Celebrity

Un film di Woody Allen. Con Joe Mantegna, Kenneth Branagh, Melanie Griffith, Judy Davis, Leonardo DiCaprio.
continua»
Commedia, durata 100 min. - USA 1998. MYMONETRO Celebrity * * 1/2 - - valutazione media: 2,98 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,98/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * 1/2 - -
Joe Mantegna
Joe Mantegna (68 anni) 13 Novembre 1947 Interpreta Tony Gardella
Kenneth Branagh
Kenneth Branagh (55 anni) 10 Dicembre 1960 Interpreta Lee Simon
Melanie Griffith
Melanie Griffith (59 anni) 9 Agosto 1957 Interpreta Nicole Oliver
Judy Davis
Judy Davis (61 anni) 23 Aprile 1955 Interpreta Robin Simon
Leonardo DiCaprio
Leonardo DiCaprio (41 anni) 11 Novembre 1974 Interpreta Brandon Darrow
Sam Rockwell
   
   
   
"Help" è la scritta che compare nel cielo alleniano all'inizio del film. Occorre davvero aiuto per districarsi nel mondo delle star hollywoodiane, in ...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
    * * * - -

"Help" è la scritta che compare nel cielo alleniano all'inizio del film. Occorre davvero aiuto per districarsi nel mondo delle star hollywoodiane, in cui le nevrosi si sprecano, in cui il sesso (quello orale in testa) dilaga ma l'amore scarseggia. Allen (sempre più "volgare" dicono alcuni, sempre più "realista" affermiamo noi) ci porta a spasso in questo nuovo girone infernale (ricordate Harry a pezzi?), assegnandoci come guida il suo nuovo alter ego Kenneth Branagh. Ma non si limita a ragionare delle persone celebri (e quindi anche di se stesso), gioca anche perfidamente con uno dei suoi attori: il romantico Di Caprio di Titanic entra in scena sfasciando una camera d'albergo e picchiando una donna. Anche questo è il Woody di fine millennio. Forse meno graffiante ma certamente più vicino, con quella ribadita richiesta di aiuto, a chi ne ammira il cinema.

Premi e nomination Celebrity MYmovies
Primo Weekend Usa: $ 1.588.000
Sei d'accordo con questa recensione?


Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
60%
No
40%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Brillante

martedì 5 gennaio 2010 di paride86

"Celebrity" è uno dei film più riusciti di Woody Allen che ci racconta, col suo perfido sarcasmo, il mondo delle celebrità americane e dell'alta borghesia newyorchese. Non mancano i temi cari al regista, vita di coppia e religione, ma il discorso è parecchio più ampio. Si tratta forse del suo film più felliniano, visti gli espliciti riferimenti a "la Dolce Vita" e "Ginger e Fred", il bianco e nero e lo stile un po' alla "Otto e mezzo". Un intreccio di storie molto piacevole e intelligente.  continua »

* * * - -

Celebrita' in bianco e nero

giovedì 18 ottobre 2012 di fedeleto

Il mondo della celebrita' e' sempre stato un chiaro mistero per il pubblico impotente.Le domande di ogni fan verso la sua star preferita e' chiaramente:come e' nella realta' il mio idolo.Lee e' un giornalista e lavora come intervistatore di celebrita',ed il suo compito e' soddifare appunto i pettegolezzi o le curiosita' sulle celebrita'.Divorziato da una donna isterica,chiamata Robin,vive la sua vita conoscendo queste celebrita' e trascurando la sua continua »

Judy Davis
Si impara moltissimo su una società vedendo chi decide di idolatrare.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Gianni Pereg (Melanie Griffith) a Kenneth Branagh
Il mio corpo appartiene a mio marito, ma quello che faccio dal collo in su è tutta un'altra storia.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Gianni Pereg (Melanie Griffith) a Kenneth Branagh
Il mio corpo appartiene a mio marito, ma quello che faccio dal collo in su è tutta un'altra storia.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Celebrity oppure Aggiungi una frase

di Irene Bignardi La Repubblica

Non esageriamo coi paragoni, e lasciamo stare La dolce vita. Celebrity, per quanto intelligente, brillante, impeccabilmente confezionato, fa parte dei film "minori" di Woody Allen. Non nelle intenzioni, suppongo, ma nei risultati. È certamente meno personale, tanto per dire, di Harry a pezzi, dove in effetti Allen, sotto la glassa del divertimento, faceva a pezzi se stesso e il suo mondo. Il piccolo racconto morale che è Celebrity (fotografato chissà perché, ma ne siamo contenti, nel bellissimo bianco e nero di Sven Nykvist) non contiene invece, e si sente in questo il minor coinvolgimento, un alter ego psicologico di Woody Allen, con tutta la sua verità nevrotica - anche se Kenneth Branagh fa il possibile per assomigliargli, esitazioni e balbettii compresi. »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

«Anch'io scrivo sceneggiature. Hai mai sentito di Cecov? Io scrivo come lui». Così dice a Lee (Kenneth Branagh) una ragazzotta che il caso e una sniffata gli hanno messo tra le lenzuola. Basterebbe quest'idiozia "superlativa" a giustificare il grido d'aiuto che riempie il cielo all'inizio e alla fine di Celebrity (Usa, 1998). D'altra parte, tra gli eroi e le eroine del film di Woody Allen si fanno e si dicono quasi solo idiozie camuffate da superlativi e trasfigurate in miti, in schemi ideali di vita lezioni di fellatio comprese). »

di Marco Lodoli Diario

Nella scuola dove insegno, più di una volta sono rimasto di stucco davanti a certe conversazioni degli studenti. Parlando dei loro sogni, delle speranze più segrete, in tanti sostenevano che la massima felicità sarebbe ritrovarsi un giorno seduti tra gli ospiti del Maurizio Costanzo Show, in quel teatro che è l’ombelico del mondo, davanti a miliardi di telespettatori. Quello sarebbe davvero un momento magico, da far schiattare d’invidia amici e parenti. Io con gli anni mi sono fatto furbo, nascondo il ribrezzo, inghiotto la saliva e con studiato candore domando: «A che titolo vorresti essere invitato in quella trasmissione? Perché, sai, di solito accade che prima si combina qualcosa di buono nella vita, che coltivando faticosamente una passione si divenga musicisti, attori, scienziati, sarti o quello che sia, e poi, se proprio ci si tiene così tanto, si può accettare di fare passerella davanti agli occhi ammirati degli italiani». »

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

A New York è l'ora dei mediocri. Mediocri che hanno fatto carriera, idolatrati dai mass media, rimpinzati di dollari: nullità vestite a festa, incapaci di provare sentimenti autentici. Uno zoo ripugnante, ma che non dispiace poi del tutto a Lee (Kenneth Branagh), giornalista alla ricerca del pettegolezzo nella Grande Mela, con qualche romanzo nel cassetto e molti sogni di celebrità. Celebrity, appunto, si intitola il film di Woody Allen che, per una volta, si limita a restare dietro la macchina da presa. »

Celebrity | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | paride86
  2° | fedeleto
Rassegna stampa
Paolo Boschi
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità