•  
  •  
Apri le opzioni

Matthew Vaughn

Matthew Vaughn (Matthew De Vere Drummond) è un regista, produttore, produttore esecutivo, sceneggiatore, è nato il 7 marzo 1971 a Londra (Gran Bretagna). Matthew Vaughn ha oggi 51 anni ed è del segno zodiacale Pesci.

Il segno di Guy Ritchie

A cura di Fabio Secchi Frau

Stretto fra l'America e il Regno Unito, Matthew Vaughn è l'esperto produttore e regista conosciuto per aver finanziato i primi rudi e virili film di Guy Ritchie e per aver diretto Stardust e Kick-Ass.

Un anno sabbatico
Figlio di George De Vede Drummond, un aristocratico inglese imparentato con Re Giorgio VI, è stato educato presso la Stowe School di Buckingham.
Negli anni Novanta si prende un anno sabbatico prima di entrare all'università e gira il mondo con l'Hard Rock Cafè Tour, arrivando fino a Los Angeles, dove troverà lavoro come aiuto regista. Ritornato a Londra, si iscrive al corso di antropologia e storia antica presso l'University College, ma la passione per il cinema è così forte da spingerlo a lasciare gli studi dopo poche settimane e ritornare a Los Angeles dove spera di poter iniziare la carriera di regista.

Il produttore di Guy Ritchie
Purtroppo, dato che in America la concorrenza era altissima, ritorna in Inghilterra diventando produttore di pellicole come The Innocent Sleep (1996) di Scott Michell, con Michael Gambon, Rupert Graves e Franco Nero, e Harry Brown (2009) con Michael Caine.
Dopo aver conosciuto Guy Ritchie, si mette a sua disposizione per finanziargli: Lock & Stock - Pazzi scatenati (1998); Snatch - Lo strappo (2000) con Brad Pitt e il flop Travolti dal destino (2002). Da non sottovalutare il finanziamento dato al telefilm Swag (2003) diretto da Thomas Stark Holland.

The Pusher: l'opera prima da regista
Il primo passo verso la regia lo compie nel 2004, quando dirige The Pusher con Daniel Craig, Tom Hardy, Sally Hawkins e Colm Meaney, tratto dal romanzo "Layer Cake" di J.J. Connolly. La storia è quella del classico gangster movie inglese, al quale Vaughn ha rubato tutti i segreti proprio grazie all'amicizia con Ritchie. Fra avventure, momenti di grande comicità e violenza si racconta la storia di uno spacciatore furbo e presuntuoso che vorrebbe uscire con onori e fedina penale pulita dagli inghippi della mala londinese. Vaughn si impone così all'attenzione dell'Europa con un buon affabulatore di noir dal ritmo sostenuto e dalla coerenza espressiva pari a quella di un Brian De Palma o di un John Boorman. Si cominciano a delineare anche le sue principali caratteristiche stilistiche, come per esempio, la scelta di ruvide periferie metropolitane come locations, l'occhio ai sentimenti sordidi dei personaggi, la macchina da presa sempre in movimento, ma distaccata e scettica.

Il fantasy Stardust
Dopo questo exploit, l'America chiede che ritorni immediatamente da loro per dirigere X-Men - Conflitto finale (2006), ma Vaughn deve rifiutare per problemi familiari e, al suo posto, viene scelto Brett Ratner.
La seconda occasione americana arriva con la trasposizione dell'omonimo romanzo fiabesco di Neil Gaiman Stardust (2007), che segna il ritorno di Michelle Pfeiffer (sua attrice preferita) sul grande schermo, accanto ai più visti Rupert Everett e Robert De Niro. È lo stesso Neil Gaiman, amico intimo di Matthew Vaughn, che dà il suo benestare perché l'autore realizzi il film e, in momenti di estreme difficoltà dal punto di vista della sceneggiatura, gli affianca la sua amica scrittrice Jane Goldman. Stardust rompe i piatti schemi dell'industria cinematografica di Hollywood e si distingue per la creatività, i costosissimi effetti speciali, ma soprattutto per la velocità del montaggio.

Il cult Kick-Ass
Ma il film che ha dato una vera svolta alla sua carriera è Kick-Ass, ispirato all'omonimo fumetto di Mark Millar e John S. Romita Jr. che descrive la storia del nerd Dave Lizewski ossessionato dai fumetti al punto tale da voler diventare un supereroe. Il film, diretto nel 2010 e interpretato da Aaron Johnson, Mark Strong, Chloe Moretz e Nicolas Cage, nasce grazie all'incontro che Vaughn ebbe con Mark Millar, amico di Jane Goldman e di suo marito. Il regista scopre la graphic-novel quando questa ancora stava prendendo forma e, esaltato dall'idea di poter dirigerne una versione cinematografica, si fa mandare da Millar lo script iniziale del progetto. A quel punto, visto che tutti gli Studios avevano respinto l'idea di adattarlo sul grande schermo, Vaughn ha messo a disposizione il suo denaro e produce il film in maniera indipendente. Una volta ultimato il film, il regista ha venduto la pellicola alla Universal, che è stata nominata anche all'Audience Award come miglior film.

Ancora fumetti con X-Men - L'inizio
Sempre in coppia con Millar, decide di portare sul grande schermo il fumetto Thor (2011), ma è costretto a rinunciare per dedicarsi ai personaggi mutanti creati da Stan Lee, gli X-Men, e al loro nuovo film: X-Men: L'inizio (2011), progetto abbandonato da Bryan Singer (che si stava impegnando nel remake di L'ammazzagiganti).
Il progetto successivo come regista è Kingsman - Secret Service (2015), seguito da Kingsman - Il cerchio d'oro (2017) e da The King's Man - Le origini (2021).
Vita privata e matrimonio con Claudia Schiffer
Migliore amico del produttore di videoclip Simon Fields e di Guy Ritchie (basti pensare che è stato suo testimone di nozze durante il matrimonio con la pop star Madonna), Vaughn può vantare di avere come amici anche Jason Statham, Vinnie Jones, Jason Flemyng, Adam Fogerty, Sienna Miller, Brad Pitt, Mark Strong e Dexter Fletcher. Sposato con la top model Claudia Schiffer dal 2002, è padre di Caspar Matthew, Clementine e Cosima Violet de Vere Drummond. Protegge la privacy della sua famiglia, residente a Notting Hill, assumendo degli ex soldati Gurkha.

Ultimi film

Azione, (USA - 2011), 132 min.

Focus

INCONTRI
martedì 31 maggio 2011
Robert Bernocchi

In un panorama di ex ragazzi prodigio che non confermano le attese e che purtroppo finiscono male nella loro vita privata (Macauley Culkin, Haley Joel Osment e la lista potrebbe continuare), fa piacere vedere come Nicholas Hoult non stia affrontando nulla del genere. Sembra ieri che era poco più che bambino in About a Boy, mentre oggi ce lo ritroviamo nei panni di Hank McCoy, alias Bestia, nella nuova versione degli X-Men anni Sessanta, X-Men: L'inizio

INCONTRI
lunedì 30 maggio 2011
Robert Bernocchi

È una strana coppia di attori quella formata da Álex González e Zoë Kravitz. Il primo è uno spagnolo, al suo primo impegno importante con il cinema americano, che per sua fortuna non ha battute nella pellicola, visto che il suo inglese è decisamente incerto e degno degli allenatori italiani che lavorano in Inghilterra. Lei, invece, è una figlia d’arte. Il padre è, infatti, il cantante Lenny Kravitz, la madre Lisa Bonet, che ancora viene ricordata per una torrida scena con Mickey Rourke in Angel Heart - Ascensore per l'inferno

News

Mark Millar è stato coinvolto nella preparazione del film tratto dal suo omonimo fumetto.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati