Vizio di forma

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Vizio di forma   Dvd Vizio di forma   Blu-Ray Vizio di forma  
Un film di Paul Thomas Anderson. Con Joaquin Phoenix, Katherine Waterston, Eric Roberts, Josh Brolin, Benicio Del Toro.
continua»
Titolo originale Inherent Vice. Commedia, Ratings: Kids+16, durata 148 min. - USA 2014. - Warner Bros Italia uscita giovedì 26 febbraio 2015. - VM 14 - MYMONETRO Vizio di forma * * * - - valutazione media: 3,41 su 49 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,41/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * * -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Thomas Pynchon. Protagonista è un detective con il vizio dell'alcool e i modi poco ortodossi.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Sotto le vesti lacere del noir si nasconde una complessa e stratificata riflessione sul trauma della fine di un'epoca
Emanuele Sacchi     * * * * -

Doc Sportello, hippie suonato che ciondola sulla spiaggia di Gordita Beach e investigatore privato a tempo perso, è avvicinato dalla sua ex Shasta Fey, che gli affida un caso complicato. Insospettita dagli intrighi attorno al suo nuovo amante, il palazzinaro Wolfmann, vuole prevenire un suo ricovero coatto. Doc non fa in tempo a cominciare le indagini che finisce per essere accusato di omicidio dall'amico-nemico Bigfoot, ispettore della Omicidi.
Sul titolo, a volte, è bene soffermarsi (oltre che sulla locandina, quando inarrivabile come quella di Vizio di forma). Al di là della libera traduzione e semplificazione italiana, che poco o nulla significa - e che, curiosamente, sia nel libro di Thomas Pynchon che nel film tratto da esso, non trova spazio all'interno dell'opera - è il letterale "vizio intrinseco" la chiave del mistero. Che, come tale, include tanto il MacGuffin del termine tecnico del ramo assicurativo che la reale sostanza dell'opera di Pynchon e Anderson, dove "vizio intrinseco" sta per incapacità per un sistema di reggere l'instabilità centrifuga delle sue componenti interne.
Due piani di lettura per una molteplicità psichedelica di interpretazioni degli stessi: l'Uno e il Tutto, in ordine sparso, come vuole il cinema di Paul Thomas Anderson da Ubriaco d'amore in poi. Il noir e la sua lunga discendenza di riferimenti riflessivi (Chandler via Altman, Kem Nunn via Pynchon, con aggiunta di Hunter Thompson e Dude Lebowski) diviene così avvincente esca per catturare l'interesse e aiutare a immedesimarsi tanto in Doc Sportello che nella sua nemesi Bigfoot Bjornsen, nascondendo così, attraverso un sottile e caliginoso fumo di cannabis, la parabola della seconda caduta dall'Eden, quando l'ebbrezza utopistica dei '60 si è schiantata di fronte alla cruda realtà della natura umana ad Altamont e Bel Air.
Gli Hell's Angels omicidi e la setta satanista di Manson diventano in Vizio di forma un'unica entità e si contrappongono, con logica speculare, all'amore, che muove (più che il cielo e l'altre stelle) le onde dell'oceano e il girovagare erratico, ma lucido e con uno scopo preciso, del protagonista. Un insieme di caratteri paradigmatici fa di Doc Sportello creatura andersoniana più che pynchoniana, pecorella smarrita che si oppone con radicale indolenza al traumatico passaggio di consegne tra un'epoca e un'altra, tra l'erba e la polvere d'angelo, tra Neil Young (il brano scelto per la più romantica delle sequenze si intitola "Journey through the Past") e il decennio dell'edonismo reaganiano che verrà, tra la pellicola che esibisce orgogliosamente la sua grana e il digitale che ci seppellirà. Mai come in Vizio di forma lo sconclusionato nonsense di una trama inafferrabile e involuta è mistificatore, come la retorica di un guru, rispetto alla geometrica precisione di un'opera che intensifica la separazione di Doc dal suo, o dai suoi, doppi.
Dalla musa-spirito guida Sortilège, voice-over che si fa carne, all'illusorio oggetto d'amore Shasta, fino al Bigfoot di un eccellente Josh Brolin. La bromance tra questi e Doc, giocata costantemente sul filo della comicità, oltre a rivelare una matrice ben più tangibile del Lebowski coeniano nell'oscuro Cisco Pike (Per 100 chili di droga) di una ruggente New Hollywood, è la dinamica pseudo-amorosa di due opposti che si attraggono, due metà che si cercano e si sostituiscono: il primo detective sempre meno improbabile e il secondo cullato e confuso dai suoi sogni di attore. Scherzi del subconscio, forse, come una clinica criminale odontoiatrica o una nave all'orizzonte che non attracca mai, che disegnano la più difficile delle trasposizioni, libera dove appare didascalica, metaforica dove appare comica, prima di chiuderla sotto il sole elusivo di una California in chiaroscuro.

Incassi Vizio di forma
Primo Weekend Italia: € 317.000
Incasso Totale* Italia: € 674.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 15 marzo 2015
Incasso Totale* Usa: $ 7.419.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 25 gennaio 2015
Sei d'accordo con la recensione di Emanuele Sacchi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
53%
No
47%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Vizio di forma

premi
nomination
Premio Oscar
0
2
Golden Globes
0
1
* * - - -

Le indagini folli del detective hippy

giovedì 26 febbraio 2015 di Peer Gynt

Intendiamoci subito: a cercarle con il lanternino, potremmo anche trovare nel film tutte le tematiche tipiche della filmografia del regista Anderson. Ma in realtà siamo di fronte ad un film letterario (che nessuno puo' negare sia un genere filmico vero e prorpio), e per giunta un film letterario tratto da un romanzo di Thomas Pynchon, narratore fra i più intraducibili in pellicola. E infatti questa è la prima pellicola tratta da un'opera di Pynchon. Detto questo, chi continua »

* * * * -

Quando le parole diventano lessico dell'immagine

lunedì 2 marzo 2015 di ADELIO

Spesso il cinema si limita ad essere la mera illustrazione di una storia (tratta da un romanzo) e "Vizio di Forma" fortunatamente non lo è. In realtà Anderson usa una sceneggiatura ma al solo fine di distruggerla, sembra optare decisamente per le riprese, abbandonando l'origine letteraria della storia. Le parole sono parole, non immagini...la loro scelta lessicale non è casuale.. il testo deve servire x essere "distrutto" e guadagnare "libertà". Oh si..la stessa libertà che si respirava tra gli continua »

* * * * -

Due ore di trip

sabato 28 febbraio 2015 di teofac

Premesso che è il primo film di P.T Anderson che vado a vedere,che dire: un film psichedelico,ambientatro negli anni 70 dove la droga di ogni tipo regnava sovrana nella vita degli hippy fricchettoni. Tutta la storia si basa sulla ricerca da parte del detective privato Doc Sportello di un magnate dell'edilizio scomparso,quest'ultimo amante dell' ex di Doc ,Shasta Fey, del quale il detective è ancora innammorato. Si può dire che in linea di massima le indagini di Doc continua »

* * * * -

Il grande lebowski secondo paul thomas anderson

sabato 28 febbraio 2015 di Valerypto

Vizio di Forma, titolo originale: Inherent Vice, è il tentativo di Paul Thomas Anderson di riscrivere un viaggio, di divertirsi. Anche se non abbandona mai il suo stile, la sua scrittura ponderata e ben calibrata, la sua regia fatta di primi piani. Più di una volta, prova a mettere KO lo spettatore con trovate assolutamente incredibili, degli scatti (di idee e di camera) che hanno dello psichedelico. E non si capisce mai davvero, mai cosa sia reale e cosa no. Se le voci che sentiamo continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Vizio di forma adesso. »
Shop

DVD | Vizio di forma

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 25 giugno 2015

Cover Dvd Vizio di forma A partire da giovedì 25 giugno 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Vizio di forma di Paul Thomas Anderson con Reese Witherspoon, Sasha Pieterse, Jena Malone, Joaquin Phoenix. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Vizio di forma (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 8,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film Vizio di forma

SOUNDTRACK | Vizio di forma

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 24 febbraio 2015

Cover CD Vizio di forma A partire da martedì 24 febbraio 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Vizio di forma del regista. Paul Thomas Anderson Distribuita da Nonesuch. Su internet il cd Inherent Vice è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 19,90 €
Prezzo di listino: 22,70 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film Vizio di forma

APPROFONDIMENTI | Le ossessioni di Vizio di forma.

La dittatura dei seventies

domenica 1 marzo 2015 - Roy Menarini

La dittatura dei Seventies 43 milioni di dollari, 48 milioni di dollari, 76 milioni di dollari. Sono gli incassi in ordine cronologico, ottenuti su scala mondiale, da Boogie Nights, Magnolia, Il petroliere. Poi 28 milioni (The Master) e 8 milioni (Vizio di forma). Quest'ultimo film, di cui parliamo in queste righe, deve ancora fare la sua strada sui mercati non americani ma è opinione comune che non supererà i 20-25 milioni. Che cosa ci dicono queste cifre? Che Paul Thomas Anderson, a un certo punto della sua carriera, ha deciso di radicalizzare il suo cinema.

   

INCONTRI | Il regista Paul Thomas Anderson e il protagonista Joaquin Phoenix raccontano i retroscena del film.

E il 1969

martedì 27 gennaio 2015 - Gabriele Niola

Vizio di forma e il 1969 Quando si parla di noir al cinema la tradizione in materia è così grande che non si può fare a meno di pensare a tutto quello che è venuto prima, a quanto un regista o un attore si siano appoggiati alla vasta filmografia in materia, quanto si citi e quanto sia pura ispirazione. Per Vizio di forma "non c'era da guardare vecchi film o altro, tutto era nel libro, il tono è così unico che serviva solo quello" ha raccontato Joaquin Phoenix che nel film è Doc Sportello, un investigatore privato hippie nel 1969, un'era in cui la cultura hippie stava tramontando per lasciare spazio a quella della paranoia.

   

LIBRI | Scopri il romanzo di Thomas Pynchon da cui è tratto il film.

Il libro

venerdì 14 agosto 2015 - a cura della redazione

Vizio di forma, il libro California, inizio anni Settanta. Doc Sportello, investigatore privato con una passione smodata per le droghe e il surf, viene contattato da una vecchia fiamma, Shasta, che gli rivela l'esistenza di un complotto per rapire il suo nuovo amante, un costruttore miliardario. L'investigatore non fa neanche in tempo ad avviare le sue indagini che si ritrova arrestato per l'omicidio di una delle guardie del corpo del costruttore, il quale è intanto sparito, come pure Shasta. Sembrano le premesse del più classico dei noir, ma ben presto le coincidenze piú strane si accumulano e il mistero si allarga a macchia di leopardo.

   

Un'indagine noiosa e confusa

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Ennesimo mattone del pomposo e pompato Paul T. Anderson che qui tocca il suo apice servendo un noioso e incomprensibile pasticcio, dal titolo profetico, nel vano tentativo di portare sullo schermo un libro diffcilmente adattabile come quello di Pynchon. Tutto ruota intorno all'investigatore Sportello (un grande Phoenix) alla ricerca della sua ex e dell'amante di lei. Impossibile stare dietro a tutti gli stravaganti personaggi maltrattati dal regista per l48 minuti. Da Il Giornale, 26 febbraio »

Il sogno psichedelico del detective Phoenix pacifista e strafatto

di Natalia Aspesi La Repubblica

Il detective privato Doc Sportello vive in una baracca di legno a Gordita Beach, sulla costa della California abitata dagli hippies in preda al loro fumato sogno americano che sta per estinguersi. È fatto di spinelli che gli addolciscono il mondo, lo spingono a non lavarsi i piedi e a spruzzarsi il profumo sui vestiti, a costruirsi la pettinatura afro e a farsi crescere basette che gli occupano tutta la guancia; fruste giacche militari, piedi scalzi nelle infradito rosse di gomma, in testa un cappello di paglia e la faccia stupefatta e assonnata di Joaquin Phoenix. »

Paul Thomas Anderson, il vizio del capolavoro

di Adriano De Grandis Il Gazzettino

Ci sono film inafferrabili, che portano a misurarsi con il bisogno di adeguati ormeggi, ma che al primo giro di boa, dove tutto ricomincia e scompagina, dimostrano l'inutilità di tali appigli, accompagnando lo spettatore all'estasi del disagio e del fascino di un'avventura che decanta i fatti come in un album di figurine sparpagliate lungo un percorso straniante: "Inherent vice" ("Vizio di forma" in italiano) non è solo questo, è assai di più. Ma è meglio vederlo che spiegarlo. L'unico errore sarebbe quello di voler seguire cocciutamente la trama (meglio: le trame) e altrettanto ostinatamente volerle comprendere: un esercizio che fa perdere solo del tempo. »

Un Marlowe hippy negli psichedelici '70

di Alessandra Levantesi La Stampa

Ispirata al modello di Il lungo addio di Chandler, Vizio di forma è una detective story virata in versione psichedelica e intessuta di citazioni fra cultura alta e cultura pop. Ne è protagonista Doc Sportello, un Marlowe hippy costantemente strafatto che si muove nella variegata mappa di Los Angeles - da Gordita Beach a Sunset Strip, dai santuari dei ricchi alla periferia desolata - in perenne stato onirico. Una sorta di cavaliere errante che fatica ad adeguarsi ai mali del mondo; e per questo, forse, preferisce filtrarlo attraverso i veli della marijuana: un effetto suggestivamente rispecchiato dalla pastellosa fotografia di Robert Elswit. »

Vizio di forma | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Emanuele Sacchi
Pubblico (per gradimento)
  1° | peer gynt
  2° | adelio
  3° | teofac
  4° | valerypto
  5° | bruce harper
  6° | andrea cmt
  7° | jaylee
  8° | zarar
  9° | jackiechan90
10° | storie di cinema
11° | catcarlo
12° | alex2044
13° | dhany coraucci
14° | ultimoboyscout
15° | liuk!
16° | alexander 1986
17° | flyanto
18° | killbillvol2
19° | ginger crouton
20° | cinemaniac98official
21° | kondor17
22° | francirano
23° | francesco2
24° | iuriv
25° | vincenzo ambriola
26° | gumbus
27° | howlingfantod
Premio Oscar (2)
Golden Globes (1)


Articoli & News
Approfondimenti
la dittatura dei seventies
Incontri
e il 1969
Libri
il libro
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito ufficiale
Facebook
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità