•  
  •  
Apri le opzioni

Lana Wachowski

Lana Wachowski è una regista, produttore, produttore esecutivo, scrittore, sceneggiatore, co-sceneggiatore, montatore, è nata il 21 giugno 1965 a Chicago, Illinois (USA). Al cinema il 1 gennaio 2022 con il film Matrix Resurrections. Lana Wachowski ha oggi 56 anni ed è del segno zodiacale Gemelli.

Dal mondo di Tolkien alla trilogia di Matrix

A cura di Fabio Secchi Frau

Regista, sceneggiatrice, produttrice cinematografica e autirce di comics americana che, assieme a sua sorella minore Lilly, è la creatrice di una delle trilogie cinematografiche del genere fantascientifico più rivoluzionarie della storia del cinema, tanto per gli effetti speciali quanto per i contenuti offerti: Matrix, un vero e proprio compendio filosofico formato pellicola.
Sono entrambe donne transgender, in passato conosciute come fratelli Wachowski, successivamente come sorelle Wachowski.
Nata Larry, figlia di un'infermiera e di un uomo d'affari e sorella di Lilly Wachowski, Lana ha frequentato la Kellogg Elementary School e successivamente la Whitney Young High, una scuola pubblica dove si specializzavano gli alunni in arte e scienze, all'interno della quale ha potuto frequentare il corso di teatro. Appassionata di Dungeons & Dragons, si trasferisce a New York, studiando al Bard College e dopo la laurea trova lavoro con la sorella come carpentiere, mentre nel tempo libero creano comic books.
Cresciuta con la trilogia di Tolkien sempre fra le mani, Lana convince suo fratello a progettare una trilogia fantascientifica che però affronti gli stessi temi: la lotta sempiterna del Bene contro il Male, l'inganno dei Potenti e la liberazione dagli Oppressori, questi sono gli anni dell'origine di una delle saghe più famose della storia del cinema.
Nel 1993 si sposa con la sua compagna di college, Thea Bloom, e nel 1995, assieme alla sorella decidono di intraprendere la strada del cinema scrivendo il soggetto e la sceneggiatura di Assassins (1995) che verrà portata sul grande schermo da Richard Donner ed interpretata da Antonio Banderas e Sylvester Stallone. La storia è quella di due killer che si pestano i piedi a vicenda in un complicato gioco di intrighi dove si resuscita l'elemento western ed il noir, appesantito però dagli stereotipi che possiamo ritrovare in quasi tutti i film in cui Stallone è protagonista. Il film non ha per niente il successo sperato, Le due sorelle si rifugiano così nel mondo dei fumetti lavorando per la Marvel Comic's Razorline creando il fumetto "Ectokid" (tratto da un romanzo di Clive Barker).
L'anno dopo, Lana e sua sorella ci riprovano, questa volta mettendo i loro cervelli nella regia e firmando Bound - Torbido Inganno (1996). Al posto di Stallone e Banderas ci sono le ottime Jennifer Tilly e Gina Gershon, non più eroi western-metropolitani, ma un complicato gioco di erotismo fra due donne che vogliono rubare i soldi alla mafia e rifarsi una vita insieme. Il film è letale, diabolico, luciferino, le critiche apprezzano e stroncano, rimane il fatto che è uno dei loro film più belli e acuti.
Poi arriva Matrix (1999) e le Wachowski diventano due miti del cinema. Il loro film, basato sull'avvincente storia di un mondo comandato da macchine che schiavizzano gli umani, ormai costretti a vivere in uno stato larvale, nascosto in realtà da un mondo puramente virtuale, conquista tutti per gli effetti speciali innovativi e grandiosi e la spettacolarità dei combattimenti di arti marziali, scomodando i temi di una visione del mondo che va a scavare nella tradizione filosofica occidentale ed orientale. Inizia la loro trilogia tolkeniana contestualizzata in un pessimo futuro, ma che, cinematograficamente parlando, è ricca di grandi invenzioni, anche perché è tenuto ben saldo dalla bravura degli attori: Keanu Reeves su tutti.
Il film ha una fortuna inaspettata e le Wachowski diventano le brillanti creatrici di un genere tutto nuovo, il cyber-action-movie, un mix di cristianesimo e buddismo, di scienze umanistiche e matematiche, di kung fu e non violenza, in un numero infinito di citazioni.
L'attenzione si posa tutta su di loro e loro non concedono più interviste, non si prestano ad alcun servizio fotografico. Lana, in particolare, ai tempi Larry, attraversa un momento difficilissimo, divorzia dalla moglie nel 2002 e si vocifera voglia cambiare sesso, quando poi, inaspettatamente lo si ritrova fidanzato con l'ex attrice dominatrix feticista Ilsa Strix, alias Karin Winslow, molto nota per alcuni film a tematica bondage.
Nel 2003 decidono di proporre gli ultimi due episodi della saga: Matrix Reloaded e Matrix Revolution, ma il successo non viene replicato. I fans si aizzano contro la storia che prende "una brutta piega" nel secondo episodio: il personaggio dell'eroe Neo, che dovrebbe salvare le sorti dell'umanità come un moderno Cristo, si perde in se stesso e tanto scalpore si fa per la nostra Monica Bellucci che entra nel cast con il ruolo della tentatrice Persephone, traditrice di Matrix. Si perde il timbro psico-religioso e si intensificano le scene di combattimenti o inseguimenti. Velocità a livello del suono, effetti speciali a go go, immobilità della trama, la freddezza permea l'intera pellicola.
Mentre l'ultima parte della trilogia, lascia la delusione. Le sorelle Wachowski scelgono lo stile estetico alla passione che vibrava nei personaggi, la fotografia elegante e la scenografia virtuale alla drammaturgia della storia e così non rimane altro che un bel quadro dove anche se l'estremo sacrificio dell'eroe avviene, nessuno sembra quasi accorgersene.
Speronate dalle critiche, tornano ancora una volta ai fumetti e l'anno seguente collaborano con la Burlyman Entertainment scrivendo la sceneggiatura di due comics ("Shaolin Cowboy" e "Doc Frankenstein"), ma non lasceranno il cinema dato che scriveranno soggetto e della sceneggiatura di Carnivore, che passerà alla regia di George A. Romero.
E nel 2006 hanno prodotto il film di James McTeigue V per Vendetta, storia tratta da un fumetto di Alan Moore che narra le vicende di un terrorista in un futuro dove la Germenia Nazista ha vinto la seconda guerra mondiale. A realizzare questo film, dovevano figurare le Wachowski, ma poi hanno scelto di restare solo alla produzione, ribattezzando la loro casa di produzione Eon Enterteinment con il nome di Anarchos.
Nel 2013 dirigono insieme a Tom Tykwer Cloud Atlas, il primo film firmato come Lana, e non più Larry (dopo il cambio di sesso).
Le due sorelle dirigeranno poi nel 2015 Jupiter - Il destino dell'universo.

Prossimi film

Ultimi film

Azione, (USA - 2008), 135 min.
Fantascienza, (USA - 2003), 138 min.
Fantascienza, (USA - 2003), 128 min.
Fantascienza, (USA - 1999), 133 min.

Focus

APPROFONDIMENTI
mercoledì 9 gennaio 2013
Mauro Gervasini

Il progetto tutto tedesco di Cloud Atlas, dal 10 gennaio nelle sale, è come noto di Tom Tykwer ma i fratelli Wachowski non hanno esitato a gettarvisi dentro a capofitto, intuendo l'eccezionalità dell'impresa. Un film di quasi tre ore tratto dal libro "L'atlante delle nuvole" di David Mitchell, con sei differenti storie che si intrecciano attraverso le epoche. Dalla guerra civile americana, con la lotta solitaria di un uomo contro la schiavitù, al 2321 postatomico quando un altro uomo, o forse lo stesso, scopre una (nemica? amica?) civiltà

GALLERY
lunedì 4 maggio 2009
Marlen Vazzoler

Mentre è uscito un nuovo poster del film sulla seconda guerra mondiale di Quentin Tarantino, Bastardi senza gloria, che verrà mostrato in anteprima al Festival di Cannes, il regista ha fatto un'interessante dichiarazione: "Questo è stato il film più difficile che abbia mai fatto", aggiungendo che ha dovuto lavorare velocemente per farlo, "Ho voluto fare un capolavoro prima della fine del decennio"

INCONTRI
giovedì 8 maggio 2008
Marzia Gandolfi

Cinema senza limiti (di velocità) Dopo la virtualità ludica di Matrix tocca a Speed Racer sfidare il cinema che è stato, entrando con grinta e motori rombanti nell'immaginario collettivo. Superando ogni rappresentazione precedente i fratelli Wachowski congiungono ancora una volta il reale al virtuale. Ispirandosi all'anime giapponese Mach Go Go Go, un cult (sulla carta e sul piccolo schermo) degli anni Sessanta di Tatsuo Yoshida, i Wachowski re-inventano per il grande schermo le sfolgoranti imprese di un pilota ribelle in un società e in una gara (quella della World Racing League) controllata da potenti e corrotte organizzazioni

News

Ai blocchi di partenza il cartoon animato dei fratelli Wachowski, che superano i confini del filmabile.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati