Somewhere

Acquista su Ibs.it   Dvd Somewhere   Blu-Ray Somewhere  
Consigliato nì!
2,40/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * - - -
Un impegnatissimo attore di Hollywood ri-esamina la sua vita dopo una visita a sorpresa fatta dalla figlia di undici anni.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Anestesia e risveglio di un attore-padre bloccato al Chateau Marmont
Nicoletta Dose     * * * 1/2 -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Johnny Marco vive in un appartamento dell'hotel Chateau Marmont. Tra spettacoli erotici di dubbia eleganza e avventure amorose brevi e disimpegnate , trascorre le giornate in un'apatia ovattata e silenziosamente distruttiva. L'inaspettata permanenza della figlia Cleo impone un cambiamento nel ritmo quotidiano dell'attore. Videogiochi, nuotate, esposizioni al sole e un'incursione alla serata dei Telegatti italiani riempiono le giornate dei due famigliari. L'equilibrio apparente dura fino alla partenza di Cleo per il campeggio. E il ritorno alla vita di Johnny.
Dopo il pernottamento a Tokyo di Lost in Translation, Sofia Coppola sposta l'attenzione su un altro hotel, il famoso Chateau Marmont, residenza alternativa di molte star hollywoodiane. Siamo a Los Angeles, in un posto riconoscibile e leggendario, ma i luoghi del film (stanze, piscine, studi televisivi) sono fondamentalmente 'non luoghi', ambienti senza radici, che, allo stesso tempo, assumono il ruolo di deposito di emozioni forti ma taciute. Le abitudini edoniste del protagonista assicurano l'illusione del successo ma sono così portate all'estremo da trasformare l'eccitazione in indifferenza. Lo sguardo sottile della regista (anche sceneggiatrice del film) ci introduce al personaggio con delicata tenerezza. Non condanna la sua pacata amoralità né giudica l'impacciata ricerca di incontri sessuali; preferisce invece svelare la sostanziale cifra di quei comportamenti, drammaticamente sconsolati e privi di vitalità. Lo stile di ripresa, fatto di lunghi silenzi, inquadrature ferme (dove spesso è uno zoom lentamente graduato ad avvicinarsi al soggetto) e piani-sequenza densi di suggestioni, mettono in luce le contraddizioni esistenziali di Johnny. La regista mostra gli opposti in gioco con un senso dell'ironia seduttivo. L'arrivo discreto della figlia scombina questo piano narrativo e diventa lei la responsabile della riconquista emotiva del padre. È la piccola Cleo il personaggio attivo che 'pattina' con grazia sulla strada sottosopra del genitore.
Il circuito chiuso della scena iniziale, dove una Ferrari corre in moto perpetuo, è la rappresentazione visiva dell'aridità umana dell'attore. La scarsità di parole dei dialoghi bilancia la ruvidità del rombo del motore o del chiasso delle festicciole private, per dire che l'affetto, per manifestarsi, non ha bisogno di fare rumore. Il cinema della Coppola, ancora una volta, predilige l'omissione alle dichiarazioni esplicite e in questa rarefatta rinascita del rapporto tra padre e figlia chiede agli attori una gestualità posatissima ma, al tempo stesso, ricca di microespressioni che svelano l'amarezza interiore. Il trash abbonda (l'Italia televisiva è un paese dal quale scappare di corsa) e si insinua nelle camere d'albergo come nell'intimità delle persone, ma rimane, in questo caso, a coprire il ruolo di comparsa. Come Benicio Del Toro in ascensore o Laura Chiatti a Milano. Figuranti di uno spettacolo che va in scena da 'qualche parte', ovunque e in nessun luogo.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
SOMEWHERE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Infinity
Premi e nomination Somewhere

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
* * - - -

Una coppola irriconoscibile

venerdì 3 settembre 2010 di giugy3000

Solitamente quando uno spettatore si siede in sala a visionare una pellicola non gli viene richiesta una conoscenza della filmografia del regista in questione, anche se la cosa non guasterebbe, certo. Davanti a SOMEWHERE però non ci si può pronunciare senza prima aver esaminato attentamente anche le precedenti tre opere Coppoliane che la critica ha più volte chiamato "la trilogia dell'adolescenza inquieta o della solitudine".Nel quarto lavoro della figlia di Francis Ford Coppola ancora una volta continua »

* - - - -

Lento e mediocre

domenica 5 settembre 2010 di theclubber

Il film si apre con una lunga sequenza con la macchina da presa ferma che riprende una Ferrari compiere dei giri su un circuito. Già da qui è facile intuire che le aspettative per questo film (alte per quanto mi riguarda) finiranno per essere deluse. Non discuto la professionalità degli attori (in primis Stephen Dorff e Elle Fanning) perché il doppiaggio me ne preclude la possibilità, ma a livello di regia e di sceneggiatura siamo a brutti livelli. Durante tutto continua »

* - - - -

Noia e frustrazione

domenica 12 settembre 2010 di lunetta

Un film decisamente mediocre. Il protagonista ricorda molto quello di lost in traslation, l’attore di Holliwood, ricco e annoiato (uno stereotipo che gli USA adorano), che passa la sua vita tra pasticche, alcool, amplessi al volo, corse con la sua Ferrari, fino a quando arriva la sua figlioletta di 11 anni, (altro stereotipo di ragazzina matura e pulita) che, più o meno inconsapevolmente, cerca di migliorare (non che ci voglia molto) la sua inutile vita. Mi piacciono molto i films continua »

* - - - -

Come saranno gli altri, se questo ha anche vinto?

martedì 14 settembre 2010 di giorgio zannelli

Un film povero di contenuti realmente affrontati, smozzicato  (altro che minimalista),  inconcludente che non scende nelle problematiche che si mantengono solo vagamente accennate. Una regista che interpreta il vuoto e l'esteriorità dell'ambiente affidandosi a una ridondante "apparizione" frammentata di tette e gambe ecc. La problematica della solitudine è appena sfiorata ed essendo  priva di consistenza (espressa in due sole frasi dei protagonisti), continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Somewhere adesso. »
Shop

DVD | Somewhere

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 12 dicembre 2012

Cover Dvd Somewhere A partire da mercoledì 12 dicembre 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Somewhere di Sofia Coppola con Benicio Del Toro, Michelle Monaghan, Stephen Dorff, Elle Fanning. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Somewhere (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,74 €
Prezzo di listino: 12,99 €
Risparmio: 3,25 €
Aquista on line il dvd del film Somewhere

NEWS | Una regista concentrata sui coming of age al femminile.

Sofia Coppola

mercoledì 25 settembre 2013 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Sofia Coppola Idolatrando il cinema del babbo, è difficile rapportarsi in modo neutro a Sofia Coppola, classe 1971, già attrice in molti film di papà tra i quali i tre Padrini, che l'hanno vista "crescere" nell'arco di un trentennio. Ha talento la cineasta oppure vive di luce riflessa? Percorre un sentiero autonomo o subisce il peso di una dinastia che comprende attori del calibro di Nicolas Cage (cugino), Talia Shire (zia) e ultima arrivata un'altra regista, Gia Coppola (a Venezia con Palo alto, nipote)? Porsi una domanda simile per chi ha addirittura vinto un Leone d'oro a Venezia (seppure controverso: Somewhere, 2010) risulta capzioso.

   

NEWS | Un film dalle forti radici famigliari interpretato da Stephen Dorff.

Trailer e poster del film di Sofia Coppola

martedì 15 giugno 2010 - Marlen Vazzoler

Somewhere: trailer e poster del film di Sofia Coppola La Focus Feature ha debuttato oggi su Apple con il primo trailer ufficiale del film Somewhere diretto dal premio Oscar Sofia Coppola, ed interpretato da Stephen Dorff ed Elle Fanning. Rimanendo in linea con le metaforiche figure paterne e figliali di Bob e Charlotte in Lost in Translation, questa volta la Coppola racconta la vita di eccessi di Johnny Marco, un attore famoso che vive al Chateau Marmont hotel che all'improvviso riceve l'inaspettata visita della figlia di undici anni, Cleo, che lo costringe a riesaminare la sua vita.

   

GALLERY | La pellicola in stile minimal della Coppola si candida al Leone d'Oro.

Il red carpet

sabato 4 settembre 2010 - Marlen Vazzoler

Venezia 2010: Somewhere, il red carpet Nonostante il rovescio temporalesco che si è abbattuto ieri mattina a Venezia durante la conferenza stampa di Somewhere, il red carpet del film diretto da Sofia Coppola è andato avanti senza intoppi. Sulla passerella la Coppola è stata accompagnata dal marito Thomas Mars, il cantante dei Phoenix, che ha realizzato la colonna sonora di Somewhere. Mars, parlando del suo lavoro sul film, ha dichiarato: “È molto minimale, più che altro si tratta di sound design. Non sto cercando di scrivere canzoni, più che altro sto creando un suono che si possa abbinare bene con una Ferrari e la città di Los Angeles”.

   

GALLERY | Tocca oggi a Somewhere, dramma da camera (d'hotel).

Il photocall

venerdì 3 settembre 2010 - Gabriele Niola

Venezia 2010: Somewhere, il photocall Si è fatta un nome (alla faccia di quello ingombrante che già ha) come poetessa dell'amore nei non-luoghi e cineasta della solitudine contemporanea anche, e ora Sofia Coppola torna a Venezia con un film tutto alberghi, solitudine e ricerca d'affetto il cui background non è difficile da immaginare: "Praticamente negli hotel ci sono cresciuta" dice la regista "Sono un mondo a parte e la gente che c'è è sempre interessante. Stavolta però volevo una storia dal punto di vista di un uomo proprio perché è diverso da me, mi chiedevo come fosse la mattina dopo da quel punto di vista".

GALLERY | Nuove immagini del film di Sofia Coppola.

Il dono della speranza della piccola Cleo

martedì 17 agosto 2010 - Marlen Vazzoler

Somewhere: il dono della speranza della piccola Cleo In attesa che il cast di Somewhere, l'ultima fatica scritta e diretta da Sofia Coppola, sbarchi al Lido per la 67a edizione della Mostra del Cinema Internazionale di Venezia, la Focus Features ha fatto uscite online delle nuove immagini del film che ritraggono Stephen Dorff nei panni di Johnny Marco, una star hollywoodiana che deve riesaminare la propria vita quando si trova riunito alla figlia di undici anni interpretata da Elle Fanning. Marco vive una vita di eccessi al leggendario Chateau Marmont Hotel, tra drink, donne, macchine veloci e fan.

   

VIDEO | Torna al cinema lo sguardo penetrante di Sophia Coppola.

Il trailer italiano

giovedì 19 agosto 2010 - a cura della redazione

Somewhere: il trailer italiano Nel 1999 esordiva con il drammatico Il giardino delle vergini suicide, nel 2003 stringeva già l'Oscar per la migliore sceneggiatura originale con Lost in Translation - L'amore tradotto mentre tre anni dopo si accingeva a presentare un ritratto pop della regina- bambina Marie Antoinette: anche se i suoi film si contano sulle dita di una mano, Sophia Coppola non ha sbagliato un colpo e oggi attende il debutto della sua ultima opera, Somewhere, di cui vi mostriamo il trailer italiano. In anteprima mondiale alla prossima Mostra di Venezia, Somewhere si modella su uno stile europeo e intimista, ed è profondamente radicato alla forma estetica (dolce, pura e poetica) propria della Coppola.

   

Il triste showbiz di Sofia Coppola

di Alberto Crespi L'Unità

La conferenza stampa di Sofia Coppola ("Somewhere", in concorso) viene aperta da Giampaolo Letta, di Medusa. E subito si teme la replica di Venezia 2009, quando Carlo Rossella rubò la scena a Giuseppe Tornatore per decantare la bellezza di "Baarìa" (c'eravamo, e per la cronaca Tornatore aveva la faccia di uno che voleva sprofondare). Per fortuna Letta è assai più laconico, e dà una sacrosanta informazione tecnica: "Somewhere" è da ieri sera nei cinema italiani, in 250 copie. Chissà cosa pensano, ai piani alti di Mediaset, del film: strombazzato come l'esordio hollywoodiano di Simona Ventura e Valeria Marini, offre in realtà della tv italiana – e più precisamente della cerimonia dei Telegatti – un'immagine agghiacciante. »

Padri & figlie

di Natalia Aspesi La Repubblica

Vita di attore di successo a Hollywood: giovane, carino, separato quindi libero. Appartamento nel leggendario hotel Chateau Marmont, dove hanno vissuto Marilyn Monroee Leonardo Di Caprio, dove John Belushi è morto per overdose, dove James Dean ha conosciuto Natalie Wood. Rombante Ferrari nera alla porta e donne fin che ne vuole, anche troppe: tutte giovani, tutte bellissime con gambe infinite, tutte sorridenti, tutte disponibili e volatili. Sbucano ovunque: dalle altre camere dell' albergo, alle feste degli amici, da un balcone vicino, dove capita. »

Ma «Somewhere» manca di vera profondità

di Francesco Bolzoni Avvenire

Per fortuna ci sono i ragazzi: bambini e adolescenti. Gli adulti nel francese Happy Few e nell'americano Somewhere sono quanto di più stereotipato si possa immaginare. La coppia parigina del primo film citato è formata da trentenni formatisi negli anni sessanta e che appartengono alla piccola borghesia. Passano insieme parecchie serate, si scambiano battute abbastanza divertenti, si propongono sempre di rivedersi. Probabilmente si annoiano e per vincere tale torpore fingono di invaghirsi l'uno dell'altro. »

Una figlia salva il padre nel poetico "Somewhere"

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Un noto attore americano, Johnny Marco, la sua bambina di undici anni, Cleo, il celebre albergo di Hollywood in cui vive, il Chateau Marmont, la Ferrari ultimo grido che romba sotto la sua guida sempre più frenetica. Su questi elementi Sofia Coppola si è costruita una storia che, come già in "Lost in Traslation", non ha bisogno di testi letterari alle spalle, come avevano invece "Il giardino delle vergini innocenti" e "Marie Antoinette". Una storia decisamente intimista, con quel padre e quella figlia al centro che, insensibilmente, diventano il motore dell'azione. »

Somewhere | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Nicoletta Dose
Pubblico (per gradimento)
  1° | theclubber
  2° | lunetta
  3° | giugy3000
  4° | giorgio zannelli
  5° | laulilla
  6° | guldalex
  7° | matthew
  8° | nietzschea
  9° | indag29
10° | franz_32
11° | nino quincampoix
12° | paapla
13° | domenico a
14° | linodigianni
15° | vicviper
16° | aragornvr
17° | annalisa.giu
18° | ragthai
19° | quorra
20° | francocesario
21° | mickeulogy
22° | ikons
23° | ago della bilancia
24° | paride86
25° | rosatigre
26° | giu/da(g)
27° | jacopo b98
28° | barone2000
29° | great steven
30° | johnny1988
31° | quinton
32° | gagnasco
33° | amyblue
34° | flaviex
35° | ultimoboyscout
36° | susyf
37° | gabri0001
38° | dandy
39° | vipera gentile
40° | levo95
41° | blancherodriguezcalderara
42° | vipera gentile
43° | andrea levorato
44° | tuesday
45° | ?????
46° | anna1
47° | elx.fresk
48° | gianmarco.diroma
49° | paolorol
50° | valeria de bari
51° | alexia62
52° | francesco giuliano
53° | zozner
54° | nigel mansell
55° | sickboy
56° | jayan
57° | francesco2
58° | sodrunkintheaugustsun
59° | audreyandgeorge
60° | voland
61° | metacritic
62° | kimera
63° | roberto simeoni
64° | lili_k
65° | reservoir dogs
66° | alaska001
67° | lollo92
68° | enrico omodeo salè
69° | rovin
70° | olgadik
71° | aesse
Rassegna stampa
Gloria Satta
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Backstage
1 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 3 settembre 2010
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità