La bestia nel cuore

Acquista su Ibs.it   Dvd La bestia nel cuore   Blu-Ray La bestia nel cuore  
Un film di Cristina Comencini. Con Giovanna Mezzogiorno, Alessio Boni, Stefania Rocca, Angela Finocchiaro, Giuseppe Battiston.
continua»
Drammatico, durata 120 min. - Italia, Francia, Spagna, Gran Bretagna 2005. - 01 Distribution uscita venerdì 9 settembre 2005. MYMONETRO La bestia nel cuore * * - - - valutazione media: 2,23 su 66 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,23/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * 1/2 - - -
 critican.d.
 pubblico * * 1/2 - -
Sabina fa la doppiatrice per la televisione. In attesa di un figlio, ripercorre la sua vita e scopre un punto cieco dentro di sé.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Il racconto di un passato oscuro in un film superficiale che minimizza il dramma
Marzia Gandolfi     * - - - -
Showtime:
martedì 6 dicembre 2016 alle ore 21,20 in TV su RAIMOVIE
Scopri gli altri film in televisione »

È stata violata Sabina, come Daniele, suo fratello, prima di lei. Abusata dal padre, condannata dal silenzio della madre. Ma Sabina tutto questo non lo sa, non lo sa ancora mentre, nella sala di doppiaggio, dove lavora, presta la sua voce a una giovane donna stuprata in un film per la televisione. Urla, Sabina, si difende al microfono e subito dopo torna a sorridere al collega che le ansima accanto. Ma poi una notte, dentro un sogno, accade una cosa terribile e Morfeo la consegna all'orrore di un fatto rimosso. La morte dei genitori e la gravidanza desiderata ma inattesa costringono la donna a un viaggio oltreoceano dove vive e si nasconde quel che resta della sua famiglia, un fratello ferito dalla stessa "bestia". Daniele, silenzioso e rassegnato, che parla di architettura, del tempo e della natura soltanto per anticipare o addirittura eludere il dolore della sorella, arrivato fino a lui per interrogarlo.
Chi scrive è profondamente convinto dell'impossibilità di raccontare o, nel caso specifico, di portare sullo schermo senza difficoltà un tema complesso come quello dell'incesto e delle leggi di parentela, marcati, come sono, da un'interdizione sacra. Questa complessità non ha comunque impedito ad artisti alti e "tragici" di rappresentare il tabù e di mostrare la violenza dell'origine. Ora, della ripugnante distorsione che comporta oltrepassare il tabù dell'incesto riferisce, senza riuscirci, il film della Comencini "maggiore". In perfetta linea col cinema italiano visto a questa sessantaduesima mostra sulla laguna, l'opera in questione semplicemente intrattiene. E in questo non ci sarebbe davvero nulla di male, il cinema deve saper fare anche quello ma non quando sceglie un soggetto così tragico come quello di un'identità sviata dal desiderio del padre. Il diritto negato a un fanciullo di essere oggetto d'amore dei genitori, la denudazione del suo corpo e della sua anima conducono a una sorta di terra di nessuno che questo cinema non riesce minimamente ad avvicinare, contenere, interpretare. Il film minimizza la portata dell'incesto mischiando il dramma di Sabina e Daniele con drammi esistenziali di portata decisamente minore: tradimenti, infedeltà, amori saffici. Un esempio? Il chiarimento nell'epilogo fra Giovanna Mezzogiorno e Alessio Boni (compagni nel film) dove due dolori profondamente diversi (il senso di colpa dell'uomo per averla tradita e la rivelazione della violenza paterna subita dalla donna) vengono sfacciatamente messi a confronto, quasi ridimensionati e risolti l'uno nell'altro.
A costo di apparire integralista ritengo che la disperazione umana segua una rigida gerarchia che chi non conosce dovrebbe trattenersi dal raccontare.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
LA BESTIA NEL CUORE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
Wuaki.tv
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Infinity
Premi e nomination La bestia nel cuore MYmovies
La bestia nel cuore recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Premi e nomination La bestia nel cuore

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
Premio Oscar
0
1
Nastri d'Argento
3
0
David di Donatello
1
6
* * - - -

Un film di grandi pretese e pochi risultati

domenica 1 luglio 2007 di Peppe

La regista Comencini, probabilmente inspirata da alcuni fatti di cronaca, decide di mettersi alla prova in una pellicola dalla temetica difficile, ostica da trattare, dai toni cupi: la pedofilia incestuosa. Nel farlo, però, ben presto dimentica la delicatezza dell'argomento e con sommario approfondimento psicologico confeziona un irreale e meccanico film pseudo-drammatico che si allontana parecchio dallo scrutare intelligentemente l'animo umano, trasformandosi in un mix di fredde emozioni stereotipate. continua »

* * * * *

Brava cristina!!!

lunedì 19 settembre 2005 di www.filmcounseling.com

Cara Cristina [Comencini], ho visto il tuo film e le recensioni piu’ aggressive. Quando Freud aveva presentato alla Commissione Scientifica dell’Università di Vienna la sua teoria sessuale delle nevrosi, tutti i cattedrattici viennesi non lo presero sul serio e per il Neuropatologo viennese fu uno smacco. Così lo stesso fu’ per la “l’Interpretazione de sogni” del 1899. Dovette scrivere un altro libretto, .. “il sogno” nel 1900, per spiegare che cosa voleva dire nel libro dell’anno precedente. Il continua »

* - - - -

Diseducativo

giovedì 15 settembre 2005 di ezio99

Un passo falso della Mezzogiorno, comunque brava e intensa, malgrado questo film. Film, ad esser gentili, diseducativo. La banalità dei dialoghi e delle situazioni è pari (in negativo), soltanto alla drammaticità, quasi sacralità, del tema affrontato. La psicologia dei personaggi risulta al limite del grottesco, o del farsesco; non a caso, ad un certo punto, si vede il regista di una serie tv interrogarsi sulla credibilità delle battute, e gli attori, appena fuori scena, scoppiare a ridere. Un continua »

* * - - -

Deludente e mal trattato

domenica 12 febbraio 2006 di alberto86

Sul fatto che il cinema italiano sia da un po'di tempo in crisi e che rare sono ormai quelle pellicole prodotte e realizzate in Italia degne d'attenzione penso non ci piova.Però ritengo profondamente eccessivo gridare al capolavoro e al ritorno del grande cinema "made in Italy"per un film come questo!"La bestia nel cuore",infatti,a parte il buon cast e il bel titolo,ritengo sia un film piuttosto deludente.Appartiene alla cerchia di quelle pellicole che sarebbero potute essere dei POTENZIALI bei continua »

Il regista Negri
..in fondo le cose che nascondiamo sono quelle che ci assomigliano di più...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Daniele scrive a Sabina
Cara Sabina,
Ci sono dolori da cui è impossibile guarire. Il nostro è uno di questi.
Ma questo non ci impedisce di camminare insieme agli altri con le spalle dritte e i piedi fermi a terra.
Ora che sei madre capirai quanto è importante saperlo fare.
Una cicatrice è un segno indelebile non una malattia.
La vita, quella che pensavamo c'avessero tolto, possiamo riprendercela anche se per farlo abbiamo dovuto cancellare per sempre il ricordo dei bambini che eravamo.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Emilia
Bisogna allontanarsi per vedere
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | La bestia nel cuore

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 18 gennaio 2006

Cover Dvd La bestia nel cuore A partire da mercoledì 18 gennaio 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd La bestia nel cuore di Cristina Comencini con Giovanna Mezzogiorno, Alessio Boni, Stefania Rocca, Angela Finocchiaro. Distribuito da 01 Distribution, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1. Su internet La bestia nel cuore è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 4,99 €
Prezzo di listino: 6,50 €
Risparmio: 1,51 €
Aquista on line il dvd del film La bestia nel cuore

di Natalia Aspesi La Repubblica

C’è un babbo, pur professore, in pigiama che ogni notte s’accosta al figlioletto addormentato e si immagina che gli faccia brutte cose; e un paio di volte, con terrorizzanti effetti musicali, abbraccia con le peggiori intenzioni anche la figlia davvero piccina, mentre la mamma, pure lei professoressa, fa finta di niente, sferruzza, corregge i compiti. Sarà pure un cupo sogno da indigestione, o un angoscioso incubo da trauma infantile sfumato dal tempo, ma sarebbe comunque il virtuoso pretesto per fare un po’ di sempre gradito casino alla Mostra. »

di Marco Lodoli Diario

Quando Gustave Flaubert pronunciò la celebre frase: Madaine Bovary c’est moi, forse disse ancora troppo poco. Certo, è una sintesi perfetta, che ci spiega in un attimo quanto un artista si precipita in ogni opera d’arte; ma in realtà Flaubert avrebbe potuto affermare con la stessa sfrontatezza: Chaque virgule c’est moi: perché la verità è che ogni dettaglio di un libro, ogni sua minima parte, rispecchia interamente la coscienza e la vita di chi li ha scritti. É errato pensare che lo scrittore si riversi solo nel personaggio principale, perché ogni parola, pensata con cura e con fatica, cavata dall’anima, collabora a rendere visibile il profilo invisibile dell’artista. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Come in un romanzo popolare ottocentesco aggiornato, nel secondo film italiano in concorso, La bestia nel cuore di Cristina Comencini, oltre al titolo truce ci sono: una violentata; due bambini, maschio e femmina, molestati sessualmente dal padre, mentre la madre giustifica «è un vizio, è malato, è debole, non dirlo a nessuno, sono cose che succedono, siamo una famiglia»; una ragazza cieca che (non può vedere quanto sia sciupata) s'innamora di una donna matura lasciata dal marito; un parto che comincia con la rottura delle acque in un vagone ferroviario deserto; un regista frustrato, passato da «Edipo re» alle serie televisive ospedaliere, un attore traditore, eccetera. »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

Luigi Lo Cascio, professore di lettere classiche a Charlottesville, vanta la conversazione più noiosa che schermo cinematografico abbia mai conosciuto. Possiamo solo sperare che la scena sia voluta. Che le chiacchiere inerti siano lì per mostrare la freddezza del giovanotto (colpa di un antico trauma), mentre la sorella speranzosa è arrivata dall’Italia per dirgli “sono incinta”, e riferirgli gli ultimi brutti sogni. Incubi dove vediamo la patta di un pigiama spalancata su qualcosa che non sapremo descrivere in altro modo se non come un buco nero. »

La bestia nel cuore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (3)
David di Donatello (7)


Articoli & News
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 9 settembre 2005
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità