ormai da tempo un grande attore sul viale del tramonto. Convince poco questo atteso incontro-scontro (l'antagonista non apparirà prima del terzo atto) tra le due star dotate di poteri al limite del paranormale, e la responsabilità è anche del brasiliano Afonso Poyart, che dopo l'esordio 2 Coelhos, action super effettato da noi inedito, firma un thriller che cita la Bohème e i versi del gesuita Gerard Manley Hopkins, non lesina lampi estetizzanti di un'Atlanta notturna e calligrafica che guarda da lontano a Michael Mann, si abbandona a superflui movimenti di macchina e aborriti sincretismi da videoarte.
Doveva essere, al momento in cui venne opzionato dalla New Line Cinema, un sequel di Se7en, ma Fincher prudentemente schivò il colpo. È invece il luogo in cui far convergere sacro e profano dietro la lente spuria di un tema caldo come l'eutanasia, la "buona morte" che il protagonista assicura in anticipo ai suoi prescelti, malati terminali in pectore. E anche mettendo da parte la più banale delle domande a cui la storia non si fa carico di rispondere in modo adeguato (perché giocare al gatto e al topo quando si sa in anticipo di essere il topo?), resta la vertigine di un finale che nell'assolvere unicamente alla funzione spettatoriale porta il testo in debito di coerenza, facendo naufragare qualsiasi lettura politica precedentemente ipotecata. Nell'introdurci allo spettacolo con il dettaglio dell'occhio di una della vittime (altro cliché), il film finisce involontariamente per testimoniare l'assenza del proprio sguardo. Perdendo così nel più fallimentare dei modi la propria scommessa: perché chi guarda, ancor prima e ancor più di chi è in scena, ha già previsto tutto.

Sei d'accordo con Fabrizio Papitto?
PREMONITIONS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 16 novembre 2015
Nell92

Un film che varia dal thriller, alla fantascienza al dramma, non c'è molta azione ma non è nemmeno un film cupo. A mio parere si poteva fare molto ma molto meglio..... colin farrell si vede solo nella parte finale del film, con una prestazione buona ma, che poteva farla anche un attore alle prime armi! Per non parlare del finale, nel quale ci si aspettava un colpo di scena per salvare in parte il film, [...] Vai alla recensione »

domenica 15 novembre 2015
ralphscott

Due stelle e 1/2. Superato un inizio irritante per stile registico,con overdose di primi piani grossolani,il film si fa seguire grazie al magnetismo di Hopkins,soprattutto. Il fumo negli occhi non manca:simboli e contrasti cromatici degni di spot pubblicitari. Farrell compare in un secondo tempo,dopo aver seminato indizi che più che premonizioni fanno pensare alla fantascienza pura.

domenica 20 novembre 2016
Eleonora Panzeri

Sviluppato al limite tra l’incubo e la realtà, il film scorre tra momenti apparentemente ordinari e fotogrammi distorti. Un thriller che gioca con il paranormale ed ha il merito di riportare sul grande schermo un ormai attempato Anthony Hopkins. I protagonisti, i detective Joe Merriwether e Katherine Cowless, durante le indagini su una serie di omicidi molto insoliti, decidono [...] Vai alla recensione »

lunedì 14 novembre 2016
Ten. Aldo Raine

Facciamo una premessa, il film non mi è dispiaciuto, l'ho trovato bellino, però con un cast del genere mi aspettavo certamente di più. La regia non è il punto forte anzi, e anche gli attori nonostante la loro caratura non sembrano essere in gran forma. Lo stesso Hopkins mi è sembrato un pò rallentato, ma a 78 anni gli è permesso. Le interpretazioni di Jeffrey Dean Morgan nei panni dell'investigatore [...] Vai alla recensione »

lunedì 14 novembre 2016
elgatoloco

Mi sento un po'imbarazzato, o quasi, a intitolare "non suspense, ma altro"queste brevi note sul film: in complesso credo vada bene così, ma, certo, a livello di"intercettazione del pubblico"si voleva fare altro, intercettare, cioè, chi"vuole la suspense", ma la migliore definizione penso dovrebbe essere quella di"film drammatico", per l'intreccio, quasi il"potlach"("scambio", volendo, anche se traduce [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 novembre 2015
Flaw54

Non è certamente un capolavoro questo film, ma porte con sè qualcosa di accattivante. Parte come l'ennesima rindagine sui delitti di un serial killer, ma vira rapidamente verso altre direzioni che spingono lo spettatore verso una certa riflessione. Attori non proprio all'altezza: i due investigatori appaiono piuttosto "imbustati" e poco credibili nel ruolo, mentre Anthony [...] Vai alla recensione »

mercoledì 8 febbraio 2017
Luigi Chierico

   Un buon film sui generis con un ottimo Antony Hopkins non più nelle vesti del criminale Hannibal Lecter nel famoso film “Il silenzio degli innocenti” bensì di un collaboratore FBI alla ricerca di un terribile serial killer di nome John Clancy. Non serve raccontare la storia, se il film lo hai visto è inutile perché la conosci, se non lo hai visto [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 novembre 2015
Falco

 Ho letto molte recensioni e critiche rispetto a questo film, visto proprio ieri, e in nessuna ho carpito la vera essenza del lavoro che nulla ha del paranormale come si vorrebbe far intendere. In nessuna di esse ho riscontrato il tema che è stato posto: l'eutanasia. Ci troviamo di fronte ad un uomo alle prese con la propria coscienza dopo un drammatico avvenimento che ha segnato per [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 novembre 2015
elpiezo

Thriller intenso e confuso dove l'FBI si serve di un agente in pensione dotato di capacità sensitive per catturare un assassino munito anch'esso dalle medesime abilità. Pur risultando un prodotto dalla sceneggiatura talvolta caotica, il film offre mirate dosi di suspense e mantiene alto il livello d'interesse verso l'attonito spettatore nonostante il tanto atteso confronto tra sensitivi avvenga solamente [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 novembre 2015
Filippo Catani

Un serial killer sta commettendo crimini sempre più efferati. L'agente dell'FBI al comando delle indagini decide allora di coinvolgere un ex psicanalista dotato di poteri particolari per cercare di fare luce sul caso. L'uomo però si è ritirato da due anni a vita privata a causa della morte della figlia. Il problema principale di questo film è che non prende [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 novembre 2015
DHANY CORAUCCI

“Fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio” dice il proverbio e mai come in questo caso l'ho trovato azzeccato: le recensioni sono quasi tutte negative, per me invece questo è uno SPLENDIDO thriller. Non capisco da cosa sorge tutta l'antipatia che ha ispirato, io mi sono divertita moltissimo e adesso vi spiego il perché.

giovedì 19 novembre 2015
Henry90

Personalmente non condivido le recensioni negative che sto vedendo. Il film mi è piaciuto moltissimo e mi ha convinto la bravura degli attori... Oltre alla parte soprannaturale e thriller il film si sofferma molto sui temi della malattia, della perdita e del dolore. Questi argomenti mi hanno fatto riflettere e molte scene - una su tutte che non posso rivelare - mi hanno commosso molto. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 13 gennaio 2016
pier delmonte

La tensione c’e’… ma solo quella, non regge ‘sta storia della veggenza, utile solo agli effetti registici, Hopkins come al solito bravo nella mimica facciale, Farrel in una parte non sua, la Cornish troppo patinata, comunque non ci si annoia.

sabato 4 febbraio 2017
Luigi Chierico

 Un buon film sui generis con un ottimo Antony Hopkins non più nelle vesti del criminale Hannibal Lecter nel famoso film “Il silenzio degli innocenti” bensì di un collaboratore FBI alla ricerca di un terribile serial killer di nome John Clancy. Non serve raccontare la storia, se il film lo hai visto è inutile perché la conosci, se non lo hai visto non mi [...] Vai alla recensione »

domenica 14 gennaio 2018
Bruno

Gran cast trama complessa e film che non decolla nonstante le buone intenzioni. Alla fine deludente !

venerdì 3 marzo 2017
toty bottalla

Il dottor Clancy, veggente, viene chiamato dal suo amico agente Joe per individuare un serial killer...La prima parte del film ha uno schema consolidato e prevedibile come il rifiuto di collaborare di Clancy che poi diventa protagonista in una storia che non appassiona e a tratti annoia, Hopkins è sempre bravo ma il suo glaciale sguardo comincia a diventare clichè di rendita, Colin Farrel [...] Vai alla recensione »

martedì 26 gennaio 2016
Liuk

Il film in sè non è male, trama interessante, due attori di primo piano, ritmo intenso; purtroppo la regia è scadente e lo fa sembrare un b-movie. In molte scene, soprattutto nella prima metà, si vedono inquadrature traballanti quasi da handcam, le angolazioni sono discutibili e non sembra esserci coesione nella recitazione, ogni attore fa da solo quasi non ci fosse la contropart [...] Vai alla recensione »

sabato 16 gennaio 2016
astromelia

questo film mi ha dato la stessa sensazione di seven,e cioè che fosse unicamente l'immaginario mondo dei due protagonisti,che tutto avvenisse nelle loro teste,combattuti dai disagi e dalle domande intrinseche su vita morte malattie,non ultimo il tema dell'eutanasia sul quale il film verte e che pone sempre aldilà del credo religioso,un'enigma infinito,il film sembra un normale [...] Vai alla recensione »

martedì 12 gennaio 2016
no_data

Ciao a everyone . Qualche anno fa ... ho scritto un libro, un ... THRILLER VERO ! ... che ... in questo, comunque ... godibile ... SEMI thriller ... vedo una ... SCOPIAZZATURA !!! ... semi vergognosa, con sostanziali differenze ... ma ... con ... ANALOGIE SIMILI ! ... il FAVOLOSO THRILLER in questione si intitola : IL PASOLISTA - Puzzle Mortale - il quale THRILLER .

lunedì 14 marzo 2016
GGBike

decisamente mediocre, come la stella che gli ho assegnato. Se usavo quel tempo per vedermi "uomini e donne" con Tina Cipollari, era decisamente meglio

martedì 8 marzo 2016
Mauro

Non so da dove partire, ho un elenco talmente ampio di pareri  negativi per convincervi assolutamente ad evitare di vedere questo film, che non saprei da dove partire. La Regia.. un vero schifo; Il cast.. sprecato; Il soggetto... banale e' un complimento; Dialoghi.. ridicoli. Il problema piu' grande del cinema e' che quando entri in sala, e hai pagato profumatamente quel [...] Vai alla recensione »

Frasi
"A volte i più grandi atti d'amore sono i più difficili da compiere"
Charles Ambrose (Colin Farrell)
dal film Premonitions - a cura di Marco Polimene
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

L'agente FBI Joe e la sua collega Katherine sono in un vicolo cieco: troppi omicidi simili avvenuti in circostanze precise ma difficilmente risolvibili. Per questo Joe cerca l'aiuto dell'ex collega Clancy, medico sensitivo ritiratosi dopo la morte prematura della figlia. Inizialmente riluttante, l'anziano scienziato decide di aiutare gli agenti perché "comprende" che il serial killer ricercato possiede [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Uno psicanalista dotato di speciali capacità sensoriali ha deciso da tempo di dire addio agli affetti, al lavoro, agli amici. La morte della figlia giovinetta malata di leucemia gli ha levato la voglia di vivere e, anche se i suoi poteri sono ancora forti e infallibili, non ne avverte più l'utilità. A farlo tornare in pista, accanto ai due agenti dell'Fbi Joe Merriwether (Jeffrey Dean Morgan) e Katherine [...] Vai alla recensione »

Maurizio Acerbi
Il Giornale

Si scomoda anche il tema dell'eutanasia per dare un senso a questo pretenzioso thriller. Un serial killer (Farrell) dotato di poteri paranormali (prevede il futuro, dote che, purtroppo, non hanno gli spettatori), uccide solo persone condannate da malattie incurabili, per risparmiar loro dolore. Prova a fermarlo un ingessato Anthony Hopkins, ex agente FBI, anche lui con il dono della premonizione.

Roberto Nepoti
La Repubblica

L'agente federale Joe Merriweather e la psicologa Katherine Kowles indagano su alcuni delitti che fanno pensare a un serial killer. Non sapendo più che pesci prendere, Joe fa appello a un vecchio amico, John Clancy, che ha il dono di prevedere il futuro ma si è ritirato a vivere come un eremita. Il vecchio recalcitra; poi sente di avere un'affinità con l'omicida e accetta il compito.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati