Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet

Film 2013 | Avventura +13 105 min.

Regia di Jean-Pierre Jeunet. Un film Da vedere 2013 con Helena Bonham Carter, Judy Davis, Callum Keith Rennie, Kyle Catlett, Niamh Wilson. Cast completo Genere Avventura - Francia, 2013, durata 105 minuti. Uscita cinema giovedì 28 maggio 2015 distribuito da Microcinema. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,33 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Jean-Pierre Jeunet torna a girare un film in inglese, e questa volta in 3D: un film d'avventura tratto dal romanzo di Reif Larsen. Il film ha ottenuto 3 candidature e vinto un premio ai Cesar, In Italia al Box Office Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet ha incassato 125 mila euro .

Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,33/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 3,00
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO SÌ
Il racconto di un'America dimenticata, lirica e meravigliosa, ripresa poeticamente grazie ad una tecnica 3D sempre funzionale alla narrazione.
Recensione di Alessandro Venier - Redazione SdC
Recensione di Alessandro Venier - Redazione SdC

T.S. Spivet ha dieci anni e vive in un ranch sperduto nel Montana insieme ai genitori e alla sorella Grace. T.S. Aveva un gemello, Layton, morto in un incidente con il fucile. Layton giocava a fare il cowboy, tutto muscoli e lazo. T.S. invece ha un'intelligenza superiore alla media, raccoglie dati e sperimenta. Ha inventato la macchina a moto perpetuo e ha spedito i suoi progetti. Un giorno il telefono squilla. L'istituto Smithsonian vuole conferirgli il premio Baird e T.S ora deve andare a Washington D.C. a ritirarlo. Nessuno ovviamente sa che lui è soltanto un bambino. Così, alle quattro della mattina, inizia l'avventura a bordo di un treno merci.
Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet è un viaggio al contrario, da ovest verso est, in antitesi con il mito da frontiera americana. È un ritorno all'origine, un cammino solitario in cui il distacco dalla famiglia rigenera relazione. È un percorso spirituale, naturale processo silenzioso di accettazione della perdita. Metabolizzare l'assenza per rinascere. E riscoprirsi non solo intelletto, ritrovare in se stessi il lato mancante. Complementare.
Lo straordinario viaggio di T.S Spivet racconta un'America dimenticata, lirica e meravigliosa. Un'America sconfinata, ripresa poeticamente grazie ad una tecnica 3D sempre funzionale alla narrazione. Un mondo descritto attraverso gli occhi di un piccolo genio. E il parallelismo è facile, immediato. Un bimbo che inventa cose e un regista che crea storie. Jean-Pierre Jeunet è un artigiano, uno che si sporca le mani e, con il suo stile inconfondibile, plasma materia cinematografica. Scrive, disegna, riprende e dirige. La tecnica e la poesia si mescolano nell'unico grande obiettivo della creazione di un mondo unico, reale e immaginario. Fantasioso, appunto. Ci si trova nella favola onirica di un bimbo simile per natura ai coetanei Hugo Cabret e Pi. E i coetanei in sala, intanto, hanno accolto con lunghi applausi le divertenti avventure del piccolo genio. Non solo battiti di mani, ma boati e urla felici. Sono bambini, e sono il termometro della verità. E al Festival Internazionale del Cinema di Roma Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet ha conquistato un po' tutti, grandi e piccini.

Sei d'accordo con Alessandro Venier - Redazione SdC?
LO STRAORDINARIO VIAGGIO DI T.S. SPIVET
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €14,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 31 maggio 2015
Writer58

L'ultima opera di Jeunet (di cui avevo visto "Il favoloso mondo di Amelie") mi ha lasciato sensazioni positive, un diffuso senso di leggerezza ormai insolito in questi ultimi tempi, dominati da eventi plumbei  e regressivi. Già nei titoli, il regista francese illustra la sua poetica. I riferimenti al "favoloso" e allo "straordinario" rimandano a favole [...] Vai alla recensione »

lunedì 25 agosto 2014
Linus2k

Per la serie: "se il film non arriva in Italia, l'italiano prova di tutto per arrivare al film", l'ultima avventura di Jean Pierre Jeunet, "L'Extravagant voyage du jeune et prodigieux T.S. Spivet", una cooproduzione franco americana ispirata dal romanzo "La mappa dei miei sogni" di Reif Larsen, va visto in francese o inglese, ad ormai un anno dalla sua uscita [...] Vai alla recensione »

venerdì 5 giugno 2015
Flyanto

 Jean-Pierre Jeunet ritorna sullo schermo con un'altra favola, come il precedente "Il Favoloso Mondo di Amélie", ma ambientandola negli Stati Uniti e precisamente nello sconfinato, selvaggio ed affascinante territorio del Montana. La vicenda è tutta imperniata su di un ragazzino di dieci anni, estremamente dotato di intelligenza, che viene convocato a Washington [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 luglio 2015
enzo70

 T.S. Spivet è un bambino prodigio; cresciuto in un ranch del Montana, con un padre cow boy che ricorda il più truce Clint ed una madre entomologa. T.S. ha una sorella che sogna di diventare una modella ed un fratello gemello Layton eterozigote che ha tutto quello che lui non ha, forza, coraggio, e non ha tutto quello che lui ha, l’intelligenza e la curiosità intellettuale. [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 maggio 2015
Xcacel

Sono passati ormai 13 anni da "il favoloso mondo di Amelie", nei quali Jean Pierre Jeunet ha palesato di aver perso il brio dei tempi migliori, con un paio di film certamente non indimenticabili (l'esplosivo piano di Bazil, per citarne uno). Neanche stavolta purtroppo le attese vengono ripagate. Film troppo lungo, che stenta tantissimo a partire, e finisce presto per annoiare. Vai alla recensione »

domenica 19 febbraio 2017
ginopeloso

È triste finire un film e ritrovarsi a dover ammettere che del film non te n'è fregato niente. Un film che non coinvolge in nessuna parte, che sembra voglia partire e non parte mai. Arriva alla fine senza lasciare niente.

domenica 17 aprile 2016
Liuk

Per essere un film prevalentemente dedicato ai più piccoli, T.S. Spivet è decisamente troppo surreale e presenta soluzioni narrative inadeguate. Come adulto l'ho trovato noioso e con una trama banale e poco avvincente. I miei figli si sono addormentati. Se poi si vogliono continuare a fare film solo per mettersi gli occhialini 3d si vede che mancano veramente le idee.

Frasi
"La natura era scomparsa. Ogni millimetro del paesaggio originario era stato sostituito da costruzioni realizzate dall'Uomo secondo le leggi della geometria.
Come possono gli esseri umani creare così tanti angoli retti, quando i loro comportamenti sono contorti ed irrazionali ?"
Una frase di T. S. Spivet (Kyle Catlett)
dal film Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet - a cura di Giorgio
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

La fonte di ispirazione è un romanzo, Le mappe dei miei sogni nell'edizione italiana 2010 ( The selected works of T. S. Spivet nell'originale inglese pubblicato l'anno prima) dello scrittore statunitense Reif Larsen. La confezione del libro rappresenta graficamente la passione cartografica del piccolo protagonista essendo la scrittura accompagnata e arricchita da mappe e disegni.

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

A 10 anni è difficile essere riconosciuti come geni. Per questo quando il piccolo T.S. Spivet (Kyle Catlett) inventa la macchina del moto perpetuo e viene convocato dall'istituto Smithsonian di Washington per l'attribuzione del premio Baird nessuno gli crede essendo un bambino. D'altra parte T.S. è un'eccezione alla regola: viene dal Montana dove vive in un ranch con mamma entomologa (Helena Bonham [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Piacevole, garbata favola del francese Jean Pierre Jeunet, quello di Amélie, un regista con l'animo del sognatore. T.S. Spivet, dieci anni, vive nel ranch del Montana con papà cowboy, mamma entomologa e sorellona, Non c'è più il gemello Layton, morto in un incidente. Che viaggio fino a Washington, dove è pronto un prestigioso premio per la sua invenzione sul moto perpetuo.

NEWS
VIDEO
giovedì 30 aprile 2015
 

T.S. Spivet ha 10 anni. È un bambino prodigio appassionato di cartografia e invenzioni e vive in un ranch del Montana insieme alla mamma, esperta di morfologia degli insetti, al padre, cowboy nato nel periodo storico sbagliato, a sua sorella quattordicenne [...]

BIZ
venerdì 25 novembre 2011
Robert Bernocchi

Era uno dei film più attesi della stagione natalizia e tra i favoriti per gli Oscar. Finalmente, War Horse inizia a essere proiettato ufficialmente per le associazioni di categoria e per i membri dell'Academy, sia a Los Angeles che a New York.

winner
miglior fotografia
Cesar
2014
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati