•  
  •  
Apri le opzioni

Judy Davis

Judy Davis. Data di nascita 23 aprile 1955 a Perth (Australia).
Nel 2007 ha ricevuto il premio come miglior attrice secondaria miniserie o film tv al Emmy Awards per il film The Starter Wife. Dal 2002 al 2007 Judy Davis ha vinto 4 premi: AFI Awards (2002), Emmy Awards (2007), Golden Globes (2002), SAG Awards (2002). Judy Davis ha oggi 67 anni ed è del segno zodiacale Toro.

Un'aristocratica interprete della settima arte

A cura di Fabio Secchi Frau

Attrice australiana impegnata e a tutto tondo, da sempre interprete di ruoli "lontani" (in tutti i sensi), che si è sempre distinta per le proprie scelte controcorrente sia nella vita privata sia in quella lavorativa. Dalle fanciulle ribelli che vogliono realizzare i loro sogni, anche a dispetto delle rigide norme sociali del loro tempo, ai ritratti di nobildonne francesi algide e spietate della corte francese dell'Ancien Régime, che le norme sociali le incarnano e le impongono. Questa è Judy Davis. Attraente ed interessante figura del cinema mondiale.
Contraddistinta da un carattere disubbidiente ed ostinato, terminati gli studi in una scuola religiosa gestita da suore della sua città, Judy scappa di casa per cantare in un gruppo rock, partecipando ad una tournée di 3 mesi in Giappone e in Taiwan. Tornata in Australia, frequenta il Western Australia Institute of Technology e successivamente la NIDA, National Institute of Dramatic Arts. Compagna di corso di Mel Gibson - con il quale interpreterà "Romeo e Giulietta" di Shakespeare -, conoscerà lì suo marito, anche lui un suo compagno di corso, l'attore Colin Friels.
Il primo regista a dirigerla è l'amico Gillian Armstrong che nel 1976 la fa partecipare al cortometraggio Clean Straw for Nothing. Nel 1977 debutta sul grande schermo con il film High Rolling di Igor Auzins (con il quale lavorerà ancora). L'anno seguente si fa notare in La mia brillante carriera di Gillian Armstrong. Riconosciuta come un talento dalla critica australiana ed inglese, per il suo ritratto di Sybylla Melvyn - una ragazza di umili origini che, agli inizi del XX secolo, suscita scandalo per la sua scelta di diventare scrittrice, rinunciando alla stabilità del matrimonio -, otterrà notevoli riconoscimenti.
Con gli anni Ottanta aderisce al movimento "Australian New Wave", formato da registi e attori australiani per il sostegno dell'arte cinematografica del continente oceanico. Si trasferisce poi in Inghilterra, dove recita a teatro con enorme successo, infatti viene nominata all'Olivier Award per "Insignificance" come Attrice dell'Anno.
Ma è con il bellissimo Passaggio in India (1984) del maestro David Lean che ci offre la sua interpretazione migliore. Il personaggio della timida e repressa Adela Quested, che accusa a torto un medico indiano di averla aggredita, le vale la sua prima nomination all'Oscar come Attrice Protagonista. Quello stesso anno, sposa il marito Colin Friels, dal quale avrà due figli Charlotte e Jack. Una particolarità che li riguarda entrambi è che, nel 1986, vinsero l'Australian Film Institute Awards per due film diversi: lei per Kangaroo e lui per Malcom.
Da quel momento in poi, Judy Davis è oggetto del cinema d'autore e di registi come i fratelli Coen, Cronenberg, Eastwood e Demme. Ma in primis è Woody Allen che la impone in molti dei suoi film, facendone una delle sue attrici feticcio. La ritroveremo infatti in: Alice (1990); Mariti e mogli (1992), dove grazie al nevrotico ruolo di Sally avrà la sua seconda nomination agli Oscar e ai Golden Globe come Miglior Attrice non protagonista; Harry a pezzi (1996) e Celebrity (1997).
Fra la fine degli anni Novanta e gli inizi del 2000, la Davis lavora soprattutto per la televisione, ottenendo comunque numerose nomination agli Emmy Awards per una fiction sulla vita di Judy Garland.
Nel 2001, l'attrice torna al grande schermo con Frankie e Ben - Una coppia a sorpresa di Susan Seidelman, in una singolare commedia con Marcia Gay Harden. Mentre l'anno seguente, dopo episodi di violenza familiare fra lei ed il marito, riceve la nomination all'Helpmann Award (l'equivalente al Tony Award australiano) per la piece "Victory" come Miglior Attrice.
E sicuramente vale la pena ricordare che la macchina da presa di Sofia Coppola seguirà Judy Davis fra i corridoi lucenti e le eleganti stanze di Versailles, nel ruolo della Contessa De Noailles in La vita di Maria Antonietta (2006), come ad indicare il suo posto nel cinema: quello di un'aristocratica interprete della settima arte.
Più recentemente partecipa al film di Woody Allen To Rome with Love e a Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet di Jean-Pierre Jeunet; e nel 2016 la vedremo accanto a Kate Winslet in The Dressmaker - Il diavolo è tornato e ancora una volta diretta da Allen in Café Society.

Ultimi film

Thriller, (Australia - 2021), 110 min.
Commedia, (USA, Italia, Spagna - 2012), 111 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati