Django Unchained

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Django Unchained   Dvd Django Unchained   Blu-Ray Django Unchained  
Consigliato assolutamente sì!
3,70/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Il poco ortodosso Schultz assolda Django con la promessa di donargli la libertà una volta catturati i Brittle, su cui pende una pesante taglia.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un'opera impeccabile, in perfetta continuità stilistica e tematica con la precedente, ma lontana dalle sperimentazioni del passato di Tarantino
Marianna Cappi     * * * - -

Stati Uniti del Sud, alla vigilia della guerra civile. Il cacciatore di taglie di origine tedesca dottor King Schultz, su un carretto da dentista, è alla ricerca dei fratelli Brittle, per consegnarli alle autorità piuttosto morti che vivi e incassare la ricompensa. Per scovarli, libera dalle catene lo schiavo Django, promettendogli la libertà a missione completata. Tra i due uomini nasce così un sodalizio umano e professionale che li conduce attraverso l'America delle piantagioni e degli orrori razzisti alla ricerca dei criminali in fuga e della moglie di Django, Broomhilda, venduta come schiava a qualche possidente negriero.
Tarantino ha in mano una storia di genere che è anche un pezzo di storia americana: il western appare dunque la scelta ideale, ma è ovviamente un western che non si colloca sotto il grande cielo della tradizione, che tutto ingloba e ridimensiona, bensì dentro un teatro (Candyland), in piena continuità stilistica e tematica con il precedente immediato, Bastardi senza Gloria. Ancora sorvegliati e sorveglianti, infatti, e ancora gioco delle parti, pericoloso ed estremo scambio delle stesse, strategia della vendetta e della messa in scena.
Qui, più di prima, il piacere del cinema, di farlo così come di ammirarlo, è in ogni piega del testo: nella recitazione espansiva dei protagonisti, con le punte di diamante di Samuel L. Jackson e Di Caprio; nella potenza del dialogo (perché Tarantino sceneggiatore non è mai da meno di Tarantino regista); nell'uso della musica e degli sguardi, che ha riesumato dal cinema italiano degli spaghetti western e portato a nuovo splendore; nel gioco (la sua comparsata "esplosiva"); nella citazione omaggiante o dissacrante che sia (di Griffith, ad esempio). Tutto concorre a nutrire uno spettacolo magistrale, che si appoggia su una narrazione forte, sempre più classica e ponderosa.
Nonostante il film non porti con sé nulla del meraviglioso Django di Corbucci, se non un messaggio d'amore, racchiuso nel titolo e nel refrain di Luis Bacalov, e una nota di orrore, che rima con razzismo, Django Unchained è un'opera impeccabile, interamente risolta, che procede come un lungo tapis roulant da un incipit cinico-grottesco, quasi alla fratelli Coen, verso un discorso più profondamente crudele e un riscatto totale, affidato al personaggio di Christoph Waltz, che mette a tacere qualsiasi sterile polemica. Peccato, se mai, per la brava Kerry Washington, impiegata a scopo esclusivamente funzionale, che non reca con sé alcuna memoria delle precedenti eroine tarantiniane, eppure la sua presenza basta a scaldare il film e ad evitargli la trappola del saggio freddo e cerebrale, oltre che a creare un fantasioso parallelo con la saga germanica di Sigfrido.
Il piacere del testo è dunque reale, verificabile, frutto di una soddisfazione innegabile delle aspettative che avevamo riposto in esso. Eppure, direbbe Barthes, ci sono testi di piacere e testi di godimento, che eccedono la regola, causano una scossa, uno stato di spaesamento che resta indicibile. Sono quelli che Tarantino ha realizzato in passato e, purtroppo, da qualche tempo, non fabbrica più.

Incassi Django Unchained
Primo Weekend Italia: € 3.455.000
Incasso Totale* Italia: € 11.930.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 10 marzo 2013
Primo Weekend Usa: $ 30.688.000
Incasso Totale* Usa: $ 162.762.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 21 aprile 2013
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
32%
No
68%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Django Unchained

premi
nomination
Premio Oscar
2
5
Golden Globes
2
5
David di Donatello
0
1
Cesar
0
1
BAFTA
2
5
* * * * -

Django unchained

giovedì 24 gennaio 2013 di EvilNightmare 90

Dopo che il dr King Schultz lo "compra" da una coppia di schiavisti, Django inizia ad addestrarsi per diventare un cacciatore di taglie. Con il passare dell'inverno, confessa al suo amico, mentore e liberatore, il suo vero scopo, quello di ritrovare la moglie, venduta anni prima a persone ignote. Ultima meraviglia del Tarantino, Django nelle sue tre ore di film, narra con grande Ironia, uno dei temi più difficili da trattare, il razzismo. Forse qualche passetto continua »

* * * * -

Tarantino fa centro...ancora!

domenica 20 gennaio 2013 di belskin88

"Senza gli spaghetti western non esisterebbe una buona parte del cinema italiano. E Hollywood non sarebbe la stessa cosa." Quentin Tarantino. Appena appaiono i titoli di testa già si intuisce che il film che ci si appresta a vedere è un grande omaggio al western all'italiana, particolarmente caro, e si vede, a Tarantino. Django Unchained inizia con una chicca per appassionati del genere, ovvero tra le note di Luis Bacalov colonna sonora di Django di Sergio Corbucci e si conclude con una traccia continua »

* * * * *

Tarantino esplosivo! geniale!

domenica 3 febbraio 2013 di ANDREA GIOSTRA

Kerry Washington è la germanica Brynhildr - in inglese Broomhilda - la valchiria condannata da Odino a vivere una vita di donna mortale imprigionata in un castello dietro un muro di scudi sulla cima del monte Hindarfjall, dove dorme all’interno di un cerchio di fiamme vigilato da un potente drago, aspettando che Siegfried, uomo valoroso e senza paura, la salvi per farla sua sposa. Jamie Foxx è Django, ma è anche Siegfried, che scala la montagna perché senza paura, continua »

* * * * *

Il nuovo capolavoro di tarantino, puro cinema

lunedì 7 gennaio 2013 di BHafh

Django Unchained è il secondo capolavoro di Quentin Tarantino. Non ammettere l'elevatezza artistica di questo capolovaro Glam/Pop significa avere pregiudizi, significa strumentare il primo capolavoro del regista, Pulp Fiction , significa far pagare all'ex videotecaro di LA lo scotto della fama e della antipatia. Si tratta di 165 minuti di puro cinema, e non deve essere più corto di nemmeno un minuto. Un film divertente, agonizzante, sorprendente, dai dialoghi "tarantinamente" continua »

Django(Jamie Foxx)
"Mi piace come muori!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Amerigo Vassepi (Franco Nero) Django (Jamie Foxx)
Amerigo: "Come ti Chiami?"
Django: "Django, la D è muta!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
King Shultz (Christoph Waltz)
"Fluido è più importante che veloce, e più importante che fluido, è preciso…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Django Unchained

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 15 maggio 2013

Cover Dvd Django Unchained A partire da mercoledì 15 maggio 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Django Unchained di Quentin Tarantino con Leonardo DiCaprio, Samuel L. Jackson, Christoph Waltz, Jamie Foxx. Distribuito da Sony Pictures Home Entertainment. Su internet Django Unchained (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 8,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film Django Unchained

SOUNDTRACK | Django Unchained

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 5 marzo 2013

Cover CD Django Unchained A partire da martedì 5 marzo 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Django Unchained del regista. Quentin Tarantino Distribuita da Universal International Music. Su internet il cd Django Unchained è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »
Prezzo: 32,40 €
Aquista on line la colonna sonora del film Django Unchained

APPROFONDIMENTI | Perché con Django Unchained è in gioco un'idea di cultura.

Cinema americano scatenato

domenica 20 gennaio 2013 - Roy Menarini

Cinema americano scatenato Si rimane sorpresi che ancora, dopo tanti anni di cinema tarantiniano, ci si divida ancora tra coloro che considerano il regista statunitense come un manipolatore di citazioni, e chi individua nei suoi film una via geniale e formidabile al racconto cinematografico contemporaneo. Django Unchained, indipendentemente dal fatto che possa essere considerato meno "compiuto" di Bastardi senza gloria (apice totalizzante della carriera di Tarantino), prosegue senza mollare un centimetro la vera battaglia di questo cineasta.

   

FOCUS | Il fascino incantevole dell'odio. In attesa di The Hateful Eight, l'ottavo film di Quentin Tarantino, ecco i film che hanno reso il regista uno degli autori più cult del cinema contemporaneo.

Hateful! gli 8 film di tarantino

sabato 23 gennaio 2016 - Gabriele Niola

Hateful! Gli 8 film di Tarantino Un film di Quentin Tarantino. Con Samuel L. Jackson, Kurt Russell, Jennifer Jason Leigh, Walton Goggins, Demiàn Bichir. Titolo originale The Hateful Eight. Western, Ratings: Kids+16, durata 167 min. - USA 2015. - 01 Distribution uscita giovedì 4 febbraio 2016. - VM 14 - Vecchio West. Otto uomini per ragioni differenti si trovano in una baita bloccati dalla neve che li costringe ad una momentanea convivenza.

Il mago Tarantino tra sangue e pistole reinventa un genere

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Django enchained, cioè scatenato, è esemplare della sensibilità, dello stile, delle doti di Quentin Tarantino. Dopo aver pescato qui e là nella sua conoscenza cinematografica enciclopedica e nella sua passione per il cinema italiano di genere, si sofferma sul western. Cioè il massimo di americano attraverso la lente deformante dell'incursione italiana operata quasi messo secolo fa da Leone e compagni. C'è un modello, il film Django del '66 di Sergio Corbucci con Franco Nero nel ruolo di un reduce nordista vendicatore che fa strage di due intere bande grazie all'arma micidiale che trascina con sé nascosta dentro una bara. »

Il bianco il nero e Tarantino oltre il pulp

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Non fosse un western sarebbe un romanzo di formazione. Con lo schiavo nero liberato dal cacciatore di taglie bianco che scopre una realtà sconcertante. Visto dalla parte dei dominatori, il mondo dello schiavismo fa ancora più schifo. Provare per credere: il «liberato» Django impara a sparare, a recitare, a soffocare i suoi sentimenti, a mandare a morte i fratelli senza battere ciglio. Una cosa sola non impara. A usare le parole come armi. A quello pensa il tedesco, modi soavi e pistole letali. Perché nel mondo «civilizzato» ci si uccide per un pezzo di carta o per una stretta di mano sbagliata. »

Uno schiavo scatenato

di Marco Giusti Il Manifesto

È impossibile non amare un film che apre con i titoli di testa, ovviamente rossi, sulle note della celebre Django composta da Luis Bacalov e cantata da Rocky Roberts per il film di Sergio Corbucci e si conclude con Lo chiamavano Trinità di Franco Micalizzi mentre il suo eroe, il nuovo Django di Jamie Foxx, è diventato da schiavo barbuto un sofisticato eroe da blaxploitation anni '70 con occhialetto nero che lascia Candyland tra le fiamme. All'interno di questi due brani fondamentali per la storia degli spaghetti western, ci sarà di tutto, dagli omaggi a Mandingo a The Legend of Nigger Charley, da Minnesota Clay a Charley One-Eye, da The Bounty Killer a Lo chiamavano King, da James Brown a Ennio Morricone, ma meno sostanza da spaghetti western di quel che i fan si aspettavano. »

Tarantino ad alta tensione nel West

di Valerio Caprara Il Mattino

Non è perfetto "Django Unchained". Ma provate a dimenticarlo o a confonderlo con un altro: la marea d'interpretazioni, investigazioni, destrutturazioni che bombarderanno la rotta dell'ultimo film di Quentin Tarantino hanno in questo senso un peso prossimo a zero. Per coloro che s'accontentano ci sarà spazio, al massimo, per il giochino della graduatoria interna: è meglio di «Kill Bill», ma peggio di «Pulp Fiction»; inferiore a «Le iene», ma superiore a «Bastardi senza gloria»... o magari viceversa. »

Django Unchained | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | belskin88
  2° | andrea giostra
  3° | writer58
  4° | bhafh
  5° | ilenia d'amico
  6° | federick supertramp
  7° | boyracer
  8° | donni romani
  9° | marv89
10° | osteriacinematografo
11° | samuelemei
12° | a. di iorio
13° | conte orlok
14° | ratzo
15° | luca992
16° | harry manback
17° | fabris piermaria
18° | margheritaconwurstel
19° | bellettz
20° | ch.soccini
21° | jack black 98
22° | filippo catani
23° | valeria
24° | xxseldonxx
25° | marco michielis
26° | fedson
27° | blackdragon89
28° | ladygodiva
29° | matteo trovato
30° | tonysamperi
31° | flyanto
32° | killbillvol2
33° | diomede917
34° | gertrude
35° | renato volpone
36° | marinabelinda
37° | dave san
38° | evildevin87
39° | catcarlo
40° | matteo manganelli
41° | handracker
42° | thecrow56
43° | mr verdoux
44° | acanto79
45° | ollipop
46° | great steven
47° | mauro2067
48° | giack
49° | tiamaster
50° | luca scial�
51° | raffaelemarino
52° | germano f.
53° | michael di renzo
54° | michelangelo scialfa
55° | burton99
56° | alfiosquillaci
57° | skeptomai
58° | bedtimedavide
59° | daf_ma
60° | zelos1977
61° | no_data
62° | graziano.nanetti
63° | tiziana2013
64° | olimpiamicky
65° | riccardo tavani
66° | angelo bottiroli - giornalista
67° | diego p.
68° | pik84
69° | alexambro
70° | paride86
71° | madets
72° | shiningeyes
73° | yrock
74° | danylt
75° | aristoteles
76° | laurence316
77° | hudson1
78° | boffese
79° | gepy7
80° | dandy
81° | giorpost
82° | samurai77
83° | kevin de blasio
84° | alexaruta95
85° | belskin88
86° | lordjoker
87° | 84peppe
88° | shanks
89° | kondor17
90° | no_data
91° | angekiddo
92° | s. rizzo
93° | lucano11
94° | tadde94
95° | masellik
96° | stefano bruzzone
97° | derriev
98° | joker 91
99° | intothewild4ever
100° | rescart
101° | danirox85
102° | paolo pruna
103° | alessandro rega
104° | dily98
105° | xprince
106° | rita branca
107° | emanuele2120
108° | andrea lade
109° | johnguillemont
110° | x men
111° | filmtalker 98
112° | gabriele.vertullo
113° | alice:)
114° | giampaolo di iorio
115° | epidemic
116° | giuliacanova
117° | giacomouguccioni
118° | zummone
119° | hidalgo
120° | alfredo patania
121° | ultimoboyscout
122° | eugenio
123° | giugy3000
124° | eskimo73
125° | antonius block
126° | lauro123
127° | lordjoker
128° | jacopo b98
129° | mirko77
130° | regi1991
131° | madmax86
132° | moulinsky
133° | ledyna
134° | bartleby corinzio
135° | uppercut
136° | giovamixer86
137° | pbshelley
138° | luk.colombo
139° | jaylee
140° | giampaolo donini
141° | deck78
142° | alexaruta95
143° | purplerain
144° | conte orlok
145° | hanzo sun
146° | michele
147° | owanone
148° | evilnightmare 90
Rassegna stampa
Anthony Lane
Premio Oscar (7)
Golden Globes (7)
David di Donatello (1)
Cesar (1)
BAFTA (7)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità