La passione di Cristo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La passione di Cristo   Dvd La passione di Cristo   Blu-Ray La passione di Cristo  
Un film di Mel Gibson. Con James Caviezel, Maia Morgenstern, Monica Bellucci, Rosalinda Celentano, Claudia Gerini.
continua»
Titolo originale The Passion of the Christ. Religioso, durata 126 min. - USA, Italia 2004. MYMONETRO La passione di Cristo * * * 1/2 - valutazione media: 3,52 su 196 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,52/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * - - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
Film impossibile da recensire, in chiave 'normale'. Perchè non si può non partire da due pregiudizi, quello del credente o quello del non credente.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
La Passione secondo Mel Gibson
Pino Farinotti     * * * * *
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Film impossibile da recensire, in chiave “normale”. Perché non si può non partire da due pregiudizi, quello del credente o quello del non credente. Critici e commentatori normalmente equidistanti e distaccati, molto accreditati, non hanno resistito al sentimento, al coinvolgimento, sì, al pregiudizio. La Passione è stato definito pulp, horror, e via dicendo. Vanno rilevati, prima di tutto, l’attesa e il marketing. In tutta la storia del cinema mai un film ha generato tanta attesa, da Via col vento a Ben Hur, da Otto e mezzo a Schindler’s List. Un’attesa certamente buona e benemerita, al di là di tutto. Lo si deve a Gesù, personaggio eccezionale, magari divino. Guardato al microscopio della filologia, dei vangeli, della Storia eccetera il film presenta… solo errori: il linguaggio, le omissioni, questi troppo cattivi, quelli troppo buoni, l’eccesso di violenza, i pesi del racconto, la parte di croce orizzontale, la croce intera, i buchi prefabbricati, l’invenzione del diavolo. Trattasi di un vero manifesto di tutte le licenze che può permettersi il cinema. E non vale neppure la (più o meno grande) consapevolezza di Gibson, che è comunque autore tenace e capillare e certamente ha molto ragionato su ciò che doveva fare. Il film va dunque inteso come eccesso di cinema e magari di licenze, e come iperbole generale. Col paradosso degli opposti: troppa filologia di linguaggio - aramaico e latino - troppa semplicità e sproporzione di caratteri - le facce da bestie dei torturatori, di Barabba, la crudeltà di Caifa eccetera -, 90 minuti di torture, 2 minuti di resurrezione. E poi quel simbolo grottesco del tavolino costruito dal falegname Gesù, di perfetto design, che mette in difficoltà anche la Madonna. Dunque iperbole e eccesso di espressione. Però, rispetto all’iconografia tradizionale certamente Caviezel si avvicina molto a quell’immagine. La scena iniziale nel Getsemani, la sagoma di Gesù, il buio, gli ulivi neri, la paura del destino che si compirà, davvero commuove. Chi crede è tenuto a ritenere che quella rappresentazione sia vicina alla verità. Così come cerca di essere verità il linguaggio, l’aramaico e il latino tradotti dai sottotitoli. E i sottotitoli sono, questa volta, una mediazione particolare, sono la metafora di sé stessi. Certo, è sentimento, è suggestione. Non è fede, che deve giungere da altri luoghi, non dalla corteccia, ma dalla profondità cerebrale. E poi il cinema, si sa, non ha lo stomaco per i grandi pronunciamenti. Puoi entrare in sala dubbioso ed uscire credente, magari per un’ora, o per un giorno. Nessuno si convertirà assistendo alla Passione, perché il cinema non converte nessuno. Il film potrà essere acquisito come moda o suggestione però il primo risultato c’è stato, quello dell’attesa, dell’evento e, appunto, del promemoria. La violenza, la sofferenza, il sangue, iperrealisti, esasperati, ne sono il valore aggiunto. In venti secoli di tradizione, di memorie, di omelie reiterate, forse l’istantanea della sofferenza di Gesù è diventata abitudine, è stata dimenticata e azzerata. Gibson ce la ripropone con un supplemento di shock. Un promemoria che può servire. In questo momento storico, dove la nostra cultura occidentale, e la nostra religione, sono taciturne, sconcertate e aggredite, è bene ricordare che anche dalle nostre parti c’è una mistica forte e c’è la fede, se vuoi interessarti a lei.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
LA PASSIONE DI CRISTO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Premi e nomination La passione di Cristo MYmovies
La passione di Cristo recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Premi e nomination La passione di Cristo

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
* * * * *

Il frastuono del silenzio...

giovedì 12 gennaio 2006 di bhm

Un film non sarà mai in grado di rappresentare il Mistero di Dio che manda il suo figlio Gesù sulla terra, affinché offra la sua vita come sacrificio per la salvezza dell'umanità. Premesso questo, tutte le recensioni da parte di chi non crede, sono assolutamente fuori luogo proprio perché sono al di fuori della vicenda della Passione di Cristo. Scusate il paragone banale, ma sarebbe come se uno juventino scrivesse la biografia di Franco Baresi (leggendario capitano del Milan). Proprio per l'argomento continua »

* * * * *

Un capolavoro assoluto

giovedì 8 aprile 2004 di Lucanto

Il pregio di questo film svela la ragione nascosta di chi non lo apprezza: considera la passione di Cristo un fatto storico, non già una favola da stropicciare a proprio piacimento. Cristo è stato torturato ed ucciso come tanti altri condannati lo erano alla sua epoca: Cristo non ha reagito come molti altri condannati della sua epoca facevano. Egli ha fatto nuove tutte le cose, come intitola René Girard uno dei suoi primi libri, ha mostrato le cose che sono nascoste dall'origine dei tempi. Ha mostrato continua »

* * * * -

Bello e potente nonostante le lacune

martedì 20 settembre 2005 di Giovanni

Bel film. Veramente. Ovviamente non mi sembra il caso di scrivere quanto già detto. Cristo non l'avevamo mai visto così. E' una rivoluzione. Gli ho dato quattro stelle perchè è un film che finalmente parla chiaro sulla Passione di Gesù. Quel venerdì non si compiva solo il volere di Dio, ma fu una giornata di sangue, sudore e lacrime così come Gibson ce la mostra. Violento? Sì molto, ma è una violenza necessaria per far capire cosa accadeva nella Gerusalemme del I° secolo quando i romani crocifiggevano. continua »

* * * * *

Un film unico nel nostro tempo...

venerdì 30 marzo 2007 di Roby

Uno dei film più grandi degli ultimi tempi, sotto diversi aspetti; il primo, e il più importante, è la sensazione di angoscia che accompagna tutto il film, Gibson ha creato delle immagini forti e suggestive, di un realismo impressionante e veritiero, da sconvolgere l'animo di chi lo vede; questo grazie ad una fotografia eccezionale, dove la luce accarezza i volti e l'ombra genera sinistri presagi. Poi la scelta di far recitare gli attori in aramaico e latino, che aiuta ad entrare ancor meglio nell'epoca continua »

Gesù Cristo
Ma io vi dico.. amate i vostri nemici e pregate per i vostri presecutori.Infati se amate solo quelli che vi amano...qualle merito avete ??
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Gesù Cristo
"In verità ti dico: oggi sarai con me in Paradiso"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Gesù (James Caviezel) si rivolge agli apostoli
Vegliate e pregate per non cadere in tentazione.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | La passione di Cristo

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 16 novembre 2010

Cover Dvd La passione di Cristo A partire da martedì 16 novembre 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd La passione di Cristo di Mel Gibson con James Caviezel, Maia Morgenstern, Monica Bellucci, Rosalinda Celentano. Distribuito da Eagle Pictures. Su internet La passione di Cristo è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film La passione di Cristo

SOUNDTRACK | La passione di Cristo

La colonna sonora del film

Disponibile on line da mercoledì 23 marzo 2016

Cover CD La passione di Cristo A partire da mercoledì 23 marzo 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film La passione di Cristo del regista. Mel Gibson Distribuita da Music on Vinyl. Su internet il cd The Passion of the Christ è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »
Prezzo: 26,50 €
Aquista on line la colonna sonora del film La passione di Cristo

di Bruno Forte Il Mattino

Amos Luzzatto, presidente dell’Unione delle comunità ebraiche italiane, in un’intervista all’Unità del 13 marzo scorso sul film The Passion di Mel Gibson, dichiara che «dopo annidi lavoro comune, il processo di avvicinamento tra le due grandi religioni monoteiste d’Occidente subisce una crisi fino a poco tempo fa impensabile». La ragione starebbe nel fatto che quel film, «dilagando come una parola di verità sugli schermi di mezzo mondo», potrebbe far riemergere «quel sanguinano vecchio pilastro della nostra cultura fondato sulla colpevolezza degli ebrei nella morte di Gesù Cristo». »

di Vittorio Messori Il Giornale

Ci vorrebbe una guida, qualcosa come un piccolo manuale per aiutare a capire il significato di quelle dodici ore a Gerusalemme e di queste due ore di proiezione che cele sbatto-no in faccia in mo-do tanto provocatorio». Questa la convinzione cui arrivano Andrea Tornielli ed io, con-frontando le impressioni dopo avere visto in anteprima il film di Mel Gibson ed averne riferito sui giornali cui collaboriamo. Uniti dalla stessa prospettiva cristiana, The Passion of the Christ ci aveva colpiti come di rado capita a chi, per il mestiere che pratica, vorrebbe farsi credere al riparo dalle emozioni. »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

Calato in volo sulla croce di Gesmas, il cattivo ladrone (Francesco Cabras), un corvo gli strappa via un occhio. Per un riflesso spontaneo, in platea dovremmo distogliere lo sguardo. Forse Mel Gibson e il cosceneggiatore Benediet Fitzgerald se l’attendono, questa nostra ripulsa visiva, come segno e conferma dell’invedibilità delle sofferenze di Gesù (James Caviezel). Ma noi, giunti quasi alla fine di La Passione di Cristo (The Passion of the Christ, Usa, 2004, 127’), ci sentiamo solo vinti da una trista, interminabile esibizione di carne lacerata. »

di Vittorio Zucconi La Repubblica

Quando si riaccendono le luci in sala e l'ultimo schizzo di sangue si stacca dalla retina dove il regista Mel Gibson ha cercato di incollarlo per due ore, resta rappresa una domanda cui il film-scandalo del 2004 sulla Passione di Nostro Signore non risponde. Perché? Quali sono le ragioni, l'intento, la carità, che hanno chiamato Gibson a spendere 25 milioni di dollari per finanziare e difendere un film sulle ultime ore di Gesù raccontandole con la sensibilità poetica di un peso massimo deciso a spaccare la faccia all'avversario sul ring delle religioni? Nella saletta privata della Fox a Hollywood intitolata a Darryl Zanuck, il produttore del "Giorno più lungo", per l'anteprima del film che andrà in distribuzione il 25 febbraio, vedo gli altri invitati restare impietriti a guardare scorrere anche i "crediti", i titoli di coda. »

La passione di Cristo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Immagini
1 | 2 |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità