Pride

Acquista su Ibs.it   Dvd Pride   Blu-Ray Pride  
Un film di Matthew Warchus. Con Bill Nighy, Imelda Staunton, Dominic West, Paddy Considine, George MacKay.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 120 min. - Gran Bretagna 2014. - Teodora Film uscita giovedì 11 dicembre 2014. MYMONETRO Pride * * * - - valutazione media: 3,37 su 39 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,37/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Nell'estate del 1984 al Gay Pride di Londra un gruppo di attivisti gay e lesbiche decide di raccogliere fondi per sostenere le famiglie dei minatori in sciopero.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un Full Monty engagé sulla battaglia di gay e minatori contro la Thatcher
Emanuele Sacchi     * * * - -

Londra, 1984. Joe partecipa tra mille timidezze e ritrosie al Gay Pride e si unisce alla frangia più politicizzata del corteo, già proiettata sulla successiva battaglia in difesa dei minatori in sciopero contro i tagli della Thatcher. Guidati dal giovane Mark, i LGSM (Lesbians and Gays Support The Miners) cominciano il loro difficile percorso di protesta, che li conduce in Galles, nella remota comunità di Dulais. Superata l'iniziale ritrosia, tra attivisti gay e minatori nascerà una sincera amicizia e un'incrollabile solidarietà umana.
Uno spunto narrativo dal potenziale micidiale che ha sorprendentemente atteso trent'anni prima di essere trasposto su grande schermo. Matthew Warchus - il sottovalutato Simpatico e un notevole curriculum teatrale alle spalle - raccoglie la sfida, forzando la verità storica (la solidarietà era molto più articolata e diversificata, non coinvolgeva solo una comunità gallese e un gruppo di attivsti londinese) quel tanto che basta per rendere Pride un possibile campione d'incassi. Di quelli destinati in egual misura a essere amati e detestati, per la capacità di concentrare cliché e situazioni già viste in anni di cinema popolare britannico, con in mente solo il grande pubblico privo di pretese intellettuali.
Chi ha adorato i balletti di Full Monty, il sogno di Billy Elliot e le tragicomiche vicende di Trainspotting si ritroverà tra mura amiche, dove il cinico e smaliziato cinefilo difficilmente arriverà ai titoli di coda di Pride. Warchus rinuncia da subito allo stupore, sceglie l'alveo confortevole del genere codificato e lo sfrutta al massimo, puntando su un cast adeguatamente variegato (il Dominic West di The Wire a fianco di un sorprendente Paddy Considine) e giocando la propria vis comica, così come i climax drammatici, sull'accettazione della "diversità", sia essa abitudine sessuale, estrazione proletaria o semplice provenienza gallese.
Una sceneggiatura accorta, che inserisce quasi subito il pilota automatico e pigia i tasti emozionalmente giusti, senza concedersi sorprese: i traumi, i punti di svolta del plot, sono quelli ampiamente previsti. La diffidenza iniziale degli operai si tramuta in accoglienza gioiosa, specie quando i gay rivelano la loro naturale attitudine al ballo (cliché quasi imperdonabile, di cui Warchus si nutre abbondantemente), e i percorsi individuali dei protagonisti seguono il loro iter naturale, con l'immancabile figlio che trova il coraggio di fare coming out con i propri genitori e pagarne le conseguenze. Minimo lo spazio dedicato alla contestualizzazione storica nell'era Thatcher - l'inizio della fine per il Secondario e per la classe operaia - benché lo spettro dell'Aids incomba come un inquietante monito contro la libertà dei costumi sessuali.
Astutamente tenuta in secondo piano la disfatta dei minatori, in favore di una marcia comune in occasione del gay pride che sa di utopia rivoluzionaria consolatoria almeno quanto l'epilogo recente de I miserabili.

Incassi Pride
Primo Weekend Italia: € 134.000
Incasso Totale* Italia: € 1.336.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 18 gennaio 2015
Sei d'accordo con la recensione di Emanuele Sacchi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
27%
No
73%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Pride

premi
nomination
David di Donatello
0
1
BAFTA
1
2
* * * - -

Un'insolita alleanza

mercoledì 17 dicembre 2014 di pepito1948

Nel 1984-85 oltre 160.000 minatori britannici si mobilitarono per 51 settimane contro l'annuncio della Thatcher di chiudere vari siti estrattivi mettendo in pericolo più di 20.000 posti di lavoro. Lo sciopero, che portò i protagonisti e le loro famiglie allo stremo delle forze, si chiuse con la resa dei lavoratori a seguito di una votazione in cui prevalse per un soffio il sì alla ripresa del lavoro. Fu una debacle cui seguirono ondate di licenziamenti e ritorsioni governative continua »

* * * * -

Solidariety for ever

domenica 14 dicembre 2014 di vanessa zarastro

Anche se giudicato da alcuni critici un’astuta operazione commerciale il film Pride diverte e rallegra lo spettatore. Gli ingredienti politically correct anti-thatcheriani si sommano a cliché di successo – il tema del ballo ad esempio è stato usato da Ken Loach nel recentissimo Jimmy’s Hall – Una storia d’amore e di libertà. Prideè un film così pieno di valori condivisibili che difendono le minoranze discriminate siano esse gay e continua »

* * * * -

Spaccato di storia contemporanea inglese

mercoledì 17 dicembre 2014 di chicca83

Film bellissimo che, raccontando storie di vita vissuta nell'Inghilterra della Thatcher, ha tanto da insegnare alla società dei nostri giorni. Un coloratissimo ed effervescente gruppo di omosessuali individua nei minatori in sciopero contro il governo Thatcher una vicinanza morale, quella degli esclusi dalla società, e si lancia in una improbabile quanto rischiosa operazione: raccogliere fondi per supportare la comunità di scioperanti di uno sperduto villaggio del Galles. Il continua »

* * * - -

La lotta per i diritti degli omosessuali ai tempi

mercoledì 17 dicembre 2014 di Flyanto

 Film che narra il reale fatto accaduto in Inghilterra negli anni '80, al tempo della politica della Thatcher, quando un gruppo di individui omosessuali, uomini e donne, agirono con manifestazioni di protesta vari ai fini di sostenere il popolo dei minatori del Galles minacciati di vedere chiuse le proprie miniere con conseguente stato di disoccupazione. Dopo le prime incertezze nonchè diffidenze da parte dei suddetti minatori, i due gruppi si riunirono e per un anno agirono sostenendosi continua »

Dai (Paddy Considine)
Quando fai una battaglia contro un nemico tanto più forte, tanto più grande di te, scoprire di avere un amico di cui non conoscevi l'esistenza è la più bella sensazione del mondo
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Pride

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 19 maggio 2015

Cover Dvd Pride A partire da martedì 19 maggio 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Pride di Matthew Warchus con Bill Nighy, Andrew Scott, Dominic West, Joseph Gilgun. Distribuito da CG Entertainment. Su internet Pride (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 14,99 €
Aquista on line il dvd del film Pride

APPROFONDIMENTI | Pride tra mercato e nobili intenti.

La spettacolarizzazione dei diritti

sabato 13 dicembre 2014 - Roy Menarini

La spettacolarizzazione dei diritti Ormai è persino inutile ripetere che - al netto dell'impegno nei temi proposti - molte forme di cinema d'essai ruotano su formule e ingredienti di marketing tanto quanto i blockbuster hollywoodiani. Da questo punto di vista, tra Pride di Matthew Warchus e Transformers 4 - L'era dell'estinzione di Michael Bay il più sperimentale è certamente il secondo, e comunque entrambi misurano al millimetro l'impatto presumibile sul loro pubblico di riferimento. Il fatto che la nicchia di spettatori del primo sia più ridotta (così come il budget) di quella del secondo non muta gran che il contesto della riflessione.

   

VIDEO | Una featurette del film di Matthew Warchus.

La lotta contro il sistema

lunedì 1 dicembre 2014 - a cura della redazione

Pride, la lotta contro il sistema Basato su una storia vera, Pride è ambientato in piena era Thatcher, durante lo storico sciopero dei minatori inglesi del 1984. Degli attivisti del movimento gay, spinti dalla solidarietà verso chi, come loro, lotta contro il sistema, decidono di raccogliere fondi per gli scioperanti del Galles. I minatori, però, accolgono con diffidenza l'iniziativa, considerando il sostegno di lesbiche e gay inopportuno e imbarazzante. Ma l'incontro fra i due mondi, difficile per non dire esplosivo, si trasformerà in un'entusiasmante amicizia.

   

Quando gay e minatori sfidarono la Lady di ferro

di Natalia Aspesi La Repubblica

Durante il drammatico sciopero dei minatori di trent'anni fa, in Gran Bretagna i gruppi LGSM (Lesbiche e gay sostengono i minatori) riuscirono a raccogliere e a donare ventimila sterline agli scioperanti ridotti alla fame. Questo episodio di solidarietà nell'Inghilterra della Thatcher, ha portato il regista Matthew Warchus e lo sceneggiatore Stephen Beresford a farne un film che è diventato il massimo successo di critica e di pubblico nei paesi anglosassoni. Il valore di Pride è nel racconto di una storia vera con personaggi veri, quella di uno tra gli undici gruppi LGSM, raccolto a Londra attorno alla libreria Gay's the World in Marchmont Street: che scelse di aiutare i minatori della valle di Dulais nel sud del Galles, seguendo l'entusiasmo del giovane Mark Ashton (Ben Schnetzer) morto nel 1987 di Aids. »

In rivolta, ma con ritmo e sorrisi

di Alessandra Levantesi La Stampa

Per quanto bizzarro possa sembrare, Pride si ispira a fatti veri seppur non registrati negli annali ufficiali. Nel 1984 l'irlandese Mark Ashton, giovane militante per i diritti gay dal temperamento battagliero, ebbe l'idea di avviare una sorta di improbabile alleanza con un altro gruppo sociale in rivolta contro la politica repressiva della Thatcher e le angherie della polizia. Nacque così il Lgsm, «Lesbians and Gays Support Miners», inteso a raccogliere fondi in sostegno dei minatori impegnati in uno sciopero a oltranza per protesta all'annunciata chiusura di 20 cave. »

Gay in lotta contro la Thatcher

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Trascinante commedia inglese, che rievoca la sorprendente alleanza tra due mondi lontanissimi. Siamo nel Galles del Sud, giugno 1984. Il timido studente Joe si è imbarcato tra gli attivisti del movimento gay, che raccolgono fondi per i minatori, in sciopero contro il premier Margaret Thatcher. La cittadina accoglie con diffidenza la variopinta combriccola, poi scoppia una fragorosa amicizia. Un film che appassiona, e volendo commuove, con un cast magnifico. Da Il Giornale, 11 dicembre 2014 »

Gay e minatori, l'unione fa la forza. E lo spettacolo

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Ma come sono carini questi gay. Come sono allegri, come sono colorati, come ballano bene. E poi, che coraggio: partire dal loro Gay Pride nelle strade di Londra, che anche nel remoto 1984, in piena era Thatcher, non era esattamente una capitale dell'intolleranza, per andare a solidarizzare con i minatori in sciopero nel Galles. Gente dura, chiusa, rotta a una vita infame. Ma anche religiosi, tradizionalisti, abituati a pestarli i gay, come testimonia uno di loro, gallese, che infatti non ha molta voglia di solidarizzare (è l'unica voce contro di un film molto consensuale). »

Pride | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Emanuele Sacchi
Pubblico (per gradimento)
  1° | pepito1948
  2° | vanessa zarastro
  3° | chicca83
  4° | flyanto
  5° | catcarlo
  6° | antonietta dambrosio
  7° | mattiabertaina
  8° | gioinga
  9° | fabiofeli
10° | eugenio
11° | lisa costa
12° | great steven
13° | aristoteles
14° | una voce
15° | alessandro vanin
16° | salvatoregal91
17° | miguel angel tarditti
18° | cassiopea
19° | franciarallo
20° | rampante
21° | homer52
David di Donatello (1)
BAFTA (3)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Backstage
1 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 11 dicembre 2014
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità