La foresta dei pugnali volanti

Acquista su Ibs.it   Dvd La foresta dei pugnali volanti   Blu-Ray La foresta dei pugnali volanti  
Un film di Zhang Yimou. Con Ziyi Zhang, Takeshi Kaneshiro, Andy Lau, Dandan Song Titolo originale Shi mian mai fu. Azione, Ratings: Kids+13, durata 119 min. - Cina, Cina 2004. - Bim Distribuzione uscita venerdì 21 gennaio 2005. MYMONETRO La foresta dei pugnali volanti * * * 1/2 - valutazione media: 3,74 su 55 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,74/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
Wuxiapian è un termine che ultimamente sta tornando di moda e dopo aver visto La Foresta dei Pugnali che Volano non si fatica certo a capirne il motivo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Wuxiapian & Zhang Yimou: un sodalizio che regala un altro gioiello
Giovanni Idili     * * * * -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Wuxiapian è un termine che ultimamente sta tornando di moda e dopo aver visto La Foresta dei Pugnali che Volano non si fatica certo a capirne il motivo. Zhang Yimou, dopo il superbo Hero, propone un'altra opera sospesa nel tempo e avvolta in un impalpabile velo di poesia.
Siamo nell'859 D.C., la dinastia regnante dei Tang è in declino. Numerosi gruppi rivoluzionari caldeggiano nell'oscurità la caduta delle forze imperiali, ritenute responsabili per la decadenza morale che affligge il paese. Una danzatrice cieca è sospettata di appartenere al pericoloso clan chiamato "la casa dei pugnali volanti": due ufficiali dell'esercito tenteranno di far uscire allo scoperto gli alti vertici della fazione fuorilegge usando la ragazza come esca, ma l'amore giocherà loro dei brutti scherzi.
Chris Doyle (Hero) è stato sostituito alla fotografia da Zhao Xiaoding ma il registro proprio non cambia: il risultato è un lavoro sovraccarico di colori che chiede di essere guardato e attrae lo spettatore mozzando il fiato in numerose occasioni. Lo spettacolo è infatti vertiginoso a livello visivo, talmente ricco di sfumature e contrasti da risultare spesso sorprendente nello svariare sul fronte dello spettro del visibile in modo fluido ed emozionante. Non c'è bisogno di scomodare chissà quali simbolismi se ci si lascia trasportare dalla poesia delle musiche, echi tradizionali che incorniciano e sostengono la forza delle splendide immagini. L'autore pare aver trovato una dimensione che funga da perfetto e personalissimo mezzo espressivo sia a livello formale che di contenuti. Temi cari a Yimou come la posizione del singolo rispetto al "potere", di qualunque tipo esso sia, trovano in simili ambientazioni storiche spazio di sviluppo pressoché illimitato. Si parla del rapporto tra "ragion di stato" e individualità in modo molto puntuale e realistico, meno vertente su ideali assoluti che in precedenti occasioni. Tali tematiche sono infatti affrontate in un'ottica dove l'eroismo, calibrato sul lirismo narrativo e sul risvolto romantico, nasce da sentimenti e attrazioni personali talmente forti da prevalere su ogni regola o divieto marziale.
Rispetto a Hero tutto è meno "iperuranico" e più volutamente sfaccettato: i combattimenti sono quasi "umani" (pur non essendolo del tutto...), le azioni dei protagonisti sono eroiche ma a misura d'uomo e persino la cornice visiva è più viva, cangiante, meno monocromatica e definita. In questo senso la pellicola focalizza differenti aspetti delle stesse tematiche e risulta per molti versi complementare al precedente lavoro dell'autore. Se Hero trovava in un ritmo a tratti pericolosamente ingolfato i suoi limiti, La Foresta dei Pugnali che Volano è scandito da tempi perfetti che lo lanciano verso il sublime. Il cast non delude: Andy Lau è una certezza e Zhang Ziyi cresce film dopo film (il salto di qualità da La Tigre e il Dragone è veramente notevole). In amore e in guerra da sempre non esistono regole, se non quella di perseguire con ogni mezzo la propria causa: questo è il messaggio che arriva più forte, tra i tanti spunti di facile attualizzazione che il film regala allo spettatore. Wuxiapian & Zhang Yimou: di fronte a simili capolavori è riduttivo chiamarla moda.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
LA FORESTA DEI PUGNALI VOLANTI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Premi e nomination La foresta dei pugnali volanti MYmovies
La foresta dei pugnali volanti recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Premi e nomination La foresta dei pugnali volanti

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
Golden Globes
0
1
* * * * -

Il trionfo del wuxiapan

mercoledì 26 gennaio 2005 di serpico

Sembra passato un secolo, ormai, da quando solo quattro anni fa il coraggioso Ang Lee portò sugli schermi il suo film “la tigre e il dragone”, ottenendo contro ogni previsione un successo planetario. Fu la svolta: ormai “sdoganato”, il genere “wuxiapan” (cioè “cappa e spada” in salsa cinese) fece breccia nel cuore degli spettatori, e da allora sono stati molti i registi che hanno provato a cimentarvisi. Non ultimo (e non poteva essere altrimenti) ci ha provato il più famoso cineasta dagli occhi continua »

* - - - -

Smalto sul nulla

lunedì 24 gennaio 2005 di enoc

Zhang Yimou è uno dei registi più sopravvalutati del pianeta: il suo cinema accattivante e ruffiano non ha mancato di riscuotere successi e consensi da parte di critica e pubblico. Passano gli anni e i suoi film continuano ad occupare gli schermi cinematografici di mezzo mondo, appagando spettatori in cerca di emozioni estetiche a buon mercato. Anche stavolta Yimou non si smentisce e confeziona una pellicola intrisa di sentimentalismo e tanto tanto colorata, ma totalmente priva di un'autentica gestione continua »

* - - - -

Perché la fuga?

giovedì 24 febbraio 2005 di H.M.

Perché il collega del bellone lo spinge a fuggire con la bellona, visto che fa parte anche lui dell'Alleanza dei pugnali volanti? La fuga ci è giustificata all'inizio come un 'trucco' per scoprire il covo dei rivoluzionari e per stanare il nuovo capo... Non ho niente da dire sulla regia, sulla fotografia, sui combattimenti (che rinosco essere impeccabili), ma mi domando quale produttore abbia avuto il coraggio di investire soldi in un film la cui trama non è soltanto effimera (fosse stata così continua »

* * * * *

Idilliaco!!!

martedì 25 gennaio 2005 di GIANNI

Film giocato sull'angoscia di un "cosciente inganno" piuttosto che sull'azione, e di un "Amore Idilliaco" che macchia di rosso (ultima scena) una foresta imbiancata di neve. Stupenda la metafora visiva tra i sentimenti dei protagonisti e la pittorescha e colorata foresta che, "sul finire", cede il posto alla monocromatica tormenta di neve. Danza e musiche (fantastica Zhang Ziyi nella danza dei tamburi) si amalgamano perfettamente in tutto il film. Da non perdere!!! continua »

Leo,(Andy Lau)durante il duello al Padiglione delle Peonie con Mei.(Zhang Zihi)...
"Èaffascinante battersi con chi non ti vede"...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | La foresta dei pugnali volanti

Uscita in DVD

Cover Dvd La foresta dei pugnali volanti È disponibile in tutti i negozi il dvd La foresta dei pugnali volanti di Zhang Yimou con Ziyi Zhang, Takeshi Kaneshiro, Andy Lau, Dandan Song. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet La foresta dei pugnali volanti è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film La foresta dei pugnali volanti

di Mariuccia Ciotta Il Manifesto

Vento è il soprannome del capitano Jin, al servizio dell'imperatore corrotto nell'anno 850, dinastia Tang, e House of flying daggers (ribattezzato in Italia, chissà perché, «La foresta dei pugnali volanti») di Zhang Yimou è il Via col vento del 2004, parte cinese. Il kolossal (presentato fuori concorso a Cannes 2004), rovescia il genere di spade e cavalieri, disintegrandone il cuore virile in una anti-epopea dalla potenza pari al film di Victor Fleming sulla guerra di secessione. Mei, guerriera travestita da cortigiana cieca, militante del gruppo rivoluzionario dei Pugnali volanti che «rubano ai ricchi per dare ai poveri», è una seguace di Rossella O'Hara. »

di Roberto Nepoti La Repubblica

Cina, anno 859. Mentre la potente dinastia Tang entra in declino, un intrigo coinvolge tre persone: Mei, giovane rivoluzionaria cieca, e i due ufficiali Leo, capo della polizia, e Jin, che si spaccia per un guerriero solitario di nome Vento. A imbrogliare le carte, interviene l'amore col suo seguito di menzogna e doppiogioco, tradimento e vendetta. Due anni dopo "Hero" (da noi uscito pochi mesi fa), Zhang Yimou torna a esercitarsi nel wuxia; ma questa volta lo fa rispettando alla lettera le regole del cinema di spada cinese. »

di Alberto Castellano Il Mattino

In bilico tra arti marziali e melodramma in costume, «La foresta dei pugnali volanti» rivendica la facoltà di parlare d'amore sciorinando il tripudio scenografico degli effetti speciali del cappa-e-spada cinese (wuxiapian). Il nuovo film di Zhang Yimou, da vedersi rigorosamente su grandissimo schermo, dispiega lo stesso piglio stilistico che da «La tigre e il dragone» di Ang Lee e il suo recente «Hero» rimanda alla linea di forte impatto giovanilistico «Matrix»/«Kill Bill». La trama, sospesa in un medioevo atemporale, racconta dei capitani di contea Leo e Jin sguinzagliati alla caccia del capo della setta dei Pugnali Volanti che si oppone al corrotto Imperatore. »

di Alessandra Mammi L’Espresso

Nell’Ottocento sognavamo Parigi e i pittori. Nel Novecento l’America tutta: deserti, praterie e metropoli. Ora sogniamo tigri e dragoni, foreste di bambù e samurai, imperatori e guerrieri, arti marziali, eroi ed eroine volanti. L’immaginario è in Asia. Il futuro pure. E non può che confermarlo un festival che si chiama Future Film Festival, che si concentra sulle nuove meraviglie visive e che a Bologna dal 19 al 23 gennaio presenta in anteprima una carrellata di film giapponesi, sudcoreani, cinesi, più l’anteprima italiana del nuovo Zhang Yimou La foresta dei pugnali volanti. »

La foresta dei pugnali volanti | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | serpico
  2° | gianni
  3° | federico pavani
  4° | laurence316
  5° | h.m.
  6° | ilpredicatore
  7° | ghezzi666
  8° | cris
  9° | cineman94
10° | gabrielebaldin
11° | charlo
12° | francesco2
13° | andrea giostra
14° | sergio bonfiglio
15° | kanali85
16° | enoc
Premio Oscar (1)
Golden Globes (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 21 gennaio 2005
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 6 settembre
I puffi - Viaggio nella foresta s...
venerdì 1 settembre
King Arthur - Il potere della spada
mercoledì 23 agosto
Fast & Furious 8
mercoledì 26 luglio
Slam - Tutto per una ragazza
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità