Orgoglio e pregiudizio

Film 2005 | Sentimentale +13 127 min.

Regia di Joe Wright. Un film con Keira Knightley, Matthew MacFadyen, Brenda Blethyn, Donald Sutherland, Tom Hollander. Cast completo Titolo originale: Pride & Prejudice. Genere Sentimentale - Gran Bretagna, 2005, durata 127 minuti. Uscita cinema venerdì 3 febbraio 2006Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,45 su 266 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Orgoglio e pregiudizio
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Nell'Inghilterra rurale di fine '700 la Signora Bennet cerca pretendenti possidenti, di terre e titolo, per le sue cinque figlie. Tra orgoglio e pregiudizio l'amore avrà la meglio. Il film ha ottenuto 5 candidature a Premi Oscar e 2 candidature a Golden Globes. In Italia al Box Office Orgoglio e pregiudizio ha incassato 4,2 milioni di euro .

Orgoglio e pregiudizio è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,45/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,81
PUBBLICO 3,75
CONSIGLIATO SÌ
La trasposizione di questo classico della letteratura e di una delle sue più intense protagoniste femminili, pur con le migliori intenzioni soffre di una certa incongruenza cronologica.
Recensione di Marzia Gandolfi
Recensione di Marzia Gandolfi

Nell'Inghilterra rurale di fine '700 un giovane aristocratico a cui non difettano le ricchezze, Charles Bingley, affitta la tenuta vicina a quella dei Bennet, a cui non difettano invece le figlie da maritare. Una sera, durante una festa danzante, Bingley fa il suo ingresso nella sala scatenando lo scompiglio fra le fanciulle del paese che desiderano un giro di danza e un (buon) partito. Accompagnato dall'altezzosa sorella e dal bello quanto presuntuoso Signor Darcy, Bingley si innamora perdutamente della primogenita dei Bennet, la timida e placida Jane. Amore a prima vista sarebbe anche per Darcy e la secondogenita Bennet, Lizzie, se non fosse per quella loro indole indomita e poco incline al confronto. Troppo orgogliosa lei, troppo prevenuto lui. Dopo equivoci e incomprensioni il disprezzo diventerà sospiro e i due testardi amanti finiranno per cedere l'uno all'altra dentro un'alba che incendia la brughiera. Non si poteva pensare ad un epilogo meno romantico per un film tratto da un romanzo celebre di Jane Austen pubblicato nel 1813, ma la storia è ambientata ancora prima, nel periodo illuminato dall'Illuminismo, quando la borghesia era protagonista del progresso economico ma ancora priva del potere politico. Borghesia che come l'intraprendente quanto imbarazzante mamma Bennet comincerà presto ad insidiare il primato dell'aristocrazia sconvolgendo le rigide divisioni di classe. La trasposizione di questo classico della letteratura e di una delle sue più intense protagoniste femminili, Elizabeth Bennet, eroina della Ragione, pur con le migliori intenzioni soffre di una certa incongruenza cronologica. Meno anacronistica è probabilmente l'ingombrante signora Bennet, una strepitosa Brenda Blethyn, tanto, troppo simile a certe nostre mamme afflitte dall'ansia di accasarci.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
ORGOGLIO E PREGIUDIZIO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 1 giugno 2009
angie81

Quella di Elisabeth e Darcy è una storia d'amore. Una delle più grandi storie d'amore mai scritte. E il motivo è che i due protagonosti riescono ad amarsi restando fedeli a se stessi, alla loro indole così severa e proprio per questo così pura e vera, a tal punto da non poter concepire a fianco a sè una persona diversa. Lizzie sfida i tempi, le convenzioni,le aspettative di una madre impaziete di accasarla [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 marzo 2013
mscalet

Un lettore che ha approfondito in maniera accurata i più reconditi anfratti del capolavoro della Austen rimane, di fronte a questo film, probabilmente deluso. C'è da dire che è praticamente impossibile, per la maggior parte dei registi dei giorni nostri, riprodurre in maniera coerente le luci, i colori, le atmosfere dell'Inghilterra di inzio '800, proprio perché [...] Vai alla recensione »

giovedì 21 giugno 2012
Hanzo San

inutile parlare della storia visto che Orgoglio e Pregiudizio é un dei 10 romanzi piú famosi e amati al mondo. proprio per questo peró era necessario essere impeccabili, visto che quasi chiunque puó fare confronti con il romanzo o altre versioni del film. per quanto mi riguarda avendo letto il libro e visto la serie tv inglese ( che consiglio vivamente) davvero ben [...] Vai alla recensione »

mercoledì 23 febbraio 2011
Lady Libro

Semplicemente uno dei film più belli al mondo! Prima di tutto il bellissimo film è molto fedele allo stupendo romanzo di Jane Austen e Keira Knightley è stata perfetta nella parte di Elizabeth Bennet (per non parlare poi del bravissino Matthew MacFadyen!). Le scenografie e i costumi, inoltre, sono favolosi!

domenica 20 gennaio 2013
Cenox

Questo film tratto dal più celebre dei libri di Jane Austen, rappresenta la storia della protagonista, Elizabeth (una brava ed intensa Knightley) che col suo caratterino a dir poco particolare riuscirà a far innamorare di sè il bel Darcy (dal carattere piuttosto arrogante, dato anche dalla caratura del proprio rango sociale). Un romanzo d'amore adatto e rivolto soprattutto [...] Vai alla recensione »

lunedì 26 novembre 2012
michela papavassiliou

Intensa interpretazione di Orgoglio e Pregiudizio per la brava Keira Knightley nei panni della protagonista Elizabeth Bennet. Di umili origini, ma di grazia, intelligenza ed indole poco incline a compromessi, questa giovane donna, seconda di cinque figlie, colpira' il cuore del fascinoso e ricco aristocratico Darcy, interpretato da un elegante Matthew Mac Fadyen.

mercoledì 16 febbraio 2011
FericJaggar

E' difficile dire qualcosa su un film così popolare e celebrato. Tuttavia, avendo letto il romanzo nel fine settimana successivo alla trasmissione da parte di Rete4, sono abbastanza fresco per un confronto tra l'opera e la versione cinematografica. Osservo, anzitutto, che la Austen è parca all'estremo di descrizioni; si arriva alla fine del libro senza avere una [...] Vai alla recensione »

martedì 20 luglio 2010
Francesco2

Orpelli, costumi, e chi più ne ha più ne metta. Ma, fermo restando che chi scrive conosce pochissimo il mondo letterario della Austen, qualcuno (Pochissimi, in realtà, da quanto ho visto), si sono soffermati sulla sostanziale inconsistenza delle sfumature psicologiche in questo filmetto, che non mi pare atto di scortesia definire "Polpettone d'autore".

mercoledì 19 agosto 2009
Jane

orgoglio e pregiudizio, nonostante sia un romanzo scritto nel pre- romanticismo, è di grande attualità... mette in evidenza come sempre si dà importanza ai giudizi degli altri e a quanto sia importante entrare in società. Lizzy e Mr Darcy sono degli eroi, perchè superano tali ostacoli per il loro amore. Bellissimo il libro, ma anche il film

martedì 18 agosto 2009
Glacies

Un film in cui non si trova neanche una pecca. Perfetto per tutti i sognatori che grazie a scene come quelle di questa pellicola riescono ancora a credere in ciò per cui vale la pena vivere. Meraviglioso.

mercoledì 24 marzo 2010
peppegiardino

Vi sono alcuni pregi che hanno fatto di questo film il migliore che abbia visto in vita mia (!): la storia innanzitutto ma anche i personaggi, l'abile regia che li fa vivere ed incastonare tra loro e nel contesto in generale, i dialoghi...ma sopra di essi, ciò che forse mi ha veramente stregato (avrò visto il film almeno una trentina di volte e ancora non mi stanca) sono le inquadrature ed il commento [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 dicembre 2012
Diletta Di Donato

Inspiegabile la venerazione per questa autrice inglese che possedeva la maestria della derisione più che quella dell' arguzia e dell' humour, e che chiude accuratamente porte e finestre al vento pericoloso dell'amore e della passione occupandosi esclusivamente di ragazze da marito che non vogliono rimanere povere. Si può  forse resistere fino all'ultima scena solo [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 ottobre 2011
Ilaria97

Probabilmente il mio film preferito, Orgolgio è un film che prende cuore e mente e li trasporta all'epoca della grande Jane Austen. Gli attori sono asoolutamente formidabili e la colonna sonora non può che rimanere impressa nella mente di chiunque veda il film. Per non parlare dei dialoghi e delle parole che gli attori non pronunciano con la bocca ma bensì con uno sguardo [...] Vai alla recensione »

domenica 24 aprile 2016
Cipolla Profumata

Indubbiamente è un film di ottimo livello. Apprezzabili ben oltre la sufficienza costumi,ambientazione e raffinatissimi dialoghi. Seguiamo dunque con interesse la storia di giovani fanciulle e sorelle impelagate nelle proprie storie d'amore,sopratutto quella della ribelle Knightley. Non ci si annoia però il limite del film è quello di doverci sorbire due ore di tentativi [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 aprile 2013
zia.alice

Non ho mai avuto molti dubbi...almeno nel leggere il libro, e il film lo conferma. Mr. Darcy viene presentato come orgoglioso, Elizabeth quella con il pregiudizio....avete presente le osservazioni che fa ancor prima di parlargli quando lo vede al ballo? Nel procedere del film lei sempre più orgogliosa, lui sempre piu imbottito di pregiudizio.

mercoledì 26 giugno 2013
Vanil*

Ho guardato il film "Orgoglio e Pregiudizio" svariate volte; durante la prima visione ero rimasta attratta dallo stile del film,dalle parole dei personaggi,e dai caratteri dei protagonisti. Ho letto anche il libro,e a parte in alcune scene,il film è rimasto fedele all'originale. Un film fatto veramente bene,i vestiti,i luoghi,azzeccatissimi;tra i due personaggi si percepivano [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 marzo 2013
vjarkiv

Pride & Prejudice, è il primo (per le sale visto che aveva già lavorato per la televisione) e, alla luce dei film successivi, miglior film del giovane regista inglese, che ha affidato, non a caso, la sceneggiatura a due donne: Deborah Moggach e Emma Thompson. Infatti la forte impronta al femminile è presente nel film come nel famoso romanzo di Jane Austen da cui è tratto. L& [...] Vai alla recensione »

mercoledì 28 novembre 2012
Fede81

Delizioso nei colori, nelle musiche, nella recitazione e nell'intreccio.

domenica 2 luglio 2017
S

La traduzione in italiano fa pena.. centomila volte meglio guardare il film nella lingua originale.. nell' ultima scena quando lizzy vede darcy arrivare da lontano lei tira un sospiro di stupore, cosa che non si sente quando lo si guarda nella lingua italiana. Questo era un piccolo esempio di tanti ma piccoli errori che vengono fatti durante il doppiaggio che sminuiscono la vera interpretazione [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 gennaio 2013
Arkadevna

Ho amato tutti i libri di Jane Austen Orgoglio e Pregiudizio in particolare, la prima volta che ho visto questo film al cinema non mi è piaciuto, specialmente dopo aver visto la versione televisiva inglese in dvd che dura sei ore ma è praticamente fedele parola per parola al libro e in più Mr Darsy è interpretato da Colin Firth, comunque quando ho rivisto il film [...] Vai alla recensione »

lunedì 19 marzo 2012
sara85

Se si vuol  vedere una buona trasposizione del romanzo,consiglio a tutti la serie della BBC,con splendidi attori,costumi e ricostruzioni.Rende veramente giustizia allo sprito originale  del romanzo,cosa che questo film non fa assolutamente.

martedì 19 gennaio 2010
giulia27

Riguardandolo in DVD anche a distanza di tempo l'ho trovo un mediocre film, non particolarmente fedele al romanzo di Jane Austen, con attori, a mio parere, fuori ruolo. Non salverei nemmeno il grande Sutherland. Rappresentazione sciatta, con una recitazione estranea alla passione del romanzo. Durante la dichiarazione di Mr Darcy, sotto la pioggia per sopperire alla mancanza di pathos immagino, sembra [...] Vai alla recensione »

mercoledì 14 aprile 2010
Lost876

Film assolutamente poco convincente, mi ha deluso moltissimo, non c'è magia all'interno dei protagonisti, sembrano tutti imbabolati e imbalasmati, non c'è nè trasporto nè patos e poi la Knightley attrice che io adoro quì non mi è piaciuta per niente, non so come sia riuscita ad ottenere una nomination agli Oscar con questa performance e tra l'altro [...] Vai alla recensione »

Frasi
Se i vostri sentimenti sono gli stessi di Aprile ditelo ora. Il mio affetto ed i miei desideri sono immutati. Ma una Vostra parola mi farà tacere per sempre. Se invece i Vostri sentimenti fossero cambiati devo dirvelo… Mi avete stregato anima e corpo e Via amo, Vi amo, Vi amo e d'ora in poi non voglio più separarmi da voi.
Una frase di Il signor Darcy (Matthew MacFadyen)
dal film Orgoglio e pregiudizio - a cura di Carmen
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Francesco Alò
Il Messaggero

Abbiamo ancora bisogno di un film da Orgoglio e pregiudizio, il romanzo più bello di Jane Austen pubblicato nel lontano 1813? Certamente sì, se la versione è fresca e scoppiettante come quella del giovane Joe Wright, regista bravissimo a togliere la polvere dalle vicende delle cinque sorelle Bennet, disperatamente in cerca di un marito ricco nell’Inghilterra del primo Ottocento.

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Bellissimo, riuscitissimo, divertentissimo, romanticissimo. Difficile trovare un difetto a questo adattamento di “Orgoglio e pregiudizio”, che fin dalla prima scena evita tutte le trappole tese ai registi e agli sceneggiatori. Serviva molto coraggio per eliminare il celebre incipit: “E’ cosa nota e universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di solidi beni di fortuna debba essere in cerca [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Si dice che Jane Austen non scrivesse nella quiete di uno studio, ma in un soggiorno pieno di rumori, immersa e tuttavia non persa nella vita quotidiana dei suoi molti fratelli e dei suoi moltissimi nipoti. Vitale e rumoroso è anche il soggiorno dei Bennet, centro narrativo di Orgoglio e pregiudizio (Pride & Prejudice, Gran Bretagna, Usa e Francia, 2005, 127’).

Massimo Benvegnù
Il Riformista

Povera Lizzie Bennet! Incastrata tra una madre civettuola e arrampicatrice sociale, una sorella maggiore avvenente e quindi in pole position per il matrimonio, tre minori che spingono e sgomitano per il loro posto in società, e un povero padre che stravede per lei, ma che ben poco può fare in quella sorta di gineceo in mezzo alla campagna inglese. Eppure la tapina riuscirà a catturare il cuore del [...] Vai alla recensione »

Alessandra Stoppini
Il Giornale di Brescia

Non possiamo stare senza Jane Austen. Perché? Tra gli appuntamenti letterari di rilievo per capire che rivoluzione fu il romanzo nell’800 e perché esso continui a parlare anche per questo tempo, c’è quello con la “sorella minore di Shakespeare” – come la definì G. H. Lewes. Il “caso austeniano” ha la capacità di aizzare continui dibattiti critici: l’autrice è estremamente amata oppure altrettanto [...] Vai alla recensione »

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Giovani, belli, alla ricerca della felicità. Ma, come sempre, ci sono gli ostacoli. Che all’inizio dell’800, epoca in cui è ambientato Orgoglio e pregiudizio, si chiamano soprattutto convenzioni sociali. Joe Wright firma l’ennesima trasposizione del romanzo di Jane Austen mantenendo costantemente sullo sfondo questa impermeabilità sociale, questa coriacea divisione in caste sempre sul punto di dividere [...] Vai alla recensione »

Tullio Kezich
Il Corriere della Sera

Se qualche nostalgico dell'antiquariato hollywoodiano vi vuol far credere che l'Orgoglio e pregiudizio della Metro (1940) era meglio dell'attuale megaproduzione angloamericana, smentitelo. Forse l'avrei detto anch' io, basandomi sul ricordo, prima di ripescarlo in videocassetta. Visto oggi, l'effetto è disastroso: allestimento povero e costumi orribili, incredibile che abbiano strappato un Oscar.

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Orgoglio e pregiudizio, di Jane Austen, è una della opere maggiori della letteratura inglese primo Ottocento. Uno schema semplice (anche se personaggi sono complessi). Una famiglia, i Bennet, della buona borghesia di provincia. Cinque figlie in età da marito. È importante che lo trovino perché, senza dote, non hanno futuro in una società in cui alle donne non è neanche permesso di ereditare.

Raffaella Giancristofaro
Film Tv

E’detto comune che la prima impressione spesso sia quella sbagliata. Come in Il diario di Bridget Jones, quello in cui alla trentenne in cerca di fidanzato qualcuno cercava di spacciare il tipo con addosso il vistoso pullover decorato da un alce. Come si chiamava? Darcy, Michael Darcy. Era lui quello che, nonostante i sorrisoni di Hugh Grant alla fine la ragazza sceglierà.

Natalia Aspesi
D di Repubblica

Da quel romanzo, uscito in Inghilterra nel 1813, nasce tutta la letteratura per signore, e nascono tutte le storie d’amore, di massima soddisfazione anche al cinema: due giovani credono di detestarsi, per poi capire di amarsi. Qualcuno ha visto in tv il primo meraviglioso film tratto nel ‘40 da Orgoglio e pregiudizio, con Lawrence Olivier insuperato ricco tenebroso dal cuore fragile, o la miniserie [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Acclamato dalla critica americana come uno dei migliori adattamenti da Jane Austen e nominato a 4 Oscar, fra cui quello per la migliore attrice a Keira Knightley, stella nascente da molti paragonata a Audrey Hepburn (magari!): si può restare fuori dal giubilante coro e dire che questo Orgoglio e pregiudizio non ci ha conquistato? Intendiamoci, appartenere all'ideale club dei «Janeites» non predispone [...] Vai alla recensione »

Giorgio Carbone
Libero

Provincia inglese primi dell’Ottocento. La famiglia Bennett è in agitazione. Alcuni giovanotti ricchi e prestanti si sono stabiliti neI vicinato. La signora Bennett non sta nella pelle. Ha cinque belle figlie, tutte in età da marito. Cinque consolazioni7 ma anche un bel pensiero. Perchà nella culla della democrazia occidentale, 200 anni, fa le donne avevano scarsi diritti patrlmoniali.

Sasha Carnevali
Ciak

Negli ultimi dieci anni tutti i romanzi di Jane Austen (escluso Northanger Abbey) sono stati adattati per il cinema con successo. Il migliore è stato Ragione e sentimento di Ang Lee, film perfetto in sé, ed è naturale (anche se un po’ sospetto: mancanza di autostima?) che la produzione ne abbia ripreso alla lettera alcuni elementi (musica, poster, messa in scena di almeno due episodi).

Roberto Nepoti
La Repubblica

Orgoglio e pregiudizio è uno di quei film che, agli Oscar, finiscono sempre per andarci. Un po' da parenti poveri magari, come la famiglia Bennet della storia, concorrendo in categorie (eccetto la nomination per l'attrice protagonista) generalmente considerate "minori" come l'art direction, i costumi, la musica. Però sono proprio le location (rigorosamente autentiche), gli arredi e gli abiti le cose [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

A molti piace il critico arcigno. La parte non c'interessa, ma come si fa a imbastire un minuetto rispettoso con un film come Orgoglio e pregiudizio? Premesso che è del tutto legittimo e anche auspicabile rimettere la cinepresa nel cuore dei classici, è chiaro che lo spirito dell'impianto narrativo e l'intesa con il senso interno al testo contano molto di più di un'opinabile fedeltà alla lettera.

Emanuela Martini
Film TV

Orgoglio e pregiudizio (versione Jane Austen, 1813) è un romanzo, spesso tagliente e acido, sulle classi, sulla loro insormontabilità e sull’intelligenza femminile e il conformismo maschile. Orgoglio e pregiudizio (versione Leonard, 1940) è un film sul masochismo femminile (Greer Garson) e sull’altezzoso disimpegno maschile (Laurence Olivier). Matrimoni e pregiudizi (versione Chadha, 2004) è un film [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

Film di donne e per donne, Orgoglio e pregiudizio di Joe Wright - tratto dal romanzo di Jane Austen - interesserà anche gli uomini capaci d'osservare nella storia, oltre gli amori e gli amorazzi, la struttura di una società: quella inglese di oltre due secoli fa, insidiata dalle idee della rivoluzione francese, che avevano trovato dei cannoni e - peggio - una flotta.

Maurizio Porro
Il Corriere della Sera

Nuova e non ultima versione del famoso romanzo non solo per signorine di Jane Austen immortalato dal bianco e nero Metro 1940. Qui siamo fra i colori morbidi e grigi della campagna inglese di fine 18° secolo, teatro delle note ripicche affettive, prologo di un amore, tra la più testarda delle cinque figlie da marito di una famiglia rurale in cerca di sterline e blasone e lo snob taciturno ospite di [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati